\\ Home Page : Articolo : Stampa
CALCIOPOLI UNO CALCIOPOLI DUE : SI RIPARTE IL PRIMO OTTOBRE. GROSSE NOVITA'
Di videonewstv (del 29/09/2010 @ 16:01:15, in CALCIOPOLI, linkato 3471 volte)

 

Rieccoci. Passata l’estate tornano in evidenza giornalistica temi importanti. Si riparla di Calciopoli

Il1 Ottobre riprenderà a Napoli il dibattimento, ma questa volta con novità di spessore.Non stiamo qui ora a rifare una storia che sia pure a grandi linee è nella testa di tutti coloro che hanno a cuore, che seguono il calcio.Essa è nota.

 Quello che non è noto invece è il fatto ,che pare ora certo, del coinvolgimento di dirigenti calcistici diversi da quelli conosciuti che con i loro comportamenti illeciti ( telefonate ai designatori ed altro) hanno portato anni fa alla retrocessione della Juventus in B ed alle varie penalizzazioni per altre squadre.

C'è poi una novità .La società bianconera ha cambiato profondamente strategia.E’ risaputa quella che fu al momento dello scandalo la linea seguita dalla proprietà..un profilo molto basso dettato dagli indirizzi tattici di Franzo Grande Stevens e di Gabetti consiglieri della proprietà, cioè del giovane Elkann e dall’operato in dibattimento dell’avvocato Zaccone cui non parve vero accettare una Serie B a fronte di una possibile punizione molto più severa.

 A distanza di 4 anni è cambiato tutto.La proprietà nella persona del Presidente Andrea Agnelli appare decisa non solo a richiedere indietro lo scudetto che Guido Rossi ed i tre saggi assegnarono a tavolino all’Inter,ma anche a coinvolgere alte squadre,come detto si parla di Inter ed anche di Cagliari nel procedimento alleandosi in un certo senso ,all’operato della difesa di Moggi che da parte sua non ha mai smesso di dichiarare come tutta la vicenda Calciopoli fosse:” una buffonata da bar tutta fondata sui si diceva…”

C’è dell’altro.La Juventus ha ufficialmente richiesto alla FIGC la revoca dello scudetto 2005/2006 assegnato all’Inter da Guido Rossi e dai saggi C’è stato a questo proposito un incontro a Roma in FIGC tra il Presidente Abete il Presidente della Juventus Andrea Agnelli e Beppe Marotta direttore generale dell’area sportiva bianconera. Una risposta federale è attesa a breve.

 Ricapitoliamo:Palazzi il superprocuratore federale dovrà aprire un altro fascicolo e dovrà esserci un’altra inchiesta.Calciopoli dovrà essere in un certo senso riletta anche alla luce di ciò che scaturirà dall’analisi di una quarantina di telefonate( ma c’è chi parla di 80 ) estrapolate dalla massa delle 170.000 che dimostrerebbero come detto il coinvolgimento di altre società,l’Inter su tutte.E questo lavoro di selezione già è stato fatto dai periti e dagli avvocati di Moggi.Ripetiamo,sono quelle telefonate che il PM Narducci aveva detto che non esistevano durante la prima fase del dibattimento processuale di Calciopoli. Calciopoli due quindi ha il suo inizio. Il fascicolo può essere aperto. Le nuove telefonate,quelle con il possibile coinvolgimento di dirigenti interisti, sono già state trascritte,periziate ed hanno avuto il via libera dalla Presidente Casoria.

Che farà il Consiglio Federale della FIGC circa la richiesta presentata dalla Juventus sulla riassegnazione del campionato 2005/2006 dato all’Inter a tavolino dal Prof.Guido Rossi all’epoca commissario FIGC ,avvocato d’affari,per 4 anni nel consiglio dell’Inter stessa dal 1995 al 1999 ? Quando deciderà? Prima della conclusione del processo penale di Napoli prevista per i primi mesi del 2011 o quando?

Ricordiamo infine un passo dell’esposto che la Juventus ha presentato alla FIGC circa i contenuti di quelle telefonate addebitate alla dirigenza Inter: ..” una fitta rete di contatti tra esponenti della società beneficiata dalla assegnazione a tavolino dello scudetto 2006 e tesserati del settore arbitrale.Tali contatti rappresentano ,secondo i criteri adottati dalla Procura Federale nel giudizio a carico della Juventus,la violazione dei principi di lealtà,probità e correttezza, cioè i dettami dell’art.1”..

Come si fa a dargli torto?

 

Quindi quella patente di onesti a prescindere che i neroazzurri si sono dati rischia di scomparire.

 Intendiamoci bene,ciò che scaturì nel 2006 da quella valanga di intercettazioni parziali-come si è visto ora- è stato di una gravità estrema e le punizioni secondo la giustizia sportiva furono anche lievi,ma sul fatto sempre dichiarato da Bergamo che tutti si comportavano allo stesso modo non paiono esserci dubbi.

Quindi sul piano sportivo certamente alcune squadre l’hanno sfangata ( Lazio,Reggina,Fiorentina,Milan....) su quello penale-cupola di stile mafioso-crediamo finirà tutto in una bolla di sapone.

 Allora su il sipario a Napoli.A sera del 1° ottobre dovremmo saperne di più.Dovrebbero testimoniare il Presidente FIGC Abete,i due ex designatori, il Notaio di Coverciano ed i giornalisti che sorteggiavano le famigerate palline.Per le attese audizioni di Collina , Rosetti,Moratti,Tronchetti Provera,probabilmente di slitterà all’udienza del 12 Ottobre.