VideoBlog
Home Mia TV Videoblog Sport & Sport Ambiente Mare Chi Siamo Contatti Credits
Immagine
 Marcello Lippi e Gianni Zei... di Admin
 
"
Credo che la vita possa risultare molto più allegra di quello che è se si ha un amico con cui fare due passi insieme ogni tanto.

A.J.Cronin
"
 
\\ Home Page : Storico : calcio pistoiese (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 

CAMPIONATO DI ECCELLENZA

1°TURNO FASE NAZIONALE PLAY OFF ANDATA 23/05/10

STADIO COMUNALE DI MOSCIANO SANT’ANGELO (TE)

 da Mosciano (TE) articolo di Edoardo Desideri

MOSCIANO – PISTOIESE 0 - 0

MOSCIANO: Di Giammatteo, Cappelli, Stacchiotti, Ruggieri, DeBenedictis (45’ Vettese), Celi (59’ Aurini), Clementoni, Bianchini, Rosi, Francia, Fusco (72’ Pallitti). A disp: Di Francesco, Canino, Tullii, Marini. All. Gennaro Grillo.

PISTOIESE: Flauto, Olivieri, Calanchi, Bencistà (66’ Breschi), Gemignani, Strufaldi, Giunta (72’ Semboloni), Mennini Righini, Pifferi, Carfora, Marrani (72’ Elmi). A disp: Bartoli, Vendrame, Fedi, Rojas. All: Brunero Bianconi. Arbitro: sig. Giuseppe Strippoli di Bari (1° ass Francesco Torre di Chieti e Domenico Cupitelli di Termoli).

NOTE: Giornata serena, terreno in buone condizioni. Spettatori 600 circa. Angoli 5 - 1 per il Mosciano, Recuperi: 1’+4’.

MOSCIANO S.ANGELO (TE)Termina in parità la gara d’andata del primo turno nazionale dei play off di Eccellenza, che vedeva la Pistoiese impegnata sul campo di Mosciano, in terra abruzzese. Uno pari ad occhiali che premia più i giallorossi di casa i quali potranno usufruire del vantaggio di un eventuale gol segnato in trasferta nella gara di ritorno, mentre agli uomini di Bianconi servirà soltanto una vittoria se vorranno guadagnare l’accesso alla finale contro la vincente del girone laziale. Non è stata certo una partita troppo emozionante a dispetto della bella cornice di pubblico, con i locali spinti da almeno 500 tifosi, fra i quali si distingue anche una frangia di tifo organizzato, corretta e molto colorata, e poco più di un centinaio di supporters di fede arancione che si sono sobbarcati la lunga trasferta a fianco della squadra con pullman e mezzi privati, dimostrandosi calorosi e come sempre di altra categoria. Bianconi deve di nuovo fare a meno di Innocenti e di Benedetti, sostituiti di nuovo egregiamente dalla coppia Gemignani e Strufaldi. Davanti spazio a Giunta per Breschi, mentre viene stravolto il pacchetto offensivo con l’inedito tandem Marrani-Pifferi. A farla da padrone, soprattutto nelle prime fasi, è l’estremo tatticismo, inevitabile fra due squadre che non si conoscono affatto.

 da Mosciano (TE) foto di Irene Pieraccini

La prima occasione è in favore del Mosciano e capita sui piedi di Fusco che al 17’ penetra in area favorito da una serie di rimpalli, ma non riesce a trovare lo specchio da posizione piuttosto defilata. Sarà praticamente l’unica palla gol in favore dei padroni di casa nell’arco dell’intero match. La Pistoiese prova a farsi sotto e due minuti dopo è Giunta a cercare la porta da fuori area ma la conclusione termina abbondantemente a lato. L’occasione migliore però capita alla mezz’ora, quando una punizione calciata magistralmente da Gemignani supera il portiere ospite Di Giammatteo e soltanto la traversa nega la gioia del gol al difensore arancione. La partita continua a dare qualche sussulto fino ai primi 15’ della ripresa. La Pistoiese tenta la via del gol al 4’ con Marrani che calcia a lato al termine di un’azione personale. Al 12’ è ancora il legno a negare il vantaggio agli arancioni. Stavolta è un tiro dalla distanza di Carfora a schiantarsi sul palo alla sinistra di Di Giammatteo, mentre un minuto più tardi Righini impegna il portiere abruzzese con un tiro cross dal vertice sinistro dell’area. Non succede più nulla per oltre 20 minuti, se si esclude la girandola di cambi che a causa degli acciacchi occorsi a Giunta e Bencistà, costringe Bianconi a cambiare modulo passando al 4-5-1, con un centrocampo folto composto da Carfora, Righini e Semboloni al centro, Breschi ed Elmi sulle fasce, e con Pifferi a fare da boa dietro alle linee nemiche. Proprio il centravanti ex-San Piero a Sieve si fa vedere con un debole colpo di testa al 38’ su cross di Breschi e con un rasoterra centrale all’ultimo minuto di recupero, mentre i locali si fanno rivedere dalle parti di Flauto con un insidioso tiro cross da calcio di punizione. Lo zero a zero finale fa sicuramente più felici gli abruzzesi che domenica prossima saranno comunque chiamati ad una prova maiuscola al Melani di Pistoia se vorranno conquistare il passaggio del turno.

Per la Pistoiese, invece, si prospetta esclusivamente l’obbligo di vincere per continuare a sperare nella serie D.

 

PISTOIESE: LA CORAZZATA ATTENDE IL CERTALDO

 I RAGAZZI DI MISTER AGOSTINIANI ALL’ESORDIO QUESTA DOMENICA SUL NEUTRO DI PONTEDERA

  Da Pistoia Edoardo Desideri

PISTOIA - Volge al termine un’altra estate che, come da consuetudine ormai, è stata per i tifosi pistoiesi divisa tra speranze e frustrazioni. Speranze, a dire il vero, soltanto una: quella di lasciare una volta per tutte l’inferno dell’Eccellenza e salire in serie D, compiendo così un piccolo passo verso orizzonti più consoni ai colori arancioni. Ma né la strada dei play-off, fatale la rocambolesca sconfitta interna della semifinale di ritorno contro gli abruzzesi del Mosciano, né la via del ripescaggio d’ufficio sono valse a portare un flebile sorriso rinfrescante nel bollore estivo della Pistoia calcistica. È stata piuttosto l’estate degli strascichi e dei punti di penalizzazione, commutati poi in 5 giornate di squalifica del campo, per gli “episodi di violenza” (o presunti tali) nei confronti dell’indimenticabile “direttore di gara”  Alessio Leone, accuratamente descritti dallo stesso nel referto al termine di Pistoiese-Mosciano. Squalifica che in un primo momento sembrava sbarrare alla Pistoiese anche la via del ripescaggio, sebbene poi, come dichiarato dallo stessoDario Di Sario, attuale presidente della Holding Aranione, in una lettera al quotidiano “La Nazione”, la mancata ammissione della società al campionato di serie D sia da attribuire ad un’incomprensione burocratica. Così si riparte da dove eravamo rimasti, ossia dai campetti dell’Eccellenza Toscana, sesta divisione nazionale, lontani anni luce dai palcoscenici del calcio che conta, e con l’unica variazione riguardante il girone che ospiterà gli arancioni per la stagione 2010/2011, dal momento che la formazione guidata dal tecnico Riccardo Agostiniani, ex Pistoia Club, è stata inserita nel girone A, e dovrà quindi vedersela con le agguerrite rivali del raggruppamento costiero, sicuramente più abbordabile in termini di vicinanza geografica, ma senza dubbio più ostico da un punto di vista prettamente sportivo. Oltre alla Pistoiese, infatti, ci sarà anche la Massese, altra nobile decaduta, decisa fin da subito a contendere agli arancioni il ruolo di regina del torneo. Da tenere d’occhio, inoltre, Pietrasanta Marina e Pisa S.C. (la società di San Giuliano Terme che da qualche anno si è impossessata del glorioso titolo sportivo appartenuto al Pisa di Romeo Anconetani) in qualità di possibili outsider. Guardando il bicchiere mezzo pieno, buone notizie giungono dall’ambiente interno alla società grazie al rafforzamento dell’assetto rispetto alla passata stagione, e alla creazione di un organigramma solido e ben delineato, facente capo al nuovo presidente Orazio Ferrari, già ai vertici della Pistoiese nella stagione ‘96/’97 di C1, culminata con la salvezza ai play out a danno del Novara. E la nuova società si è impegnata, fin qui con buoni risultati, nell’allestimento di un organico altamente competitivo: una “corazzata”, come promesso dallo stesso Ferrari, in grado di vincere il campionato, riuscendo là dove l’anno scorso si era fallito. La coppia di mercato Bargagna-Piemontesi ha provveduto ad allestire una rosa operando sul telaio rappresentato da alcuni uomini cardine della passata stagione, in particolare il portiere Flauto, i centrali Gemignani e Calanchi, i jolly di centrocampo Semboloni e Mennini Righini, oltre a giovani di valore quali Paolicchi, Fedi e Marrani. Partendo da queste basi i due DS hanno ricamato la propria idea di squadra affidandosi soprattutto ai servigi della rodata coppia di centrocampisti ex Rosignano Arricca-Balleri, al forte centravanti Stefanelli, secondo miglior marcatore nella passata stagione nel girone D della serie D grazie alle 19 reti realizzate con la maglia del Riccione, e alle scommesse del fantasista Lisi, che scende dalla C2, e dell’esterno offensivo Pieroni, proveniente dalla serie A belga. La squadra nel precampionato ha fatto vedere buone cose, e il bel gioco espresso sembra aver mitigato in parte la delusione fra i tifosi per gli insuccessi della passata stagione. L’esordio in coppa, avvenuto domenica scorsa allo Stadio dei Fiori di Pescia ha visto gli arancioni passare per 1 a 0 nel derby contro i nero-arancio del PesciaUzzanese. Adesso i ragazzi di Agostiniani attendono i viola del Certaldo per il battesimo di campionato, e data la squalifica per cinque giornate al “Melani”, sarà lo stadio “Ettore Mannucci” di Pontedera a fare da cornice all’esordio di campionato. Sono soltanto due i precedenti fra le compagini in campionato: correva la stagione ‘51/’52 e la Pistoiese, un po’ come oggi, a causa di una crisi societaria era precipitata nel campionato di promozione regionale (allora anticamera del calcio professionistico), e proprio li per l’unica volta fino ad oggi i destini delle due squadre si sono incrociati. All’andata in Valdelsa furono i padroni di casa, al tempo in casacca bianco-rossa, ad imporsi per 2 reti a 1, mentre nella gara di ritorno al glorioso stadio “Monteoliveto” la Pistoiese dilagò aggiudicandosi la vittoria con un rotondo 6 a 1. Un solo precedente invece per quanto riguarda le gare di campionato disputate dalla Pistoiese in data 5 Settembre. Era la seconda giornata del campionato di serie B 99/00, e gli arancioni allora guidati da Agostinelli ottennero un pari a reti bianche sul campo della Fermana. La stagione, seppur viziata da una pesante penalizzazione iniziale di 4 punti, culminò poi in una salvezza miracolosa ottenuta nello spareggio contro il Cesena.

 
Di videonewstv (del 06/09/2010 @ 12:06:05, in CALCIO PISTOIESE, linkato 2089 volte)

UNA PISTOIESE IN PALLA ANNIENTA IL CERTALDO.                                  ARANCIONI IN GRANDE SPOLVERO, RIFILANO 5 RETI AI VALDELSANI

Da Pontedera Edoardo Desideri

Eccellenza Toscana girone A, 1ª giornata 05-09-2010

Stadio “MANNUCCI” di Pontedera (PI) PISTOIESE – CERTALDO 5 – 0

foto di Irene Pieraccini

 Reti: 15’ Arricca (rig.), 32’ Lisi, 41’ Della Giovampaola (aut.), 57’ Stefanelli (rig.), 84’ Manfredi. PISTOIESE: Flauto, Di Nunzio, Elmi, Paolicchi, Strufaldi, Calanchi, Pieroni (64’ Manfredi), Balleri (58’ Semboloni), Stefanelli, Lisi (68’ Mennini Righini), Arricca. A disp: Stiavelli, Allori, Spadoni, Fedi L. All: Riccardo Agostiniani. CERTALDO: Severini, Innocenti, Mati, Casucci (68’ Spalletti), Signorini, Della Giovampaola, Calonaci, Corsi, Kamberi, Deri (46’ Tirinnanzi), Volpini (56’ Zazzeri). A disp: Diafera, Bartolotta, Giani, Mori. All: Antonio Bruschettini. Arbitro: sig. Pucci Vittorio della sez. di Lucca, assistenti Guidotti e Cafissi di Lucca.

Note: giornata afosa, spettatori 600 circa. Ammoniti Casucci, Dellagiovampaola, Volpini e Signorini per il Certaldo. Angoli 5-1 per la Pistoiese. Al 62’ il Certaldo fallisce il rigore del possibile 4-1.

PONTEDERA (PI) – Chi temeva una partenza stentata come fu per la Pistoiese nella scorsa stagione (1 a 1 nella prima al Melani in casa col Montemurlo) è stato decisamente smentito. Nonostante l’incognita del nuovo girone, nonostante il clima afoso e il disagio non da poco di dover affrontare l’esordio, casalingo solamente sulla carta, sul neutro di Pontedera, i ragazzi di Agostiniani hanno saputo da subito imporsi come una grande squadra e risolvere la pratica Certaldo con un rotondo 5 a 0. L’imponente mole di gioco espressa, nonché la maggiore concretezza dimostrata sotto porta rispetto ad altre occasioni in uscite di precampionato, lasciano presagire che la Pistoiese sarà senza dubbio una delle maggiori candidate al ruolo di protagonista del torneo e sono un importante segnale lanciato alle altre pretendenti, in particolare Massese e Pisa S.C., che invece hanno steccato la gara d’esordio incappando in due 0 a 0 rispettivamente con Montecalvoli e Castelfiorentino. Non ci sono sorprese nella formazione iniziale, e mister Agostiniani, costretto per l’occasione a rinunciare allo squalificato Gemignani, si affida ad un assetto difensivo già sperimentato durante il precampionato con Calanchi e Strufaldi al centro della difesa, e con Elmi e Di Nunzio a operare da esterni bassi. Arricca-Balleri è la solida coppia di centrocampisti che funge da filtro per le bocche da fuoco arancioni, rappresentate da Pieroni e Paolicchi come esterni offensivi, e dal tandem d’attacco Lisi-Stefanelli. Inizialmente il Certaldo non pare mostrare timori reverenziali al cospetto della blasonata avversaria, e nei primi 10 minuti arriva alla conclusione in due occasioni sempre con il numero 10 Deri che al 5’ impegna Flauto con un tiro in diagonale, mentre all’8’ cerca la porta con una palombella. Al 10’ si vedono gli arancioni: Pieroni scende sulla sinistra e serve Stefanelli che fa filtrare di prima per l’accorrente Lisi il cui rasoterra, però, è ben respinto da Severini. Cresce la Pistoiese e al 14’ arriva l’azione che porta al rigore del vantaggio: Lisi crossa per Paolicchi il quale scarica di prima all’indietro per Balleri. Il tiro del centrocampista è ribattuto con le mani da un difensore ospite, il signor Pucci di Lucca indica il dischetto e dagli 11 metri va Arricca che non sbaglia. Il vantaggio ottenuto non sembra appagare gli arancioni che continuano a produrre gioco e occasioni. Al 25’ un’azione in velocità Pieroni-Lisi culmina in un tiro al volo di quest’ultimo che non trova lo specchio, mentre al 29’ Stefanelli appoggia di sponda a Pieroni la cui conclusione a girare impegna Severini che è attento e devia in angolo. Passano appena 3’ e la Pistoiese raddoppia: Elmi scende sulla sinistra e crossa al centro per la testa di Stefanelli che serve a sua volta Lisi bravo a incornare il pallone mirando all’angolo più lontano. Al 34’ anche il giovane Elmi va in cerca di gloria sfiorando il palo con un bel tiro, forte e teso, al termine di un’azione personale. Al 40’ potrebbe essere il momento di Stefanelli che cerca la realizzazione personale al termine di una triangolazione con Pieroni, ma viene anticipato di un soffio da un difensore ospite. Sugli sviluppi del successivo corner arriva comunque il gol del 3 a 0, grazie a Pieroni che raccoglie una ribattuta e crossa nuovamente al centro un pallone insidioso. La palla viene intercettata dal difensore viola Della Giovampaola che in spaccata spiazza il proprio portiere e regala agli arancioni il gol della sicurezza. Si va al riposo a gara virtualmente chiusa, eppure anche nella ripresa gli uomini di Agostiniani non sembrano accontentarsi del bottino fin qui ottenuto. Già al 7’ Pieroni sfiora il palo con un gran tiro dalla distanza. Tre minuti più tardi uno scatenato Lisi affonda sulla sinistra e serve in area Paolicchi dalla parte opposta. Il giovane esterno viene atterrato e Pucci non ha dubbi nell’assegnare il secondo penalty agli arancioni. S’incarica della battuta Stefanelli che fa poker. Sul 4 a 0 il Certaldo ha un sussulto, e conquista a sua volta un calcio di rigore per una strattonata di Di Nunzio sul vertice alto dell’area. L’occasione del possibile gol della bandiera per i viola si trasforma invece nel momento di gloria per il fin qui quasi inoperoso Flauto, che dice di no a Corsi e devia in angolo. Semboloni sostituisce Balleri e, seppur a risultato ormai acquisito, entra in campo ben deciso a dimostrare tutte le proprie qualità. Al 25’ sfiora il palo con una pregevole rovesciata da centro area, mentre 10 minuti più tardi esegue una serpentina presentandosi a tu per tu col portiere ospite, ma la sua conclusione di potenza piene ribattuta in angolo. Infine, al 39’ dà il la all’azione del definitivo 5 a 0, imbeccando Paolicchi (fra i migliori quest’oggi) che crossa per Manfredi, anche lui entrato nella ripresa, bravo a calciare a rete con un violento destro all’angolo basso. Nel dopogara il tecnico della Pistoiese, Riccardo Agostiniani, si è dimostrato più che soddisfatto per la prova dei propri ragazzi. “Non è mai facile partire col piede giusto in questi tornei, e i pareggi di Pisa e Massese ne sono la conferma” ha dichiarato “Credo che il Certaldo sia da considerare una squadra di fascia medio-bassa, dunque è ancora presto per avere un’idea di quale sarà il livello del torneo. D’altro canto conosciamo le nostre potenzialità, abbiamo una rosa molto ampia e di grande spessore” A chi gli chiede dell’incontro di domenica prossima contro l’altra ‘big’ del campionato, la Massese, risponde “intanto mercoledì ci sarà il ritorno di coppa contro il Pescia, e dobbiamo concentrarci su quello. Non vogliamo snobbare la competizione. Poi penseremo alla Massese” Infine una considerazione “Oggi giocavamo praticamente in trasferta, e sarà così purtroppo per altre 9 giornate. È andata bene, e i tifosi ci hanno seguito in buon numero… speriamo che prove e risultati convincenti come quello odierno possano servire a riavvicinare ancora più persone ai colori arancioni!”

Edoardo Desideri  per VideoNewsTV

Eccellenza Toscana girone A Risultati 1ª Giornata:

Forte dei Marmi – Quarrata 0 – 1

Fortis Lucchese – Albinia 3 – 2

Lammari – Pietrasanta Marina 1 – 1

Montemurlo – R. Castelnuovo 0 – 0

PesciaUzzanese – Pro Livorno 0 – 0

Pisa S.C. – Castelfiorentino 1 – 1

PISTOIESE – CERTALDO 5 – 0

S.M. Montecalvoli – Massese 0 – 0

Urbino Taccola – Lampo 0 – 0

 

 

 
Di videonewstv (del 09/09/2010 @ 20:47:51, in CALCIO PISTOIESE, linkato 1975 volte)

PER GLI ARANCIONI ALLO STADIO DEGLI OLIVETI UNA SFIDA CHE PROFUMA ANCORA DI SERIE C

da Pistoia Edoardo Desideri

PISTOIA Il campionato di Eccellenza è appena cominciato eppure ci troviamo già alla vigilia di un crocevia importante per il proseguo dell’intera stagione. Domenica, infatti, all’ombra delle Apuane incroceranno le armi le due ‘nobili decadute’ del girone A, Massese e Pistoiese, che gli addetti ai lavori indicano tra le favorite assolute per il successo finale. E se è vero che gli arancioni sembrerebbero, almeno per adesso, confermare le aspettative, grazie al 5-0 con cui hanno travolto il Certaldo nella gara d’esordio sul neutro di Pontedera, oltreché al passaggio al secondo turno di Coppa Italia ottenuto agevolmente nel doppio confronto con i cugini del PesciaUzzanese, lo stesso non si può dire della Massese, la quale sta dimostrando più difficoltà in questo avvio di stagione. Le zebre di mister Spilli, infatti, alla prima sono riuscite a strappare soltanto un misero punticino grazie al pari a occhiali conquistato, più che altro per merito delle prodezze compiute dal suo giovane portiere Lombardi, in casa di un non trascendentale Montecalvoli, e hanno rimediato un pareggio e una sconfitta nel mini-girone a tre di Coppa Italia, rispettivamente contro Forte dei Marmi (0-0) e Pietrasanta (2-1), vedendosi quindi eliminate anzitempo dalla competizione. Massese-Pistoiese non è soltanto il confronto fra due realtà dal passato glorioso, ma anche fra due ambienti che condividono una storia recente alquanto simile: il fallimento societario con conseguente capitombolo nel dilettantismo, e poi le difficoltà riscontrate durante lo scorso campionato di Eccellenza, con la promozione sfumata soltanto ai play-off ed il mancato ripescaggio durante l’estate… ma anche la promessa, fatta da entrambe le dirigenze ai rispettivi tifosi, di centrare al termine di questo torneo l’obiettivo della promozione, supportata da campagne acquisti importanti e condite con l’arrivo di giocatori ‘di lusso’ sia in arancione che in bianconero. E se dunque la Pistoiese è andata ad attingere a piene mani dalle categorie superiori, avvalendosi dell’apporto di giocatori del calibro degli attaccanti Lisi (Monopoli, 2ªdiv) e Stefanelli (Riccione, D), e dei centrocampisti Arricca e Balleri (entrambi provenienti dal Rosignano, serie D), non è stato da meno il mercato degli apuani che ha visto approdare in bianconero giocatori quotati come Salvetti (PesciaUazzanese), Zaniolo dalla Lavagnese (punta esperta con alle spalle anche 4 stagioni di B con le maglie di Cosenza, Ternana, Messina e Salernitana), Andreoni dal Camaiore e Milianti dal Saluzzo (D). Una sfida insomma che in un certo senso è ancora in odore di professionismo, fra due società che sperano di tornare al più presto a calcare quantomeno i campi della serie C, teatro decisamente più ideale per questo tipo di match. Già, perché è proprio fra serie C e IV serie – o C1 e C2, o 1ª e 2ª divisione, che dir si voglia… – che si sono disputati la maggior parte dei derby (praticamente tutti) tra le due formazioni nel corso degli anni. Il primo Massese-Pistoiese risale al campionato di serie C ‘48/’49 e finì 1-1. A partire da allora le sfide fra arancioni e bianconeri sono state 42 in gare di campionato, con la Pistoiese capace di espugnare gli Oliveti di Massa per tre volte: la prima vittoria in terra apuana risale all’era Melani, stagione ‘75/’76 di serie C, con gli arancioni che si imposero per 1-0 grazie al gol partita realizzato da Quadri. Il successo venne poi bissato (0 a 2, reti di Colombi e La Rocca) nella stagione successiva quando gli uomini dell’allora tecnico Bruno Bolchi, che cominciavano a scaldare i motori in vista della scalata alla massima serie, riuscirono a conquistare la promozione in Serie B. L’ultimo successo della Pistoiese in casa dei bianconeri, infine, fu un 2 a 1 risalente al campionato di C2 ‘85/’86, presidenza Dromedari, con gli arancioni guidati dal tecnico Santin che finirono terzi alle spalle delle due promosse Lucchese e Spezia. Ed è inevitabile, quando ci si trova a dover presentare un match come quello che si disputerà allo stadio degli Oliveti fra i bianconeri locali e gli arancioni, cadere nella tentazione di fare della facile retorica circa un mondo del calcio sempre più dominato dalle televisioni e dagli interessi extrasportivi, che ogni estate miete vittime illustri fra le cosiddette ’provinciali’. Basti pensare però come questo scontro che fino a pochi (pochissimi…) anni fa era a tutti gli effetti un derby fra compagini toscane nell’allora campionato di C1, retrocesso oggi a livello di campionato regionale venga a rappresentare invece una delle trasferte più lunghe, soprattutto se paragonato – per chi viene da Pistoia – agli impegni di Pescia, Quarrata o Lamporecchio: tutte località situate a una manciata di chilometri dal capoluogo. Assurdo, magari anche un po’ affascinante, notare quanto radicalmente possano cambiare le prospettive nel giro di così poco tempo. Ma da un lato, forse, può anche apparire rincuorante, se analizzato nell’ottica più ottimistica di potersi riaffacciare al più presto a palcoscenici migliori di questo. Ne sa qualcosa la Pistoiese, al suo secondo fallimento nel giro di 20 anni, ma ne sa qualcosa anche la Massese che già 10 anni fa era rimasta invischiata nell’inferno del dilettantismo a causa di una serie di capitolazioni capaci di farla retrocedere fino al campionato di Eccellenza, disputato per la prima volta nella stagione 2000/2001, proprio mentre gli arancioni, di contro, vivevano il paradiso della serie B. E, come oggi, anche allora i bianconeri non furono in grado di risalire al primo tentativo, salvo poi compiere un miracoloso triplo salto che nel giro di pochi anni li avrebbe fatti approdare nuovamente alla C1, categoria che avevano abbandonato esattamente 10 anni prima. È la stagione 2005/2006, e la giornata numero 12 vede una Pistoiese derelitta, fanalino di coda del torneo e affidata a un discusso Di Chiara in seguito all’esonero di Bruno Tedino, tornare agli “Oliveti” dopo 11 anni. E qui viene superata di misura (1 a 0) dai bianconeri locali, decisamente più in palla. Al ritorno, però, la musica cambia radicalmente e gli arancioni, rinvigoriti dal ritorno in panchina di Tedino, sono in un momento di grazia e surclassano la squadra apuana, in crisi nera di risultati, con un secco 3 a 0. Il campionato vedrà la Pistoiese terminare la propria cavalcata con una salvezza anticipata, e la Massese costretta invece a soccombere nei play-out contro il Pisa, salvo poi mantenere la categoria in virtù di un ripescaggio. Della stagione successiva resterà negli annali il poker firmato dal bomber Simone Motta col quale gli uomini di Tedino demoliscono i bianconeri nella gara di ritorno al Comunale. La gara d’andata era invece terminata in parità, 1–1. Le ultime due sfide risalgono, infine, al campionato 2007/2008, un’annata sofferta per la Pistoiese che, sconfitta all’andata a Massa per 1 a 0, nella gara di ritorno al “Melani” non è in grado di andare più in là dell’1 -1, fallendo poi la corsa al sestultimo posto proprio sugli apuani e trovandosi quindi costretta a giocarsi la salvezza nel doppio confronto vinto contro la Sangiovannese. Nonostante la salvezza ottenuta sul campo, però, proprio al termine di quella stagione la Massese per via di un illecito viene ripiombata d’ufficio nell’inferno del dilettantismo. La Pistoiese di li a poco ne avrebbe seguito mestamente le orme per le vicende ormai ben note. Il resto è storia recente.

 

nella foto di Irene Pieraccini, gli arancioni in campo contro il Certaldo nel neutro di Pontedera.

 

VERSO PISTOIESE – ALBINIA: PROVE GENERALI DI FUGA PER LA TRUPPA DI AGOSTINIANI

da Pistoia Edoardo Desideri

PISTOIA – Questa Pistoiese convince tutti, e lo fa nella maniera migliore: con i risultati. I numeri parlano chiaro, due successi nel doppio confronto contro i cugini del PesciaUzzanese in coppa, con conseguente passaggio al secondo turno, e due vittorie in altrettante giornate di campionato, con sette reti segnate, cinque giocatori diversi mandati a bersaglio, e la porta di un super-Flauto ancora inviolata.

Risultato: primo posto solitario, e uno scontro diretto, quello con la Massese per di più in trasferta, già archiviato. Sebbene in tutto l‘ambiente si amplifichi l’invito a tenere i piedi ben ancorati al terreno, c’è di che essere ottimisti. Quelle che alla vigilia venivano indicate come le maggiori candidate a contendere lo scettro di regina alla Pistoiese sembrano essere partite con qualche difficoltà, mentre gli arancioni appaiono in uno stato di grazia esemplare. E se già le 5 reti rifilate al Certaldo nella prima di campionato avevano scosso in positivo città e tifoseria, il netto successo agli Oliveti di Massa, con pratica risolta già a metà della prima frazione e un Flauto che si è visto costretto agli straordinari solo nel finale coi locali spinti più dalla disperazione che altro, ha confermato a tutti che la Pistoiese quest’anno è la squadra da battere.

Un doppio successo esaltante che proietta gli arancioni solitari in vetta alla classifica, situazione che non si manifestava più ormai dalla stagione 92/93 quando l’undici allora allenato da Gianfranco Bellotto vinse il campionato di C2 con un punto di vantaggio sugli acerrimi rivali del Prato. Da quel giorno la Pistoiese, pur avendo ottenuto per due volte la promozione in serie B, non ha più assaporato il gusto del primato, e sebbene adesso siamo soltanto in Eccellenza e per di più alla vigilia della terza giornata, il fascino che deriva da questa condizione rischia di essere davvero contagioso.

Rivolgendo la testa allo scorso anno ci rendiamo conto come entrambi i gironi toscani siano stati vinti da squadre, Tuttocuoio e Pianese, capaci di guadagnare il vertice fin dalle prime giornate senza dare alle inseguitrici la possibilità di riprendere fiato. Per gli orange le prossime giornate saranno decisive a misurare se effettivamente ci siano le possibilità di dare il via ad una cavalcata che termini con la vittoria del campionato. La Pistoiese dovrà affrontare altre 8 gare lontana dal “Melani”, il che potrebbe dimostrarsi alla lunga un handicap non di poco conto, e due sfide in rapida successione contro altrettante clienti scomode: l’Albinia, che questa domenica farà visita agli arancioni sul neutro di Peccioli, e il Real Castelnuovo, nel primo turno infrasettimanale di mercoledì prossimo, in Garfagnana. Due prove di maturità che sapranno dirci fino a che punto la truppa di Agostiniani sia pronta a mettere in atto una vera e propria fuga.

Gli avversari di domenica saranno i rossoblu dell’Albinia, società maremmana fondata nel 1957 che nello scorso campionato si è piazzata a metà classifica del girone A con 41 punti, a 4 lunghezze sia dalla zona play-off che dalla zona play-out. I rossoblu durante l’estate hanno cambiato poco rispetto all’assetto della passata stagione, avvalendosi però dell’arrivo di alcune vecchie conoscenze per gli arancioni come gli ex Pianese Franchi e Ripaldi oltre al centravanti Khouribech proveniente dal Montalcino. I grossetani potranno inoltre contare sull’apporto nelle proprie fila di un giocatore di grande esperienza come Emiliano Biliotti, con un trascorso anche nella massima serie vestendo la casacca del Lecce, e già avversario della Pistoiese con le maglie di Spal (C1, 94/95), Ravenna (B, 00/01) e Foggia (C1, 05/06). Una piccola curiosità è rappresentata proprio dal fatto che questo giocatore sembra aver fin qui portato fortuna alla Pistoiese dato che nel totale di tutti i precedenti sopra citati gli arancioni hanno ottenuto 4 vittorie, 2 pareggi e nessuna sconfitta. Speriamo che questo trend non si inceppi proprio adesso.

 
Di videonewstv (del 21/09/2010 @ 20:43:45, in CALCIO PISTOIESE, linkato 1256 volte)

UNA PISTOIESE COSI' NON SI VEDEVA DA TEMPO.

 ARANCIONI SOLI AL COMANDO PRIMA DEL TURNO INFRASETTIMANALE

Da Pistoia Edoardo Desideri

PISTOIA – 5 vittorie in altrettante gare ufficiali, 14 reti segnate, primato assoluto in campionato con una media di 3,6 gol a incontro, e l’imbattibilità di Flauto che sale a 450 minuti da inizio stagione (270’ se si esclude la coppa). Sono questi i numeri con cui la Pistoiese 2010/2011 ha dato il via al proprio assalto al torneo di Eccellenza. Un ruolino di marcia impressionante, sostenuto anche da una produttività di gioco davvero di alto livello, tale da rendere qualsiasi avversaria fin qui incontrata alla stregua di una vittima sacrificale. E non importa che il suo nome sia Albinia oppure Massese. La parola d’ordine resta sempre “piedi per terra”, è chiaro, ma questa Pistoiese fa davvero sognare ed innamorare i propri tifosi. Dopo la batosta rifilata anche ai rossoblu dell’Albinia, un 4 a 0 senza storia con la pratica risolta, così come era accaduto anche nelle due precedenti gare, già al termine della prima frazione, ai più nostalgici fra il pubblico di fede arancione è sembrato di rivedere le sembianze di quella Pistoiese, targata Giampiero Ventura, che 20 anni fa esatti fece impazzire tutta quanta la città. Anche allora gli arancioni risalivano la china dai dilettanti e il tecnico genovese fu bravo a costruire un’idea di squadra capace di aggredire gli avversari in ogni zona del campo e di mettere in pratica un calcio spettacolare, ottenendo risultati eccezionali: esemplare la vittoria del campionato di Interregionale 90/91 con 54 punti conquistati sui 68 a disposizione, e 57 reti segnate in 34 partite. Erano gli anni in cui la “Nord” era solita rivolgere di volta in volta al malcapitato numero uno avversario il coro “Stanno arrivando, portiere stanno arrivando!”. La creatura fin qui plasmata da Riccardo Agostiniani sembra assomigliare molto per aggressività, cinismo ed equilibrio a quella di venti anni fa, e sebbene sia ancora troppo presto per lasciarsi andare a paragoni di questo genere, tutti nell’ambiente sperano che il tecnico - pistoiese doc -sia capace di guidare la squadra a fino al termine del torneo nella maniera in cui lo ha cominciato.

 3ª GIORNATA – Sul neutro di Peccioli la Pistoiese ha surclassato nettamente l’Albinia, formazione onesta e caratterizzata anche da buone individualità, come Saloni o l’esperto Biliotti, ma che nulla ha potuto per arginare la straripante forza degli arancioni, ispirati da un Lisi in forma eccezionale e dagli esterni Pieroni e Paolicchi, due autentiche spine nel fianco in grado di tenere la difesa ospite in costante apprensione. Stefanelli, che ha realizzato di rapina il gol del raddoppio, porta a tre il numero delle reti all’attivo in altrettante gare di campionato, dimostrandosi sempre di più quel centravanti di razza in grado di fare la differenza. Spicca inoltre la determinazione con cui gli arancioni sono stati in grado di mettere fine all’incontro già entro il termine della prima frazione, portandosi in vantaggio con Calanchi dopo appena 7 minuti e aumentando il vantaggio a 3 reti poco prima dell’intervallo grazie alla prodezza di Pieroni. Tengono il passo della Pistoiese solo il Castelfiorentino, vittorioso a Pescia, e il Pisa Sporting Club che ha travolto il Montecalvoli, appaiate a sei punti. Da segnalare inoltre la prima vittoria in campionato della Massese che riporta 3 punti sudatissimi da Uliveto Terme, grazie ad un 2 a 0 maturato nei minuti di recupero – reti al 91’ su rigore e raddoppio al 95’ – con i locali dell’Urbino Taccola costretti a giocare in 9 uomini per buona parte dell’incontro.

PROSSIMO TURNO – Questo mercoledì i ragazzi di Agostiniani saliranno in Garfagnana per il primo turno infrasettimanale che li vedrà opposti alla Real Castelnuovo, la principale società del capoluogo, risorta dalle ceneri di quella precedentemente fallita in seguito all’esclusione dal campionato di LegaPro 2ª divisione nel 2008. L’impegno è tutt’altro che da sottovalutare: i gialloblu sono una formazione ostica, che ha cambiato poco rispetto all’assetto della scorsa stagione in cui ha stravinto il campionato di Promozione, e composta sostanzialmente da un mix di giovani promesse e di elementi di buona esperienza come Micchi, Nincheri e Tolaini, con trascorsi fra i professionisti e già in forza alla compagine appenninica ai tempi della C2. Fin qui la Real Castelnuovo ha collezionato 5 punti in campionato, frutto di una vittoria (1-0 a Certaldo) e due pareggi (Montemurlo e Fortis Lucchese), mentre ha conquistato il passaggio al secondo turno di Coppa Italia a danno del Lammari, grazie alla rotonda vittoria per 5 a 2 ottenuta in trasferta nella gara di andata che ha vanificato l’impresa dei lucchesi di imporsi con un rocambolesco 4-3 nel ritorno in Garfagnana. L’appuntamento è dunque alle ore 15.30 al “Nardini” di Castelnuovo, per vedere se gli arancioni saranno capaci di portare avanti questa fantastica striscia di vittorie.

 

CAMPIONATO DI ECCELLENZA GIRONE A - 4ª GIORNATA – 22/09/10

STADIO COMUNALE “NARDINI” DI CASTELNUOVO GARFAGNANA (LU) REALCASTELNUOVO – PISTOIESE 0 - 1 MARCATORE: 78’ Stefanelli

da Castelnuovo Garfagnana Edoardo Desideri

REAL CASTELNUOVO: Arenile, Regoli, Micchi A. (74’ Buoni), Francesconi, Tolaini, Nincheri, Satti (79’ Da Prato), Borgia (79’ Compagnone), Micchi E., Fontana, Fregosi. A disp: Grassi, Giannotti, Bacci, Lucchesi. All. Roberto Fanani. PISTOIESE: Flauto, Strufaldi, Elmi, Allori (65’ Pieroni), Gemignani, Calanchi, Mennini Righini, Semboloni (79’ Balleri), Stefanelli, Lisi (65’ Marrani), Arricca. A disp: Pampaloni, Spadoni, Fedi, Di Nunzio. All: Riccardo Agostiniani. Arbitro: sig. Alessandro Zanuel di Pontedera (1° ass Marco Argiolas di Pisa e Massimiliano Burgassi di Prato).

NOTE: Giornata serena, terreno in buone condizioni. Spettatori 400 (circa 200 da Pistoia). Ammoniti: ngoli 6 - 5 per la Real Castelnuovo, Recuperi: 1’+4’.

Foto di Irene Pieraccini

Irene Pieraccini è riuscita a immortalare l'azione del gol. Stefanelli è stato colto dall'obiettivo in una torsione spettacolare del collo e della testa che lo fanno apparire quasi "decapitato"! 

CASTELNUOVO GARF. (LU) – La Pistoiese riporta dalla Garfagnana tre punti tanto fondamentali quanto sudati e prosegue la propria marcia inarrestabile in vetta alla classifica. Il gol partita è opera del solito bomber Stefanelli, a segno in tutte le gare di campionato fin qui disputate, e arriva a poco più di 10’ dal termine a seguito di un’azione giostrata da Pieroni, entrato nella ripresa. Gli arancioni strappano così una vittoria sofferta contro un’avversaria arcigna che si difende in 10 uomini per quasi tutta la gara, lasciando il solo Micchi in avanti a fare da boa per lanciare sporadiche azioni di rimessa. Dopo 4 giornate, dunque, la compagine di mister Agostiniani resta in vetta a punteggio pieno.

LA PARTITA – Il tecnico arancione dosa le forze nel turno infrasettimanale lasciando a riposo Pieroni, Paolicchi e il regista Balleri, fin qui titolari inamovibili, sostituiti da Semboloni, Mennini Righini e Allori. La Pistoiese si presenta così schierata secondo un 4-4-2 un po’ diverso dal solito, con due esterni meno offensivi ma con un centrocampo ‘a rombo’ con Semboloni che opera a sostegno delle due punte.

 1° TEMPO – L’avvio è sofferto. Gli arancioni avevano abituato il proprio pubblico, anche oggi presente in buon numero nonostante il turno infrasettimanale, a goleade esaltanti, ma si capise fin dalle prime battute che l’impegno non sarà per niente agevole. La truppa di Fanani infatti risponde schierandosi secondo un accorto 5-4-1, che in sostanza diviene un vero e proprio ‘catenaccio’ con 10 uomini arroccati dietro alla linea del pallone e il solo Micchi in avanti ad aspettare le ripartenze. Ogni attaccante arancione ha sempre almeno 2 uomini addosso e questo rende lenta e macchinosa la manovra degli uomini di Agostiniani, costretti spesso a cercare la soluzione dalla distanza. Nei primi 20’ a più riprese ci provano Allori, Mennini Righini e Semboloni con tiri da fuori area che non impensieriscono il portiere locale Arenile. Al 15’ Semboloni smarca Stefanelli in area il cui tiro, rimpallato, carambola sui piedi di Lisi che insacca ma il numero 10 arancione è in fuorigioco e Zanuel di Pontedera annulla. Break della squadra di casa che a seguito di un contropiede conquista un calcio d’angolo sui cui sviluppi Borgia calcia a lato dalla distanza. I locali ci credono e al 23’ è Francesconi a centrare lo specchio con una staffilata da fuori, ma Flauto si rifugia di pugno in angolo difendendo così la propria imbattibilità. Al 25’ Lisi si beve mezza difesa gialloblu con una serpentina, ma né lui né Semboloni trovano la deviazione vincente, quindi 4 minuti più tardi è Arricca a sfiorare il gol con una punizione dai 30 metri che Arenile è abile a deviare sopra l’incrocio. Agostiniani cambia modulo per provare a scardinare la granitica difesa locale. Mennini Righini e Allori si accentrano andando ad affiancare Arricca mentre Semboloni si sposta più avanti. Ne esce una sorta di 4-3-3 che non porta però effetti immediati. Il Real Castelnuovo si difende bene e l’unico pericolo viene da un’azione insistita al limite dell’area che Semboloni non riesce però a finalizzare. Si va a riposo a reti inviolate.

2° TEMPO – Nella ripresa la Pistoiese spinge senza tuttavia trovare l’ispirazione giusta per sbloccare il risultato. Al 4’ Semboloni crossa in area dove c’è Calanchi che cerca la porta con un colpo di tacco al volo. I garfagnini rispondono di rimessa e all’11’ un tiro svirgolato da Allori da il la ad un’azione di contropiede giostrata da Fontana che serve in velocità Micchi. Il centravanti si fa recuperare da Strufaldi che sventa il pericolo. Al 17’ Elmi cerca Stefanelli con un lungo cross dalla trequarti, il forte attaccante c’è, ma la sua conclusione è centrale. Sul capovolgimento di fronte il Castelnuovo conquista un angolo sui cui sviluppi Fontana non trova lo specchio. Al 20’ Agostiniani opera un doppio cambio inserendo Marrani e Pieroni al posto di Lisi e Allori. Si torna al 4-4-2 con Mennini Righini e Arricca centrali, Marrani e Pieroni sulle fasce e l’inedito tandem Semboloni-Stefanelli in attacco. La mossa cambia volto alla gara. Già al 26’ su un cross teso dalla destra di Marrani Stefanelli calcia a pochi passi dalla porta ma la palla è deviata sopra la traversa. Al 33’ arriva il vantaggio arancione. Pieroni soffia un pallone sul vertice sinistro dell’area e serve un pallone delizioso per la testa di Stefanelli che non può sbagliare. È il gol partita. Il Castelnuovo che aveva giocato principalmente per difendere il pari si butta in avanti, ma la sua manovra è confusa. Tuttavia al 37’ Fontana costringe Flauto agli straordinari con un colpo di testa indirizzato all’incrocio che il bravo numero 1 devia in angolo. Poi fino alla fine c’è solo la Pistoiese, che fallisce a più riprese il possibile raddoppio: al 38’ Stefanelli gira a lato di un soffio un cross teso dalla destra di Marrani; al 40’ Pieroni penetra in area dalla sinistra e calcia da posizione defilata ma il portiere ci mette una pezza. 3 minuti più tardi azione fotocopia dello scatenato fantasista orange, ma stavolta è un difensore gialloblu abile a ribattere sulla linea. La Pistoiese vince e continua a veleggiare da sola in vetta a punteggio pieno. Dietro tiene il suo passo solo il Pisa Sc che segue a 9 punti grazie alla vittoria in notturna per 3-0 a Larciano contro la Lampo. Rotonda vittoria anche per la Massese che ha surclassato (5 a 0) il Certaldo fra le mura amiche.

 

LA PISTOIESE SOGNA L’ALLUNGO

GLI ORANGE ATTENDONO LA PRO LIVORNO SUL NEUTRO DI CASCINA

 

Da  PISTOIA  Edoardo Desideri

Che quello di Castelnuovo Garfagnana sarebbe stato un campo ostico lo si sapeva già alla vigilia, e così si è dimostrato. Un ostacolo dove molte ‘grandi’ prevedibilmente inciamperanno e dove, forse per la prima volta dall’inizio della stagione, la Pistoiese sembra aver incontrato qualche difficoltà. Difficoltà dovute più che altro alla tenacia difensiva dimostrata dall’undici di Fanani. Eppure la brama di vittorie di questa Pistoiese non è stata scalfita nemmeno dal coriaceo ambiente garfagnino, dal quale gli arancioni sono usciti con 3 punti che forse valgono doppio poichè è proprio nella difficoltà che la vittoria acquista ancora più valore. Già perché è troppo facile (si fa per dire!) disfarsi delle avversarie con ricche goleade quando la partita si sblocca subito a proprio favore e tutto comincia a girare per il verso giusto. Ma la vera squadra, la squadra vincente e dotata di spirito combattivo, si vede proprio quando la sfida inizia in salita, con gli avversari che si dimostrano abilissimi a saturare tutti quanti gli spazi e le possibilità di manovra si riducono notevolmente. Eppure la Pistoiese di mercoledì è stata brava a non perdere mai la testa, a cercare con lucidità e costanza il giusto spunto senza farsi prendere né dall’affanno né dalla fretta, mentre mister Agostiniani, che –almeno a mio modesto modo di vedere– ha applicato un intelligente turnover nella formazione iniziale, è stato bravo a leggere la partita cambiando modulo più volte in corso d’opera e facendo sì che i suoi ragazzi lavorassero ai fianchi i padroni di casa per tutta la gara fino a consumarli, per poi buttare dentro forze fresche e far maturare così il gol vittoria, arrivato puntuale a pochi minuti dal termine quando oramai per il Castelnuovo non c’erano più le energie necessarie a ristabilire la parità. È stata la vittoria di Agostiniani, dunque, ma anche la vittoria dei Semboloni, dei Mennini Righini e degli Allori, per la prima volta titolari, bravi a sacrificarsi in più zone del campo a seconda delle necessità tattiche mutate in corso d’opera, dimostrando grande duttilità e spirito di squadra; è stata la vittoria dei Pieroni e dei Marrani, il cui ingresso ha sciolto come neve al sole le ultime velleità della difesa gialloblù sfinita da più di un’ora d’assedio; ed è stata la vittoria di bomber Stefanelli, attuale capocannoniere del torneo insieme Bozzi (F.Lucchese), che dopo tre partite da titolare e 78 minuti di turno infrasettimanale trova la forza di saltare ancora più in alto di tutti e battere il portiere di testa. È stata la vittoria, insomma, della Pistoiese: di un organico costruito per vincere che dopo quattro giornate si sta delineando in tutta la propria forza e in tutto il suo equilibro in ogni reparto.

VERSO LA PRO LIVORNO – I prossimi rivali della Pistoiese saranno gli uomini della Pro Livorno 1919 Sorgenti, società nata in estate dalla fusione fra la Sorgenti Lambrone, che aveva vinto i play off di Promozione, e la Pro Livorno 1919 che militava in 1ª Categoria. Di fatto è divenuta la seconda squadra del capoluogo labronico in seguito alla retrocessione dell’Armando Picchi avvenuta al termine dello scorso campionato di Eccellenza. Non sarà un impegno facile: i livornesi, ancora imbattuti, hanno fin qui compiuto un percorso di tutto rispetto avendo ottenuto 8 punti in campionato, quattro in meno della Pistoiese, frutto di due vittorie e altrettanti pareggi, mentre in Coppa Italia sono stati eliminati dal Pisa Sc. In particolare nell’ultimo turno la Pro Livorno ha rifilato a sorpresa un umiliante 5 a 0 al Forte dei Marmi, che era fra le favorite alla vigilia ma che attualmente stenta a decollare.

LA TESTA DELLA CLASSIFICA – Dopo quattro giornate comincia a delinearsi un gruppo di testa in cui curiosamente le prime cinque posizioni sono occupate da altrettante compagini provenienti da città capoluogo. Per quanto tre di esse siano soltanto seconde squadre, leggere una classifica con in testa Pistoiese, Pisa, Lucchese, Livorno e Massese può far venire in mente una (poco!) verosimile C1 di qualche anno fa, a trazione decisamente toscana!

L’IMBATTIBILITA’ DI FLAUTO – Il portierone arancione con l’uscita di Castelnuovo Garfgnana raggiunge quota 360 minuti trascorsi senza subire reti. Numero di minuti che aumenta a 540 se vi si aggiungono oltre alle gare di campionato anche le due partite di Coppa Italia. Il merito, però, il bravo numero uno lo deve spartire senza dubbio con i propri compagni del reparto arretrato, bravi ogni domenica a ridurre al minimo indispensabile il numero di volte in cui gli avversari riescono ad arrivare alla conclusione. Certo è che quando questo è avvenuto – come in un paio d’occasioni a Castelnuovo o nella disperata sfuriata finale dei padroni di casa a Massa – Flauto ha sempre risposto presente difendendo con le unghie la propria porta. E non bisogna dimenticare il rigore neutralizzato nella prima di campionato che negò al Certaldo la gioia del gol della bandiera.

TRASFERTA VIETATA! – Curiosa decisione, infine, da parte dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive che decide di mettere lo zampino anche nell’incontro apparentemente innocuo fra Pistoiese e Pro Livorno Sorgenti, in programma per domenica sul neutro di Cascina. L’organo, infatti, riunitosi in data 23 Settembre, oltre a discutere di Napoli-Roma, Lazio-Brescia e Verona-Cremonese, ha trovato anche il tempo per sancire che la vendita dei tagliandi di Pistoiese-ProLivorno Sorgenti sarà riservata ai soli residenti delle province di Pistoia e Pisa. La decisione, oltre ad apparire poco motivabile, colpisce e penalizza anche i tifosi della Pistoiese residenti fuori provincia, i quali difficilmente riusciranno ad accaparrarsi il biglietto per il match. Si prospetta inoltre una domenica di astinenza dal pallone per i “calciofili” labronici ai quali sarà vietata anche la trasferta a seguito della prima squadra in quel di Ascoli. http://www.osservatoriosport.interno.it/primo_piano/2010/settembre/23_settembre.html

 

 

LA PISTOIESE TIENE LA MEDIA : ARANCIONI DEVASTANTI RIFILANO 3 RETI A UNA BUONA PRO LIVORNO

CAMPIONATO DI ECCELLENZA TOSCANA, GIRONE A – 5ª GIORNATA – 26/09/2010 STADIO COMUNALE “REDINI” DI CASCINA (PI)

PISTOIESE – PRO LIVORNO SORGENTI 3 – 0

MARCATORI: 49’ Allori, 63’ Balleri, 85’ Lisi

Da Cascina Edoardo Desideri

PISTOIESE: Flauto, Strufaldi, Elmi, Allori (82’ Mennini Righini), Gemignani, Calanchi, Pieroni (57’ Di Nunzio), Balleri, Stefanelli (81’ Fedi), Lisi, Arricca. A disp: Pampaloni, Marrani, Spadoni, Semboloni. All: Riccardo Agostiniani. PRO LIVORNO SORGENTI: Lischi, Sgariglia, Rossi, Frediani, Niccolai, Felloni, Domenichini (81’ Catola), Ercoli, Filippi, Tempini (84’ Tocchi), Rinaldi. A disp: Pioli, Beltramme, Zoppi, Marconi, Chichizzola. All. Paolo Tognarelli. Arbitro: sig. Marco Emanuele Schiatti di Arezzo (1° ass Gianni Becattini e Massimiliana De Giuli sez. Valdarno).

NOTE: Giornata nuvolosa, terreno in condizioni non ottimali. Spettatori 400 circa. Angoli: 2 a 1 per la Pro Livorno. Ammoniti: 38’ Arricca (P); 60’ Ercoli (L), 62’ Domenichini (L), 83’ Filippi (L); Espulso Ercoli (L) al 67’ per un brutto intervento su Di Nunzio. Recuperi: 1’+3’.

CASCINA (PI) – Non fa sconti a nessuno questa Pistoiese: quindici gol in cinque partite e zero reti subite, questo il bottino fin qui ottenuto dalla truppa di Agostiniani. L’ultima vittima è stata la Pro Livorno 1919, compagine che per quanto si sia dimostrata brillante ed equilibrata arrivando a giocarsela con gli arancioni a viso aperto per tutto il primo tempo, alla fine ha dovuto soccombere alla legge della capolista. Il gol siglato in apertura di ripresa da Allori, infatti, ha tagliato le gambe ai labronici i quali alla lunga hanno dovuto cedere al maggior cinismo della truppa di Agostiniani, in grado di andare nuovamente in rete con Balleri e poi in chiusura con lo scatenato Lisi. Il funambolico numero 10 arancione riesce così a coronare col gol una prova davvero di notevole spessore.

LA PARTITA – Agostiniani non si fida dei biancoverdi che nel precedente turno avevano rifilato 5 reti al Forte dei Marmi. Pertanto, dovendo rinunciare a Paolicchi ancora acciaccato, preferisce mandare dentro dal 1’ Allori piuttosto che un più offensivo Marrani, mentre per il resto conferma in toto la formazione delle prime giornate. Il modulo è un 4-4-2 solo apparente che in sostanza tende a trasformarsi in un 4-3-3 con Allori che gioca in una posizione più centrale, mentre Pieroni agisce quasi da fantasista dietro alle punte Lisi e Stefanelli.

1° TEMPO – Fra lo stupore generale dei circa 400 pistoiesi giunti a Cascina per il terzo dei 5 incontri da disputare in campo neutro, è la Pro Livorno che fa la partita. La compagine ospite dimostra infatti un buon affiatamento e nei primi minuti cerca insistentemente di rendersi pericolosa eseguendo ottime triangolazioni a memoria senza mostrare timori reverenziali nei confronti della capolista che, quindi, decide di impostare la gara secondo una filosofia più attendista. Al 7’ Rinaldi cerca la porta dalla distanza ma Flauto fa buona guardia, mentre 4 minuti più tardi è Tempini a calciare di poco a lato. Al 13’ Lisi conquista una punizione da posizione invitante, ma Arricca spedisce alto. La fase iniziale del match è estremamente tattica, e lo schieramento equilibrato di una Pro Livorno davvero ben messa in campo dal proprio tecnico Tognarelli impedisce agli arancioni di effettuare azioni degne di nota. Anzi al 21’ sono ancora gli ospiti a sfiorare il vantaggio con Filippi che, al termine di una bella triangolazione sul vertice destro dell’area arancione, calcia un pallone a girare sfiorando il palo alla sinistra di Flauto. In prossimità della mezz’ora la partita si ravviva un po’: prima è Elmi a cercare la realizzazione dalla distanza con un potente rasoterra che impegna Lischi; quindi risponde la Pro Livorno con Domenichini che cerca di correggere un campanile al limite dell’area con un destro al volo di prima intenzione che, però, termina abbondantemente fuori misura. Infine è Lisi che al 32’ conquista un calcio di punizione al limite, fra le proteste generali dei giocatori e del pubblico arancione secondo i quali il fallo sarebbe avvenuto almeno un metro dentro all’area di rigore. Della battuta si incarica il solito Arricca che con un destro violento sfiora di un nulla l’incrocio dei pali. Al 41’ sale in cattedra Flauto, bravo a difendere la propria imbattibilità con un intervento spettacolare a neutralizzare una punizione calciata a palombella dallo specialista labronico Rinaldi. La Pistoiese risponde un minuto dopo con un improvviso destro a girare scagliato da Lisi che fa la barba al palo. In chiusura lo stesso numero 10 si vede annullare il gol del possibile vantaggio realizzato con una bella rovesciata; il signor Schiatti di Arezzo aveva ravvisato in precedenza un fallo di ostruzione da parte di Stefanelli.

 2° TEMPO – Agostiniani durante l’intervallo striglia i suoi che rientrano in campo decisamente più aggressivi. Già al 2’ Allori conclude malamente dal limite dopo aver tagliato tutto il rettangolo di gioco con una splendida cavalcata. Passa un minuto ed è Calanchi che a seguito di una triangolazione al limite con Pieroni entra in area e serve all’indietro per l’accorrente Allori che anche stavolta non trova lo specchio. Quindi al 4’ il giovanissimo centrocampista arancione si fa perdonare aggiustando la mira con un tiro dalla distanza che rimbalza in maniera beffarda davanti al giovane Lischi e regala il vantaggio agli arancioni. Il gol accende la gara. I biancoverdi si buttano in avanti alla ricerca del pari: al 6’ Rinaldi corregge di prima un cross di Rossi spedendo il pallone alto sopra la traversa. All’8’ Balleri, su suggerimento di Lisi, scalda il destro con palla che termina di un soffio a lato, mentre un minuto più tardi è ancora Pro Livorno con Rossi che si viene a trovare solo in area, ma il suo tentativo da buona posizione è da dimenticare e termina addirittura in fallo laterale. Brivido infine al 12’ per la retroguardia arancione: un cross da calcio piazzato viene deviato in mischia a pochi passi dalla porta difesa da Flauto con la palla che termina di poco sopra la traversa. Al 18’ arriva il gol del 2 a 0 che taglia le gambe agli ospiti: parte da Di Nunzio un pallone di testa per l’accorrente Balleri il quale lascia partire un gran destro che, leggermente deviato dalla gamba di un difensore, spiazza l’incolpevole Lischi. Al 22’ la frustrazione e la stanchezza portano Ercoli a compiere una sciocchezza: il numero 8 biancoverde compie un brutto ed inutile intervento su Di Nunzio, pertanto viene invitato da Schiatti a guadagnare anticipatamente l’uscita. Con due reti di vantaggio e gli avversari in dieci uomini la Pistoiese non deve far altro che limitarsi a controllare fino al fischio finale. Al 25’ Lisi cerca il gol da calcio piazzato, ma la palla finisce a lato. La Pro Livorno spinta dall’orgoglio continua a giocare, tuttavia senza riuscire a rendersi protagonista di azioni rilevanti. Anzi al 40’ è la Pistoiese a trovare il gol del 3 a 0: da una punizione calciata da Arricca sulla destra Lisi anticipa tutti in tuffo e devia di testa il pallone che s’insacca dopo aver rimbalzato per un po’ fra una selva di gambe. È la rete che suggella una prova maiuscola da parte de piccolo attaccante arancione, ma che di contro punisce forse oltre misura una Pro Livorno che si è dimostrata sul campo un’avversaria di tutto rispetto. Gli arancioni restano al comando a punteggio pieno seguiti dal solo Pisa S.c., vittorioso per 3 a 2 nello scontro diretto in casa con la Massese.

 

LA PISTOIESE CERCA CONFERME A QUARRATA UN BEL TEST PER GLI ORANGE IN CASA DEI CUGINI GIALLOROSSI.

PRESENTATA IN SEDE LA CAMPAGNA ABBONAMENTI.

da Pistoia Edoardo Desideri.

 PISTOIA – Il primo 5 su 5 della quasi novantennale storia arancione pare aver in qualche modo galvanizzato l’ambiente  nella settimana che precede l’atteso derby contro il Quarrata. Una gara che, pur essendo di fatto una trasferta, viene vista un po’ da tutti come la prima vera e propria partita ’casalinga’ per una Pistoiese che fino ad oggi è stata costretta da un’assurda squalifica del campo a disputare le proprie partite interne qua e là per la provincia di Pisa. Dal momento che sarà ancora così fino al 7 di Novembre, quella di domenica sarà una splendida occasione per vedere all’opera a una manciata di chilometri fuori città, la squadra che con risultati fin qui strabilianti sta tentando di riportare in alto i colori di Pistoia. Dunque archiviata anche la rotonda vittoria di domenica scorsa a Cascina su una buona Pro Livorno, gli arancioni scenderanno al ‘Raciti’ di Quarrata preponendosi come unico obiettivo quello dei tre punti per continuare la marcia trionfale in cima alla classifica del girone A dell’Eccellenza. Certa l’assenza di Manfredi, infortunato, mentre è ancora difficile sapere se Paolicchi, acciaccatosi durante il match coll’Albinia alla terza giornata, sarà dentro dal primo minuto. In caso contrario è possibile che Agostiniani confermi l’undici titolare di domenica scorsa, così come non è da escludere a priori un possibile ricorso al turn-over. La rosa della Pistoiese, infatti, è ampia e di qualità e questo può garantire più soluzioni al tecnico arancione.

 UN DERBY TUTTO PISTOIESE – Quello di domenica sarà per la Pistoiese il primo dei tre derby in provincia che avranno luogo durante la stagione 2010-2011 e precede quelli con Lampo e PesciaUzzanese. La sfida vedrà anche la contrapposizione fra due allenatori pistoiesi doc e rappresentanti del calcio dilettantistico locale: Riccardo Agostiniani, da una parte, che sta raccogliendo proprio in arancione i frutti di una carriera fin qui piena di soddisfazioni, mentre Egidio Seghi, dall’altra, occupa già da alcuni anni la panchina del Quarrata con risultati eccellenti. Nel match dello scorso anno, disputato al Raciti alla undicesima giornata, una Pistoiese in piena emergenza inciampò nella seconda sconfitta stagionale. La vittoria di misura dei giallorossi arrivò grazie alla rete segnata al 15’ della prima frazione da Massaro, con gli uomini allora allenati dal tecnico Di Stefano che non riuscirono a creare azioni pericolose per ristabilire la parità nei 75 minuti restanti. Il passo falso fu uno dei paletti che agevolarono l’avvio della fuga da parte della Pianese in vetta alla graduatoria.

 UN OCCHIO ALLA CLASSIFICA – “Se si continua a vincere, è inutile guardarsi indietro”. Questo è il motivetto più in auge fra i sostenitori arancioni al termine di ogni gara, più esattamente durante la lettura dei risultati. E questa sembra essere anche la filosofia della Pistoiese tritatutto targata Agostiniani. Aldilà dei numeri strabilianti (15 punti in 5 gare, 15 reti segnate e 0 subite, con 8 giocatori diversi mandati a bersaglio), a fare impressione sono il cinismo e la spietatezza che la truppa arancione ha dimostrato soprattutto negli ultimi due turni. Dietro continua a sostenere il passo della Pistoiese solo il Pisa SC, che con una rocambolesca vittoria casalinga in rimonta ai danni della Massese (3-2) insegue a 3 punti. Brutto avvio invece per gli apuani che distano già 8 punti dalla capolista. Sorprende infine il Castelfiorentino, solo in terza posizione con i suoi 10 punti, che avrebbe potuto essere addirittura secondo se non fosse stato per il 3 a 0 inflittogli a tavolino proprio a vantaggio del Pisa per l’utilizzo di un giocatore squalificato nel match d’apertura coi nerazzurri.

 LA SESTA GIORNATA – È una giornata calda per il calcio pistoiese. Oltre alla sfida del Raciti, infatti, ai “Giardinetti” di Lamporecchio avrà luogo il derby fra i locali della Lampo e i nero arancio del PesciaUzzanese. Per quanto riguarda la porzione di classifica che interessa di più la Pistoiese, invece, sfide delicate per Castelfiorentino, impegnato in casa con un Forte dei Marmi che aspetta ancora di sbocciare, e Massese, che attende agli “Oliveti” un arcigno Castelnuovo. Turno più agevole, almeno sulla carta, per il Pisa SC che sarà di scena ad Uliveto Terme contro i padroni di casa dell’Urbino Taccola, fanalino di coda della graduatoria con un solo punto conquistato in cinque partite.

 

 PRESENTATA LA CAMPAGNA ABBONAMENTI! 

 

                          

 Prende il via la campagna abbonamenti per la stagione 2010/2011. Ieri pomeriggio il presidente Orazio Ferrari, al cospetto di giornalisti e tifosi, ha presentato nella sala stampa dello Stadio di Pistoia l’offerta dei mini-abbonamenti validi per le 12 giornate che la Pistoiese disputerà fra le mura amiche a partire dal 7 Novembre, data in cui gli arancioni affronteranno proprio il Pisa, attualmente secondo in classifica. Questi i prezzi per i diversi settori aperti, predisposti dalla società: Curva Nord (con capienza ridotta a 600-800 posti): 100 Euro; Tribuna Laterale: 150 Euro; Tribuna Centrale: 220 Euro.

 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15
Ci sono 624 persone collegate

< ottobre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
     
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
A.C. Fiorentina (1)
EUROPEI FRANCIA 2016 (1)
EUROPEO FRANCIA 2016 (1)
Qalificazioni Europei di Francia 2016 (1)
US PISTOIESE 1921 (1)
Aberrazioni (1)
AC MILAN CHE ERRORE (1)
acquisti (1)
AGRICOLTURA E FLOROVIVAISMO (1)
AMBIENTE (25)
AMBIENTE MARE (1)
ambiente,mare,ecologia (4)
Ancora la Gazzetta su Balotelli (1)
ANNIVERSARI (2)
ARTE E CULTURA (1)
ARTE E SPETTACOLO (8)
ARTE, CULTURA, CINEMA, MUSICA (8)
arte,cinema,spettacolo (2)
Assurda manifestazione calcistica (1)
ATORN (4)
AUGURI (3)
avvenimenti (6)
BANCHE (1)
BUNDESLIGA (3)
BUON NATALE (1)
calcio (200)
Calcio Commenti (4)
calcio curiosità (1)
Calcio internazionale (2)
CALCIO MILAN (1)
calcio pisa (1)
CALCIO - USSI (1)
calcio balotelli (1)
calcio bayern (1)
Calcio Bundesliga (1)
calcio campionato (117)
Calcio Campionato Serie A (2)
calcio champions (18)
Calcio Champions commenti (1)
Calcio Champions League (41)
Calcio Commenti (163)
Calcio commento (5)
Calcio Coppa America (5)
Calcio Coppa America ed Europei (1)
Calcio Coppa d'Asia e Coppa Italia (1)
calcio coppa italia (18)
Calcio Coppa Italia e Coppa del Re (1)
CALCIO CORROTTO (1)
CALCIO COVERCIANO (1)
Calcio Crisi (1)
Calcio critiche (2)
Calcio critico (28)
CALCIO CURIOSITA' (1)
calcio curioso (1)
CALCIO D'ESTATE (1)
CALCIO DILETTANTI E TORNEI (2)
CALCIO DILETTANTIE TORNEI (2)
Calcio e Politica (1)
Calcio e record (1)
Calcio estero (3)
Calcio Europa League (19)
Calcio Europa League 2017-2018 (1)
calcio europei (17)
Calcio Europei 2016 (1)
Calcio Europei Francia 2016 (3)
Calcio Europeo (2)
Calcio FIGC (2)
Calcio Fiorentina (5)
Calcio Francia 2016 (1)
CALCIO GIOVANILE (10)
CALCIO IN TV (1)
Calcio Inter (1)
calcio internazionale (139)
Calcio Internazionale amichevoli (1)
Calcio internazionale costume (1)
Calcio Italia (13)
Calcio Italiano (2)
calcio juventus (3)
calcio lega pro (75)
Calcio Lega Pro Girone A (1)
Calcio Lega Pro Girone B (8)
Calcio malato e violento (1)
Calcio marcio (5)
Calcio mercato (3)
Calcio Mercato Estivo (1)
calcio milan (36)
Calcio Milan IL RIECCOLO (1)
calcio milan ed internazionale (1)
calcio mondiale (3)
Calcio Mondiale 2014 (1)
CALCIO MONDIALI (14)
Calcio Mondiali 2014 (37)
Calcio Mondiali Russia 2018 (1)
Calcio nazionale (18)
CALCIO NEWS (1)
calcio pisa (100)
calcio pistoia (1)
calcio pistoiese (143)
Calcio Premier League (1)
Calcio Premiere League (1)
Calcio Qualificazioni a Francia 2016 (1)
Calcio qualificazioni mondiali (3)
Calcio Scandali (2)
Calcio scandalo (1)
calcio scommesse (2)
CALCIO SENTENZE (1)
CALCIO SERIE A (75)
Calcio Serie A 2015-2016 (1)
Calcio Serie A 2017-2018 (1)
Calcio Serie A Commenti (1)
Calcio Serie A ed altro (1)
calcio serie c (69)
Calcio Serie C 2017-2018 (8)
Calcio Serie C Girone A (2)
Calcio Serie C Lega Pro (3)
Calcio Statistiche (5)
CALCIO STORICO (1)
calcio supercoppa (1)
calcio tedesco (2)
Calcio Teppismo (1)
calcio trofeo tim (1)
Calcio Uefa (1)
Calcio US Pistoiese (1)
CALCIOPISA (1)
CALCIOPOLI (6)
calciopoli corte dei conti (1)
calcioscommese (1)
calcioscommesse (25)
CALCIOSCOMMESSE - IL BLOG DEL DIRETTORE (2)
calcioscommesse fase due (3)
calcioscommesse fase uno (1)
CALCIO-USSI (1)
Campagna pro balotelli della Gazzetta (1)
campionato (38)
campionato 2012-2013 (1)
campionato 2013-2014 (1)
Campionato Calcio (1)
Campionato Calcio Serie A (2)
campionato commento (2)
campionato Europeo Under 21 (1)
Campionato Serie A (25)
Campionato Serie A 2015-2016 (1)
Campionato Serie A 2016-2017 (9)
Caso Tavecchio (1)
champions (57)
CHAMPIONS LEAGUE (1)
Champions 2015-2016 (1)
Champions 2016-2017 (1)
Champions 2016-2017 ed altro (1)
Champions commenti (1)
Champions ed Europa League (1)
champions league (99)
Champions League 2015/2016 (1)
Champions League 2014/2015 (1)
Champions League 2014-2015 (1)
Champions League 2015/2016 (5)
Champions League 2015-2016 (6)
Champions League 2016-2017 (33)
Champions League commenti (1)
Champions League ed Europa League (2)
Champions Legaue (1)
Champiosn League (1)
cibm (1)
CICLISMO (4)
Commenti (4)
Commenti Calcio (1)
Commenti politici (2)
commento al campionato (1)
Commento Calcio (1)
Commento Campionato (1)
Commento politico (1)
Comune Viareggio (1)
Confederation Cup (2)
confederations cup (13)
COOPERAZIONE INTERNAZIONALE (1)
Coppa Africa 2015 (1)
Coppa America (7)
Coppa America 2016 (3)
Coppa America Centenario (1)
Coppa America del Centenario (1)
Coppa Asia Coppa Africa (1)
Coppa d'Africa (2)
Coppa d'Asia (4)
Coppa d'Asia e d'Africa (2)
Coppa Italia (22)
Coppa Italia 2014/2015 (1)
Coppa Italia 2015/2016 (1)
COPPA ITALIA 2015-2016 (1)
Coppa Italia 2016-2017 (4)
Coppa Italia Coppa Asia Coppa Africa (1)
Coppa Italia d'Asia e d'Africa (2)
coppa libertadores (1)
Coppe europee (1)
CREDITO ALLE IMPRESE (3)
Crisi Parma Fc (1)
critica calcistica (1)
Critica politica (496)
Critica politica e sportiva (2)
CRONACA (6)
CULTURA E INTRATTENIMENTO (1)
CULTURA -EVENTI (1)
CULTURA, ARTE, EVENTI (8)
Dal Mondo (11)
DIRITTI E DOVERI (1)
DISASTRI NEL MONDO (5)
DONNE NEL MONDO (6)
economia (4)
EDITORIA (1)
EDITORIA E GIORNALISMO (1)
EDUCAZIONE , GIOVANI (1)
Elezioni 2008 (3)
Elezioni Nicaragua (1)
ENTI PUBBLICI (2)
esperienze,vissuto,storie (3)
ESTERI (1)
Euro 2016 Francia (1)
europa league (48)
Europa League 2014/2015 (2)
EUROPA LEAGUE 2015/2016 (2)
EUROPA LEAGUE 2015-2016 (5)
Europa League 2016-2017 (9)
Europa Legaue (2)
Europei 2016 Francia (1)
EUROPEI CALCIO (12)
Europei Calcio 2016 spareggi (1)
EUROPEI CALCIO FRANCIA 2016 (1)
EUROPEI DI CALCIO (4)
Europei di Francia 2016 (4)
Europei Francia 2016 (37)
EUROPEI FRANCIA 2016 ED ALTRO (1)
Europeo Francia 2016 (3)
EVENTI E CULTURA (1)
EVENTI E FIERE (1)
FESTIVAL DELLA SALUTE (4)
FESTIVAL PUCCINIANO (1)
Fiorentina (1)
FLOROVAISMO (1)
FLOROVIVAISMO (22)
FLOROVIVAISMO NEL MONDO (19)
FOTO DEL GIORNO (3)
FRANCIA 2016 Qualificazioni (1)
FRANCIA 2016 Curiosità (1)
FRANCIA 2016 QUALIFICAZIONI (6)
FRANCIA EUROPEI 2016 (2)
FSRU OLT GASIERA (1)
FSRU TOSCANA (1)
FUMETTI (1)
GEMELLAGGI (1)
GIORNALISMO (2)
Giornalismo paraculo (1)
GIORNALISTI (4)
GRAN CANAL DE NICARAGUA (2)
Grande Torino (1)
Guinness Cup (2)
IDEA ABERRANTE (1)
IL RIECCOLO (1)
INFORMAZIONI (2)
International Cup (1)
INTERNAZIONALE (4)
INTERNET (2)
INTERNET E WEB TV (3)
INTERNET editoria (2)
INTERNET TV (9)
INTERNET TV, WEB TV, EDITORIA SUL WEB (15)
INTERNET WEB TV (1)
Juventus e Borussia Dortmund (1)
Juventus statistiche (1)
LA GASIERA (1)
LAVORO (1)
lega pro (21)
Lega Pro Girone A (5)
Lega Pro Girone B (7)
Lega Pro Pistoiese (4)
lega pro prima divisione (1)
Lega Pro US Pistoiese (1)
LEGA PRO US PISTOIESE 1921 (1)
MEDIA (1)
MEDICINA E SALUTE (1)
MEMORIAL (1)
messaggio pubblicitario (1)
Migrazioni insostenibili (1)
Milan (1)
Milan crisi (1)
MILAN FALLIMENTO ! (1)
Milan notizie (1)
Milan si cambia! (1)
MONDIALE PER CLUB (2)
Mondiale per Clubs (2)
Mondiali Calcio 2014 (1)
Mondiali 2014 Brasile (1)
Mondiali Brasile 2014 (1)
mondiali calcio 2014 (11)
MONDIALI DI CALCIO (13)
MONDIALI DI CALCIO 2010 (2)
Mondiali di Russia 2018 (1)
Mondiali Russia 2018 (1)
Mondiali Russia 2018 qualificazioni (1)
nazionale (2)
nazionale calcio (5)
Nazionale commenti (1)
Nazionale Italiana (3)
Nazionale Italiana calcio (2)
Nazionale Italiana di Calcio (1)
NICARAGUA (1)
notizie dal mondo (2)
NOTIZIE USSI (1)
NUOVA POLITICA (1)
OLT FSRU TOSCANA (2)
pallone sgonfio (1)
PARCHI (1)
PARCHI ambiente (1)
parco m.s.r.m. (2)
Parco MSRM (2)
PARCO SAN ROSSORE (13)
PERSONAGGI (10)
personaggi,giornali,editoria (5)
PISA 1909 (1)
pisa calcio (29)
PISA EVENTI (1)
PISTOIA (2)
PISTOIESE (14)
pistoiese calcio (2)
Play-off per Francia 2016 (1)
politica (153)
Politica e costume (3)
Politica a costume (1)
Politica critica (12)
Politica e costume (11)
Politica e Sociale (4)
Politica e Sport (4)
Politica Internazionale (1)
politica porto (1)
Politica sport costume (1)
premi e trofei (1)
PROPOSTE DI LEGGE (1)
QUALIFICAZIONI A FRANCIA 2016 (4)
Qualificazioni a Russia 2016 (1)
qualificazioni a russia 2018 (1)
Qualificazioni ai mondiali 2018 (3)
Qualificazioni mondiali russi 2018 (1)
RICERCA (1)
RICERCA e SOLIDARIETA' (1)
RICERCA SCIENTIFICA (1)
Riflessioni sui tempi (1)
rigassificatore (1)
RUGBY (1)
SALUTE E MEDICINA (2)
SANITA' E SALUTE (2)
SCANDALO NAZIONALE (1)
SCIENZA E CULTURA (1)
SCIENZA E SALUTE (1)
scienza,medicina (2)
Serie A (1)
Serie C Lega Pro girone A (1)
SICUREZZA (2)
Sirteggi europei (1)
SOLIDARIETA' E SOCIALE (1)
SOLIDARIETA' SOCIALE (2)
Sorteggi Coppe Europee (1)
SORTEGGI UEFA (1)
Spareggi per Francia 2016 (1)
spazio libero (2)
SPETTACOLO (25)
SPORT (10)
SPORT - BASKET (1)
SPORT - BASKET (1)
SPORT - CALCIO (4)
SPORT - CICLISMO (1)
SPORT E SOCIALE (1)
SPORT - NEWS LETTER USSI (1)
SPORT - PALLACANESTRO (1)
SPORT & SPORT (2)
sport calcio (2)
SPORT- CALCIO (3)
SPORT -CALCIO (1)
SPORT- CALCIO - COVERCIANO (1)
SPORT- CALCIO - USSI (3)
Sport critico (1)
sport e critica (1)
Sport e politica (1)
SPORT E SOLIDARIETA' (1)
SPORT -NEWS LETTER USSI (4)
SPORT PARALIMPICO (1)
Sport Serie C (1)
SPORT-CALCIO-USSI (1)
SPORT-CANOTTAGGIO (1)
STORIA (1)
STORIA E CULTURA (1)
Supercoppa Italiana (3)
TEATRO (2)
TEATRO E SPETTACOLO (8)
TEATRO SPETTACOLO (2)
Teatro, arte, spettacolo (3)
TORNEI DI CALCIO (1)
TOSCANA ECONOMIA (1)
TOSCANA IN RETE (4)
TOSCANA IN RETE - ECONOMIA (1)
UEFA CHAMPIONS LEAGUE (1)
us pistoiese 1921 (3)
us pistoiese calcio (1)
ussi (1)
USSI COMUNICATI STAMPA (1)
VANNUCCI PIANTE (1)
vendita (1)
VERSILIANA (19)
Viaggi,curiosità,reportage (1)
viareggio (1)
Viareggio allo sbando (1)
viareggio porto (1)
VIDEONEWS (1)
VIDEONEWS 30 ANNI (1)
videonewstv (6)
vivaismo (6)
VIVAISMO E CULTURA (2)
VIVAISMO E SPORT (1)
VOLLEY (2)
WEB E RICERCA SCIENTIFICA (2)
web tv (9)
web,video,youtube (3)
ZERO NEGATIVO (2)

Catalogati per mese:
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti: