VideoBlog
Home Mia TV Videoblog Sport & Sport Ambiente Mare Chi Siamo Contatti Credits
Immagine
 Torneo Moreno Vannucci 2014-La premiazione... di Admin
 
"
La felicità è così difficile da raccontarsi, si consuma senza che ce ne accorgiamo.

Michele Prisco
"
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 

 EUROPA LEAGUE QUARTI DI FINALE gare di ritorno

 FIORENTINA    DINAMO DI KIEV    2-0

 Mario Gomez al 43’ del 1° tempo Vargas al 49’ del 2° tempo

Andata: 1-1 Aggregate: 3-1

FIORENTINA : Neto Gonzalo Rodríguez Saviæ Alonso Tomoviæ Pizarro Fernández Joaquín Borja Valero Gomez Salah All.tore: Montella

DINAMO KIEV: Shovkovskiy D. Silva Antunes Vida Khacheridi Rybalka Buyalskiy Belhanda Lens Yarmolenko Teodorczyk All.tore: Rebrov

 Arbitro: Jonas Eriksson (SWE)

 Già al 2’ una buona opportunità per Mario Gomez che in scivolata in area di rigore ucraina non aggancia bene per un soffio un bel cross dalla sinistra di Joaquin. Al 4’ Gomez segnerebbe anche su respinta corta del portiere ma era partito in fuorigioco. 8’ stretto dribbling in area da parte di Salah che conclude a rete. Shovkovskiy respinge in angolo! Sull’angolo gran botta di Alonso che colpisce in pieno la traversa a portiere battuto.Ottimo inizio dei viola ,Dinamo non pervenuta.

 11’ tiro dal limite di Borja Valero con deviazione di un difensore e palla che sfiora il palo! Assedio della Fiorentina. Al 14’ ammonito Lens della Dinamo per un fallo su Fernandez.

Il primo quarto d’ora è di assoluta marca viola.La Dinamo si limita ad una strenua ed affannosa difesa. Siamo al 20’ e la rincorsa viola si calma un pochino.Cominciano a manovrare anche i bianchi della Dinamo. Al 21’ grande riflesso col braccio sinistro da parte del portiere ucraino che impedisce ad un bel tiro di Mario Gomez servito da Joaquin, di infilarsi in rete! Altra grossa occasione.

23’ ancora da Joaquin una palla per la testa di Gomez che però non inquadra lo specchio della porta. 25’ prima vera azione manovrata in contropiede da parte degli ospiti che sprecano tutto con un cross finale improponibile.

Comunque attenzione perché gli ucraini potrebbero anche cercare il colpaccio nel finale se dovesse perdurare lo 0-0 di partenza.

La Fiorentina fino ad ora ha sprecato molto.Almeno due gol. La Fiorentina è calata vistosamente ed anche Pizarro a centrocampo appare piuttosto lento e perde contrasti.Fallo di Vida su Joaquin che doveva essere sanzionato.Un colpo al volto.

Al 39’ è molto ingenuo Lens l’olandese della Dinamo che già ammonito in precedenza accentua una caduta al limite dell’area e l’arbitro è costretto ad espellerlo! Dinamo in 10 e per la Fiorentina si fa più facile.Intanto coll’1-1 dell’andata i viola sono qualificati

.E per la Dinamo già surclassata nel gioco all’andata non vedo come sia possibile fare gol.Insomma la Dinamo che ora è in 10 deve segnare per forza altrimenti è fuori.

Tocca a Mario Gomez al 43’ a portare in vantaggio i viola con un inserimento nell’area piccola e tocco in porta che coglie di sorpresa ed in controtempo il portiere Shovkovskiy Dalla sinistra il solito cross di Joaquin verso Gomez partito proprio in linea con i difensori.Un tocco non pulito ed arriva il maturo vantaggio. Comunque l’espulsione di Lens è decisiva.Al riposo sull’1-0.Se la Fiorentina si porterà presto sul 2-0 potrà anche gestire con tranquillità il restante periodo conservando preziose energie. Si è visto bene come comincino a scarseggiare.

Prima del fischio finale del 1° tempo Rebrov ha sostituito Teodorczyk con Gusev. Al 4’ della ripresa un tiro di Salah in area di rigore ucraina colpisce un difensore e la palla sbatte sul palo tornando in campo! E’ il secondo legno della serata per la Fiorentina.

 Al 7’ Salah fa letteralmente impazzire Khacheridi in piena area di rigore ,poi il tiro di Barja Valero è sballato. 13’ ancora uno botta di Mati Fernandez con palla di poco a lato! 15’ gioco fermo per uno scontro di gioco in area viola tra Vida e Alonso. I viola cercano con più calma rispetto all’inizio gara di mettere al sicuro la qualificazione. Belanda nella Kiev lascia il campo per l’ingresso di Kalitvintsev. Ultimo cambio nella Dinamo.Entra Sydorchuk al posto di Buyalskiy. Al 21’ un tentativo della Dinamo con un tiro deviato da Tomovic su cui interviene Neto. Ancora Joaquin al tiro da breve distanza ma con palla fuori di poco.

 Al momento siamo a 17 tiri a 2 !! con due legni colpiti ed un solo gol di vantaggio che non può dare sicurezza. Ricordiamo che se segnasse la Dinamo si andrebbe ai supplementari.

 Al 33’ esce Borja Valero sostituito da Badelj. 37’ tiro di Alonso non preciso.E siamo a 18 a2 ! Esce Pizarro ed entra l’unico italiano nella Fiorentina stasera

Primo angolo per la Dinamo e primo vero tiro in porta con parata di Neto. E siamo al 40’ della ripresa! Ancora pericolo in area viola con Yarmolenko al tiro che Gonzalo mette in angolo! E dall’angolo una palla insidiosissima passa davanti agli attaccanti ucraini senza che nessuno la tocchi! In un minuto la Fiorentina ha rischiato di fare i supplementari! Questo è il calcio.

 Esce applauditissimo Salah a 3’ dalla fine ed entra Vargas. Ancora brividi nel recupero quando è Tomovic a salvare la porta viola da un possibile gol di Yarmolenko che in area aveva recuperato una palla deviata da un difensore viola.Il tutto al 48’ La Dinamo come previsto ha tentato solo nel finale il tutto per tutto.E’ pesato l’uomo in meno.

 Ma al 49’ è Vargas partito in contropiede arrivando in area di rigore sulla sinistra e sferrando un sinistro micidiale a dare il giusto 2-0 alla Fiorentina che così si qualifica per le semifinali di Europa League. Con 19 tiri contro 3 in questa gara e considerando anche il gioco comandato all’andata si può ben dire che la qualificazione sia ampiamente meritata.Eppure il rischio forte dei supplementari c’è stato per tre volte nel finale!

 NAPOLI     WOLFSBURG   2-2

Callejon (N)al 5’ del 2° tempo Mertens (N) al 20’ del 2° tempo Klose (W) al 26’ del 2° tempo Perisic (W) al 28’ del 2° tempo

Andata: 4-1 Aggregate: 6-3

 Dopo 26 anni il Napoli è in una semifinale europea!

NAPOLI: Andújar Britos Ghoulam Albiol Mertens Mesto Hamšík, David López Inler Callejón Higuaín. . Allenatore: Rafael Benítez.

 WOLFSBURG: Benaglio Klose Naldo Rodriguez Caligiuri Perišiæ Träsch, Luiz Gustavo Guilavogui Bendtner Arnold. Allenatore: Dieter Hecking.

 ZENIT    SIVIGLIA     2-2

 Bacca (S) al 6’ del 1° tempo su rigore Rondon (Z) al 3’ del 2° tempo Hulk (Z) al 27’ del 2° tempo Gameiro (S) al 40’ del 2° tempo

 Andata: 1-2 Aggregate: 3-4

Il SIVIGLIA detentore della Coppa che veniva da 6 vittorie consecutive con il pareggio per 2-2 a San Pietroburgo ha raggiunto le semifinali di Europa League.

DNIPRO   BRUGES   1-0

 Shakhov al 37’ del 2° tempo

Andata: 0-0 Aggregate: 1-0

Termina a Kiev l’imbattibilità del Bruges. Incredibile.Dopo 11 vittorie e 4 pareggi è arrivata la prima e decisiva battuta d’arresto contro il Dnipro guidato da Markevych che nelle ultime 4 gare casalinghe ha ottenuto 4 successi senza subire gol!

DNIEPRO qualificato alle semifinali di Europa League.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

 Giusti applausi alla Juventus per la qualificazione dopo 12 anni alle semifinali di Champions League.

Per onestà intellettuale ,però, occorre fare qualche considerazione.

Abbiamo visto le gare dei quarti ed onestamente occorre dire che la squadra più debole, più monocorde,più noiosa, più antispettacolo è capitata ai bianconeri.

Di più e peggio dell’Atletico di Madrid che come è noto riesce quasi sempre a farti giocare male.

 E di questo i bianconeri non hanno di certo colpe.

Si sono adattati prudentemente non essendo al massimo della condizione al tran-tran degli avversari.

Però...però…Occorre anche dare un pochino di credito alle lamentele provenienti dall’ambiente del Monaco.

In definitiva la Juventus,chiaramente superiore al Monaco, ha però passato il turno grazie ad un rigore supergeneroso all’andata ( un fallo iniziato fuori area e gol di Vidal poi decisivo) e sono stati graziati al ritorno dall’arbitro scozzese Collum che non ha giudicato da massima punizione l’intervento di Vidal su Kondogbia .

Insomma tra un rigore che non c’èra ed uno che probabilmente c’èra passa altro che qualificazione.

Solo questo andrebbe fatto notare al di là del fatto chiaro e scontato che la Juventus è più forte del Monaco.

Anche perché quando si legge su un quotidiano sportivo a tiratura nazionale alla voce pagelle: Collum: voto 6 " Probabilmente anche per noi era rigore l’intervento di Vidal dopo quello di Chiellini che era fuori area.. "Ma come voto 6?!! Se era rigore come pare il voto deve essere 4 !!

Altra piccola considerazione.Allegri ha detto: “ è vero non siamo stati brillantissimi ma il Monaco così come l’Atletico è una di quelle squadre che ti fa giocare male”.. verissimo e l’abbiamo già detto.

Ma quando aggiunge: “ora , in semifinale può accadere di tutto..” Verissimo anche questo!

A patto che la Juventus cambi registro e di corsa.Perchè se giocasse la semifinale contro una qualsiasi delle tre possibili avversarie così come ha giocato contro il Monaco si troverebbe a mal partito!

                                                            

Per ciò che si è visto, nell’ordine crescente di difficoltà dal Real Madrid,al Barcellona per finire al Bayern Monaco, ci sarebbe" poca trippa per gatti."

Anche se è vero che i bianconeri possono contare sulla difesa sicuramente più forte dell’intero lotto delle rimaste in lizza.

E i successi calcistici nascono dalla difesa.Per questo può accadere di tutto.Ma solo aspettare l’avversario e partire in contropiede con i lanci di Pirlo per Tevez contro Real,Barcellona o Bayern potrebbe non bastare!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

 Stadio Louis II Principato di Monaco (FRA)

 MONACO    JUVENTUS    0-0

Andata: 0-1 Aggregate: 0-1

MONACO: Subašic   Raggi Fabinho Abdennour Kurzawa Moutinho Bernardo Silva Kondogbia Toulalan (Cap) Ferreira Carrasco Martial All.tore: Jardim

 JUVENTUS: Buffon Barzagli Bonucci Chiellini Lichtsteiner Marchisio Pirlo Vidal Evra Morata Tévez All.tore: Allegri

 Arbitro: Collum (SCO)

Nella Juventus come si sa c’è la pesante assenza di Pogba.Per il resto la formazione è confermata con la presenza anche di Vidal. Al 1’ Chiellini scivola a terra e tocca la palla con la mano.Ammonito ! Bel tiro al volo di Kondogbia dai 25 metri con palla che passa non troppo distante dall’incrocio dei pali di Buffon. Si sente molto nella spinta del Monaco la fisicità ed il dinamismo di Kondogbia. Primo attacco della Juventus con lancio di Pirlo per Tevez il cui colpo di testa è debole e non crea problemi a Subasic.

 Come previsto la gara la fanno i francesi che debbono segnare almeno un gol per sperare mentre la Juventus cerca il gol qualificazione in contropiede.

 Rischia la Juventus in difesa al 15’ quando un cross in area con palla bassa di Bernardo Silva viene messo in angolo da Barzagli con palla che sfiora il palo alla sinistra di Buffon!

 Al 20’ l’ottimo Kondogbia impegna Buffon al centro dei pali.Sappiamo bene che la forza della Juventus risiede soprattutto nella difesa e francamente non vediamo come il Monaco possa impensierire se non con tiri dalla distanza.

L’unico giocatore con fiuto vero da gol siede in panchina ed è Berbatov.

 Al 26’ un’apertura splendida di Pirlo con palla in profondità trova l’accorrente Lichsteiner appena appena in ritardo…certo che Pirlo è sempre un gran campione! Come fece il Milan a darlo via è un giallo che prima o poi verrà scritto!

 La mezz’ora è stata superata e la Juventus si difende con ordine mentre il Monaco fa il possibile per rendersi pericoloso comunque Buffon non ha mai rischiato tranne nel rinvio del compagno Barzagli.

Al 35’ un sandwich su Kondogbia fa gridare al rigore ma l’arbitro fa finta di nulla.Francamente il fallo in contemporanea di Vidal e Chiellini è parso evidente.

 Finora la gara della Juventus in attacco è stata pressochè nulla.

La Juventus si è limitata a controllare la spinta del Monaco che come detto non ha punte di peso.Buona volontà e poco altro.Comunque non è una bella Juventus.

Ecco l’occasione per chiudere la qualificazione per la Juventus!Capita al 44’ quando una palla da Morata che viene fermato fallosamente arriva a Tevez il cui tiro a porta spalancata termina a lato! La migliore occasione della gara

.Al riposo 0-0 e Juventus qualificata. Anche Jardim ha capito che occorre in campo al Monaco un vero attaccante e decide di inserire Berbatov al posto di Toulalan. Spinge in maniera più convinta il Monaco che ha anche accelerato le frequenze ma è difficile sorprendere una difesa esperta come quella della Juventus anche se Buffon rischia qualcosa al 9’ quando un errato disimpegno di Bonucci lo costringe ad uscire su Berbatov. In questa gara abbiamo già visto due- tre errati disimpegni da parte dei bianconeri.

Non immaginiamo che cosa accadrebbe se davanti ci fosse il Barcellona od il Bayern! La distanza in termini di qualità tra le gare di ieri sera e questa di Monaco è abissale.Sembra esserci una Champions di Serie A ed una di Serie B. Solo Pirlo è da Champions di A almeno stasera.

16’ tiro fuori di poco da parte di Bernardo Silva. Al 24’ Allegri sostituisce Morata con Llorente.E’ molto probabile che quel gol su rigore messo a segno a Torino da Vidal sia sufficiente per andare alle semifinali di Champions. Cambio nel Monaco esce Martial entra Germain. Al 30’ ammonito Kondogbia per un fallo su Pirlo.Mentre nella Juventus esce Vidal ,al suo posto Pereyra.

 Ci si avvia alla fine sulla stessa falsariga.Monaco generoso ma con poche idee.Juventus che controlla senza troppo rischiare.

Ultimo cambio nel Monaco.Carvalho per Carrasco. Al 44’ bella punizione battuta da grande distanza da parte di Pirlo.La palla è alta di poco sull’incrocio dei pali.

 Finisce con i tifosi bianconeri in festa.La Juventus senza troppo brillare è in semifinale di Champions League.

Le semifinaliste sono: REAL MADRID JUVENTUS BARCELLONA BAYERN MONACO

 

 

REAL MADRID   ATLETICO DI MADRID    1-0 

  Hernandez al  43’ del 2° tempo

Andata: 0-0  Aggregate:  1-0

REAL MADRID: Casillas (Cap)  Varane  Pepe  Ramos Fabio Coentrao  Carvajal  Kroos  James Rodriguez  Isco  Ronaldo  Hernandez  All.tore: Ancelotti

ATLETICO DI MADRID : Oblak  Godin (Cap) Gamez  Juanfran  Miranda  Tiago  Koke  Griezmann  Arda Turan  Saul Niguez  Mandzukic  All.tore: Simeone

Arbitro: Brych (Germ.)

7 derby consecutivi tra coppe e campionato senza battere l’Atletico! Il tutto dopo la vittoria nella finale di Champions dello scorso anno! Una sorta di tabù per Ancelotti dopo la decima Coppa conquistata. Una specie di record al negativo per il Real Madrid che si appresta ad affrontare ancora i colchoneros con un risultato pericoloso ottenuto all’andata. Lo 0-0 .

Real con diverse assenze di peso l’ultima delle quali quella di Benzema che si aggiunge a quelle di Bale e Modric mentre Marcelo è squalificato..L’Atletico da parte sua giocherà per segnare subito un gol ( e ci riesce spesso )  e mettere pressione ai bianchi.Nell’Atletico è squalificato Mario Suarez.

Bernabeu delle grandissime occasioni con un derby visto e rivisto ma che mantiene sempre alto l’interesse e la posta in gioco.

Primo tempo intenso con due opportunità per il Real una al 31’ con un salvataggio in angolo di Miranda su possibile intervento vincente di Chicharito e l’altra con una gran parata di Oblak su Ronaldo che stava per metter dentro a due passi .

Chiara proposizione offensiva per il Real che ha tirato molto in porta ma si è confermata la solidità dell’impianto difensivo di Simeone.

Ancora Real Madrid al 3’ quando il messicano Hernandez a due passi da Oblak mette fuori !

Al 20’ Simeone fa uscire Griezman rinforza la difesa con Raul Garcia.

Alla mezz’ora la svolta della gara quando Arda Turan commette fallo su Ramos.E’ il secondo giallo e viene espulso.Proteste veementi.Non manca molto alla fine ma ora il Real può evitare i supplementari.

Ed infatti dopo un’altra grossa occasione per Hernandez con un diagonale fuori di pochissimo al 43’ arriva il gol che vale la semifinale.Azione manovrata tra Ronaldo.e James Rodriguez che supera Godin.La palla torna a Ronaldo con un perfetto assist ad Hernandez che mette dentro.

Gol della vittoria.Gara spacchettata dall’espulsione di Arda Turan.

Ancelotti torna a battere l’Atletico dopo quasi un anno!

 

 

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

La gara più interessante di questa prima giornata di ritorno dei quarti di Champions League è senz’altro quella tra il Bayern Monaco ed il Porto.

 I bavaresi sono chiamati a fare l’impresa della loro eccellente storia internazionale.Il Bayern Monaco quando ha perso l’andata con due gol di scarto mai è riuscito a recuperare! All’inverso, il Porto ,che tra l’altro è anche imbattuto in questa Champions League.

 Gara senza speranze per il Bayern dunque,sempre alle prese con parecchi infortunati di peso?

Mai dire mai.Il Bayern Monaco è capace di tutto anche se l’avversario è forte fisicamente ,è a una squadra dall’età media bassa e parte da un buon 3-1 ottenuto all’andata.

 

 BAYERN MONACO     PORTO    6-1

Thiago Alcantara (B) al 14’ del 1° tempo J.Boateng (B) al 22’ del 1° tempo Lewandowski (B) al 26’ del 1° tempo Mulle r(B) al 35’del 1° tempo Lewandowski (B) al 40’ del 1° tempo Martinez (P) al 28’ del 2° tempo Xabi Alonso (B) al 43’ del 2° tempo

 Andata: 1-3 Aggregate: 7-4

 BAYERN MONACO : Neuer Rafinha Boateng Badstuber Bernat Xabi Alonso Lahm (Cap) Thiago Götze Müller Lewandowski. All.tore: Guardiola

PORTO : Fabiano Reyes Maicon Marcano Martins Indi Herrera Casemiro Óliver Torres Quaresma Martinez (Cap) Brahimi All.tore: Lopetegui

Arbitro:Martin Atkinson (ENG)

 

Allianz Arena nemmeno a dirlo completamente esaurita con 67.812 presenti ( massima capienza ammessa dalla UEFA in occasione di incontri internazionali.In Bundesliga sono ammessi 71.000 )

.Si gioca a temperatura ideale sui 18° ed in un gran frastuono.

Si conferma l’assenza di Ribery nel Bayern oltre a quella scontatadiSchweinsteiger,Robben,Alaba,Martinez e Benatia e scusate se è poco.

Nel Porto assenze pesanti in difesa con i due squalificati Alex Sandro e Danilo oltre che all’attaccante Tello.

Ovviamente parte a razzo il Bayern e cerca subito soprattutto con Lewandowski di pungere ed al 9’ il polacco non è fortunato quando su discesa di Muller e tiro respinto dal portiere Fabiano proprio sui piedi dell’accorrente ex Borussia, viene colpito in pieno il palo alla destra del portiere portoghese!

Il Bayern poteva già essere in vantaggio.

 Ma in vantaggio il Bayern ci va al 14’ con un gran gol di testa di Thiago Alcantara capace di impattare col pallone proveniente dalla sinistra servitogli perfettamente da Bernat! Nulla da fare per Fabiano.Il Bayern ha fatto 15’ a tutta forza.Ha segnato un gol e preso un palo

.E’ a metà dell’opera.

 Opera completata al 22’ da Boateng anche questa volta con un colpo di testa vincente.Una palla da angolo al centro dell’area con Lewandowski che viene spinto a terra ma la palla arriva a Badstuber che prolunga la traiettoria su Boateng portatosi in area, che di precisione batte un Fabiano poco reattivo che sfiora solo la palla a fil di palo.

Ora il Bayern è qualificato per le semifinali.

Ma sono convinto conoscendo bene la mentalità dei tedeschi che non si fermeranno.

 Al 26’ siamo sul 3-0 .Fenomenale azione tutta di prima dalla destra con Lahm, al centro con Muller ed infine con la testa (ancora) ed in tuffo di Lewandowski che batte imparabilmente il malcapitato Fabiano! Grande azione.Grande Bayern!Un gioco arioso con inserimenti centrali a raccogliere i cross dalle fasce .Il Porto non esiste,è come se non fosse in campo.Ed il Porto è imbattuto!

 Come era prevedibile grave l’assenza difensiva di Danilo. Deve uscire Reyes richiamato da Lopetegui.Al suo posto entra Ricardo. Ammonizione per Herrera che ha commesso fallo su Lewandowski.

35’ siamo sul 4-0 ed è un gol,questo, abbastanza fortunoso.Dal limite dopo un bel passaggio di Alcantara con sfera che arriva a Muller quest’ultimo sferra subito un tiro dalla distanza nemmeno troppo impossibile.Solo che sulla traiettoria c’è una deviazione e Fabiano è sorpreso ancora una volta.

 40’ E’ trionfo Bayern! Siamo sul 5-0 ! Azioni velocissime e difesa portoghese compreso il portiere totalmente in bambola! Doppietta di Lewandowski. Muller lo serve in area,Lewandowski controlla bene si prepara al tiro , si passa la palla da un piede all’altro ed in diagonale batte ancora un Fabiano completamente sfasato.

 Ma è la solita storia.Stessa situazione vista ai Mondiali con la Nazionale tedesca contro il Brasile.Sembra che gli avversari siano in bambola

.Ma è il Bayern che gioca con intensità ,velocità e classe inarrivabili in europa e forse nel mondo.Quando il Bayern gioca così è inarrestabile per tutti.Ed è un Bayern privo delle sue stelle.Allora che vuol dire? Vuol dire che è bravo il manico! E’ bravo Guardiola.Ogni tanto ( 1 su 20 ) toppa.Ma per il resto….

 Porto zero tiri in porta…. Bayern 5 gol ed un palo.

La ripresa inizia con un tiro radente di Goetze che sfiora il palo lusitano. Intanto è uscito Quaresma che non si è mai visto ed al suo posto è entrato Neves. Punizione di poco alta di Xabi Alonso al 12’E’ chiaro che ora la partita abbia perso di intensità e Lopetegui tecnico del Porto cerca di spingere i suoi ad accorciare le distanze.

 Credo che il Bayern non si accontenterà così come fece contro lo Schakhtar Donetsk Ancora occasioni per Bernat e Muller che conquistano angoli.

Il Porto per qualificarsi dovrebbe segnare 3 gol.Impensabile.

Al 27’ entra nel Bayern ,Rhode al posto di Rafinha.

 Il Porto accorcia le distanze al 28’ con l’uomo di maggior talento.Martinez in gol con un colpo di testa a breve distanza da Neuer che così viene battuto per la prima volta all’Allianz Arena in questa Champions.Cross di Evandro e colpo di testa di Martinez. Ed al 31’ per poco ancora Martinez non portava il Porto sul 5-2! Azione personale e dribbling davanti all’area di rigore con tiro secco in diagonale che esce di un nulla alla destra di Neuer!

Al 33’ va al tiro Lewandowski con palla di pochissimo fuori! Ha preso coraggio il Porto e cerca di attaccare con continuità.Un altro gol dei portoghesi renderebbe infuocato il finale di gara.Nel Bayern al 40’ esce Goetze ed entra Weiser.

 Espulso Marcano del Porto per doppia ammonizione.Entrata dura su Thiago Alcantara. E sul calcio di punizione è Xabi Alonso che colpisce di destro la palla che con una perfetta parabola supera una barriera statica e si infila alla sinistra di Fabiano. E’ il pesante 6-1 con cui si conclude la gara.

Il Porto è stato in gara solo 10’ su 95’.Troppo poco per sperare di qualificarsi alle semifinali.

 Al 46’ è Casemiro del Porto che riesce ad evitare e per due volte che il Bayern segnasse ancora impedendo prima a Muller e poi a Lewandowski la battuta vincente a due passi da Fabiano.

 Il Bayern ha vinto tutte le gare casalinghe giocate in questa edizione del torneo, segnando 19 gol e subendone solo 1. Gli avversari del Porto erano imbattuti nella UEFA Champions League di questa stagione. L'FC Bayern München è alla quarta semifinale consecutiva in UEFA

 Bayern – Manchester City 1-0    Bayern – Roma 2-0    Bayern – CSKA Mosca 3-0   Bayern – Schakhtar Donetsk 7-0    Bayern – Porto 6-1

BARCELLONA   PARIS SAINT GERMAIN   2-0  

 Neymar al 14’ ed al 34’ del 1° tempo

Andata 3-1  Aggregate:  5-1

BARCELLONA: Ter Stegen   Alves   Piqué   Mascherano   Alba  Rakitiæ   Busquets   Iniesta   Suárez  Neymar   Messi All.tore:Luis Enrique

PARIS SAINT GERMAIN: Sirigu   Van der Wiel   David Luiz   Marquinhos   Maxwell   Verratti   Cabaye   Matuidi  Cavani   Ibrahimovic  Pastore All.tore: Blanc

Arbitro Svein Oddvar Moen (NOR)

 

Al 14’ in vantaggio i padroni di casa con un gol di Neymar ben lanciato da Iniesta autore di un’azione personale.Per il brasiliano è facile superare il portiere dei francesi Sirigu in uscita.

 

Raddoppio blaugrana al 34’ sempre con Neymar abile con un colpo di testa vincente dalla zona del rigore con palla che si infila sul secondo palo.

 

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

E’ quasi inutile dirlo tanto è evidente.Montella non molla affatto.Non molla niente di quello che è rimasto nelle possibilità della Fiorentina. In campionato ed in Europa Legaue.

L’obiettivo primario rimane il solito.Un posto in Champions League vuoi attraverso il raggiungimento del terzo o meglio ancora del secondo posto in campionato, vuoi attraverso la vittoria nella finale di Europa League a Varsavia.

 A pensarci bene le probabilità che possano verificarsi simili prospettive ci sono e non sono poche.In Europa League al di là della Dynamo Kiev francamente apparsa inferiore ai viola e superabile al Franchi i veri avversari sono il Siviglia ed il Napoli,soprattutto il Napoli direi che appare formazione di livello superiore ai viola come è stato dimostrato nel corso del campionato.

Ma la squadra di Benitez a volte stecca e sarebbe più temibile in finale, in gara secca.Ma dopo la Dynamo ci sono sempre le due gare di semifinale e occorrerà vedere che cosa verrà deciso nel sorteggio.

 Il piano di Montella per raggiungere un posto buono per la Champions in campionato è ovviamente legato al calendario che propone avversari abbordabili ai viola. Verona,Cagliari,Cesena,Parma e Chievo Verona in casa con in mezzo la sola proibitiva trasferta di Torino in casa della Juventus ,quella di Empoli nel derby toscano ed infine a Palermo tre giorni prima della eventuale finale di Varsavia.

E’ vero che i viola a livello di gioco si trovano molto meglio in trasferta che in casa ( ed anche a livello di punti siamo lì ) ma l’occasione di incontrare squadre ormai quasi spacciate ( tranne il Verona ) o tranquille come Palermo e Chievo V. è ghiotta e da sfruttare.

 E’ in atto una mano di pocher .Montella è lui che conosce lo stato psicofisico dei suoi.Si tratta di dover affrontare 8 gare di campionato ( 5 in casa ) e 3 ipotetiche gare di Europa League oltre a quella di ritorno contro la Dynamo.Il tutto in 38 giorni.

 Può darsi che le batterie siano un po’ scariche ma se le cose dovessero girare per il verso giusto la Fiorentina sarebbe accreditabile in campionato di possibili 66 punti,una quota interessante e probabilmente valida per il terzo posto.

 Considerazioni scritte prima di FIORENTINA   VERONA    0-1 con gol di Obbadi al 45’ del 2° tempo

Ora i piani di Montella per il campionato si ridimensionano.Sarà più difficile raggiungere una quota valida per il terzo posto ed i preliminari di Champions.Occorrerà vincerne almeno 6 delle prossime 7 gare e con in mezzo le energie spese per l’Europa Legaue.Molto difficile.

 Montella contro il Verona ha attuato un bel turnover lasciando in panchina Pizarro,Borja Valero,Gomez e Salah .Un primo tempo con buone occasioni per i viola in particolare al 29’ quando Gilardino di testa colpisce su cross di Lazzari ma il portiere brasiliano Rafael si supera.

Nella ripresa entra Babacar ma per pochi minuti perché si infortuna in uno scontro con Pisano e deve entrare Salah.

 Al 20’ la migliore occasione per i viola con un calcio di rigore assegnato dall’arbitro per un fallo di Rafael in uscita su Gilardino.Va dal dischetto Diamanti ma il portiere del Verona si distende alla sua sinistra e devia!

Ancora un’occasione per i viola al 27’ con Salah che sferra un tiro a mezz’altezza deviata in extremis da un intervento di testa da parte di Moras. E’ l’ultima occasione vera per i viola.

Il Verona esce dal guscio e crea più di una possibilità per segnare approfittando dello sbilanciamento in avanti dei viola.

Toni sbuffa e suda ma è sempre in agguato e in un paio di ripartenze la difesa viola si salva a stento.

Al 42’ è Obbadi a gettare al vento il gol dopo uno scambio con Sala

.Al 43’ un contropiede del Verona condotto da Christodoupoulos appena entrato e condotto in 2 contro 2 è sprecato goffamente.Il Veronese casca sul pallone!

 Ma al 45’ il Verona fa sua la gara con il gol di Obbadi che non può non ribadire in rete una respinta corta e goffa di Neto su tiro di Christodoupoulos.E’ il gol vittoria per un Verona dall’ottima fase offensiva ma anche un Verona molto più debole in difesa.

Comunque Mandorlini ha portato alla salvezza ormai quasi certa i giallo blu.A quota 36 con ancora 7 gare la salvezza è cosa fatta.

 La Fiorentina è apparsa abbastanza lenta prevedibile oltre che in evidente calo fisico soprattutto nel finale di gara.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

 

 La Pistoiese gioca questa sua 35ma gara del campionato di lega Pro girone B contro il Pisa a Pisa dopo aver conosciuto il risultato di tutte le altre contendenti.

Può essere un vantaggio.Ma lo sarà avendo saputo che il Prato ha battuto per 1-0 il Teramo capolista una squadra che non perdeva da ben 22 giornate , che il Forlì ha vinto all’Aquila per 2-0, che il Savona ha battuto la Reggiana per 1-0 e che Gubbio e Santarcangelo si sono divisi la posta con un punto a testa e che il Grosseto ha fatto un punto a San Marino ?

 Poco interessa la sconfitta del Pro Piacenza a Pontedera ,semmai di più quella della Carrarese ad Acoli.Ora gli apuani sono pienamente coinvolti nella lotta per evitare i play-out. Prima dell’inizio della gara Pisa-Pistoiese la classifica nella zona play-out così parla: Carrarese 41 punti, Grosseto,Santarcangelo,Gubbio, Prato 40 punti. Pistoiese e Forlì 39 punti, Savona 36 punti, San Marino e Pro Piacenza 30 punti.

 Come reagiranno gli arancioni in piena emergenza di formazione alla accentuata pressione in un campo ostico come quello del Pisa? E’ vero che il Pisa è allo sbando.Partito per uccidere il campionato dopo la beffa subita in estate vistosi superare dal Vicenza in un possibilissimo ripescaggio in B mancato per una sciocchezza amministrativa ( e per questo la rottura del DS Pino Vitale ), con una rosa di qualità cui non hanno fatto seguito i risultati sul campo.Ora a play-off irraggiungibili anche il Presidente Battini avvisa la città di un possibile disimpegno.

 Già, ma come la prenderanno i tifosi neroazzurri che in circa 5.500 a gara non hanno mai fatto mancare il loro sostegno?

 PISA  PISTOIESE    4-2

Mungo (PT) al 20’ del 1° tempo Mandorlini ( PI) al 33’ del 1° tempo Floriano (PI) al 15’ del 2° tempo Arrighini (PI) al 34’ del 2° tempo Colulibaly (PT) al 37’ del 2° tempo Ricciardi (PI) al 47’ del 2° tempo

 PISA: Pelagotti ( Cap) Pellegrini Costa Misuraca Sini Lisuzzo Frediani Mandorlini Arma Floriano Arrighini All.tore: Amoroso

 PISTOIESE: Ricci Piana Di Bari( Cap ) Falasco Frascatore Ricci Vassallo Mungo Falzerano Coulibaly Piscitella All.tore: Sottili

 Arbitro: Giuseppe Cifelli di Campobasso

 Dicevamo delle assenze pesanti tra gli arancioni.Fuori gara Celiento,Pacciardi, per infortunio e Luca Ricci e Golubovic, squalificati.Manca anche Calvano che si infortunò nel finale di gara contro il Santarcangelo.

 Dopo una fase di studio per poco al 12’ un errato ed incerto rinvio del portiere Ricci favorisce l’intervento di Arma che cade a terra.Arma si è lasciato cadere. Intanto sono ammoniti a breve distanza uno dall’altro Di Bari e Falasco che tra l’altro era diffidato e salterà la partita con il Gubbio.

 Al 20’ la Pistoiese passa in vantaggio con un gol di Mungo abile a riprendere una palla respinta dalla traversa su colpo di testa di Coulibaly che era intervenuto su cross di Falzerano ! E Mungo viene anche ammonito per eccessiva esultanza.

Ora la già evidente contestazione della curva pisana che espone striscioni messi sottosopra riprenderà più forte.

Al 33’ pareggio rocambolesco del Pisa con il centrocampista Mandorlini che colpisce un po’ a caso di testa una palla proveniente dalla destra da calcio d’angolo di Frediani.La sfera prende una strana parabola e Ricci non può far nulla.Il Pisa torna al gol in casa dopo lungo tempo.

Strana la situazione dei neroazzurri.Fuori casa fatti ben 27 punti, in casa 25. Ancora un ammonito tra gli arancioni.Questa volta tocca a Coulibaly. Siamo al 39’ e di certo non è che sia una gran gara.Due squadre non di certo al top della condizione ma la Pistoiese tiene bene il campo e risponde

Al 43’ doppia ammonizione a carico di Di Bari che nell’affrontare un avversario sulla propria tre quarti campo, Frediani, allarga il gomito destro ed il giocatore del Pisa va giù.Altro giallo ed espulsione.La fascia di capitano va a Falzerano.Veementi proteste della panchina arancione con Sottili e Ricci che cercano di parlare con l’assitente di linea.

Nulla da fare e la Pistoiese dovrà giocare tutta la ripresa in inferiorità numerica. Pericolo in area arancione al 2’ con Floriano al tiro ma viene murato in angolo.Il Pisa ora attacca proprio davanti alla curva dei sostenitori più accesi ma non trova azioni ben manovrate.Anzi rischia anche un contropiede di Piscitella dando anche l’impressione di non avere saldezza difensiva.Insomma i neroazzurri oggi in maglia rossa sembrano non di certo in un buon momento.La Pistoiese è in 10 ma gioca tutte le sue carte.

 Al 15’ è l’ex Floriano che porta in vantaggio il Pisa con una fuga sulla sinistra e con un tiro sull’uscita di Ricci con palla che picchia sull’interno palo e va dentro.Il tutto causato da un errore di Vassallo.Ora per la Pistoiese si fa davvero dura

.Pisa lo ripeto in evidente stato di semi vacanza ma comunque capace di recuperare e di calmare la contestazione. Al 22’ è il bomber Arma del Pisa a sfiorare con un colpo di testa la rete che avrebbe chiuso la gara. Ora i padroni di casa danno l’impressione di essere più continui mentre la Pistoiese ha accusato il gol del raddoppio.Al 25’ entra Anastasi come punta centrale al posto di Piscitella nella Pistoiese. Entra nel Pisa Finocchio ed esce l’autore del 2-1 Floriano alla mezz’ora.

 La Pistoiese cerca di raccogliere le residue forze con tentativi offensivi che denotano una buona dose di convinzione e con Falzerano ed Anastasi mettono in apprensione la difesa pisana.

Ma a 11’ dalla fine la mazzata finale per la Pistoiese.In un contropiede va via sulla sinistra Finocchio,appena entrato, che crossa in area ,la palla sta quasi per uscire quando arriva Arrighini con un colpo di testa vincente.La palla picchia sotto la traversa e va in rete.

Anche troppo severo il risultato per una Pistoiese in 10 uomini e con formazione priva di molti elementi.

 

Ma la generosa Pistoiese riesce a 8’ dal termine ad accorciare le distanze con un’azione personale di Coulibaly che fa tutto da solo ,penetra in area dopo aver superato tre avversari e batte Pelagotti per un 2-3 che potrebbe rendere caldo il finale di gara.

 Sottili fa uscire il centrocampista Matteo Ricci ed inserisce l’attaccante Romeo.Ora le punte sono 3.

 Gara che si chiude definitivamente al 46’ con la rete di Luca Ricciardi da poco entrato che ha trovato una Pistoiese tutta sbilanciata in avanti e non ha avuto difficoltà a battere ancora Ricci. Una gara che si è messa male dopo l’espulsione di Di Bari.

 Giornata pessima a livello di risultati per la Pistoiese che perde 3 punti nei confronti di Prato,Forlì e Savona ed un punto su Gubbio , Santarcangelo e Grosseto.

 Ma la squadra è sembrata viva ed in grado di ottenere in casa contro Gubbio e Savona i 6 punti necessari per la salvezza.

 P.S:Se n’è andata dunque un’altra gara giocata ad orario assurdo.Le 18,00. Ora basta.Nelle ultime 3 giornate dovrà essere mantenuta una necessaria uniformità di inizio gara per tutti per la REGOLARITA’ del Campionato.E’ come se si volesse dire che nelle altre giornate per esigenze superiori alla correttezza ( soldi degli sponsor..) si è dovuto accettare ogni tipo di orario e di giorno.Bello davvero!

Tanto per ricordarlo la Pistoiese ha giocato 18 volte alla domenica, 10 al sabato,5 al mercoledi.1 al martedi ed 1 al lunedi.Circa gli orari la follia da sponsor si è sbizzarrita.16 volte alle 14,30, 5 volte alle 15,00 , 3 volte alle 19,30 , 2 volte alle 20,45 , 2 volte alle 18,00, 2 volte alle 16,00, 1 volta alle 17,00, 1 volta alle 20,30 , 1 volta alle 14,00, 1 volta alle 12,30, 1 volta alle 11,00. Un manicomio!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

 Solo per Allegri questa gara Juventus-Lazio è da considerarsi gara scudetto.In realtà il titolo italiano è almeno due-tre mesi che è già assegnato.Si fa per dire,per creare interesse per la gara.Semmai sarà interessante vedere se questa Lazio capace di 8 vittorie consecutive saprà imporre il suo gioco anche allo Juventus Stadium

 JUVENTUS  LAZIO    2-0

Tevez al 17’ del 1° tempo. Bonucci al 28’ del 1° tempo

JUVENTUS: Buffon Evra Bonucci Chiellini Barzagli Padoin Marchisio Pirlo Vidal Tevez Matri All.tore:Allegri

LAZIO: Marchetti Basta Braafheid Mauricio Cana Cataldi Mauri Lulic Anderson Biglia Klose All.tore: Pioli

Arbitro:Rizzoli

 A Torino pioviggina.La Juventus ha sul petto l’orrendo marchio-scritta dell’Expo2015.

14’ botta di Marchisio dalla distanza ma Marchetti non si fa sorprendere.

Al 17’ ecco la botta di Tevez che porta in vantaggio la Juventus! Lungo passaggio dalla metà campo con colpo di testa di Matri a proseguire per la fuga vincente di Tevez.Solito schema visto e rivisto.

 La Lazio fa molto più gioco e manovra rispetto ai bianconeri che aspettano le ripartenze.

 24’ occasione per Klose il cui tiro in piena area di rigore è deviato all’ultimo da Bonucci!

Ma come si fa a farsi fare questi gol? Come si fa? 28’ Bonucci si trova con la palla al piede e se ne va verso l’area laziale senza trovare contrasto da nessuno.Arrivato al limite sferra un tiro che si insacca al centro della porta! Incredibile a questi livelli! La Lazio attacca ,la Lazio non ha difesa!Davvero intollerabile questo errore generale laziale.I difensori laziali sono stati capaci solo di arretrare in difesa e nessuno ha contrastato Bonucci.Ma che siamo su ”scherzi a parte ?”

 In 4’ Bonucci ha deciso la partita!Prima ha salvato su Klose poi ha fatto un’azione personale da grande attaccante.

Tiro di Cataldi al 39’ con palla alta sulla traversa.Per la Juventus è un gioco da ragazzi attendere la Lazio che non dà profondità alle azioni e poi ripartire in velocità.

Al 47 per poco Evra non riusciva a metter dentro il terzo pallone alle spalle di Marchetti con un colpo di testa su passaggio di Padoin!

No! Stasera la Lazio proprio non mi piace per nulla.Che senso ha tenere la palla per 40’ e beccare due gol? Si va al riposo sul 2-0 per la Juventus in tutta semplicità.La Lazio ha fatto il solletico alla difesa più forte d’Italia e Buffon continua a non subire reti.

 Lazio in campo al rientro con Candreva al posto di Braafheid. E ricomincia la solita musica con i laziali in attacco costante senza nulla produrre, nonostante un grande Klose. 12’ fuori Matri per Morata nei bianconeri.13’ ammonito Marchisio per fallo di gioco a centrocampo.Marchisio salterà il derby di Torino.Anche Candreva viene ammonito da Rizzoli per proteste.L’ingresso di Candreva ha dato ancora più spinta alla Lazio che però non riesce ad impensierire Buffon.

19’ Buffon alza sulla traversa ( toccata ) una punizione dal limite battuta da Candreva per fallo di mano di Chiellini ( ammonito ).Nulla da fare.

Entra Keita nella Lazio,esce Mauri. 24’ tiro di Biglia parato da Buffon.con qualche difficoltà.La Lazio continua a far circolare bene la palla ma non ha spinta centrale.

La difesa bianconera è insuperabile.Senza un tiro della domenica o un rigore la Lazio non passa.Felipe Anderson stasera è ben bloccato.

 Esce Pirlo entra Pereyra.Ed al 37’ esce Vidal per Sturaro.

Non cambierà nulla e la Juventus con grande facilità batte cinicamente una Lazio bella nella manovra ma assolutamente inadatta a sopportare uomini veloci ed abili al contropiede come Tevez.Difesa altissima e manovra continua prese d’infilata da una Juventus che ha nella difesa la sua vera forza ed in Tevez il giocatore che gli ha fatto vincere il suo ennesimo scudetto.

Manca veramente poco al quarto scudetto consecutivo.La Lazio si ferma a Torino dopo 8 vittorie consecutive.Regge il record di Eriksson con 9 vittorie.Il secondo posto è a rischio.

In chiusura Lazio in 10 per l’espulsione di Cataldi causa fallo da dietro su Tevez.

Ed ancora al 47' è Buffon che nega il gol ad Anderson liberatosi al tiro dopo un difettoso controlla palla da parte di Chiellini.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

ANALISI CHAMPIONS LEAGUE Prima delle gare di ritorno

Partiamo dai risultati più eclatanti avutisi nelle gare di andata.

 La vittoria del Barcellona a Parigi sul Paris Saint Germain consegna ai catalani grandi possibilità per approdare in semifinale.Un 3-1 con due vere perle dell’uruguaiano Suarez ed un gol di Neymar per quella che è stata la settima vittoria consecutiva del Barcellona in questa Champions League.

Tra l’altro il primo gol di Suarez quello del 2-0 è stato la rete N°400 messa a segno nel torneo dal Barcellona!

Soltanto i connazionali ma acerrimi nemici del Real Madrid ne hanno segnate di più:436

I parigini che tra l’altro hanno perso in casa in campo internazionale dopo ben 34 partite! hanno sofferto le assenze importanti di Verratti e di Ibrahimovic per squalifica e l’assenza per infortunio di Thiago Motta oltre a quella, subita in gara da Thiago Silva ed in pratica ancora una volta è probabile si fermino ai quarti di finale anche perché il Barcellona dopo aver vinto la gara di andata in trasferta per ben 34 volte su 36 si è qualificato al turno successivo.

Insomma il PSG dovrebbe fare il classico miracolo!

Il ritorno BARCELLONA PARIS SAINT GERMAIN è previsto per martedi 21 aprile alle 20,45 al Camp Nou di Barcellona

L’altro risultato per certi versi ancor più sorprendente si è avuto ad Oporto nello stadio del Porto dove i lusitani hanno battuto il Bayern Monaco per 3-1.

      

La sorpresa è tanto più forte se consideriamo la serata magica di quel Quaresma ( oggetto misterioso all’Inter ) capace in pochi minuti di una doppietta e soprattutto di ridicolizzare in termini di reattività ed attenzione giocatori esperti e del calibro di Xabi e Dante.

 ecodiario.es

Incredulo,assolutamente incredulo il tecnico Guardiola che ha anche esternato platealmente ( un doppio applauso ironico ) verso la panchina ove sedeva il medico del Bayern e della Nazionale Campione del Mondo poi dimessosi.

Il Bayern è afflitto da una serie interminabile di infortuni ed era privo di 7 titolari . Questo non per sminuire la prova del Porto ma per dare i giusti contorni al risultato.

Ora al Bayern servirà una vera impresa per ribaltare l’1-3 cosa che mai è riuscita in passato ai bavaresi che tra l’altro non sono proprio degli specialisti in rimonte dal momento che su 20 volte in cui il Bayern è stato chiamato a recuperare una gara persa per ben 11 volte non c’è riuscito ( E mai come detto nelle 4 volte in cui c’èra da recuperare due reti )

 Guardiola dovrà proprio fare un’impresa per arrivare a centrare col Bayern la quarta semifinale consecutiva.Deve battere il Porto per 2-0 o scarti superiori il Porto che qust’anno tra l’altro è imbattuto in trasferta.

Il ritorno BAYERN MONACO PORTO è previsto per martedi 21 aprile alle 20,45 all’Allianz Arena di Monaco.

Interessante la gara di mercoledi ,il derby di Madrid. La sfida infinita di questi ultimi anni tra i detentori del trofeo ,il Real Madrid e la squadra “operaia” di Madrid vale a dire l’Atletico Madrid guidato da Simeone.

L’Atletico che ha strappato all’andata uno zero a zero casalingo soffrendo e rischiando di subire più di un gol.Ora Simeone con un 1-1 passerebbe in semifinale ed ha un piccolo vantaggio tattico.Le due squadre si affronteranno per l’ottava volta in stagione dopo la finalissima Champions dello scorso anno vinta dal Real ai supplementari, e si conoscono benissimo.

  

L’Atletico in questa stagione non ha mai perso contro il Real ed Ancelotti soffre particolarmente il gioco rude dell’Atletico.Le merengues si affidano più che mai ai gol di Cristiano Ronaldo fresco realizzatore di 5 reti in una gara di campionato e dell’entrata nel club ristretto di coloro che hanno superato le 300 marcature con la camiseta blanca. Alfredo Di Stefano,Raul Gonzalez ed appunto C.Ronaldo.

 Una gara aperta a tutti i risultati.Possibile anche che si vada ai rigori.

Il ritorno REAL MADRID ATLETICO DI MADRID è prevista per mercoledi 22 aprile al Santiago Bernabeu di Madrid alle ore 20,45

Infine la gara che più interessa gli italiani ,quella tra Monaco e Juventus che si disputerà allo Stadio Louis II del Principato di Monaco tra Monaco e Juventus. I bianconeri hanno vinto 1-0 all’andata con un rigore generoso ( non c’èra ) messo a segno da Vidal.

 

E l’1-0 è risultato mai semplice da ribaltare.Tra l’altro Buffon non subisce gol da cinque partite. L’occasione per i bianconeri di raggiungere la semifinale di Champions dopo quella del 2002/2003 è ghiotta.

Prima per i bianconeri c’è da sbrigare una pratica ostica.Il campionato propone la Lazio allo Juventus Stadium,vale a dire la squadra più in forma del momento.Poi il viaggio a Monaco contro una formazione molto organizzata che sa chiudersi bene e potrebbe anche attendere il finale di gara per dare tutto.Insomma per star tranquilla la Juventus dovrà saper segnare almeno un gol alla difesa più chiusa dell’intero lotto.Il Monaco ha subito solo 5 gol in 9 gare di Champions fin qui disputate, così come la Juventus d’altra parte.

Solo l’Atletico di Madrid ha subito meno:4 gol.

 MONACO JUVENTUS è prevista per mercoledi 22 aprile alle 20,45 allo Stadio Louis II del Principato di Monaco

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

 EUROPA LEAGUE QUARTI DI FINALE gare di andata

 A Kiev NSK Olimpiyskyi

DINAMO KIEV  FIORENTINA    1-1

Lens ( D) al 35’ del 1° tempo Babacar ( F) al 47’ del 2° tempo

DINAMO KIEV: Shovkovskiy Silva Khaceridi Dragovic Antunes Sydorchuk Rybalka Yarmolenko Buyalskiy Lens Teodorczy All.tore: Rebrov

FIORENTINA: Neto Tomovic Savic Rodriguez ( Cap) Alonso Mati Fernandez Badelj Borja Valero Salah Mario Gomez Joaquin All.tore: Montella.

 Arbitro: Marciniak (Pol)

Parte bene la Dinamo sostenuta da un gran pubblico.D’altra parte in casa e nel proprio stadio gli ucraini hanno un notevole curriculum.8 affermazioni negli ultimi 10 appuntamenti.La Fiorentina così come ha ricordato Montella si spera abbia recuperato energie mentali dopo le due sconfitte per 3-0 subite in Coppa Italia e campionato.

C’èrano dubbi sulla disponibilità di Neto ma il portiere brasiliano è regolarmente in campo.( problemi ad un dito) I viola non hanno mai perso con la Dinamo in 4 incontri ( 2 pari e 2 vittorie) A proposito: la Fiorentina è in campo con 11 stranieri! Mah!

Viola propositivi nei primi 10’ con un tentativo di tiro non preciso da parte di Badelj. Al 12’ solita discesa di Salah a gran velocità con passaggio sulla sinistra per l’intervento di Joaquin e con palla che finisce sotto al corpo di Khacherid che era a terra in area. I viola chiedono il rigore ma francamente non si è visto nulla.Il corpo nascondeva la sfera.

 E’ la Fiorentina che fa la gara. Al 18’ ancora l’imprendibile per la difesa ucraina Salah va quasi sul fondo ed appoggia a Gomez che tenta il tiro ma è murato,riprende poi la sfera e tira sull’esterno della rete.Ottima occasione.I due esterni Salah e Joaquin fanno il bello e cattivo tempo.Per ora la Dinamo Kiev è fuori dalla gara.

24’ primo cambio nella Dinamo con Antunes che si è infortunato.Entra al suo posto Vida. SI fanno vedere gli ucraini per la prima volta dalle parti di Neto con un tiro di Lens che viene respinto. 25’ da Borja Valero a Gomez al limite dell’area e da lui a Salah che arrivava dalla destra con un tiro respinto da Shovkovskiy.

Altra buona possibilità per la Fiorentina che come al solito gioca meglio in trasferta. E siamo al nono tiro in porta! Questa volta è Mati Fernandez al 31’ a sferrare dal limite in bel tiro che esce di pochissimo alla sinistra del portiere ucraino.

Il tutto dopo la solita azione manovrata al limite. Improvviso gol della Dinamo!Al 35’ Lens ha indovinato dal limite un destro con parabola a scendere assolutamente imprendibile per un Neto fermo ed esterrefatto! Il gioco del calcio a volte è questo.Dopo 10 tiri in porta ed almeno due gol falliti la Fiorentina ha subito un gol con un tiro che è stato anche deviato da Tomovic con palla che ha preso una traiettoria non parabile..

Ora gli ucraini prendono coraggio.Il centrocampista Lens di origini surinamesi naturalizzato olandese e nazionale orange non disdegna segnare: è già a 11 reti in 39 incontri con la Dinamo. Al 42’ punizione interessante per i viola.Dai 20 metri va Fernandez che si vede mettere in angolo la sfera dalla barriera.Nell’occasione è stato ammonito Dragovic della Dinamo che salterà il ritorno a Firenze. Nel recupero un giallo anche a Mario Gomez per un contrasto irregolare con Khacheridi.

Si va al riposo sull’1-0 per la Dinamo un risultato non corretto per quanto visto in campo.Ma la Fiorentina non è concreta sotto porta.Ed ha subito il settimo gol in tre gare senza segnarne alcuno. La ripresa vede subito una volta di Salah che mette in crisi la difesa in maglia bianca che si salva con difficoltà con Silva.

Comunque siamo al solito dilemma.A che cosa serve la velocità di Salah se poi tutto viene sprecato dalla lentezza di Gomez ? Allora conviene che sia Salah stesso ad andare a rete così come fece a Torino. La Dinamo in questa fase è più propositiva anche se la gara la fanno sempre i viola. Al 12’ i viola con Valero chiedono un rigore che né l’assistente né l’arbitro accordano.Anzi fischiano un fallo su Vida. Ora qualche volta anche la Dinamo attacca in forze ma gli ucraini sbagliano l’ultimo passaggio e sono sempre sostenuti da un gran tifo. 21° Tre ammoniti in due minuti .Prima Sydorchuk poi anche Alonso per trattenuta ed anche Jaoquin. Rebrov mette in campo al 22’ Belhanda al posto di Sydorchuk. AL 22’ entra tra i viola Vargas al posto di Joaquin. Poi al 24’ ancora un giallo questa volta a carico di Khacheridi reo di un fallo da dietro su Alonso. E i gialli sono già 6. E sono 7 un minuto dopo.Ammonito anche Lens dall’arbitro polacco Marciniak Al 28 ‘ fa tutto Salah corre, passa e poi allarga le braccia! Non serve a nulla, non ci sono compagni. Un minuto dopo è lui stesso che tira in porta. Applausi da tutto lo stadio.

 Al 31’ un colpo di testa da parte di Borja Valero fa sbattere la sfera sul palo! Alla destra del portiere ucraino.I viola spingono a tutta alla ricerca del pari. Montella rinforza l’attacco con forze fresche.Entra Babacar per Mario Gomez.

Occhio alla Dinamo che non è bellina come la Fiorentina ma è solida e veloce ed ha in Yarmolenko un valido attaccante. 35’ ultimo cambio per la Dinamo.Esce Buyalskiy ed entra Chumak. Al 37’ esce Borja Valero ed entra l’unico italiano tra i viola,Aquilani. Ormai è un assedio alla porta ucraina. Ed al 47' arriva il gol di Babacar! Un gol di estrema importanza per il passaggio alle semifinali.La Dinamo Kiev non reggeva più l’urto della Fiorentina già da tempo ed il pari è assolutamente giusto ed anzi per le occasioni avute è stretto per i viola. Si conferma l’imbattibilità della Fiorentina nei confronti degli ucraini. Babacar è stato lesto in semirovesciata a evitare l’intervento di Danilo Silva a due passi dalla porta ucraina su una palla precedentemente colpita di testa su traversone di Mati Fernandez ,palla che era rimasta nei pressi. Diciamo pure che l’agilità di Babacar è migliore di quella di Mario Gomez. Finisce 1-1 un buon risultato

.La Dinamo è inferiore alla Fiorentina.Raramente si è vista una squadra comandare il gioco con costanza in campo avverso così come ha fatto la Fiorentina stasera a Kiev.Bisogna risalire al Milan di Sacchi! Solo che il Milan aveva Gullit, Virdis e Van Basten.Questa Fiorentina ha solo Salah! O poco più.

 A Wolfsburg Wolkswagen Arena

 WOLFSBURG  NAPOLI    1-4

 Higuain( N) al 15’ del 1° tempo Hamsik ( N ) al 23’ del 1° tempo Hamsik (N) al 19’ del 2° tempo Gabbiadini (N) al 32’ del 2° tempo Bendtner (W) al 35’ del 2° tempo

 WOLFSBURG : Benaglio Knoche Rodriguez Naldo Guilavolgui De Bruyne Caligiuri Gustavo Schurrle Dost Vieirinha All.tore: Hecking

 NAPOLI: Andujar Albiol Ghoulam Maggio Britos Mertens Inler Lopez Hamsik Higuain Callejon All.tore: Benitez

 Arbitro: Lahoz

Al 15’ un contropiede partito da Hamsik con palla a Mertens e da questi ad Higuain consente all’argentino di colpire a freddo Benaglio e portare in vantaggio il Napoli.La posizione di Higuain era al limite del fuorigioco. Al 23’ raddoppia il Napoli con azione manovrata.Da Maggio che supera Schurrle la palla giunge a Higuain che apre il gioco per Hamsik abile a battere Benaglio di destro pur essendo controllato da due difensori bianco verdi.

 Nel finale il Wolfsburg con Schurrle con un gran tiro dalla distanza colpisce la traversa .Decisiva la deviazione di Andujar. Napoli vicino al 3-0 al 4’ della ripresa quando Higuain si fa irretire da Benaglio che lo aspetta e gli respinge il tiro.

 Ma il 3-0 arriva egualmente al 19’ con Callejon che approfitta di un errore di Guilavogui , se ne va sulla detsra e mette in mezzo per Hamsik che fa la sua doppietta. Al 32’ va in gol anche Gabbiadini che alla mezz’ora aveva preso il posto di Hamsik.Cross di Insigne e girata di testa vincente !E’ il 4-0 Accorciano i bianco verdi al 35’ con Bendtner che raccoglie mal controllato dalla difesa azzurra un traversone di Perisic.

 Al 36’ una gran botta di Gabbiadini finisce sulla traversa! Il Napoli vince 4-1 e si può considerare in semifinale di Europa League!

ALTRI RISULTATI

 BRUGES – DNIPRO 0-0

 SIVIGLIA – ZENIT 2-1

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

 Champions League Gare di andata Quarti di finale

 A OPORTO

 

PORTO        BAYERN MONACO   3-1

Quaresma (P) al 3’ del 1° tempo su rigore ed al 10’ Thiago Alcantara (B) al 28’ del 1° tempo Jackson Martinez (P) al 20’ del 2° tempo

 PORTO: Fabiano Danilo Bruno Martins Indi Maicon Alex Sandro Casemiro Yacine Brahimi Hector Herrera Óliver Torres Ricardo Quaresma Jackson Martínez. ( Cap ) All.tore: Julen Lopetegui.

BAYERN MONACO : Manuel Neuer Dante Rafinha Jérôme Boateng Juan Bernat Philipp Lahm Xabi Alonso Thiago Alcántara Mario Götze Robert Lewandowski Thomas Müller All.tore: Josep Guardiola

Arbitro:Carlos Velasco Carballo (ESP)

E’ dall’annata 2003/2004 quando sulla panchina del Porto sedeva “il simpatico” Mourinho che il Porto non raggiunge le semifinali di Champions. E farcela contro la corazzata Bayern non sarà di certo semplice. Il Bayern di stasera è però una corazzata che ha imbarcato dell’acqua perché è priva di ben 5 titolari di spessore.E’ vero che la rosa a disposizione di Guardiola è sontuosa ma dover rinunciare ad uomini del peso di Alaba,Javi Martinez,Ribery,Robben e Schweinsteiger non è semplice.

Inizio gara terrificante per i bavaresi che già al 2’ sono costretti a ricorrere alle maniere forti da parte di Neuer per fermare Martinez partito in contropiede dopo aver conquistato palla sulla trequarti campo.E’ rigore e giallo per Neuer. Va alla battuta precisa e forte nell’angolo a sinistra Ricardo Quaresma ed il Porto è già avanti! Le cose peggiorano addirittura per il Bayern quando al 10’ un errore di Dante che perde palla su Quaresma permette al portoghese di battere nuovamente un Neuer esterrefatto. 2-0 dopo 10’ è una specie di record al passivo per il Bayern! E Guardiola assiste incredulo.

 Il Bayern più di nervi che di qualità conquista qualche punizione a favore senza esiti e subisce un giallo a Bernat per fallo sull’indiavolato Quaresma. Al 27’ pericolo in area portoghese quando un tiro di Bernat da esiti d’angolo viene deviato in cornee dalla difesa dei bianco blu.

 Accorcia il Bayern un minuto dopo al 28’ quando una discesa sulla destra di Boateng con cross teso basso in area viene finalizzata in rete da un preciso intervento di Alcantara. E’ l’importante 1-2 per il Bayern.Per Thiago Alcantara è il primo gol in Champions.

Insistono i padroni di casa e sfiorano per due volte il terzo gol prima con Sandro che al 34’ costringe Neuer ad una grande parata,poi al 44’ con Casemiro il cui colpo di testa su sviluppo da angolo termina di pochissimo alto sulla traversa. Finale confuso e spezzettato con diversi ammoniti. Casemiro e Sandro nel Porto e Lahm nel Bayern.

 Anche ad inizio ripresa il pressing e la velocità del Porto mettono in crisi i portatori di palla bavaresi ed anche Xabi Alonso perde palla banalmente.Sconsolato Guardiola si side in panchina.

Bayern in difficoltà,poco concentrato e per nulla propositivo.

Esce dal campo Mario Goetze al suo posto Guardiola mette Rode.

11’ grande intervento di Neuer che nega il terzo gol al Porto! Il tiro da distanza ravvicinata è stato di Herrera. Al 19’ accade quello che doveva accadere.Il Porto va sul 3-1. Ed è un gol stupido subito dal Bayern ma è anche un gol molto bello quello messo a segno da Martinez che è abilissimo nell’approfittare di un mancato controllo palla da parte di Boateng e poi ad andare verso Neuer e dribblarlo con grande agilità e movimento di gambe depositando poi nella porta sguarnita.

Un bel giocatore davvero questo colombiano Jackson Martínez. Appetito da molte grandi squadre. Comincia ad essere pesante il risultato per il Bayern! Un Bayern che paga clamorosi errori difensivi.

 Al 22’ cerca di rispondere il Bayern con una combinazione Lahm-Rode con tiro di quest’ultimo parato da Fabiano. Cominciano i cambi. Nel Porto esce Torres ed entra Neves mentre Guardiola fa uscire un frastornato Xabi Alonso ed entrare Badstuber.

 Abbiamo l’impressione che Guardiola accetti questo risultato sperando che all’Allianz Arena al ritorno possa esser recuperato qualche big.Di certo non sarà semplice battere per 2-0 questi portoghesi che stasera hanno approfittato di ogni errore del Bayern e c’è anche da considerare che Neuer ha fatto un miracolo e che il risultato più giusto sarebbe stato un sonoro 4-1

 Al 38’ un giallo importante! Viene ammonito Danilo del Porto per un fallo su Bernat.Danilo era ammonito e mancherà all’Allianz Arena.

Finale con brividi quando Dante di testa avrebbe avuto la palla del 2-3 ma il suo colpo di testa è debole e Fabiano para! Finisce 3-1!

 Le speranze del Bayern sono tutte concentrate su quel golletto di Alcantara.Ma servirà un Bayern molto diverso per arrivare alla semifinale.

 Nell’altro quarto di finale svoltosi a Parigi il Barcellona ha ipotecato un posto in semifinale battendo per 3-1 il Paris Saint Germain privo per l’occasione di Ibrahimovic.

PARIS SAINT GERMAIN   BARCELLONA  1-3

Neymar (B) al 18’ del 1° tempo Suarez (B) al 22’ ed al 34’ del 2° tempo Mathieu (B) al 37’ del 2° tempo autorete

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4
Ci sono 5629 persone collegate

< settembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           

Cerca per parola chiave
 

Titolo
A.C. Fiorentina (1)
EUROPEI FRANCIA 2016 (1)
EUROPEO FRANCIA 2016 (1)
Qalificazioni Europei di Francia 2016 (1)
US PISTOIESE 1921 (1)
Aberrazioni (1)
AC MILAN CHE ERRORE (1)
acquisti (1)
AGRICOLTURA E FLOROVIVAISMO (1)
AMBIENTE (25)
AMBIENTE MARE (1)
ambiente,mare,ecologia (4)
Ancora la Gazzetta su Balotelli (1)
ANNIVERSARI (2)
ARTE E CULTURA (1)
ARTE E SPETTACOLO (8)
ARTE, CULTURA, CINEMA, MUSICA (8)
arte,cinema,spettacolo (2)
Assurda manifestazione calcistica (1)
ATORN (4)
AUGURI (3)
avvenimenti (6)
BANCHE (1)
BUNDESLIGA (3)
BUON NATALE (1)
calcio (200)
Calcio Commenti (4)
calcio curiosità (1)
Calcio internazionale (2)
CALCIO MILAN (1)
calcio pisa (1)
CALCIO - USSI (1)
calcio balotelli (1)
calcio bayern (1)
Calcio Bundesliga (1)
calcio campionato (117)
Calcio Campionato Serie A (2)
calcio champions (18)
Calcio Champions commenti (1)
Calcio Champions League (41)
Calcio Commenti (163)
Calcio commento (5)
Calcio Coppa America (5)
Calcio Coppa America ed Europei (1)
Calcio Coppa d'Asia e Coppa Italia (1)
calcio coppa italia (18)
Calcio Coppa Italia e Coppa del Re (1)
CALCIO CORROTTO (1)
CALCIO COVERCIANO (1)
Calcio Crisi (1)
Calcio critiche (2)
Calcio critico (27)
CALCIO CURIOSITA' (1)
calcio curioso (1)
CALCIO D'ESTATE (1)
CALCIO DILETTANTI E TORNEI (2)
CALCIO DILETTANTIE TORNEI (2)
Calcio e Politica (1)
Calcio e record (1)
Calcio estero (3)
Calcio Europa League (19)
Calcio Europa League 2017-2018 (1)
calcio europei (17)
Calcio Europei 2016 (1)
Calcio Europei Francia 2016 (3)
Calcio Europeo (2)
Calcio FIGC (2)
Calcio Fiorentina (5)
Calcio Francia 2016 (1)
CALCIO GIOVANILE (10)
CALCIO IN TV (1)
Calcio Inter (1)
calcio internazionale (139)
Calcio Internazionale amichevoli (1)
Calcio internazionale costume (1)
Calcio Italia (13)
Calcio Italiano (2)
calcio juventus (3)
calcio lega pro (75)
Calcio Lega Pro Girone A (1)
Calcio Lega Pro Girone B (8)
Calcio malato e violento (1)
Calcio marcio (5)
Calcio mercato (3)
Calcio Mercato Estivo (1)
calcio milan (36)
Calcio Milan IL RIECCOLO (1)
calcio milan ed internazionale (1)
calcio mondiale (3)
Calcio Mondiale 2014 (1)
CALCIO MONDIALI (14)
Calcio Mondiali 2014 (37)
Calcio Mondiali Russia 2018 (1)
Calcio nazionale (18)
CALCIO NEWS (1)
calcio pisa (100)
calcio pistoia (1)
calcio pistoiese (143)
Calcio Premier League (1)
Calcio Premiere League (1)
Calcio Qualificazioni a Francia 2016 (1)
Calcio qualificazioni mondiali (3)
Calcio Scandali (2)
Calcio scandalo (1)
calcio scommesse (2)
CALCIO SENTENZE (1)
CALCIO SERIE A (75)
Calcio Serie A 2015-2016 (1)
Calcio Serie A 2017-2018 (1)
Calcio Serie A Commenti (1)
Calcio Serie A ed altro (1)
calcio serie c (64)
Calcio Serie C 2017-2018 (8)
Calcio Serie C Girone A (2)
Calcio Serie C Lega Pro (3)
Calcio Statistiche (5)
CALCIO STORICO (1)
calcio supercoppa (1)
calcio tedesco (2)
Calcio Teppismo (1)
calcio trofeo tim (1)
Calcio Uefa (1)
Calcio US Pistoiese (1)
CALCIOPISA (1)
CALCIOPOLI (6)
calciopoli corte dei conti (1)
calcioscommese (1)
calcioscommesse (25)
CALCIOSCOMMESSE - IL BLOG DEL DIRETTORE (2)
calcioscommesse fase due (3)
calcioscommesse fase uno (1)
CALCIO-USSI (1)
Campagna pro balotelli della Gazzetta (1)
campionato (38)
campionato 2012-2013 (1)
campionato 2013-2014 (1)
Campionato Calcio (1)
Campionato Calcio Serie A (2)
campionato commento (2)
campionato Europeo Under 21 (1)
Campionato Serie A (25)
Campionato Serie A 2015-2016 (1)
Campionato Serie A 2016-2017 (9)
Caso Tavecchio (1)
champions (57)
CHAMPIONS LEAGUE (1)
Champions 2015-2016 (1)
Champions 2016-2017 (1)
Champions 2016-2017 ed altro (1)
Champions commenti (1)
Champions ed Europa League (1)
champions league (99)
Champions League 2015/2016 (1)
Champions League 2014/2015 (1)
Champions League 2014-2015 (1)
Champions League 2015/2016 (5)
Champions League 2015-2016 (6)
Champions League 2016-2017 (33)
Champions League commenti (1)
Champions League ed Europa League (2)
Champions Legaue (1)
Champiosn League (1)
cibm (1)
CICLISMO (4)
Commenti (4)
Commenti Calcio (1)
Commenti politici (2)
commento al campionato (1)
Commento Calcio (1)
Commento Campionato (1)
Commento politico (1)
Comune Viareggio (1)
Confederation Cup (2)
confederations cup (13)
COOPERAZIONE INTERNAZIONALE (1)
Coppa Africa 2015 (1)
Coppa America (7)
Coppa America 2016 (3)
Coppa America Centenario (1)
Coppa America del Centenario (1)
Coppa Asia Coppa Africa (1)
Coppa d'Africa (2)
Coppa d'Asia (4)
Coppa d'Asia e d'Africa (2)
Coppa Italia (22)
Coppa Italia 2014/2015 (1)
Coppa Italia 2015/2016 (1)
COPPA ITALIA 2015-2016 (1)
Coppa Italia 2016-2017 (4)
Coppa Italia Coppa Asia Coppa Africa (1)
Coppa Italia d'Asia e d'Africa (2)
coppa libertadores (1)
Coppe europee (1)
CREDITO ALLE IMPRESE (3)
Crisi Parma Fc (1)
Critica politica (475)
Critica politica e sportiva (2)
CRONACA (6)
CULTURA E INTRATTENIMENTO (1)
CULTURA -EVENTI (1)
CULTURA, ARTE, EVENTI (8)
Dal Mondo (11)
DIRITTI E DOVERI (1)
DISASTRI NEL MONDO (5)
DONNE NEL MONDO (6)
economia (4)
EDITORIA (1)
EDITORIA E GIORNALISMO (1)
EDUCAZIONE , GIOVANI (1)
Elezioni 2008 (3)
Elezioni Nicaragua (1)
ENTI PUBBLICI (2)
esperienze,vissuto,storie (3)
ESTERI (1)
Euro 2016 Francia (1)
europa league (48)
Europa League 2014/2015 (2)
EUROPA LEAGUE 2015/2016 (2)
EUROPA LEAGUE 2015-2016 (5)
Europa League 2016-2017 (9)
Europa Legaue (2)
Europei 2016 Francia (1)
EUROPEI CALCIO (12)
Europei Calcio 2016 spareggi (1)
EUROPEI CALCIO FRANCIA 2016 (1)
EUROPEI DI CALCIO (4)
Europei di Francia 2016 (4)
Europei Francia 2016 (37)
EUROPEI FRANCIA 2016 ED ALTRO (1)
Europeo Francia 2016 (3)
EVENTI E CULTURA (1)
EVENTI E FIERE (1)
FESTIVAL DELLA SALUTE (4)
FESTIVAL PUCCINIANO (1)
Fiorentina (1)
FLOROVAISMO (1)
FLOROVIVAISMO (22)
FLOROVIVAISMO NEL MONDO (19)
FOTO DEL GIORNO (3)
FRANCIA 2016 Qualificazioni (1)
FRANCIA 2016 Curiosità (1)
FRANCIA 2016 QUALIFICAZIONI (6)
FRANCIA EUROPEI 2016 (2)
FSRU OLT GASIERA (1)
FSRU TOSCANA (1)
FUMETTI (1)
GEMELLAGGI (1)
GIORNALISMO (2)
Giornalismo paraculo (1)
GIORNALISTI (4)
GRAN CANAL DE NICARAGUA (2)
Grande Torino (1)
Guinness Cup (2)
IDEA ABERRANTE (1)
IL RIECCOLO (1)
INFORMAZIONI (2)
International Cup (1)
INTERNAZIONALE (4)
INTERNET (2)
INTERNET E WEB TV (3)
INTERNET editoria (2)
INTERNET TV (9)
INTERNET TV, WEB TV, EDITORIA SUL WEB (15)
INTERNET WEB TV (1)
Juventus e Borussia Dortmund (1)
Juventus statistiche (1)
LA GASIERA (1)
LAVORO (1)
lega pro (21)
Lega Pro Girone A (5)
Lega Pro Girone B (7)
Lega Pro Pistoiese (4)
lega pro prima divisione (1)
Lega Pro US Pistoiese (1)
LEGA PRO US PISTOIESE 1921 (1)
MEDIA (1)
MEDICINA E SALUTE (1)
MEMORIAL (1)
messaggio pubblicitario (1)
Migrazioni insostenibili (1)
Milan (1)
Milan crisi (1)
MILAN FALLIMENTO ! (1)
Milan notizie (1)
Milan si cambia! (1)
MONDIALE PER CLUB (2)
Mondiale per Clubs (2)
Mondiali Calcio 2014 (1)
Mondiali 2014 Brasile (1)
Mondiali Brasile 2014 (1)
mondiali calcio 2014 (11)
MONDIALI DI CALCIO (13)
MONDIALI DI CALCIO 2010 (2)
Mondiali di Russia 2018 (1)
Mondiali Russia 2018 (1)
Mondiali Russia 2018 qualificazioni (1)
nazionale (2)
nazionale calcio (5)
Nazionale commenti (1)
Nazionale Italiana (3)
Nazionale Italiana calcio (2)
Nazionale Italiana di Calcio (1)
NICARAGUA (1)
notizie dal mondo (2)
NOTIZIE USSI (1)
NUOVA POLITICA (1)
OLT FSRU TOSCANA (2)
pallone sgonfio (1)
PARCHI (1)
PARCHI ambiente (1)
parco m.s.r.m. (2)
Parco MSRM (2)
PARCO SAN ROSSORE (13)
PERSONAGGI (10)
personaggi,giornali,editoria (5)
PISA 1909 (1)
pisa calcio (29)
PISA EVENTI (1)
PISTOIA (2)
PISTOIESE (14)
pistoiese calcio (2)
Play-off per Francia 2016 (1)
politica (153)
Politica e costume (3)
Politica a costume (1)
Politica critica (12)
Politica e costume (11)
Politica e Sociale (4)
Politica e Sport (4)
Politica Internazionale (1)
politica porto (1)
Politica sport costume (1)
premi e trofei (1)
PROPOSTE DI LEGGE (1)
QUALIFICAZIONI A FRANCIA 2016 (4)
Qualificazioni a Russia 2016 (1)
qualificazioni a russia 2018 (1)
Qualificazioni ai mondiali 2018 (3)
Qualificazioni mondiali russi 2018 (1)
RICERCA (1)
RICERCA e SOLIDARIETA' (1)
RICERCA SCIENTIFICA (1)
Riflessioni sui tempi (1)
rigassificatore (1)
RUGBY (1)
SALUTE E MEDICINA (2)
SANITA' E SALUTE (2)
SCANDALO NAZIONALE (1)
SCIENZA E CULTURA (1)
SCIENZA E SALUTE (1)
scienza,medicina (2)
Serie A (1)
Serie C Lega Pro girone A (1)
SICUREZZA (2)
Sirteggi europei (1)
SOLIDARIETA' E SOCIALE (1)
SOLIDARIETA' SOCIALE (2)
Sorteggi Coppe Europee (1)
SORTEGGI UEFA (1)
Spareggi per Francia 2016 (1)
spazio libero (2)
SPETTACOLO (25)
SPORT (10)
SPORT - BASKET (1)
SPORT - BASKET (1)
SPORT - CALCIO (4)
SPORT - CICLISMO (1)
SPORT E SOCIALE (1)
SPORT - NEWS LETTER USSI (1)
SPORT - PALLACANESTRO (1)
SPORT & SPORT (2)
sport calcio (2)
SPORT- CALCIO (3)
SPORT -CALCIO (1)
SPORT- CALCIO - COVERCIANO (1)
SPORT- CALCIO - USSI (3)
Sport critico (1)
sport e critica (1)
Sport e politica (1)
SPORT E SOLIDARIETA' (1)
SPORT -NEWS LETTER USSI (4)
SPORT PARALIMPICO (1)
Sport Serie C (1)
SPORT-CALCIO-USSI (1)
SPORT-CANOTTAGGIO (1)
STORIA (1)
STORIA E CULTURA (1)
Supercoppa Italiana (3)
TEATRO (2)
TEATRO E SPETTACOLO (8)
TEATRO SPETTACOLO (2)
Teatro, arte, spettacolo (3)
TORNEI DI CALCIO (1)
TOSCANA ECONOMIA (1)
TOSCANA IN RETE (4)
TOSCANA IN RETE - ECONOMIA (1)
UEFA CHAMPIONS LEAGUE (1)
us pistoiese 1921 (3)
us pistoiese calcio (1)
ussi (1)
USSI COMUNICATI STAMPA (1)
VANNUCCI PIANTE (1)
vendita (1)
VERSILIANA (19)
Viaggi,curiosità,reportage (1)
viareggio (1)
Viareggio allo sbando (1)
viareggio porto (1)
VIDEONEWS (1)
VIDEONEWS 30 ANNI (1)
videonewstv (6)
vivaismo (6)
VIVAISMO E CULTURA (2)
VIVAISMO E SPORT (1)
VOLLEY (2)
WEB E RICERCA SCIENTIFICA (2)
web tv (9)
web,video,youtube (3)
ZERO NEGATIVO (2)

Catalogati per mese:
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti: