VideoBlog
Home Mia TV Videoblog Sport & Sport Ambiente Mare Chi Siamo Contatti Credits
Immagine
 VideoNewsTV 10 anni di web TV... di Admin
 
"
"Datemi della materia,e con essa io creerò un mondo".

Immanuel Kant
"
 
\\ Home Page : Storico : calcio pistoiese (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 

LA LEGGE DELLA CAPOLISTA :CON UN GOL PER TEMPO LA PISTOIESE SBANCA ANCHE QUARRATA .

CAMPIONATO DI ECCELLENZA TOSCANA GIRONE A - 6ª GIORNATA 03/10/10

STADIO COMUNALE DI QUARRATA (PT) QUARRATA – PISTOIESE 0 - 2

   da Quarrata Edoardo Desideri

foto di Irene Pieraccini

MARCATORI: 7’ Stefanelli, 87’ Spadoni QUARRATA: Colombo, Tronci, Bargiacchi, Sgarbanti, Trinci (63’ Baldi), Bargellini, Flora (76’ Paolacci), Cariello (51’ Del Prete), Massaro, Brancaccio, Petrilli. A disp: Toccacelli, Minucci, Vannioni, Ferrari. All. Egidio Seghi. PISTOIESE: Flauto, Strufaldi, Elmi, Allori (70’ Spadoni), Gemignani, Calanchi, Pieroni (77’ Di Nunzio), Balleri, Stefanelli, Lisi (76’ Semboloni), Arricca. A disp: Pampaloni, Mennini Righini, Marrani, Fedi. All: Riccardo Agostiniani. Arbitro: sig. Andrea ZINGARELLI di Siena (1° ass Sante Selicato e 2° ass Nicola Cavini di Siena). NOTE: Giornata serena, terreno in buone condizioni. Spettatori 900 circa (a cui ne vanno aggiunti un centinaio che assistono alla gara da un terrapieno fuori dallo stadio). Ammoniti: 40’ Cariello, 42’ Petrilli, 86’ Del Prete. Angoli 4 - 3 per il Quarrata; Recuperi: 2’+5’.

QUARRATA (PT) – Il rullo compressore arancione continua inesorabile il proprio cammino. Stavolta a farne le spese sono stati i cugini giallorossi del Quarrata, i quali si sono comunque dimostrati nell’arco dei novanta degli minuti avversari tenaci, scesi in campo col preciso intento di provare a bissare l’impresa dello scorso anno. Ma stavolta hanno trovato al proprio cospetto una Pistoiese non più spaesata ed acciaccata come quella di un anno fa, bensì una formazione granitica e spietata, capace di risolvere la pratica da grande squadra con un gol per tempo.

LA PARTITA – Agostiniani conferma l’undici vittorioso di sette giorni fa contro la Pro Livorno, con l’unica variante tattica di Elmi che viene schierato a sorpresa come esterno offensivo, mentre Allori gioca in posizione più arretrata. Seghi dall’altra parte cerca di imbrigliare i fantasisti arancioni pur impostando una formazione che fin dalle prime battute non pare intenzionata ad arroccarsi in difesa. A sorpresa, però, lascia in panchina Del Prete, uomo di punta della propria formazione. Gli spalti sono gremiti e colorati di arancione. Per molti pistoiesi questa ‘scampagnata’ è la prima occasione vera e propria di vedere la propria squadra all’opera a pochi chilometri da casa.

1° TEMPO – Dopo le primissime fasi di studio già al 7’ arriva la doccia fredda per i padroni di casa. La Pistoiese manovra bene un pallone sull’out sinistro che Pieroni scaglia in area con un intelligente cross teso dalla tre quarti. Stefanelli è in agguato e con una delle sue solite zampate trafigge Colombo per l’1 a 0. L’incontro a questo punto sembra in discesa per gli arancioni che lasciano quindi l’iniziativa ai giallorossi, cercando di essere dei rapaci sulle ripartenze. Già al 12’, infatti, Lisi potrebbe siglare il punto del ko quando, lanciato da Balleri sul filo del fuorigioco, si vede negare la gioia del gol dal portiere locale Colombo che è bravo a sventare il pallonetto morbido del numero 10 della Pistoiese. Il Quarrata cerca di guadagnare metri, tuttavia arrivando alla conclusione per la prima volta solo al 20’ con un rasoterra dalla distanza senza troppe pretese da parte di Cariello. Altra occasione ghiotta per gli orange al 26’, quando Pieroni punge ancora sulla sinistra, guadagna il fondo e mette al centro un cross rasoterra che danza pericolosamente lungo la linea di porta senza però trovare la deviazione vincente. Tre minuti più tardi Balleri libera un violento destro dai 25 metri sfiorando il palo su assist di Pieroni al termine di una bellissima azione corale. Nel finale di frazione la gara si innervosisce un po’ e ne a farne le spese sono i giallorossi Cariello e Petrilli, un ex, ammoniti dal signor Zingarelli. Il Quarrata si fa rivedere con una punizione di Tronci al 34’, potente ma facilmente respinta coi pugni da Flauto, mentre in chiusura Lisi si libera dal limite e cerca il gol con un destro improvviso che termina abbondantemente a lato.

2° TEMPO – La Pistoiese cerca di bruciare i locali in avvio così come nella prima frazione. È ancora Stefanelli a scattare sul filo del fuorigioco ma Colombo, il migliore fra i suoi, è bravo ancora una volta a negare in uscita la doppietta al bomber arancione. Seghi butta dentro Del Prete optando per un assetto a trazione anteriore e già al 7’ il nuovo entrato si rende pericoloso con un rasoterra su cui Flauto salva di piede, per qunato l’arbitro avesse precedentemente interrotto l’azione a causa di un fallo su Calanchi. Due minuti più tardi Pieroni trova lo spazio per calciare da dentro l’area in posizione piuttosto defilata, ma Colombo fa buona guardia; quindi è il turno di Del Prete da una parte e Balleri dall’altra che cercano il gol con due conclusioni dalla distanza ampiamente fuori bersaglio. Il Quarrata prende coraggio e si porta in avanti alla ricerca del pari. Al 20’ da un angolo scaturisce un’azione insistita che termina con un colpo di testa centrale facilmente controllato da Flauto; quindi il portierone arancione sale in cattedra e dice di no a Flora con un intervento magistrale su una conclusione a botta sicura da distanza ravvicinata. Al 26’ viene annullato alla Pistoiese il gol del possibile 2 a 0: su un lancio di Arricca, Colombo si fa anticipare da Stefanelli che di testa appoggia all’accorrente Lisi, veloce a centrare il bersaglio. Tuttavia l’arbitro annulla per una presunta scorrettezza sul numero 1 giallorosso. Passano solo 5 minuti e il nuovo entrato Spadoni si invola sulla fascia destra ed entra in area, ma arriva al tiro sbilanciato e calcia alle stelle, mentre al 36’ il Quarrata da un altro brivido agli arancioni con un tiro di Del Prete che viene ribattuto dalla difesa. Dopo aver sofferto un po’ la Pistoiese decide di chiudere i conti a tre minuti dalla fine. Semboloni, entrato al 76’, è piuttosto ispirato sulla sinistra e dopo aver deliziato il pubblico con un bel dribbling pennella un cross al centro su cui si avventa il giovane Spadoni che chiude i conti. E in tribuna comincia la festa dei tifosi arancioni.

LA CLASSIFICA – La Pistoiese resta ovviamente sola al comando, tuttavia il Pisa SC sembra non mollare la presa. I nerazzurri di San Giuliano Terme, infatti, sono riusciti a vincere di misura ad Uliveto Terme contro l’Urbino Taccola portandosi a 15 punti, soltanto tre in meno degli arancioni. Vittorie anche per Massese, Pro Livorno e Pietrasanta, mentre il Castelfiorentino, prossimo avversario degli arancioni, ha impattato per 1 a 1 nel match casalingo contro il Forte dei Marmi.

 

SFIDA AL VERTICE PER LA PISTOIESE SUL NEUTRO DI CALENZANO ARRIVERA’ IL CASTELFIORENTINO

Da Pistoia Edoardo Desideri

PISTOIANon è bastata nemmeno la grinta del Quarrata di Egidio Seghi ad intralciare il cammino di questa sbalorditiva Pistoiese. In sei giornate di campionato abbiamo visto gli uomini di Agostiniani scendere in campo contro altrettante squadre, disposte secondo diversi assetti e diverse filosofie di gioco: c’è stato chi ha deciso di aggredire gli arancioni, chi di giocare palla a terra, chi di puntare sulle individualità; oppure chi ha deciso di arroccarsi dietro alla strenua difesa del pari. Ma nessun modulo fin qui adottato da ciascuna delle avversarie di turno ha portato ad un esito che fosse diverso dalla vittoria della Pistoiese. Ciò che finora ha stupito, oltre all’organizzazione di gioco e alle ottime individualità, è stata la grande capacità dimostrata dagli arancioni di non perdere mai la testa, nemmeno negli inevitabili momenti di difficoltà che possono sorgere durante la gara, come è stato domenica a Quarrata nei venti minuti centrali della ripresa quando i locali hanno spinto forte sull’acceleratore alla ricerca del pari. A riprova di questo è da annotare il basso numero di cartellini fin qui collezionati dagli uomini di Agostiniani, soltanto tre, segno tangibile della serenità con cui Calanchi e compagni scendono in campo ed affrontano i 90’. Va in archivio dunque anche il primo dei 4 incontri che in questa stagione vedranno la Pistoiese contrapposta al Quarrata. Mercoledì prossimo, infatti, arancioni e giallorossi si incontreranno nuovamente per l’andata del secondo turno di Coppa, stavolta al “Melani” di Pistoia.

SUPER-FLAUTO – Quello zero che continua a caratterizzare la casellina relativa ai gol subiti è forse l’elemento che di più fa stropicciare gli occhi ai tifosi arancioni nel guardare la classifica. 540 minuti d’imbattibilità in campionato a cui vanno sommati i 180’ relativi alla Coppa Italia: certo una parte del merito va data alla rocciosa difesa retta senza sbavature da Calanchi e Gemignani, o al filtro di centrocampo dove gli ottimi Arricca e Balleri si lasciano sfuggire davvero pochi palloni. Ma sarebbe da miopi non riconoscere i meriti e la bravura di Alessandro Flauto, capace fin qui di rispondere da vero numero 1 tutte le volte che è stato chiamato in causa, e decisivo a salvare il il risultato in almeno due occasioni anche domenica a Quarrata.

foto di Irene Pieraccini

VERSO IL CASTELFIORENTINO – Sarà una sfida al vertice quella di domenica al “Magnolfi” di Calenzano che vedrà la Pistoiese contrapposta al Castelfiorentino. I Valdelsani, infatti, con i loro 11 punti stazionano attualmente al terzo posto della classifica dell’Eccellenza in coppia contro la Pro Livorno. Per quanto la compagine giallo blu ad inizio stagione non fosse accreditata tra le possibili squadre di vertice, è stata capace di compiere nelle prime sei giornate un ottimo percorso e risulta l’unica formazione oltre alla Pistoiese ad essere ancora imbattuta, perlomeno sul campo. L’unica sconfitta, infatti, gli è stata inflitta a tavolino per aver convocato alla prima di campionato contro il Pisa Sporting Club un giocatore che risultava esser stato squalificato al termine della scorsa stagione. L’incontro sul campo era terminato 1 a 1. E col medesimo punteggio i Valdelsani sono stai fermati in casa dal Forte dei Marmi nell’ultimo turno di campionato.

LA SETTIMA GIORNATA – La Pistoiese veleggia ancora in testa a punteggio pieno. Il Pisa SC, tuttavia, continua a farle sentire il proprio respiro incessante sul collo e non sembra permetterle la fuga. La settima giornata tuttavia potrebbe essere un crocevia importante, per quanto parlare di turno favorevole quando si ha da affrontare le prime cinque gare interne in campo neutro sia piuttosto relativo! Comunque i nerazzurri di San Giuliano Terme saranno di scena allo stadio dei Fiori di Pescia contro il PesciaUzzanese, formazione che lo scorso li aveva eliminati in semifinale dei Play-Off. Sarà una sfida interessante, coi pisani che vengono da una striscia di 4 vittorie consecutive, mentre i Valdinievolini, dopo gli stenti iniziali, sono apparsi in crescita avendo ottenuto nelle ultime due giornate una vittoria col Montecalvoli ed un prezioso pareggio esterno nel derby con la Lampo. Chissà che domenica non vogliano approfittarne per fare un favore ai cugini arancioni?

 
Di videonewstv (del 10/10/2010 @ 21:23:05, in CALCIO PISTOIESE, linkato 1968 volte)

PISTOIESE SPRECONA CONCEDE IL PARI: GLI ARANCIONI VENGONO RAGGIUNTI NELLA RIPRESA DAL CASTELFIORENTINO


Campionato di Eccellenza Toscana, girone A – 7ª Giornata – 10/10/2010

Stadio Comunale “Magnolfi” di Calenzano (FI) PISTOIESE – CASTELFIORENTINO 1 – 1

Da Calenzano Edoardo Desideri

MARCATORI: 44’ Stefanelli (P), 68’ Mitra (C) PISTOIESE: Flauto, Strufaldi, Elmi, Allori (26’ Marrani), Gemignani, Calanchi, Pieroni (83’ Balestri), Balleri (83’ Mennini Righini), Stefanelli, Lisi, Arricca. A disp: Stiavelli, Spadoni, Fedi, Di Nunzio. All. Riccardo Agostiniani.

CASTELFIORENTINO: Lisi, Salvadori, Corti, Trapassi, Mori, Fulignati, Kodrazu, Fattori (59’ Ciambotti), Borrelli, Mitra, Sabatini (85’ De Iannuaris). A disp: Fiorentini, Hamidi, Puccioni, Vallesi, Iacono. All. Sauro Fattori. Arbitro: sig. Davide Meocci di Siena (1° ass Daniele Bordigoni di Carrara Emanuele Canu di Livorno). Giornata caratterizzata dal forte vento, campo in buone condizioni. Spettatori 1000 circa. Angoli: 9 a 6 per la Pistoiese. Ammoniti: 43’ Arricca. (P). 53’ Salvadori (C), 69’ Kodrazu (C), 70’ Calanchi (P); Recuperi: 3’+4’.

CALENZANO (FI) – Non era un impegno facile per la Pistoiese e lo si sapeva. Lo dicevano sia la classifica che il ruolino di marcia di un Castelfiorentino che è sceso al “Magnolfi” col chiaro intento giocarsela a viso aperto. Ed i fatti hanno dimostrato quanto fondate fossero le preoccupazioni. Alla 7ª giornata la Pistoiese concede ai valdelsani il primo pareggio del campionato e cade al 68’ della ripresa, dopo ben 608 minuti di resistenza, l’imbattibilità della porta di Flauto. Eppure, per il suo andamento, la gara non è sembrata di stampo poi così diverso dalle uscite precedenti in cui gli arancioni avevano superato di slancio le avversarie. La Pistoiese ha semmai peccato in questa circostanza di una minore concretezza sotto porta, non approfittando dello sbandamento ospite sul finire del primo tempo quando si è materializzato il vantaggio ad opera del solito Stefanelli. E il risultato al riposo avrebbe potuto essere ben più rotondo. Nella ripresa invece è il Castelfiorentino che, aiutato anche un po’ dalla fortuna, agguanta il pari e costringe gli arancioni ad un disperato arrembaggio finale che però non porta a niente. Un pari che non pregiudica niente ma che conferma, semmai ce ne fosse stato bisogno, quanto gli avversari impieghino il triplo delle forze quando arrivano al cospetto della Pistoiese.

 

Foto di Irene Pieraccini

LA PARTITA – Bella cornice di pubblico sul neutro di Calenzano. I tifosi arancioni si presentano in circa un migliaio di unità sulle ali dell’entusiasmo per i risultati fin qui ottenuti. Da segnalare anche una piccola ma colorata rappresentanza di supporter gialloblu. Agostiniani conferma in toto la formazione che sette giorni fa ha espugnato Quarrata con Elmi alto a destra e Pieroni a sinistra. Da segnalare la presenza del centravanti Balestri in panchina.

L’ANTEFATTO – Nella serata di Venerdì il portiere Pampaloni e i centrocampisti Balleri, Arricca e Semboloni di ritorno a casa dall’allenamento sono stati protagonisti di uno spaventoso incidente sulla Firenze-Mare all’altezza di Montecatini Terme. Fermi in coda con le doppie frecce sono stati tamponati da un’auto che procedeva tutta velocità finendo col cappottare e rimanendo, fortunatamente, quasi del tutto illesi. Per quanto in un primo momento il medico avesse deciso di tenere tutti quanti fuori in vista del match di Calenzano, alla fine sono costretti al forfait solo Pampaloni e Semboloni presenti comunque in tribuna il primo con un collare, il secondo con una vistosa fasciatura al braccio. 

 PRIMO TEMPO – Sebbene il Castelfiorentino si mostri fin dalle prime battute tonico e pimpante, il primo tempo ospite è caratterizzato da tre tiri centrali dalla distanza ad opera di Kodrazu e Sabatini nei primi 15’ minuti e tanto contenimento. Per il resto è solo Pistoiese. Già al 3’ un angolo calciato in maniera velenosa da Arricca attraversa lo specchio della porta e sfila pericolosamente a lato del secondo palo. Dieci minuti dopo Pieroni viene imbeccato splendidamente da Lisi, ma in un eccesso di altruismo una volta entrato in area cerca di servire nuovamente il numero 10 senza successo e l’azione sfuma. Ancora un’azione in velocità di Pieroni attorno al quarto d’ora termina con la conclusione dello stesso su cui il giovane portiere ospite Lisi si supera e devia in angolo. Al 28’ Stefanelli è fermato a tu per tu col portiere da una dubbia segnalazione di fuorigioco da parte dell’assistente dell’arbitro. Cinque minuti dopo la difesa gialloblu trema ancora per un insidioso angolo di Arricca. Assalto degli arancioni che sfiorano il vantaggio fra il 35’ e il 40’ con Stefanelli prima, che colpisce male al volo su un gran cross di Pieroni, con Arricca poi che penetra in area dalla destra e serve al centro per l’accorrente Pieroni la cui conclusione è ribattuta col corpo da un difensore. La Pistoiese passa al 44’ con bomber Stefanelli, al sesto centro in campionato, bravo a trasformare in rete di testa un cross col contagiri operato ancora da un ottimo Arricca. Gli arancioni potrebbero raddoppiare subito prima dell’intervallo: al 46’ Pieroni esegue un gran dribbling a sinistra e lascia partire un cross su cui Stefanelli arriva sbilanciato e spara alto sotto misura; quindi ancora Pieroni, lanciato in velocità da Lisi, viene anticipato di un soffio dal portiere avversario in uscita disperata.

SECONDO TEMPO – La ripresa è decisamente più avara di emozioni. Al 2’ un’incursione del Castelfiorentino culmina in un tiro sbilenco di Mitra. Cinque minuti dopo Lisi crea scompiglio a sinistra e crossa in area un pallone che viene ribattuto di testa da un difensore. Elmi lo raccoglie dal limite e scaglia un destro sulla cui traiettoria c’è Stefanelli, in posizione regolare, che sfiora di testa non riuscendo tuttavia a spiazzare il portiere. Seguono venti minuti di gioco confuso caratterizzati da un forte vento che soffia verso la porta di Flauto col Castelfiorentino alla ricerca del pari e la Pistoiese incapace di materializzare contropiedi realmente insidiosi. Poi al 23’ un lampo. Mitra si gira dal limite e calcia improvvisamente un pallone che, accelerato anche dal vento, si insacca all’incrocio dei pali. Il più classico dei gol della domenica che vale l’1 a 1. I valdelsani, galvanizzati dal pari, si mantengono in avanti cercando di approfittare del momento di confusione fra gli uomini di Agostiniani spiazzati dal primo gol subito in campionato. Al 32’ Flauto dimostra di avere ottimi riflessi quando dice di no ad una forte conclusione da distanza ravvicinata ad opera di Kodrazu. Gli arancioni si risvegliano tardi. Agostiniani passa alle tre punte buttando dentro anche Balestri, all’esordio, e la spinta finale porta ad una bellissima punizione dal limite calciata da Lisi all’incrocio su cui l’omonimo portiere gialloblu fa il miracolo. Poi in chiusura un cross di Calanchi fluttua a pochi centimetri dalla linea di porta ma Salvadori si rifugia di testa in angolo. Termina 1 a 1, un pareggio tutto sommato meritato dal Castelfiorentino, bravo a crederci fino in fondo, e che potrebbe servire di lezione ad una Pistoiese sempre molto bella ma forse troppo poco concreta quando si tratta di dover chiudere la gara.

LA CLASSIFICA – Gli arancioni restano in vetta con 19 punti, sebbene adesso il vantaggio sul Pisa Sporting Club, vittorioso per 3 a 0 a Pescia, sia sceso a una sola lunghezza. Nella parte alta della classifica vittorie corsare anche per Pro Livorno e Pietrasanta, che sarà la prossima avversaria della Pistoiese. Continua ad arrancare, invece, la Massese fermata sull’1 a 1 a Porcari contro il Lammari.

 

A PIETRASANTA PER RESTARE IN VETTA. ARANCIONI IN VERSILIA DOPO IL PARI COL CASTELFIORENTINO

Da Pistoia Edoardo Desideri

PISTOIA – Basta dare una veloce occhiata alla classifica dell’Eccellenza girone A per rendersi conto di quanto la questione “primo posto” sia al momento da riservare ad un’esclusiva cosa a due fra Pistoiese e Pisa Sporting Club. Un testa a testa quello fra arancioni e nerazzurri che potrebbe divenire il leit-motiv dell’intero campionato, senza escludere un possibile inserimento della terza pretendente, la Massese, per quanto sia attualmente in ritardo di 8 punti e in preda a una delicata crisi tecnica e di risultati. Seguendo quest’ottica potremmo dunque interpretare le prossime tre giornate come tappe di avvicinamento al match-clou che si terrà il 7 di Novembre fra Pistoiese e Pisa SC, finalmente al “Melani” per la prima volta, in cui il campo forse saprà indicarci chi fra le due pretendenti avrà maggiori chance di ottenere il successo finale. E nelle prossime tre giornate sarà fondamentale per la Pistoiese ottenere il massimo punteggio così da arrivare a giocarsi lo scontro diretto partendo da una posizione privilegiata. Nonostante nell’ultima giornata gli arancioni siano incappati nel primo pareggio stagionale contro un buon Castelfiorentino, interrompendo così la striscia di vittorie che durava da inizio torneo, non si è notata una flessione in termini di gioco, né di forma. Ad aver influito sul mancato successo sono state semmai le numerose occasioni fallite da Lisi e compagni, oltre alla buona dose di fortuna che ha aiutato i Valdelsani a trovare il gol del pari a metà ripresa. Tuttavia l’ambiente è sereno e tutti quanti sperano di poter ritrovare i tre punti già dalla prossima trasferta che vedrà la truppa di Agostiniani sbarcare in Versilia sull’ostico campo di Pietrasanta, per dar vita ad un incontro che manca dalle cronache dalla prima metà degli anni ’70, quando entrambe le formazioni militavano nel campionato di IVª serie. Campo sul quale, fra le altre cose, il Pisa SC ha rimediato alla seconda giornata l’unica sconfitta stagionale per 2 a 0.

Foto di Irene Pieraccini

GLI AVVERSARI – I biancazzurri del Pietrasanta rappresentano una formazione senza dubbio ben attrezzata e che non a caso era stata indicata dagli addetti ai lavori come una delle possibili outsider ad inizio stagione. La società, che festeggerà proprio nel 2011 il centenario della fondazione, ha riconfermato gli elementi più importanti dell’ossatura dello scorso anno, come il bomber Lazzarini (attualmente a quota 5 reti nella classifica dei marcatori), innestandoli con l’arrivo di giocatori importanti come l’esterno Pelli, lo scorso anno finalista dei play-off con la maglia del PesciaUzzanese, e Francesco Indirli, difensore con recenti trascorsi in Lega Pro.

L’OTTAVA GIORNATA – Stavolta il calendario potrebbe sorridere al Pisa Sporting Club che dovrà vedersela fra le mura amiche contro il Lammari Mario Micheli. Impegno certo non semplicissimo visto che i lucchesi stazionano nella parte medio-alta della classifica con 9 punti e vengono da un pari ottenuto contro la più quotata Massese; ma nemmeno paragonabile a quello degli arancioni in quel di Pietrasanta.

COPPA ITALIA – Prosegue il cammino degli arancioni anche in coppa, manifestazione che non sembrano voler snobbare. Mercoledì sera a Quarrata l’andata del secondo turno della fase regionale ha visto la Pistoiese imporsi sui giallorossi locali per 2 a 0. Agostiniani ha sfruttato l’occasione per dar modo di giocare agli elementi finora meno utilizzati, anche se è sbagliato parlare di “seconde linee” quando si ha a che fare con giocatori del calibro di Fedi, Semboloni, Balestri o Marrani. Le reti degli arancioni, una per tempo, sono state realizzate da Marrani e Fedi. Il ritorno è previsto fra due settimane al “Melani” di Pistoia.

 

LA PISTOIESE SCIVOLA A PIETRASANTA.

 AGLI ARANCIONI IN NOVE NON BASTA IL CUORE PER SALVARE IL RISULTATO

da Pietrasanta Edoardo Desideri

 Campionato di Eccellenza Toscana, girone A – 8ª Giornata 

 17/10/2010 Stadio Comunale “XIX Settembre” di Pietrasanta (LU)

 PIETRASANTA MARINA – PISTOIESE 2 – 1

 MARCATORI: 7’ Pelli (PM), 38’ Francesconi (PM), 47’ Arricca (PT)

 PIETRASANTA MARINA: Puntelli, Bugliani, Lunardini, Peselli, Indirli (52’ Corucci), Rosini, Pelli, Capitani, Doretti, Lazzarini (63’ Petracci), Francesconi. A disp: Tonarelli, Gianardi, Pierotti, Manfredi, Nucci. All. Andrea Danesi. PISTOIESE: Flauto, Strufaldi, Elmi, Allori (45’ Marrani), Gemignani, Calanchi (82’ Balestri), Semboloni (75’ Di Nunzio), Balleri, Stefanelli, Lisi, Arricca. A disp: Stiavelli, Frosini, Spadoni, Paolicchi. All. Riccardo Agostiniani. Arbitro: sig. Fabio Schirru di Torino (1° ass Riccardo Corti di Pisa, 2° ass Federico Caroti di Pontedera). Giornata serena, terreno scivoloso. Spettatori 600 circa, più della metà da Pistoia Angoli: 6 a 5 per la Pistoiese. Ammoniti: 32’ Doretti, 70’ Peselli, 78’ Capitani per il Pietrasanta; per la Pistoiese espulsi al 45’ Lisi, reo d’aver applaudito l’arbitro, e al 73’ Elmi per doppia ammonizione. Recuperi: 2’+4’.

PIETRASANTA (LU) – Cade all’ottava giornata l’imbattibilità della Pistoiese, e lo fa in maniera quanto mai beffarda. Non sono da mettere certamente in dubbio la qualità e la grinta espresse, soprattutto nella fase iniziale, da un Pietrasanta che sa trasformare lo stadio XIX Settembre un vero e proprio fortino e che, non a caso, ha vinto tutte le gare disputate fin qui fra le mura amiche; a far apparire questa caduta come una beffa sono semmai gli episodi che l’hanno caratterizzata in occasione delle due segnature di marca versiliese. In entrambe le circostanze, infatti, la difesa arancione si è resa protagonista di infortuni grossolani, con Elmi prima e con Calanchi poi che sono scivolati a terra favorendo gli attaccanti biancazzurri che per ben due volte sono venuti a trovarsi in condizione di battere Flauto in maniera pressoché indisturbata. Se a questo aggiungiamo un arbitro come il torinese Schirru, probabilmente in odore di promozione e per questo smanioso di dimostrare di avere polso e carattere al cospetto di una nobile decaduta, il quadro della ‘giornata storta’ si fa ancora più completo. Il direttore di gara adotta infatti un metro assai severo nei confronti della Pistoiese, riducendola dapprima in 10 uomini quando Lisi sul finire del primo tempo reagisce con un applauso nervoso ad una dubbia segnalazione arbitrale, e dal 73’ addirittura in 9 quando caccia Elmi, per due ammonizioni maturate in seguito ad altrettante trattenute a centrocampo. Quando però, al 78’ minuto, Capitani spacca con una gomitata il sopracciglio di Arrica il signor Schirru adotta i proverbiali “due pesi e due misure” e si limita ad ammonire il centrocampista biancazzurro. Nel finale di gara poi tutta la terna, beccata pesantemente dalla nutrita rappresentanza arancione, perde la testa e si rende protagonista di ulteriori sviste che non faranno che aumentare il nervosismo in una gara già di per sé molto accesa. Esce comunque fra gli applausi del proprio pubblico una Pistoiese che nonostante le difficoltà e l’inferiorità numerica è riuscita a mettere alle strette il Pietrasanta per tutto il secondo tempo, accorciando le distanze in apertura di frazione con una saetta di Arricca da calcio piazzato e sfiorando il gol del pari in più di una circostanza. Un 2 a 2 che sarebbe stato più che meritato. La sconfitta tuttavia non fa perdere il primato agli arancioni i quali, però, da oggi dovranno condividere la prima piazza col Pisa Sporting Club, fermato sull’1 a 1 in casa dal Lammari, e subire il ritorno di Pro Livorno e dello stesso Pietrasanta adesso staccate rispettivamente di 2 e 3 lunghezze.

 LA PARTITA – Agostiniani deve rinunciare a Pieroni e Fedi mentre Paolicchi, ancora non completamente ristabilito, parte dalla panchina. Il tecnico pistoiese opta così per un centrocampo più folto con i tre centrali, Arricca Balleri e Semboloni, schierati contemporaneamente, mentre la fascia destra viene coperta dal solo Calanchi. A sinistra, come di consueto nelle ultime giornate, si spartiscono il settore i giovani Elmi e Allori. PRIMO TEMPO – Parte forte il Pietrasanta che nei primissimi minuti crea scompiglio arrivando a penetrare pericolosamente in area con gli esterni Pelli e Francesconi. La Pistoiese appare imbambolata e si nota fin dalle prime battute una pericolosa ‘instabilità’ (è proprio il caso di dirlo) dei giocatori in maglia arancione che scivolano spesso perdendo più volte il controllo del pallone. Proprio da uno di questi svarioni nasce il gol del vantaggio pietrasantino. Dalla fascia sinistra parte un lancio in orizzontale in direzione del numero 7 Pelli su cui Elmi appare in netto vantaggio. Tuttavia al momento di agganciare il pallone il giovane difensore cade a terra lasciando una prateria a Pelli che non ha difficoltà ad entrare in area e battere Flauto con un preciso rasoterra. Il gol da il la al monologo arancione. La Pistoiese si spinge subito in avanti alla ricerca del pari con un paio di incursioni senza esito operate da Arricca e Semboloni. All’11 poi Lisi smarca bene Semboloni in area, ma Puntelli ci mette una pezza. Sull’angolo seguente Stefanelli incorna bene ma spara alto. Cinque minuti più tardi Balleri lascia partire un bel tiro a mezz’altezza dalla distanza che viene però parato dal portiere locale. Al 22’ Elmi tenta di farsi perdonare per l’errore sul gol subito e dopo essersi spinto in dribbling fino al limite dell’area lascia partire un gran destro che esce di un soffio a lato; due minuti più tardi Lisi serve un pallone invitante a centro area per Stefanelli che perde l’attimo e l’azione così sfuma. Quindi è di nuovo Elmi ad impensierire Puntelli con un velenoso tiro cross dalla sinistra deviato in corner. Al 33’ Semboloni si libera bene di due uomini, scambia in velocità con Lisi per poi colpire di prima intenzione dal limite sul passaggio di ritorno. In tribuna tutti gridano al gol, ma Puntelli si supera e con un intervento a dir poco miracoloso toglie il pallone dall’incrocio dei pali. Nel momento forse di maggior spinta da parte degli arancioni arriva la beffa del raddoppio da parte dei padroni di casa. Flauto batte troppo precipitosamente una punizione sul limite della propria area di rigore e invece di lanciare lungo, come tutti si aspettano, serve Calanchi che, colto di sorpresa, scivola a terra lasciando a Francesconi la possibilità di soffiargli il pallone e segnare a porta praticamente sguarnita. La Pistoiese accusa il colpo e la reazione porta ad un tiraccio di Arricca dal limite che termina abbondantemente fuori misura. Al 45’ Lisi subisce un fallo al limite dell’area, Schirru è di parere opposto e assegna la punizione ai biancazzurri. Il numero 10 in un eccesso di nervosismo applaude platealmente la giacchetta nera che decide di espellere senza troppi complimenti il centravanti arancione. Nel finale gli arancioni, in confusione, rischiano di capitolare per la terza volta ed è solo un intervento acrobatico di Strufaldi a pochi passi dalla linea a salvare Flauto e compagni da un pallonetto morbido di Doretti. Si va così al riposo nel peggiore dei modi per gli arancioni, in dieci uomini e sotto di due reti.

SECONDO TEMPO – Agostiniani da la scossa ai suoi che rientrano in campo più convinti e accorciano le distanze subito in apertura: Stefanelli conquista una preziosa punizione dal limite della cui battuta si incarica Arricca che opta per la soluzione di potenza. Il tiro ‘buca’ la barriera insaccandosi nell’angolo basso a destra di un incolpevole Puntelli. Gli arancioni cercano di imporre la propria supremazia su di un Pietrasanta che, nonostante l’uomo in più, rinuncia a giocare e si limita a difendere. Al 61’ Balleri serve un buon pallone per la testa di Stefanelli che colpisce debolmente e Puntelli para senza affanni. Poco dopo ci provano Arricca e Marrani, quest’ultimo entrato al posto di Allori per dar maggiore spinta alla manovra, con due tiri dalla distanza. Al 73’ Elmi trattiene un giocatore a centrocampo ed essendo già stato in precedenza ammonito per un fallo analogo è costretto a guadagnare anzitempo gli spogliatoi lasciando i propri compagni in 9 uomini. Nonostante questo la Pistoiese continua a spingere, ma l’inferiorità numerica e la stanchezza rendono l’offensiva poco lucida e offrono spazi al contropiede dei locali. Al 78’ un’incursione del nuovo entrato Petracci potrebbe portare al definitivo 3 a 1 ma Flauto salva sulla linea. Poco dopo Arricca rimedia una gomitata da Capitani ed è costretto ad uscire per medicarsi la brutta ferita. L’arbitro, dopo aver espulso Lisi per un applauso e Elmi per una trattenuta, nella circostanza si limita ad ammonire il giocatore in maglia biancazzurra. Nel finale Agostiniani prova a buttare dentro anche Balestri e fra l’80’ e l’85’ gli arancioni confezionano due occasioni che avrebbero meritato miglior fortuna. Prima Balleri calcia con forza dal limite un rasoterra indirizzato all’angolo basso che Puntelli respinge in tuffo; sulla ribattuta Stefanelli è pronto a segnare, ma il numero uno locale si oppone ancora. E di nuovo Puntelli si esalta negando nuovamente il gol a Stefanelli al minuto numero 85 con una grande parata sul tiro al volo dell’attaccante da un cross di Arricca. La gara finisce sostanzialmente qui per la Pistoiese. C’è ancora spazio per un contropiede del Pietrasanta che allo scadere trova l’opposizione di Flauto in uscita, poi più nulla. Termina 2 a 1 in favore di un Pietrasanta più cinico e che ha trovato negli esterni Pelli e Francesconi e soprattutto nel proprio portiere Puntelli le armi utili ad aggiudicarsi l’intera posta. Gli arancioni tornano a Pistoia amareggiati per la prima sconfitta in campionato e per le due espulsioni rimediate, ma rincuorati dagli applausi del proprio pubblico che ha capito che in una giornata così era davvero difficile portare a casa qualcosa di più.

 

LA CAPOLISTA SI GUARDA INTORNO: PISTOIESE VERSO LAMPORECCHIO ASSEDIATA DALLE ALTRE PRETENDENTI

 

da Pistoia Edoardo Desideri

 PISTOIA – Nascondeva più insidie del previsto questo campionato di Eccellenza, e in parte lo si sapeva. Certo è che le vittorie rotonde inanellate dalla truppa di Agostiniani nelle primissime giornate avevano fatto sperare tutto l’ambiente in un campionato di vertice da vincere senza troppi patemi. E invece si arriva a Novembre con un quarto del percorso già macinato e una situazione di alta classifica ancora incerta che vede quattro squadre raggruppate nel giro di tre soli punti. Com’era prevedibile appaiate in vetta marciano le favoritissime Pistoiese e Pisa Sporting Club, sebbene la situazione di quest’ultima sia ancora precaria dato che ci sono serie possibilità che nei prossimi giorni venga revocata la vittoria a tavolino assegnata ai nerazzurri di San Giuliano Terme nella gara di apertura col Castelfiorentino, ristabilendo così l’1 a 1 dettato dal campo. In tal caso gli arancioni potrebbero tornare soli al comando. A due e tre punti dal duo di testa, poi, procedono rispettivamente le sorprendenti Pro Livorno e Pietrasanta. È una fase strana del campionato, una fase che si potrebbe definire quasi d’assestamento. La Pistoiese dopo aver esaurito l’effetto sorpresa con cui ha bruciato sullo scatto le avversarie, tuttavia senza riuscire a guadagnare un vantaggio sufficiente a scappare in fuga, sta adesso subendo il ritorno delle altre che piano piano stanno entrando in forma. E questa situazione potrebbe durare almeno fino al 7 di Novembre quando il Pisa Sporting Club salirà al Melani di Pistoia per l’atteso scontro diretto. La Pistoiese è stata brava a risalire subito la china dopo due turni in cui era riuscita a racimolare un solo punto, e domenica scorsa sul neutro di Sesto Fiorentino si è imposta per 2 a 0 su di un modesto Santa Maria Montecalvoli. Al di là del risultato, che avrebbe potuto essere addirittura più rotondo, ciò che ha impressionato, e che potrebbe essere la vera arma in più degli arancioni per questa stagione, è la grandezza della rosa a disposizione di mister Agostiniani, sia in termini qualitativi che quantitativi. Difatti, nonostante le squalifiche che i tre titolari Elmi, Gemignani e Lisi avevano rimediato nell’assurda gara di Pietrasanta, a cui andavano sommate le altre defezioni dovute agli infortuni di Balestri, Pampaloni, Benedetti e Manfredi, la Pistoiese si è presentata in campo con un assetto comunque competitivo in cui le ‘riserve’ non hanno fatto rimpiangere gli assenti. E fintantoché Stefanelli continuerà ad andare a bersaglio con la puntualità dimostrata fino ad oggi, e Pieroni a dettare legge sulla fascia, ci sarà davvero di che essere ottimisti.

VERSO LA LAMPO – Questa domenica gli arancioni sono attesi da uno scontro pressoché inedito nella città dei Brigidini contro i padroni di casa della Lampo, per quella che fino a pochi anni fa avrebbe potuto essere al massimo la partitella del giovedì e che la malasorte degli ultimi anni ha voluto trasformare in una gara di campionato. La Lampo, ripescata in estate dal campionato di Promozione, attualmente è invischiata nei bassifondi della classifica. Tuttavia domenica scorsa ha compiuto un passo davvero importante riuscendo a vincere lo scontro diretto in casa del Certaldo per 2 a 1, potendo arrivare, così, caricata al massimo allo scontro coi cugini del capoluogo. Inutile dire che per gli uomini di Agostiniani, ancora in emergenza per le varie squalifiche, si prospetta l’ennesima battaglia, in cui una vittoria sarebbe fondamentale per arrivare all’incontro col Pisa SC nella migliore condizione.

CIAO, BARBARA.  È  venuta a mancare, stroncata a soli 40 anni da un male inguaribile, Barbara Torricelli, moglie di Moreno Torricelli, ex-allenatore della Pistoiese nonché ex calciatore della Juventus (con la quale ha vinto praticamente tutto) e  della Fiorentina.

A Moreno, che proprio a Pistoia nel finale della stagione 2008/2009 ha mosso i primi passi da allenatore, comportandosi anche piuttosto bene e lasciando comunque un buon ricordo nonostante l’esito infelice del campionato, vanno le più sentite condoglianze da parte di tutta la redazione di VideonewsTV e degli sportivi di fede arancione.

 

PISTOIESE, UN’OCCASIONE D’ORO SFIDA AL VERTICE CON IL PISA SC PER IL RITORNO AL MELANI .

Da Pistoia Edoardo Desideri

PISTOIA – Trascinata dal micidiale tandem Pieroni–Stefanelli la Pistoiese è rientrata in carreggiata, infilando un doppio successo contro Montecalvoli e Lampo che la rilancia prepotentemente alla guida solitaria del torneo di Eccellenza. Era importantissimo non fallire le due gare che separavano gli uomini di Agostiniani dalla sfida al vertice col Pisa Sporting Club. Gare piuttosto abbordabili, almeno sulla carta, ma che avrebbero potuto essere complicate dalle numerose assenze in casa pistoiese dovute ad infortuni e squalifiche. Invece, così come era stato a Sesto Fiorentino, anche a Lamporecchio la Pistoiese è riuscita ad aver ragione dei suoi avversari con un secco 2 a 0 maturato già nella prima frazione. Le reti in rapida sequenza di Pieroni, su assist di Stefanelli, e dello stesso attaccante ex Riccione, attuale capocannoniere del campionato assieme al pisano Rigucci e al livornese Tempini, hanno tagliato le gambe subito in apertura ai padroni di casa che tuttavia non hanno rinunciato a giocare, arrivando perfino a mettere alle strette gli arancioni a inizio ripresa, sotto ad un incessante acquazzone tipicamente autunnale, senza però riuscire a mutare il risultato. Si chiude così nel migliore dei modi il lungo esilio dovuto alle 5 giornate di squalifica del campo rimediate al termine della scorsa stagione, per effetto del quale la Pistoiese è stata costretta a migrare di volta in volta qua e là per la Toscana in occasione delle gare casalinghe. Un handicap che non sembra comunque aver scalfito il rendimento degli arancioni, capaci di ottenere in 10 gare lontano dal “Melani” otto vittorie un pareggio ed una sola sconfitta, per giunta immeritata ed in doppia inferiorità numerica. Speriamo dunque che il ruolino di marcia fin qui esaltante mantenuto dalla squadra sia abbastanza per riportare il difficile pubblico pistoiese a riempire gli spalti del proprio stadio in vista di una gara, quella di domenica contro il Pisa Sporting Club, che potrebbe essere un crocevia di fondamentale importanza per il prosieguo del campionato.

PISA SPORTING CLUB – Nonostante il nome glorioso possa ingannare, la prossima avversaria della Pistoiese è una società con molta meno storia di quanto si pensi. Sebbene infatti la denominazione Pisa Sporting Club fosse originariamente identificativa della storica società calcistica del capoluogo, portata in alto negli anni d’oro del grande Romeo Anconetani, e fallita al termine della stagione 93/94, il titolo sportivo e i diritti d’anzianità di tale società furono riconosciuti per delibera della FIGC nel 1995 al Pisa Calcio, e nel 2009 (a seguito del secondo fallimento in casa nerazzurra) all’AC Pisa 1909. Una società di livello dilettantistico intitolata Pisa SC fu tuttavia fondata nel 1996 come omaggio nei confronti del vecchio e glorioso Pisa e della famiglia Anconetani, e pertanto iscritta al campionato di Terza Categoria. Così mentre la prima squadra cittadina risaliva lentamente la china tornando ad affacciarsi al calcio che conta, fino all’agognato ritorno in B del 2007, il Pisa Sporting Club affrontava la sua piccola scalata al calcio toscano fino a conquistare l’Eccellenza nel 2008, senza mai arrivare tuttavia a giocare all’interno del comune di Pisa ma errando fra i vari paesi limitrofi al capoluogo. Adesso l’ambiziosa società, che del vecchio Pisa ha emulato praticamente tutto (dai gagliardetti allo stile delle maglie) disputa le proprie gare interne al campo sportivo di San Giuliano Terme, e in più occasioni negli ultimi anni, soprattutto in coincidenza con il recente fallimento del Pisa targato Pomponi, per voce del proprio presidente onorario Grassini si è dichiarata platealmente come “il vero Pisa” discendente diretto dell’era Anconetani, non facendo altro che attirare su di sé l’ira e le antipatie dei supporter nerazzurri. Caso eclatante quando al termine della scorsa stagione il Pisa SC era impegnato a Pescia per i play-off di Eccellenza e numerosi sostenitori dell’AC Pisa 1909 si recarono in Valdinievole per incitare i padroni di casa affinché avessero la meglio su di una squadra ritenuta da loro "fasulla".

UN’OCCASIONE D’ORO – Agostiniani per l’importante sfida potrà nuovamente contare sul difensore centrale Gabriele Gemignani e sul centravanti Giovanni Lisi, entrambi pedine fondamentali dell’undici arancione che hanno finito di scontare i due turni di squalifica rimediati a Pietrasanta. Dall’altra parte ci sarà il sorvegliato speciale Athos Rigucci, bomber ex Castelnuovese che proprio in maglia amaranto aveva segnato una doppietta contro la Pistoiese nella finale di andata dei play-off dello scorso anno, terminata 2 a 2. Il presidente arancione Ferrari ha invitato attraverso le colonne de “Il Tirreno” i tifosi a riavvicinarsi ai propri colori vista l’importanza della sfida, dicendo di sognare le 2000 presenze. Sarà dura, visto soprattutto il malcostume maturato dai pistoiesi negli ultimi anni di snobbare la propria squadra, giustificato solo in parte dalle cocenti delusioni sportive rimediate in serie. Tuttavia, vista l’importanza della posta e la concomitante riapertura dello stadio, sarebbe più che lecito aspettarsi un numero di spettatori che superi almeno le mille unità.

 L’UNDICESIMA GIORNATA – Oltre al big match del “Melani” la prossima giornata avrà in serbo un’altra sfida molto interessante in chiave promozione, vale a dire quella fra Pro Livorno e Pietrasanta. I versiliani, secondi a 22 punti assieme al Pisa SC, vanno dunque a fare visita ai labronici, sorpresa del campionato, che seguono a 21. Importante gara in chiave play-off, infine, a Forte dei Marmi dove i nerazzurri di casa, che domenica scorsa hanno fatto un regalino alla Pistoiese andando ad espugnare San Giuliano Terme, attendono una Massese ancora in netto ritardo rispetto al gruppo di testa.

 

LA PISTOIESE CONCEDE IL PARI ALLO SPORTING: ORANGE CON UN PIEDE GIA’ IN FUGA ACCIUFFATI NEL RECUPERO DA UNA PRODEZZA DI BREGA

 Campionato di Eccellenza Toscana, girone A – 11ª Giornata

 7/11/2010 Stadio Comunale “Marcello Melani” di Pistoia

 PISTOIESE – PISA SPORTING CLUB 1 – 1

Da Pistoia Edoardo Desideri

 Le foto della gara sono di Irene Pieraccini

 MARCATORI: 32’ Lisi (P), 92’ Brega (SC) PISTOIESE: Flauto, Strufaldi, Elmi, Paolicchi (70’ Di Nunzio), Gemignani, Calanchi, Pieroni (70’ Allori), Balleri, Stefanelli, Lisi (81’ Semboloni), Arricca. A disp: Stiavelli, Spadoni, Balestri, Marrani. All. Riccardo Agostiniani. PISA SC: Licciardi, Passariello, Aliotta, Meacci (46’ Menciassi), Romanini, Pellegrini, Tamberi (52’ Costantino), Susini (79’ Marrucci), Rigucci, Brega, Bortoletti. A disp: Santoni, Ancona, Baroni, Sammito. All. Gabriele Lazzerini. Arbitro: sig. Cipriani Nicolò di Empoli (1° ass Giacomo Paganelli di Lucca, 2° ass Gabriele Mencagli di Grosseto). Giornata piovosa, terreno in buone condizioni. Spettatori 1500 circa. Angoli: 7 a 5 per lo Sporting Club. Ammoniti: 42’ Strufaldi. (P). 51’ Pellegrini (SC), 85’ Bortoletti (SC), Recuperi: 0’+4’.

 

PISTOIA: Non spicca il volo la Pistoiese, riagguantata in extremis dal numero 10 nerazzurro Brega bravo a trovare l’angolo alla destra di Flauto approfittando di una corta ribattuta di testa del difensore arancione Gemignani. Un gol arrivato a giochi ormai praticamente fatti che ha letteralmente gelato gli animi degli oltre 1500 del Melani i quali avevano fin lì incitato e spinto la Pistoiese ad una vittoria che avrebbe voluto dire fuga. Invece si resta tutti lì, con gli arancioni che mantengono inalterate le distanze dalle dirette inseguitrici (il Pietrasanta ha infatti pareggiato in casa della Pro Livorno), ma vedono sfumare il miraggio del +5 dalla seconda, oltre al vantaggio morale che sarebbe scaturito dal battere sul campo un’avversaria arcigna come il Pisa Sporting Club, che si è dimostrato una squadra quadrata e dotata di buone individualità.

LA PARTITA – Si gioca sotto un cielo cupo. La piovosa giornata autunnale tuttavia non pare aver scoraggiato a recarsi allo stadio i tifosi arancioni i quali si presentano sugli spalti del Melani in un numero non poi così distante dai 2000 auspicati in settimana da Ferrari. In particolare sono stati esauriti i 450 posti disponibili per la curva Nord, e si sono riviste lunghe code ai botteghini. Niente male se si considerano anche gli impegni in concomitanza delle varie ‘big’ di serie A come Milan, Juventus e il derby di Roma. Agostiniani manda in campo la propria formazione tipo, con Lisi che torna a fianco di Stefanelli e Gemignani nuovamente al centro della difesa. Largo a Paolicchi e Pieroni sulle corsie sterne.

1° TEMPO – A dispetto dei valori in campo non si assiste affatto ad una gara spettacolare. Sebbene la caratura tecnica sia elevata da entrambe le parti e la mole di gioco espressa sia davvero degna di altre platee, l’estremo tatticismo e la paura di perdere la fanno da padroni. Così per il primo quarto di gara non succede praticamente niente, se si esclude un’insidiosa punizione calciata da Brega al 13’ per i nerazzurri che termina di poco alta. La Pistoiese, che si affida soprattutto agli spunti di Paolicchi e Lisi, piuttosto ispirati, si sveglia solo al 25’ con un tiraccio di Pieroni dal vertice sinistro dell’area. Un minuto dopo lo stesso Pieroni viene servito a centro area da un preciso cross di Lisi ma il suo colpo di testa termina fra le braccia di Licciardi, mentre al 28’ si rivede lo Sporting Club con Rigucci che sfiora di testa un pallone da una punizione di Tamberi e per poco non beffa Flauto. Come d’uopo in gare fra squadre così ‘abbottonate’ per sbloccare il risultato ci vuole l’inventiva del più estroso… e puntuale poco dopo la mezz’ora arriva la prodezza di Lisi che regala il vantaggio agli arancioni: Paolicchi esegue un cross forte e teso dalla destra che taglia tutta l’area, il piccolo attaccante è bravo a crederci fin da ultimo e in spaccata deposita il pallone alle spalle di Licciardi. La reazione degli ospiti consiste in un colpo di testa centrale di Pellegrini al 39’ e allo scadere in un rasoterra a lato di Tamberi, fra i migliori dei suoi, al termine di un’azione personale. Si va al riposo con gli arancioni avanti di misura.

 

2° TEMPO – Chi si aspetta una partenza lanciata da parte dei nerazzurri di San Giuliano Terme resta deluso. Lazzerini manda in campo Menciassi per Romanini e Costantino per un acciaccato Tamberi, tuttavia i nuovi ingressi, per quanto diano velocità e vigore alla manovra ospite, non servono a creare pericoli evidenti per la porta di Flauto. L’avvio di ripresa resta avaro di emozioni, sulla falsariga del primo tempo. Ci prova Rigucci a dare una scossa ai suoi con un tiro dal limite che esce abbondantemente a lato al 18’ minuto. Un minuto più tardi gli ospiti ci provano ancora con un tiro dalla distanza ad opera del nuovo entrato Costantino, con Flauto che segue il pallone sul fondo. La Pistoiese soffre il ritorno dei pisani nella fase centrale del tempo, così Agostiniani corre ai ripari e manda dentro due esterni in grado di garantirgli una maggiore copertura come Di Nunzio e Allori in luogo dei più offensivi Paolicchi e Pieroni. Prima della mezz’ora gli arancioni ci provano con un colpo di testa di Stefanelli, debole e centrale, che coregge una punizione di Arricca, e con un tiro di contro balzo ad opera di Elmi da distanza siderale che finisce abbondantemente fuori bersaglio. Non succede praticamente più niente per quasi venti minuti se si esclude l’ingresso di Semboloni al posto dell’autore del gol Lisi, applauditissimo dai supporter arancioni, e quello di Marrucci per Susini nelle file ospiti. Lo Sporting Club mantiene la pressione ma perde un po’ la lucidità, mentre la Pistoiese non riesce mai a concretizzare le ghiotte opportunità che gli si presentano in contropiede. Al 45’ Semboloni cerca l’eurogol con un pallonetto da centrocampo, Licciardi però recupera la posizione e ferma il pallone. Si entra così nei 4 minuti di recupero comandati dal signor Cipriani di Empoli con la Pistoiese che deve amministrare un vantaggio risicato, tuttavia in tribuna si comincia già festeggiare. Un brivido corre sulla schiena dei pistoiesi quando Brega entra in area dalla sinistra e calcia fuori misura da posizione favorevole. Anche l’ultimo pericolo sembra così scampato e in Curva Nord si alza un timido “…la capolista se ne va…”, quando lo stesso Brega raccoglie una respinta frettolosa della difesa arancione e di prima intenzione scaglia un destro al volo che trova l’angolo più lontano. Ormai non ci sono più né il tempo né le energie necessarie a ributtarsi in avanti. Finisce in parità, con i 1500 del Melani che se ne vanno a casa con l’amaro in bocca, mentre giocatori e dirigenti della squadra di San Giuliano Terme festeggiano quasi come se avessero vinto una finale di Champion’s League.

 
Di videonewstv (del 15/11/2010 @ 14:30:40, in CALCIO PISTOIESE, linkato 1918 volte)

Pistoiese straripante consolida il primato in vetta alla classifica.

Campionato di Eccellenza Toscana girone A - 12ª Giornata

14/11/10 Stadio “G.Taccola” di Uliveto Terme (PI) URBINO TACCOLA – PISTOIESE 1 - 4

   da Uliveto Terme (PI) Edoardo Desideri

MARCATORI: 6’ e 47’ Stefanelli (P), 38’ Di Rita (U), 51’ Gemignani (P), 87’ Fedi (P)

URBINO TACCOLA: Corbeis, Matteis, Bertelli, Giani (11’ Ferrucci), Toracca, Semeraro, Beccani, Campobasso, Mussi, Di Rita, Marino. A disp: Menichini, Meini, Scivoletto, Curcija. All. Andrea Panicucci. PISTOIESE: Flauto, Strufaldi, Elmi, Paolicchi, Gemignani, Calanchi, Pieroni (79’ Semboloni), Balleri, Stefanelli (76’ Fedi), Lisi (82’ Di Nunzio), Arricca. A disp: Stiavelli, Allori, Spadoni, Marrani. All: Riccardo Agostiniani. Arbitro: sig. Francesco Santi di Prato (1° ass Stocchi Bernardo e 2° ass De Rosa Marco di Arezzo). NOTE: Giornata cupa, terreno in buone condizioni. Spettatori 700 circa (più della metà da Pistoia). Ammoniti: 37’ Flauto (P), 50’ Semeraro (U), 61’ Stefanelli (P). Angoli 6 - 4 per la Pistoiese; Recuperi: 0’+2’.

 

 foto di Irene Pieraccini

ULIVETO TERME (PI) – La Pistoiese dilaga a Uliveto Terme e si tiene saldamente al comando della classifica allungando sullo Sporting di Pisa, sconfitto in casa dal Montemurlo, e mantenendo il +3 sul Pietrasanta, ora solo in seconda posizione.

PRIMO TEMPO – Partenza sprint degli arancioni che si rendono pericolosi in avvio con Stefanelli il quale, servito magnificamente da Paolicchi, non trova la deviazione vincente. Ma il bomber arancione si fa perdonare subito e già al 7’ porta in vantaggio i suoi con un colpo di testa vincente da angolo di Arricca. La Pistoiese potrebbe arrotondare il vantaggio già al 18’ con un gran tiro di Paolicchi su cui Corbino fa buona guardia, mentre due minuti dopo è Pieroni a cercare con scarsa fortuna la soluzione dalla distanza. Si svegliano i padroni di casa che sfiorano il pari con un gran colpo di testa di Di Rita al 23’ che costringe Flauto a fare gli straordinari. L’Urbino Taccola prende coraggio e si fa rivedere poco dopo con un tiro ad opera di Mussi che termina abbondantemente alto. Break arancione attorno alla mezz’ora con Stefanelli che non aggancia un passaggio invitante di Pieroni a tu per tu col portiere pisano, e con Lisi che cerca la soluzione acrobatica da centro area trovando però l’opposizione di un difensore. Tuttavia la squadra termale mantiene la pressione e al 37, in seguito ad un retropassaggio avventato di Arricca, riesce a conquistare un rigore con Di Rita. Lo stesso numero dieci s’incarica della trasformazione e nonostante Flauto riesca a intuire la traiettoria riporta l’incontro in parità. La Pistoiese si ributta in avanti e l’occasione più ghiotta capita al 43’ sui piedi di Pieroni che, servito da Lisi, spreca calciando clamorosamente alto.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa Agostiniani spedisce in campo una squadra ben più determinata e capace di chiudere l’incontro nei minuti iniziali. Al 2’ Arricca imbecca Stefanelli con un assist degno di altre platee e il bomber ex Riccione mette a segno la prima doppietta stagionale. Passano neanche 5 minuti che Lisi s’invola e costringe Semeraro al fallo. Dalla punizione seguente calciata da Arricca, Gemignani è il più veloce a raccogliere una corta ribattuta della barriera e siglare il 3 a 1. La gara, che praticamente finisce qui, viene ravvivata da qualche lampo come al 17’ quando Pieroni si lascia ipnotizzare da Corbino al termine di una lunga cavalcata solitaria sulla sinistra. La reazione dei locali si riduce invece a un tentativo da distanza siderale ad opera di Di Rita al 21’ e a un colpo di testa dello stesso attaccante neutralizzato da Flauto alla mezz’ora. Agostiniani chiama fuori Stefanelli, Pieroni e Lisi, mandando in campo Semboloni, Di Nunzio e Fedi, e proprio da un’azione giostrata da questi ultimi arriva il gol del definitivo 4 a 1. Di Nunzio spinge a sinistra e riesce a servire l’accorrente Fedi che anticipa un difensore e deposita in rete il pallone. Un passivo che forse penalizza oltremodo l’Urbino Taccola, squadra arcigna e dotata di buone individualità che aveva fatto fin qui soffrire tutte le altre big, soprattutto Pisa Sporting Club e Massese, ma che ribadisce ancora una volta i meriti e le qualità di una Pistoiese sempre più capolista del torneo.

 
Di videonewstv (del 22/11/2010 @ 14:47:41, in CALCIO PISTOIESE, linkato 1777 volte)

UN TEMPO PER UNO E LA PISTOIESE VOLA A +4

Campionato di Eccellenza Toscana, girone A

13ª Giornata 26/09/2010 - Stadio Comunale “Marcello Melani” di PISTOIA

PISTOIESE – PESCIAUZZANESE  3 – 1

  da Pistoia Edoardo Desideri

MARCATORI: 40’ Mariani (Pu), 57’ Lisi (Pt), 67’ Stefanelli (Pt), 69’ Semboloni (Pt)

PISTOIESE: Flauto, Strufaldi, Elmi, Paolicchi, Gemignani, Calanchi, Pieroni (75’ Di Nunzio), Balleri (54’ Semboloni), Stefanelli, Lisi (80’ Marrani), Arricca. A disp: Stiavelli, Allori, Spadoni, Fedi. All: Riccardo Agostiniani. PESCIAUZZANESE: De Min, Moriani, Lotti, Trifoni (88’ Perondi), Baldini, Calistri, Paoletti (85’ Mangiavacchi), Bulkaen (70’ Islami), Verola, Mariani, Thomas Smith. A disp: Mugnaini, Michelotti, Ricci, D’Ulivoi. All. Giovanni Maneschi. Arbitro: sig. Marco Ricci di Firenze (1° ass Maurizio Mangini e Federico Caroti sez. Pontedera). NOTE: Giornata di pioggia, terreno in buone condizioni. Spettatori 800 circa. Angoli: 11-3 per la Pistoiese. Ammoniti: 34’ Trifoni, 36’ Verola, 38’ Smith per il PesciaUzzanese; 39’ Elmi, 59’ Paolicchi, 63’ Gemignani per la Pistoiese. Recuperi: 2’+3’.

  foto di Irene Pieraccini

 

 È la Pistoiese ad avere la meglio su di un ottimo Pesciauzzanese al termine di una gara dai due volti. Gli arancioni concedono infatti il primo tempo ai cugini della Valdinievole, bravi a coprire gli spazi e a sfruttare le ripartenze, per poi uscire alla distanza riuscendo a raddrizzare e chiudere il match in poco più di dieci minuti nel corso della ripresa. Si gioca sotto un cielo grigio e davanti a poco meno di un migliaio di spettatori. La Pistoiese cerca la via del gol nei primi minuti con due tentativi ad opera di Balleri da fuori area, e di Lisi con zampata di Stefanelli. Stentano gli arancioni mentre esce bene il Pescia che arriva alla conclusione dalla distanza con Verola attorno al quarto d’ora. Flauto para in due tempi. Stefanelli e Lisi si danno un gran daffare là davanti, ma i loro tentativi si infrangono sulla muraglia pesciatina, e non basta nemmeno un’incertezza del portiere ospite De Min alla mezz’ora a regalare la gioia del gol al bomber ex Riccione che nella circostanza si coordina male. Sale in cattedra l’arbitro Ricci di Firenze che nel giro di pochi minuti estrae il giallo per ben quattro volte, tre a danno di giocatori pesciatini, una nei confronti del pistoiese Elmi. E proprio dal fallo di quest’ultimo scaturisce la punizione che vale il vantaggio nero-arancio, giunto al 40’. Il numero 10 Mariani disegna una parabola velenosa che si infila all’incrocio sul palo più lontano. La Pistoiese accusa il colpo e la sua reazione si riduce ad un tiro ad opera di Calanchi che non impensierisce De Min allo scadere. Ben altra cosa è il secondo tempo della Pistoiese che già al primo minuto ci prova con Paolicchi, la cui conclusione termina fuori bersaglio. Poco dopo Stefanelli, imbeccato da Lisi, non trova la deviazione vincente di testa, mentre sul versante opposto il Pesciauzzanese va vicino al raddoppio con un tiro del solito Mariani. Agostiniani rende l’assetto ancora più offensivo e manda in campo Semboloni al posto di Balleri. La mossa si dimostrerà azzeccata: la squadra si spinge in avanti con più convinzione e già al 12’ trova il pari con un colpo di testa di Lisi su cross di Paolicchi. Poco dopo lo stesso Paolicchi non capitalizza al meglio una buona occasione al termine di un’azione giostrata da Pieroni sulla sinistra, ma la Pistoiese continua a spingere e nel giro di pochi minuti ribalta il risultato in proprio favore. Lisi si smarca sulla sinistra e serve bomber Stefanelli che è puntuale come ogni domenica all’appuntamento col gol. Sugli spalti si tira un sospiro di sollievo e a coronamento di una rimonta esaltante arriva la rete del definitivo 3 a 1 grazie ad una pregevole esecuzione di Semboloni al termine di un’azione da manuale. La Pistoiese vola, portandosi a 4 lunghezze di vantaggio sulla seconda in classifica, la Pro Livorno, e aumentando a 8 punti il margine sulle altre due favorite del torneo, vale a dire Pisa Sporting Club e Massese, appaiate a 24 punti. Esce comunque con l’onore delle armi un Pesciauzzanese che è sembrato ben altra cosa rispetto alla squadra vista in coppa ad inizio stagione, ma che è riuscito ad arginare per una sola frazione lo strapotere della Pistoiese.

 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15
Ci sono 2616 persone collegate

< settembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           

Cerca per parola chiave
 

Titolo
A.C. Fiorentina (1)
EUROPEI FRANCIA 2016 (1)
EUROPEO FRANCIA 2016 (1)
Qalificazioni Europei di Francia 2016 (1)
US PISTOIESE 1921 (1)
Aberrazioni (1)
AC MILAN CHE ERRORE (1)
acquisti (1)
AGRICOLTURA E FLOROVIVAISMO (1)
AMBIENTE (25)
AMBIENTE MARE (1)
ambiente,mare,ecologia (4)
Ancora la Gazzetta su Balotelli (1)
ANNIVERSARI (2)
ARTE E CULTURA (1)
ARTE E SPETTACOLO (8)
ARTE, CULTURA, CINEMA, MUSICA (8)
arte,cinema,spettacolo (2)
Assurda manifestazione calcistica (1)
ATORN (4)
AUGURI (3)
avvenimenti (6)
BANCHE (1)
BUNDESLIGA (3)
BUON NATALE (1)
calcio (200)
Calcio Commenti (4)
calcio curiosità (1)
Calcio internazionale (2)
CALCIO MILAN (1)
calcio pisa (1)
CALCIO - USSI (1)
calcio balotelli (1)
calcio bayern (1)
Calcio Bundesliga (1)
calcio campionato (117)
Calcio Campionato Serie A (2)
calcio champions (18)
Calcio Champions commenti (1)
Calcio Champions League (41)
Calcio Commenti (163)
Calcio commento (5)
Calcio Coppa America (5)
Calcio Coppa America ed Europei (1)
Calcio Coppa d'Asia e Coppa Italia (1)
calcio coppa italia (18)
Calcio Coppa Italia e Coppa del Re (1)
CALCIO CORROTTO (1)
CALCIO COVERCIANO (1)
Calcio Crisi (1)
Calcio critiche (2)
Calcio critico (27)
CALCIO CURIOSITA' (1)
calcio curioso (1)
CALCIO D'ESTATE (1)
CALCIO DILETTANTI E TORNEI (2)
CALCIO DILETTANTIE TORNEI (2)
Calcio e Politica (1)
Calcio e record (1)
Calcio estero (3)
Calcio Europa League (19)
Calcio Europa League 2017-2018 (1)
calcio europei (17)
Calcio Europei 2016 (1)
Calcio Europei Francia 2016 (3)
Calcio Europeo (2)
Calcio FIGC (2)
Calcio Fiorentina (5)
Calcio Francia 2016 (1)
CALCIO GIOVANILE (10)
CALCIO IN TV (1)
Calcio Inter (1)
calcio internazionale (139)
Calcio Internazionale amichevoli (1)
Calcio internazionale costume (1)
Calcio Italia (13)
Calcio Italiano (2)
calcio juventus (3)
calcio lega pro (75)
Calcio Lega Pro Girone A (1)
Calcio Lega Pro Girone B (8)
Calcio malato e violento (1)
Calcio marcio (5)
Calcio mercato (3)
Calcio Mercato Estivo (1)
calcio milan (36)
Calcio Milan IL RIECCOLO (1)
calcio milan ed internazionale (1)
calcio mondiale (3)
Calcio Mondiale 2014 (1)
CALCIO MONDIALI (14)
Calcio Mondiali 2014 (37)
Calcio Mondiali Russia 2018 (1)
Calcio nazionale (18)
CALCIO NEWS (1)
calcio pisa (100)
calcio pistoia (1)
calcio pistoiese (143)
Calcio Premier League (1)
Calcio Premiere League (1)
Calcio Qualificazioni a Francia 2016 (1)
Calcio qualificazioni mondiali (3)
Calcio Scandali (2)
Calcio scandalo (1)
calcio scommesse (2)
CALCIO SENTENZE (1)
CALCIO SERIE A (75)
Calcio Serie A 2015-2016 (1)
Calcio Serie A 2017-2018 (1)
Calcio Serie A Commenti (1)
Calcio Serie A ed altro (1)
calcio serie c (65)
Calcio Serie C 2017-2018 (8)
Calcio Serie C Girone A (2)
Calcio Serie C Lega Pro (3)
Calcio Statistiche (5)
CALCIO STORICO (1)
calcio supercoppa (1)
calcio tedesco (2)
Calcio Teppismo (1)
calcio trofeo tim (1)
Calcio Uefa (1)
Calcio US Pistoiese (1)
CALCIOPISA (1)
CALCIOPOLI (6)
calciopoli corte dei conti (1)
calcioscommese (1)
calcioscommesse (25)
CALCIOSCOMMESSE - IL BLOG DEL DIRETTORE (2)
calcioscommesse fase due (3)
calcioscommesse fase uno (1)
CALCIO-USSI (1)
Campagna pro balotelli della Gazzetta (1)
campionato (38)
campionato 2012-2013 (1)
campionato 2013-2014 (1)
Campionato Calcio (1)
Campionato Calcio Serie A (2)
campionato commento (2)
campionato Europeo Under 21 (1)
Campionato Serie A (25)
Campionato Serie A 2015-2016 (1)
Campionato Serie A 2016-2017 (9)
Caso Tavecchio (1)
champions (57)
CHAMPIONS LEAGUE (1)
Champions 2015-2016 (1)
Champions 2016-2017 (1)
Champions 2016-2017 ed altro (1)
Champions commenti (1)
Champions ed Europa League (1)
champions league (99)
Champions League 2015/2016 (1)
Champions League 2014/2015 (1)
Champions League 2014-2015 (1)
Champions League 2015/2016 (5)
Champions League 2015-2016 (6)
Champions League 2016-2017 (33)
Champions League commenti (1)
Champions League ed Europa League (2)
Champions Legaue (1)
Champiosn League (1)
cibm (1)
CICLISMO (4)
Commenti (4)
Commenti Calcio (1)
Commenti politici (2)
commento al campionato (1)
Commento Calcio (1)
Commento Campionato (1)
Commento politico (1)
Comune Viareggio (1)
Confederation Cup (2)
confederations cup (13)
COOPERAZIONE INTERNAZIONALE (1)
Coppa Africa 2015 (1)
Coppa America (7)
Coppa America 2016 (3)
Coppa America Centenario (1)
Coppa America del Centenario (1)
Coppa Asia Coppa Africa (1)
Coppa d'Africa (2)
Coppa d'Asia (4)
Coppa d'Asia e d'Africa (2)
Coppa Italia (22)
Coppa Italia 2014/2015 (1)
Coppa Italia 2015/2016 (1)
COPPA ITALIA 2015-2016 (1)
Coppa Italia 2016-2017 (4)
Coppa Italia Coppa Asia Coppa Africa (1)
Coppa Italia d'Asia e d'Africa (2)
coppa libertadores (1)
Coppe europee (1)
CREDITO ALLE IMPRESE (3)
Crisi Parma Fc (1)
Critica politica (480)
Critica politica e sportiva (2)
CRONACA (6)
CULTURA E INTRATTENIMENTO (1)
CULTURA -EVENTI (1)
CULTURA, ARTE, EVENTI (8)
Dal Mondo (11)
DIRITTI E DOVERI (1)
DISASTRI NEL MONDO (5)
DONNE NEL MONDO (6)
economia (4)
EDITORIA (1)
EDITORIA E GIORNALISMO (1)
EDUCAZIONE , GIOVANI (1)
Elezioni 2008 (3)
Elezioni Nicaragua (1)
ENTI PUBBLICI (2)
esperienze,vissuto,storie (3)
ESTERI (1)
Euro 2016 Francia (1)
europa league (48)
Europa League 2014/2015 (2)
EUROPA LEAGUE 2015/2016 (2)
EUROPA LEAGUE 2015-2016 (5)
Europa League 2016-2017 (9)
Europa Legaue (2)
Europei 2016 Francia (1)
EUROPEI CALCIO (12)
Europei Calcio 2016 spareggi (1)
EUROPEI CALCIO FRANCIA 2016 (1)
EUROPEI DI CALCIO (4)
Europei di Francia 2016 (4)
Europei Francia 2016 (37)
EUROPEI FRANCIA 2016 ED ALTRO (1)
Europeo Francia 2016 (3)
EVENTI E CULTURA (1)
EVENTI E FIERE (1)
FESTIVAL DELLA SALUTE (4)
FESTIVAL PUCCINIANO (1)
Fiorentina (1)
FLOROVAISMO (1)
FLOROVIVAISMO (22)
FLOROVIVAISMO NEL MONDO (19)
FOTO DEL GIORNO (3)
FRANCIA 2016 Qualificazioni (1)
FRANCIA 2016 Curiosità (1)
FRANCIA 2016 QUALIFICAZIONI (6)
FRANCIA EUROPEI 2016 (2)
FSRU OLT GASIERA (1)
FSRU TOSCANA (1)
FUMETTI (1)
GEMELLAGGI (1)
GIORNALISMO (2)
Giornalismo paraculo (1)
GIORNALISTI (4)
GRAN CANAL DE NICARAGUA (2)
Grande Torino (1)
Guinness Cup (2)
IDEA ABERRANTE (1)
IL RIECCOLO (1)
INFORMAZIONI (2)
International Cup (1)
INTERNAZIONALE (4)
INTERNET (2)
INTERNET E WEB TV (3)
INTERNET editoria (2)
INTERNET TV (9)
INTERNET TV, WEB TV, EDITORIA SUL WEB (15)
INTERNET WEB TV (1)
Juventus e Borussia Dortmund (1)
Juventus statistiche (1)
LA GASIERA (1)
LAVORO (1)
lega pro (21)
Lega Pro Girone A (5)
Lega Pro Girone B (7)
Lega Pro Pistoiese (4)
lega pro prima divisione (1)
Lega Pro US Pistoiese (1)
LEGA PRO US PISTOIESE 1921 (1)
MEDIA (1)
MEDICINA E SALUTE (1)
MEMORIAL (1)
messaggio pubblicitario (1)
Migrazioni insostenibili (1)
Milan (1)
Milan crisi (1)
MILAN FALLIMENTO ! (1)
Milan notizie (1)
Milan si cambia! (1)
MONDIALE PER CLUB (2)
Mondiale per Clubs (2)
Mondiali Calcio 2014 (1)
Mondiali 2014 Brasile (1)
Mondiali Brasile 2014 (1)
mondiali calcio 2014 (11)
MONDIALI DI CALCIO (13)
MONDIALI DI CALCIO 2010 (2)
Mondiali di Russia 2018 (1)
Mondiali Russia 2018 (1)
Mondiali Russia 2018 qualificazioni (1)
nazionale (2)
nazionale calcio (5)
Nazionale commenti (1)
Nazionale Italiana (3)
Nazionale Italiana calcio (2)
Nazionale Italiana di Calcio (1)
NICARAGUA (1)
notizie dal mondo (2)
NOTIZIE USSI (1)
NUOVA POLITICA (1)
OLT FSRU TOSCANA (2)
pallone sgonfio (1)
PARCHI (1)
PARCHI ambiente (1)
parco m.s.r.m. (2)
Parco MSRM (2)
PARCO SAN ROSSORE (13)
PERSONAGGI (10)
personaggi,giornali,editoria (5)
PISA 1909 (1)
pisa calcio (29)
PISA EVENTI (1)
PISTOIA (2)
PISTOIESE (14)
pistoiese calcio (2)
Play-off per Francia 2016 (1)
politica (153)
Politica e costume (3)
Politica a costume (1)
Politica critica (12)
Politica e costume (11)
Politica e Sociale (4)
Politica e Sport (4)
Politica Internazionale (1)
politica porto (1)
Politica sport costume (1)
premi e trofei (1)
PROPOSTE DI LEGGE (1)
QUALIFICAZIONI A FRANCIA 2016 (4)
Qualificazioni a Russia 2016 (1)
qualificazioni a russia 2018 (1)
Qualificazioni ai mondiali 2018 (3)
Qualificazioni mondiali russi 2018 (1)
RICERCA (1)
RICERCA e SOLIDARIETA' (1)
RICERCA SCIENTIFICA (1)
Riflessioni sui tempi (1)
rigassificatore (1)
RUGBY (1)
SALUTE E MEDICINA (2)
SANITA' E SALUTE (2)
SCANDALO NAZIONALE (1)
SCIENZA E CULTURA (1)
SCIENZA E SALUTE (1)
scienza,medicina (2)
Serie A (1)
Serie C Lega Pro girone A (1)
SICUREZZA (2)
Sirteggi europei (1)
SOLIDARIETA' E SOCIALE (1)
SOLIDARIETA' SOCIALE (2)
Sorteggi Coppe Europee (1)
SORTEGGI UEFA (1)
Spareggi per Francia 2016 (1)
spazio libero (2)
SPETTACOLO (25)
SPORT (10)
SPORT - BASKET (1)
SPORT - BASKET (1)
SPORT - CALCIO (4)
SPORT - CICLISMO (1)
SPORT E SOCIALE (1)
SPORT - NEWS LETTER USSI (1)
SPORT - PALLACANESTRO (1)
SPORT & SPORT (2)
sport calcio (2)
SPORT- CALCIO (3)
SPORT -CALCIO (1)
SPORT- CALCIO - COVERCIANO (1)
SPORT- CALCIO - USSI (3)
Sport critico (1)
sport e critica (1)
Sport e politica (1)
SPORT E SOLIDARIETA' (1)
SPORT -NEWS LETTER USSI (4)
SPORT PARALIMPICO (1)
Sport Serie C (1)
SPORT-CALCIO-USSI (1)
SPORT-CANOTTAGGIO (1)
STORIA (1)
STORIA E CULTURA (1)
Supercoppa Italiana (3)
TEATRO (2)
TEATRO E SPETTACOLO (8)
TEATRO SPETTACOLO (2)
Teatro, arte, spettacolo (3)
TORNEI DI CALCIO (1)
TOSCANA ECONOMIA (1)
TOSCANA IN RETE (4)
TOSCANA IN RETE - ECONOMIA (1)
UEFA CHAMPIONS LEAGUE (1)
us pistoiese 1921 (3)
us pistoiese calcio (1)
ussi (1)
USSI COMUNICATI STAMPA (1)
VANNUCCI PIANTE (1)
vendita (1)
VERSILIANA (19)
Viaggi,curiosità,reportage (1)
viareggio (1)
Viareggio allo sbando (1)
viareggio porto (1)
VIDEONEWS (1)
VIDEONEWS 30 ANNI (1)
videonewstv (6)
vivaismo (6)
VIVAISMO E CULTURA (2)
VIVAISMO E SPORT (1)
VOLLEY (2)
WEB E RICERCA SCIENTIFICA (2)
web tv (9)
web,video,youtube (3)
ZERO NEGATIVO (2)

Catalogati per mese:
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti: