\\ Home Page : Articolo : Stampa
UN TEMPO PER UNO E LA PISTOIESE VOLA A +4. PISTOIESE -PESCIAUZZANESE 3-1
Di videonewstv (del 22/11/2010 @ 14:47:41, in CALCIO PISTOIESE, linkato 1756 volte)

UN TEMPO PER UNO E LA PISTOIESE VOLA A +4

Campionato di Eccellenza Toscana, girone A

13ª Giornata 26/09/2010 - Stadio Comunale “Marcello Melani” di PISTOIA

PISTOIESE – PESCIAUZZANESE  3 – 1

  da Pistoia Edoardo Desideri

MARCATORI: 40’ Mariani (Pu), 57’ Lisi (Pt), 67’ Stefanelli (Pt), 69’ Semboloni (Pt)

PISTOIESE: Flauto, Strufaldi, Elmi, Paolicchi, Gemignani, Calanchi, Pieroni (75’ Di Nunzio), Balleri (54’ Semboloni), Stefanelli, Lisi (80’ Marrani), Arricca. A disp: Stiavelli, Allori, Spadoni, Fedi. All: Riccardo Agostiniani. PESCIAUZZANESE: De Min, Moriani, Lotti, Trifoni (88’ Perondi), Baldini, Calistri, Paoletti (85’ Mangiavacchi), Bulkaen (70’ Islami), Verola, Mariani, Thomas Smith. A disp: Mugnaini, Michelotti, Ricci, D’Ulivoi. All. Giovanni Maneschi. Arbitro: sig. Marco Ricci di Firenze (1° ass Maurizio Mangini e Federico Caroti sez. Pontedera). NOTE: Giornata di pioggia, terreno in buone condizioni. Spettatori 800 circa. Angoli: 11-3 per la Pistoiese. Ammoniti: 34’ Trifoni, 36’ Verola, 38’ Smith per il PesciaUzzanese; 39’ Elmi, 59’ Paolicchi, 63’ Gemignani per la Pistoiese. Recuperi: 2’+3’.

  foto di Irene Pieraccini

 

 È la Pistoiese ad avere la meglio su di un ottimo Pesciauzzanese al termine di una gara dai due volti. Gli arancioni concedono infatti il primo tempo ai cugini della Valdinievole, bravi a coprire gli spazi e a sfruttare le ripartenze, per poi uscire alla distanza riuscendo a raddrizzare e chiudere il match in poco più di dieci minuti nel corso della ripresa. Si gioca sotto un cielo grigio e davanti a poco meno di un migliaio di spettatori. La Pistoiese cerca la via del gol nei primi minuti con due tentativi ad opera di Balleri da fuori area, e di Lisi con zampata di Stefanelli. Stentano gli arancioni mentre esce bene il Pescia che arriva alla conclusione dalla distanza con Verola attorno al quarto d’ora. Flauto para in due tempi. Stefanelli e Lisi si danno un gran daffare là davanti, ma i loro tentativi si infrangono sulla muraglia pesciatina, e non basta nemmeno un’incertezza del portiere ospite De Min alla mezz’ora a regalare la gioia del gol al bomber ex Riccione che nella circostanza si coordina male. Sale in cattedra l’arbitro Ricci di Firenze che nel giro di pochi minuti estrae il giallo per ben quattro volte, tre a danno di giocatori pesciatini, una nei confronti del pistoiese Elmi. E proprio dal fallo di quest’ultimo scaturisce la punizione che vale il vantaggio nero-arancio, giunto al 40’. Il numero 10 Mariani disegna una parabola velenosa che si infila all’incrocio sul palo più lontano. La Pistoiese accusa il colpo e la sua reazione si riduce ad un tiro ad opera di Calanchi che non impensierisce De Min allo scadere. Ben altra cosa è il secondo tempo della Pistoiese che già al primo minuto ci prova con Paolicchi, la cui conclusione termina fuori bersaglio. Poco dopo Stefanelli, imbeccato da Lisi, non trova la deviazione vincente di testa, mentre sul versante opposto il Pesciauzzanese va vicino al raddoppio con un tiro del solito Mariani. Agostiniani rende l’assetto ancora più offensivo e manda in campo Semboloni al posto di Balleri. La mossa si dimostrerà azzeccata: la squadra si spinge in avanti con più convinzione e già al 12’ trova il pari con un colpo di testa di Lisi su cross di Paolicchi. Poco dopo lo stesso Paolicchi non capitalizza al meglio una buona occasione al termine di un’azione giostrata da Pieroni sulla sinistra, ma la Pistoiese continua a spingere e nel giro di pochi minuti ribalta il risultato in proprio favore. Lisi si smarca sulla sinistra e serve bomber Stefanelli che è puntuale come ogni domenica all’appuntamento col gol. Sugli spalti si tira un sospiro di sollievo e a coronamento di una rimonta esaltante arriva la rete del definitivo 3 a 1 grazie ad una pregevole esecuzione di Semboloni al termine di un’azione da manuale. La Pistoiese vola, portandosi a 4 lunghezze di vantaggio sulla seconda in classifica, la Pro Livorno, e aumentando a 8 punti il margine sulle altre due favorite del torneo, vale a dire Pisa Sporting Club e Massese, appaiate a 24 punti. Esce comunque con l’onore delle armi un Pesciauzzanese che è sembrato ben altra cosa rispetto alla squadra vista in coppa ad inizio stagione, ma che è riuscito ad arginare per una sola frazione lo strapotere della Pistoiese.