\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere:GIAMPAOLO O PIOLI POCO CAMBIA! IL MILAN E’ SQUADRA SENZA ANIMA E QUALITA’ SARA’ GIA’ BUONA COSA EVITARE SOFFERENZE DI CLASSIFICA E PARLARE DI POSTO CHAMPIONS APPARE RIDICOLO
Di Admin (del 09/10/2019 @ 20:12:24, in Calcio critico, linkato 62 volte)


Impossibile non parlare di MILAN!

 
Una delle squadre più prestigiose nella storia del calcio mondiale ( la prima italiana a vincere una Coppa dei Campioni a Londra nella finale del 1963 con doppietta di Altafini ) ormai da qualche anno vive giorni tristi.

 Dopo l’era Berlusconi con tutti i suoi successi soprattutto a livello internazionale ma anche con tutte le storture di una filosofia di vita e comportamento non certo irreprensibile contribuendo a portare il mondo del calcio agli attuali insopportabili compensi si è arrivati al folle periodo cinese per poi sprofondare in quello attuale.Milan gestito sotto scacco del fair play finanziario imposto dall’Uefa,addirittura da speculatori americani della finanza!!

 Una delle città più ricche e vivaci al mondo,Milano, non è evidentemente riuscita ad esprimere un imprenditore capace di raccogliere la pesante eredità di Berlusconi. Impossibile a crederci ma è stato così.

Il fine palato del tifoso milanista a differenza di altri tifosi come ad esempio quelli dell’Inter o della Juventus, pretende che la vittoria arrivi attraverso il bel gioco.E’ sempre stato così


. Una vittoria del Milan costa almeno un terzo in più di una vittoria dell’Inter fin dai tempi di Herrera abituata ad ottenere il massimo dal minimo.

 Figurarsi gli ultimi campionati! Si è detto che è incredibile che Milano non abbia espresso un imprenditore all’altezza del compito.Milano invece ha espresso una stampa importante e seguita che vorrebbe imporre le proprie idee ed i propri pallini. Insomma se hai la stampa amica a Milano sei già al 50% del compito affidatoti.

Ed ecco allora che emergono le STORTURE evidenziabili chiaramente in certi casi



Lasciamo stare il caso BALOTELLI che è incredibile.Nessuno ha avuto una stampa amica come nel suo caso. Risultati zero o quasi in campo,assegni a molti zero per lui!



 Altro caso e questo riguarda il Milan dello scorso anno che era un MILAN INGUARDABILE, ma siccome era guidato da “ringhio” Gattuso allora era d’obbligo che andasse in Champions!

 Invece era squadra da decimo-dodicesimo posto

. Ora con questo Milan più giovane e privo di qualità ecco che la stampa amica aveva già provato ad innalzare sul trono dei “fenomeni” quello che invece è e rimane-i risultati lo dimostrano con le cifre-solo un allenatore decente e nulla più: GIAMPAOLO



Ma c’èra la questione GALEONE da pompare!


 Questo Galeone che fa il mentore prima di Allegri,poi di Giampaolo ci è stato riproposto in tutte le salse.Un vero e proprio “pallino” della Gazzetta.

Ma questo Milan di Giampaolo era indifendibile.3 vittorie e 4 sconfitte con gioco zero,prospettive zero,non serviva più il parere di Galeone ma restava solo l’esonero.

milanlive.it

 Arriva Pioli che non scalda i cuori della sud rossonera già sul piede di guerra. Si tratta di un altro onesto lavoratore che cercherà di levare il sangue dalle rape per evitare un campionato di estrema sofferenza almeno con l’intendimento di portare la squadra ad una TRANQUILLA SALVEZZA

. DI più, Gazzetta a parte, crediamo che dall’accoppiata ANOMALA Boban-Maldini non si possa trarre. Nemmeno la spinta della Gazzetta riuscirà a portare i rossoneri là dove stabilmente dovrebbero stare:sui palcoscenici internazionali,vale a dire

. Molti dicono che la palla è tonda.Peccato che per molti piedi rossoneri si sia rivelata quadrata!