\\ Home Page : Articolo : Stampa
Pensierino di fine anno sul Milan….Ah! se quei” rumors” fossero veri…
Di Admin (del 31/12/2013 @ 21:27:32, in Calcio Milan, linkato 1054 volte)

                                                                                

 

Perché non si avverano certi sogni? Eppure in questi giorni di limbo sportivo di fine anno qualcosa è uscito qualcuno ha messo in giro veri o falsi discorsi sul Milan e sulla sua deprecabile situazione tecnico-sportiva-gestionale, nonostante il grande ottimismo sbandierato da Allegri e da Galliani.

 Quell’uscita attribuita alcuni giorni or sono al Presidente Berlusconi circa la cessione di Balotelli a gennaio se rispondesse al vero ( anche se subito smentita) sarebbe la vera prima bella notizia per chi ha veramente a cuore le sorti del glorioso club milanese ,in tutto questo 2013 che va a terminare.

 Quello che pensiamo di Balotelli e di tutta la campagna acquisti del Milan degli ultimi due anni è stranoto.Lo abbiamo detto e scritto più volte.

 Il Milan va totalmente stravolto,rinnovato ma va fatto alla svelta e senza alibi di sorta.

Troppi errori ed incertezze sono stati commessi. Innumerevoli e non da Milan ( la Società più titolata al mondo!)

 Già da due anni doveva essere ceduto Robinho che pesa con il suo lauto ingaggio come un macigno sui conti societari e ha una resa tecnica prossima allo zero!

Via anche Balotelli che come giocatore sarà anche una forza della natura ma come comportamenti è assolutamente non irreggimentabile ed anche lui ha ingaggi altissimi e procuratore famelico.Quest’anno ha ottenuto più ammonizioni che gol fatti.

 Anche la gestione del caso Pato fu pessima.Prima venduto poi richiamato perché “fidanzato” della figlia del Presidente poi divenuta secondo amministratore delegato assieme a Galliani rimasto a gestire la parte tecnica anche a causa della sua altissima liquidazione che avrebbe dissestato nuovamente le casse societarie.

Altra situazione di duopolio che non promette nulla di buono. Intanto uno dei dirigenti di lungo corso ed autore di colpi di mercato di grande spessore cone Ariedo Braida da oggi non è più del Milan.Si è dimesso

.Qualcuno ha già pagato le fallimentari ultime campagne acquisti che hanno impoverito tecnicamente i rossoneri capaci di sole 4 vittorie in campionato.Siamo ai livelli del Milan di Radice che retrocesse in B! Constant,Saponara,Emanuelson,Zapata,Niang..la lista potrebbe continuare con almeno altri 5 nomi.

Tutti giocatori di terza fascia

 Il caso El Shaharawy un giocatore che da quando è arrivato Balotelli è letteralmente sparito nonostante il contratto munifico di 5 anni ed anche lui poteva essere ceduto .Ora è infortunato da tempo e starà fuori per altri due mesi minimo.

 Un allenatore che doveva andar via in estate,un allenatore che non riesce a vincere un derby e questo scoccia moltissimo i tifosi,un allenatore che ha vinto lo scudetto al primo anno grazie ai gol di Ibrahimovic ed alla tenuta in difesa dei vari Nesta ,Tiago Silva e che ha perso malamente il secondo,raggiungendo nel terzo immeritatamente il terzo posto ai danni della Fiorentina.

Mai visto un barlume di gioco,tra l’altro.

 Altro che cambio di sede societaria e ricerca di un nuovo logo affidata a creativi vari.Che cos’ha di brutto il vecchio logo del Milan? Mah!

Tinte fosche quindi per i rossoneri per il 2014?

 Crediamo proprio di si.In campionato sarà irripetibile la rimonta dello scorso anno ed andrà già grassa se la squadra non piomberà in zone pericolose ( che cosa potranno apportare in termini tecnici i nuovi arrivi di Honda e Rami non è ipotizzabile).

Circa la Champions tutti hanno considerato buono il sorteggio che ha abbinato al Milan l’Atletico Madrid di Simeone.

 Dovranno ricredersi.Simeone è un combattente ed i suoi al Milan attuale fanno la festa!

Ecco perché ci vogliono notizie di cambiamenti per i rossoneri.E quell’alzata d’ingegno attribuita a Berlusconi “ basta sono stufo vendo Balotelli” era la prima vera buona notizia per i vecchi cuori rossoneri.Ci pensate che bello se al posto dell’irascibile Mario ci fosse il bosniaco Edin Dzeko del Manchester City?