\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere:ANCHE IL CORONAVIRUS DIVIDE I POLITICI ATTESI DA IMPORTANTI DECISIONI IN TEMA DI PRESCRIZIONE E DA ULTIMO ANCHE BOSSI CRITICA SALVINI….
Di Admin (del 03/02/2020 @ 21:52:00, in Critica politica, linkato 175 volte)





Effetti del coronavirus….. anche sulla politica a quanto pare


.Almeno c’è di che preoccuparsi ( ed anche di chi è in co.co.co. evidentemente..n.d.r.) dopo lo scampato pericolo di un Salvini vincente in Emilia.Romagna.!

 Ma allora è vero che sarebbe arrivato un cataclisma politico!

 Il Governo rischia lo stesso e molto dovendo dirimere spinose questione che al proprio interno non trovano equivalenze di giudizio.Sulla prescrizione ad esempio Renzi promette di votare con l’opposizione e Conte già alle prese con i 5 Stelle in disfacimento ma REFRATTARI ad ogni cambiamento,ha già le sue gatte da pelare.


E non basta di certo la lotta al coronavirus a cementare maggioranza ed opposizione.

 Anzi! I governatori del nord e per la precisione quelli di Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige , Lombardia e Veneto pretendono che gli alunni rientrati dalla Cina non debbano rientrare a scuola almeno per due settimane. Figurarsi:sdegno democratico!
Chiaro l’intento di scongiurare ogni possibile diffusione del virus nelle aule.Ma vallo a spiegare a … è tutta colpa di Salvini?

Attività parlamentare in pratica del tutto assente in attesa delle decisioni di Renzi e dei suoi in tema di prescrizione oggi a tenere banco sono state certe dichiarazioni fatte da Umberto Bossi a Repubblica nelle quali il leader della Lega Nord non è che non le mandi a dire a Salvini


nuovabrianza.it

.Intervistato da Gad Lerner ???!!! al Senatur non va giù l’impronta sovranista e populista data da Salvini al movimento “Lega per Salvini premier”

 Insomma per Bossi il tentativo di Salvini di sfondare al sud è destinato a fallire essendo quell’elettorato diviso per clientele ed anzi Salvini corre il rischio di perdere consensi al nord dove il tema dell’autonomia è ancora molto sentito. Insomma il vecchio leone ruggisce ancora…

 Salvini da parte sua risponde: “Rispetto le sue idee ma non cambio le mie. I numeri dicono che non siamo mai stati così forti come adesso nelle regioni del Nord e con grande orgoglio ormai siamo determinanti e presenti al Sud”