VideoBlog
Home Mia TV Videoblog Sport & Sport Ambiente Mare Chi Siamo Contatti Credits
Immagine
 politici rissa... di Admin
 
"
In un'epoca di consumismo come questa, nulla si consuma più rapidamente delle idee.

Indro Montanelli - Il testimone
"
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
                                                       

 

Solo 8 minuti e due secondi per passare in vantaggio con un calcio di rigore nesso a segno da Vidal dopo atterramento in area di Vucinic ( E’ stato Cana ad atterrarlo da dietro in piena area) .

Tanto è bastato alla Juventus per porre un altro pesante mattone sullo scudetto che è vicinissimo soprattutto dopo le decine di occasioni buttate al vento dal Napoli per avvicinarsi ai bianconeri.

Vedremo il prosieguo della gara, la Lazio ha tutto il tempo per rifarsi ma non sarà semplice.

Reduce dalla batosta subita contro il Bayern ove effettivamente i bianconeri sono apparsi di un’altra categoria calcistica rispetto ai bavaresi,alla Juventus non resta che bissare il titolo italiano.

Ed in Italia sono i più forti senza alcun dubbio.Le valutazioni sulle possibilità oggi o domani di colmare il notevole gap tecnico con il resto del calcio europeo ( ma questo vale anche per il Milan,il Napoli e soprattutto per l’Inter ) verranno fatte a campionato finito.

 Si conoscono le difficoltà per Pektovic nell’allestimento di una formazione all’altezza viste le gravi assenze di Radu,Biava,Lulic mentre Conte fa a meno di Chiellini infortunato e vede il rientro di Lichsteiner e di Vidal con Pogba e Marchisio immediatamente dietro Vucinic. Nella Lazio Klose gioca dal primo minuto.

Il tedesco quest’anno è stato afflitto da numerosi infortuni.Forse l’usura di una lunga carriera ( 195 gol in 510 gare con le squadre di club e soprattutto ben 67 gol su 126 gare con la Nazionale Tedesca ) comincia a farsi sentire.

 Tornando alla gara nulla da segnalare sino al 20’ quando un centro di Pirlo per Vucinic è toccato al volo dal Montenegrino che costringe Marchetti ad una bella respinta.

 Al 26’ Ciani impedisce all’ultimo istante il tiro a botta sicura da parte di Vidal !

 Juventus padrona del campo .

Al 27’ c’è la conferma con il secondo gol della Juventus messo a segno sempre da Vidal dopo veloce triangolazione in area con palla da Vucinic a Marchisio, tocco con devizione per Vidal che fulmina in rete.La deviazione sfortunata è stata del solito Ciani,quello che ha procurato il rigore Lazio tramortita. Al 34’ ancora una dimostrazione di forza.Questa volta il gol è sfiorato da Marchisio che si libera facilmente di Ciani ( sempre lui..) e tira di pochissimo a lato.Francamente improponibile a questi livelli il 29enne Ciani proveniente dal Bordeaux.

 Arriva al 40 ‘ in pratica il primo tiro in porta della Lazio con una punizione dalla distanza di Candreva che impegna Buffon che devia in angolo. Il primo tempo finisce con il giusto e netto vantaggio della Juventus.Se Pektovic non azzecca i cambi la gara è finita qui.

Ederson e Kozak entrano nella Lazio al posto di Mauri e Hernanes. Lazio pericolosa al 5’ con un colpo di testa di Ciani che costringe Buffon ad un difficile intervento.All’11’ la gara poteva essere definitivamente chiusa quando a seguito di una punizione di Pirlo quasi al limite respinta da Marchetti , Marchisio si trova la porta spalancata ma manda alto.

 Al 15’ più o meno simile la situazione in area juventina.Questa volta spetta a Kozak spedire alto!

Pektovic intuisce che siamo nella fase decisiva della gara ,incita i suoi ed effettua l’ultimo cambio con l’ingresso di Luca Crecco al posto di Ledesma.Crecco è un giovane centrocampista della Primavera della Lazio già in Nazionale Under 18.Questa è la situazione della panchina laziale.

Sussulto laziale al 26’con un passaggio di Klose che al limite serve Onazi il cui tiro finisce fuori di un paio di metri E proprio al 48’ occasionissima per Klose che fallisce il punto della bandiera.

Non c’è più nulla da dire.La Juventus vola e mette le mani sullo scudetto.Il secondo consecutivo di Conte.Impensabile che il Napoli possa recuperare 11 punti ( in realtà sono 12 perché soccombente negli scontri diretti ) nei soli 18 ancora disponibili !

 In un giorno quindi,con il pari di Milano e con questa facile vittoria della Juventus sul campo della Lazio è scemato ogni interesse per la lotta al titolo di campione d’Italia che finirà ancora una volta sulle maglie bianconere. La Lazio onestamente non poteva fare di più. 

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 15/04/2013 @ 00:20:00, in CALCIO PISA, linkato 1737 volte)

Il Pisa torna in zona playoff a tre giornate dal termine

Domenica 14 aprile 2013 – Lega Pro, Prima Divisione, 27agiornata

Pisa – Viareggio 1-0

 da Pisa Michele Bufalino

Pisa: Sepe, Suagher, A. Benedetti, Carini (22’ s.t.Sbraga), Sabato, Favasuli, Fondi (3’ s.t. Rizzo),Mingazzini, Scappini, Buscè, Gatto (39’ s.t. Tulli).All. Pagliari .

Viareggio: Furlan, Lamorte, Trocar, Peverelli (42’ s.t.Guerra), Fiale, Martella, Pizza (32’ s.t. Calamai),Gemignani, Magnaghi (32’ s.t. L.Benedetti) , Maltese,Giovinco. All. CuoghiMarcatori: 13’ s.t. GattoArbitro: Andrea Merlino di UdineAmmoniti: Gemignani, Fiale, Mingazzini, Buscè, Gatto,Giovinco, Favasuli, TulliEspulso Gemignani espulsione direttaNote: 3997 spettatori per un incasso di quasi 32000 euro Minuti di recupero: 1’p.t. / 4’s.t.

PISA – Gara fondamentale, alla luce dello scontro tra Benevento e Frosinone, per il raggiungimento temporaneo della zona playoff. Per la squadra di Pagliari, squalificato Perez, in attacco ecco la coppia Scappini-Gatto . I nerazzurri provano a vendicare l’uscita di scena dalla Coppa Italia in quello che è definito il derby dell’amicizia tra due squadre le cui tifoserie sono sempre state in buoni rapporti.

PRIMO TEMPO – Comincia in maniera equilibrata la gara trai neroazzurri e il Viareggio, con il Pisa vicino al gol unpaio di volte tra l’11’ e il 18’ grazie a un pallone ribattuto in angolo calciato da Carini in mischia e a una punizione di gatto. Al 26’ Giovinco si beve in un colpo solo due giocatori servendo in mezzo per Trocar che spara alto da due passi. È l’occasione più ghiotta per gli ospiti. Al 28’ Buscè dribbla e va al tiro, ma la palla termina alta. Proprio quest’ultimo, in una posizione differente rispetto al solito, fa buona guardia sulla fasciainsieme con Benedetti. Mingazzini calcia di lato al 37’ e Magnaghi va vicino al gol con una girata poco convinta sugli sviluppi di un traversone dalla fascia. L’ultimo sussulto è un’azione personale di Gatto, terminata di pochissimo a lato.

SECONDO TEMPO – La ripresa offre pochissime azioni da gol.La più importante è quella che porta alla rete Gatto,pescato sul filo del fuorigioco, è abile a battere Furlan sull’uscita. La rete persiste per tutta la partita, e  il Pisa potrebbe anche incrementare il vantaggio in un paio di occasioni, grazie a un colpo di tacco di Scappini su cross di Sbraga, terminato fuori, e grazie a un’azione di Buscè al 40’. Questa vittoria porta ufficialmente il Pisa in zona playoff con un punto di vantaggio sul Benevento da amministrare nelle prossime tre partite, compresa la penultima giornata all’Arena contro la stessa formazione giallorossa.

Articolo di Michele Bufalino per VideoNewsTV

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

                                                               

 

 Diciamo subito una cosa su questo importante Milan-Napoli. La scelta di Allegri di tenere in panchina El Shaarawy ed utilizzare dal primo minuto il suo pupillo Robinho non ci trova per nulla d’accordo.E chi se ne frega direte voi… Onestà intellettuale vuole che il mio pensiero che è sempre stato chiaro su questo giocatore –lo chiamerei sciagura Robinho- venga ribadito anche in questa occasione. Poi se Robinho farà un partitone e magari vincerà da solo la gara,bene per il Milan e per la scelta di Allegri ma non cambierà di una virgola il fatto che Robinho avrebbe fatto meglio a ritornarsene in Brasile.

Detto questo ricordiamo che il Napoli vince da tre gare consecutive ma la vittoria a Milano ,sponda Milan, gli manca da ben 27 anni quando vinse per 2-1

 D’altra parte il Milan vince a San Siro consecutivamente da ben 8 gare e i rossoneri  cercheranno il nono successo per avvicinare ad un solo punto proprio i partenopei distanti ora di 4 lunghezze e proprietari del secondo posto che porta direttamente in Champions.

In attacco del Milan quindi Robinho e Pazzini essendo Balotelli squalificato per tre turni.Napoli invece in campo con la formazione titolare.

 I soliti incoscienti si sono dati da fare prima della gara con una sassaiola contro un pullman di tifosi del Napoli con conseguente intervento della polizia con tanto di lacrimogeni.

 Arbitra Rocchi. Parte alla grande il Milan che al 6’ va subito vicino alla segnatura grazie ad un tiro di Boateng deviato da Cannavaro che per poco non sorprende De Sanctis che devia ed il successivo tentativo di passaggio di Muntari per Pazzini non ha effetto per l’intervento di Dzemaili in angolo. Da palla d’angolo Zapata manda alto. Già si intuisce la trama della gara.Milan arrembante con contropiedi rapidi napoletani. In uno di questi è bravo Abate a spazzar via un pallone trattato da Dzemaili ed indirizzato a centro area per il duo Pandev-Hamsik Ancora Milan all’11’ con tiro di Muntari da lunga distanza parato da De Sanctis ed al 13’ con Boateng servito da un cross di Constant ma con tiro impreciso. Al 19’ un cross in area di Cavani viene deviato da Flamini in angolo con un braccio.L’arbitro Rocchi decide per il gesto involontario tra le proteste del napoletano.

 Al 29’ rossoneri in vantaggio con il francese Flamini che sta attraversando un buon momento di forma.Il vantaggio avviene proprio nel periodo in cui il Napoli sembrava poter controllare senza affanni la gara anzi,proponendosi sovente in avanti.

Un’azione con scambi veloci nei pressi dell’area napoletana ha visto una triangolazione tra Boateng ,Robinho ,Pazzini con sfera che terminata al limite a Flamini veniva scagliata in modo vincente a fil di palo  nonostante il tocco di De Sanctis.

 Non passano nemmeno due minuti che il Napoli pareggia con Pandev.Hamsik si fa vedere a centrocampo,Zuniga lo serve ed in velocità viene lanciato Pandev che libero da avversari ( Zapata dov’era? ) fulmina Abbiati.Difesa dei rossoneri colta completamente di sorpresa.

 Episodio poco chiaro in area napoletana con un volo di Pazzini che non protesta nemmeno tanto a dire il vero. Allegri fa entrare il giovane Niang al posto di Boateng che accusa un infortunio. Un cambio rischioso.Il Napoli è molto pericoloso quando attacca.E Boateng era una bella diga a centrocampo.

 Ottimo momento del Napoli al 42’ subito dopo il gol del vantaggio sprecato da Cavani che liberato da un lancio di Cannavaro in piena area milanista si è trovato solissimo a tu per tu con Abbiati.Il portiere rossonero è stato molto reattivo sul tentativo di pallonetto del capocannoniere del campionato alzandogli la sfera oltre la traversa.Il Milan quasi impaurito è rimasto a guardare la manovra degli azzurri per un minuto buono.

Si va al riposo sull’1-1 e Allegri dovrà trovare qualche idea per evitare che il Napoli mantenga il pallino del gioco.Sarebbe molto pericoloso. Un primo tempo interessante e veloce giocato per vincere sia da una parte che dall’altra.Nulla di trascendentale,però.

Tiro di Pandev al 5’ non difficile per Abbiati.All’8’ tiro di Flamini e stesso tipo di impegno per De Sanctis Gara meno intensa.Si ha l’impressione che si attenda l’errore sia da una parte che dall’altra. Al 13’ ilarità sugli spalti quando Robinho quasi al corner per servire un compagno riesce ad effettuare un passaggio in trasversale che finisce dall’altro lato del campo….e El Shaarawy è in panchina che aspetta…

 AL 17’ dopo una bella incursione di Montolivo che si guadagna una punizione quasi dal limite arriva Niang che la batte e la spedisce alle stelle.Una buona opportunità sprecata. 21’ Mazzarri richiama Pandev ed inserisce Insigne.Vuol vincere la gara. 24’ entra Armero al posto di Hamsik Nessuna mossa da parte di Allegri.

 In avanti si vede poco Pazzini,non ha palloni giocabili.Troppi centrocampisti rossoneri difettano al momento del cross.Uno di questi Flamini interviene a gamba tesa su Zuniga e viene espulso.Breve parapiglia col francese che poi si scusa e Zuniga che si riprende in fretta.

E’ l’occasione ,finalmente,di far entrare El Shaarawy al posto di Robinho che per carità ha fatto la sua gara,proprio la sua e nulla più.

Vediamo se in 10 contro 11 il Milan saprà approfittare della velocità del “Faraone”.

 Al 33’ Insigne serve Cavani che dal limite sferra un tiro molto impreciso.Palla che poteva essere meglio gestita Risponde Pazzini con una girata veloce che finisce alta..Mancano 9’ alla fine e Mazzarri inserisce Calaiò per dare più spinta in avanti.

Napoli in vantaggio di un uomo ed a trazione anteriore.Intanto viene ammonito anche Pazzini entrato in modo scomposto in fase difensiva su Zuniga.Non crediamo il Milan abbia più molte possibilità in questa gara.Anche Abate deve uscire per infortunio.Al suo posto De Sciglio.

 Gara ora brutta e nervosa .Fioccano le ammonizioni.Mexes,Britos,Campagnaro.

1’ di recupero.Grossa occasione per il Napoli.Un bel tiro cross teso di Armero per l’intervento di Cavani viene deviato con i pugni da Abbiati.Poi intervento di testa di Calaiò che termina a lato di un soffio! Non c’è più tempo.Finisce 1-1.

 La Juventus se la ride.Il Napoli resta secondo con 4 punti di vantaggio sul Milan che probabilmente andrà alla Champions ( Fiorentina permettendo ) attraverso i preliminari con cambio di preparazione estiva.Complessivamente tranne il primo quarto d’ora il Napoli è apparso meglio disposto in campo.Balotelli è senz’altro mancato al Milan ma la scelta di far giocare solo 15’ El Shaarawy proprio non l’abbiamo capìta.Il Milan continua la sua lunga serie di gare senza sconfitte ma non ottiene ancora una volta la vittoria contro una diretta avversaria.E domenica fa a far visita alla Juventus.Intanto deve guardarsi alle spalle:i viola sono solo a 4 punti.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

                                                       

 

 E’ una gara importante per la corsa ad un posto Champions.Sia l’Atalanta che la Fiorentina l’affrontano con numerose assenze.

Nei bergamaschi che provengono dal clamoroso 4-3 in casa dell’Inter mancano all’appello Cigarini,Carmona e Raimondi per squalifica e Bellini,Marilungo e Budan per infortunio.Nei viola Tomovic sconta la squalifica di un turno e Toni ed Jovetic sono tra gli infortunati più importanti.

Montella dopo il pari con polemiche feroci contro il Milan vuole alimentare sogni Champions vincendo a Bergamo.

In avanti si affida al giovane El Hamdaoui con Sissoko a centrocampo. Colantuono che finora ha ben diretto l’Atalanta confida nell’ottimo stato di forma dell’argentino Denis aiutato dalla imprevedibilità di Bonaventura e con l’ausilio dell’ex interista Livaja.

Si fa vedere proprio Denis che devia di testa un bel cross di Bomaventura con Viviano attento alla parata. Rispondono i viola con una punizione del solito Pasqual che termina sul fondo. Al 23’ è ancora l’argentino Denis su cross di Livaja ad impegnare severamente Viviano che riesce a respingere. Bonaventura è un furetto imprendibile e bravo è Sissoko a frenarlo in corner.Sull’angolo Lucchini di testa ma centrale senza problemi per Viviano. Dopo qualche minuto di prevalenza orobica nel finale di tempo si fanno sotto i viola con Aquilani che poteva meglio gestire un bel pallone in area tirando subito invece di aspettare evitando un avversario. Sempre Aquilani al 44’ di testa ma senza problemi per Consigli. Al 6’ della ripresa un bel passaggio di Cuadrado per Sissoko con tiro immediato e deviazione in angolo. Un minuto dopo si fa vedere Lucchini ma il suo tiro non impensierisce Viviano.

 

forzaroma.info 

Montella effettua due sostituzioni consecutive per dar forza all’attacco.Ljajic e Larrondo per Aquilani e El Hamdaoui. La mossa porta bene alla Fiorentina che al 15’ passa in vantaggio grazie ad un calcio di rigore causato da un fallo di mano di Stendardo .Solita esecuzione forte e centrale di Pizarro e viola in vantaggio.

E’ un bel momento per la Fiorentina che spinge ancora ed è pericolosa con un tiro di Sissoko al 23’ e un minuto dopo con Ljajic servito da Cuadrado.Il suo tiro al volo e contrato da Stendardo.

Al 27’ i viola mettono al sicuro il risultato grazie ad una bella rete di Larrondo dopo prezioso passaggio di Cuadrado.Il suo tiro sulla sinistra dell’area bergamasca è violento e preciso e non dà scampo a Consigli. Montella non c’è che dire ha indovinato le sostituzioni .

La gara diventa più nervosa e fioccano le ammonizioni decretate dall’arbitro Russo.Vengono ammoniti Livaja,Bonaventura,Larrondo. La gara sembra abbia più poco da dire anche se occorre notare una buona occasione per i padroni di casa a seguito di una punizione con colpo di testa di Parra e palla di pochissimo fuori. Al 43’ ancora Ljajic in evidenza con un bel contropiede e tiro dal limite fuori di un nulla.

 Espulsione diretta al 45’ a carico dell’eroe di San Siro l’argentino Denis reo di un fallo ( sgambetto ) su Pizarro

 E’ l’ultima annotazione degna di nota per una partita ottimamente gestita da Montella che alla vigilia si lamentava del fatto di avere ben 9 giocatori indisponibili.Determinante l’ingresso del funambolico Ljajic che si è procurato il rigore ed è risultato una vera spina nel fianco per la difesa di Colantuono.

 La Fiorentina evitata la sconfitta con il Milan sia per la dabbenaggine dei rossoneri nel secondo tempo sia per il pessimo arbitraggio di Tagliavento,ha consolidato le proprie certezze.

E’ una bella squadra,non ancora grande,ma visto anche il calendario favorevole e la prevedibile grande spinta del pubblico viola, lotterà sino all’ultima giornata per un posto Champions. Milan e Napoli sono avvertite.

 Ecco il calendario dei viola. Torino in casa poi a Genova sponda Sampdoria in casa con la Roma poi il derby a Siena e chiusura in casa contro il Palermo e fuori casa contro il già retrocesso a quel punto Pescara. Sono ipotizzabili anche 16 punti sui 18 a disposizione.E a quel momento con 71 punti in classifica l’Europa è matematica.Se sarà Champions od Europa League dipenderà dal Milan.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 12/04/2013 @ 16:02:44, in champions, linkato 934 volte)

                                                                                  

 

 

                              ECCO LE QUATTRO MAGNIFICHE D'EUROPA

 ERANO  IN CAMPO PER  RAGGIUNGERE LE SEMIFINALI DI CHAMPIONS 2012/2013 BEN 18 TITOLI EUROPEI !

REAL MADRID  9 TITOLI   1955-1956, 1956-1957, 1957-1958, 1958-1959, 1959-1960, 1965-1966, 1997-1998, 1999-2000, 2001-2002

BAYERN MONACO 4 TITOLI   1973-1974, 1974-1975, 1975-1976, 2000-2001

BARCELLONA 4 TITOLI   1991-1992, 2005-2006, 2008-2009, 2010-2011

BORUSSIA DORTMUND  1 TITOLO   1996-1997

EFFETTUATO IL SORTEGGIO EFFETTUATO STAMANE  A NYON ( SVIZZERA)

GARE DI ANDATA 23 E 24 APRILE

GARE DI RITORNO 30 APRILE E 1 MAGGIO

BAYERN MONACO-BARCELLONA  il 23 aprile 2013

BORUSSIA DORTMUND-REAL MADRID  il 24 aprile 2013

Breve analisi della situazione:

Real Madrid: la squadra allenata dall'"antipatico" ma onestamente valido allenatore portoghese tiene immensamente a raggiungere il decimo titolo europeo.Una storia nata a metà degli anni 50 quando il Real riuscì nella irripetibile impresa a vincere 5 Coppe dei Campioni consecutive.Quando la Coppa Campioni era partecipata solo dalle squadre che avevano vinto i rispettivi campionati nazionali e non come ora allargata anche alle seconde o alle terze classificate tanto per far cassa e spettacolo !!??

Una squadra favolosa e mitica con campioni inarrivabili da Puskas a Santamaria,a Di Stefano ( il più grande di tutti ) a Gento.Da lì nacque anche la forza della Società ( in tutti i sensi,anche sui comportamenti arbitrali )

Poi un ottimo periodo a cavallo del cambio di secolo con campioni come Raul ( capocannoniere Storico di Coppa ) ,Casillas,Anelka,Roberto Carlos con altri tre titoli.

Pianetaazzuro.it

Mourinho allena oggi una vera corazzata con tutte le carte in regola per vincere la Coppa ed ha raggiunto il record di 7 semifinali di Coppa negli ultimi 10 anni eguagliando così in questa particolare graduatoria un mito come Sir Alex Ferguson.

Momento fortunato quest'anno in Champions a Manchester quando una decisione sbagliata dell'arbitro Cakir privò i diavoli rossi di Ferguson del giocatore Nani fondamentale nello scacchiere tattico degli Inglesi.Ed il Manchester subì due gol in pochi minuti venendo eliminato.Ed anche ad Istanbul contro il non eccelso Galatasaray il Real ha corso qualche rischio.Una squadra tenuta in piedi dai gol del "pavone" Cristiano Ronaldo giocatore ormai giunto a piena maturità ed anche ovviamente dalla grande rosa a disposizione. ( tra gli altri Casillas,Ozil,Cristiano Ronaldo,Kaka,Benzema,Arbeloa,Modric,Higuain,Di Maria) Ma non è che incanti come gioco.D'altra parte mai nessuna squadra allenata da Mourinho ha giocato un calcio piacevole,semmai speculativo al massimo.

BAYERN MONACO : dimostrazione di forza,organizzazione di gioco e qualità individuali notevoli,allargate all'intera rosa a disposizione.Questo è il Bayern oggi.Per me è la favorita alla conquista della Champions.E lo era anche lo scorso anno quando in finale subì la beffa della sconfitta ai rigori contro l'utilitaristico gioco del Chelsea di Di Matteo.Può alzare la mano per farcelo sapere chi crede che nel mondo del calcio attuale ci sia una Società che possa permettersi di tenere in panchina o addirittura fuori rosa attaccanti del valore di Mario Gomez ( 103 gol in 164 gare col Bayern )  e di Claudio  Pizarro ( 111 gol in 278 gare col Bayern ) !

sportsmole.co.uk

La grande forza del centrocampo bavarese con Scweinsteiger ,i rientri e le finte di Ribery e la velocità di Robben e la mobilità di Muller sono le armi a disposizione dell'allenatore Heynckes che a fine anno lascerà il bel giocattolo a Pep Guardiola.L'abbiamo già detto il Bayern attuale è un Barcellona più potente ma senza il genio calcistico di Messi.

Ha detto Conte che per lui l'attuale Bayern è forse il Bayern più forte di sempre.

Conte è troppo giovane per ricordare il Bayern tre volte campione d'Europa consecutivamente dal 1973 al 1976: In quello squadrone giocavano Gerd Muller 569 gol !!! nel Bayern in 611 partite !!  Franz Beckenbauer,Hoeness,Rummenigge,Roth.Una rosa ed uno squadrone inarrivabili anche per l'eccellente formazione di oggi

C'è qualcuno che ha definito l'attuale Bayern come un piccolo Barcellona.Non sarei di questo avviso.Attualmente,ripeto...attualmente., il Bayern è all'altezza del Barcellona. In definitiva Heynckes consegnerà a Guardiola tra breve una squadra già impostata perfettamente secondo i dettami cari al credo calcistico di Pep Guardiola.Un calcio totale e manovrato fatto da elementi di minor valore tecnico rispetto ai catalani ma di maggior vigore agonistico.Potrebbe nascere in Baviera un nuovo ciclo come quello del Barcellona.

Semmai per i tedeschi vi sono ricordi pessimi a riguardo di quello stadio il Camp Nou ove subirono l'atroce beffa della sconfitta in finale di Champions contro il Manchester United per 1-2 con i due gol decisivi incassati nei minuti di recupero ( un pò come accaduto al Malaga di fronte al Borussia Dortmund)  e dopo aver colpito nel corso della gara un palo ed una traversa.( forse la sconfitta più dolorosa nella storia del club)

E più recentemente era l'8 aprile 2009 proprio davanti al Barcellona nei quarti di finale uscì un perentorio 4-0 per gli spagnoli con doppietta di Messi e conseguente eliminazione.

 

BARCELLONA: i catalani hanno vinto tre Champions negli ultimi 7 anni e sono alla sesta semifinale consecutiva ! ( record) Nel ranking Uefa sono al primo posto ed hanno in Leo Messi il miglior giocatore del mondo

.L'importanza di Messi la si è vista anche nella gara di ritorno con il PSG.L'argentino non al meglio fisicamente era in panchina pronto ad entrare,rischiando, solo se fosse stato necessario.Subìto il gol il Barcellona era eliminato dalla Champions.Occoreva il suo ingresso e occorrevano le sue accelerazioni e la sua genialità.

Puntualmente così si è verificato e l'1-1 favorito da Messi è bastato per approdare sia pure con fatica alla semifinale.

Non è più il Barcellona di Guardiola ma con Messi in campo resta sempre la squadra da battere.Delle due semifinali sarà proprio quella tra Bayern Monaco e Barcellona quella più interessante.Lo abbiamo già detto,il Bayern si sta avvicinando con altre caratteristiche  al sistema Barcellona.Il Bayern così come i catalani ama fare la partita.Prende in mano le redini del gioco e comincia a produrre azioni su azioni con una condotta molto più fisica rispetto al tique-toque catalano, in attesa dei guizzi di Messi.

La difesa tedesca sia pure molto migliorata non credo possa essere adatta alla velocità di Messi che come al solito sarà l'ago della bilancia.Pronostico davvero impossibile.


 BORUSSIA DORTMUND :

E passiamo in ultimo, ma buon ultimo al Borussia di Dortmund.Perchè buon ultimo? Il Borussia di Dortmund è ancora imbattuto in questa Champions League 2012/2013. 6 vittorie e 4 pareggi per raggiungere la semifinale.E nel girone di qualificazione ha battuto il Real Madrid suo prossimo avversario in semifinale.Un cliente molto difficile per Mourinho.

I giallo neri sono diventati grandi sotto la guida di Jurgen Klopp

sportsmission.co.uk

che negli ultimi tre anni ha vinto due Campionati consecutivi nel 2010/2011 e nel 2011/2012  ed una Coppa di Germania. Quest’anno sono secondi in campionato alle spalle del Bayern già campione ed hanno inanellato,come detto,10 gare Champions senza macchia.

Un vero miracolo l’hanno già fatto nel recupero contro il Malaga ( due gol dal 93’ al 94’) ma avevano già divorato occasioni in quantità industriale a Malaga nella gara di andata.

Squadra molto giovane e dinamica attua un gioco spregiudicato e veloce col solo difetto, molto pericoloso contro il tipo di gioco attuato da Mourinho, quello di sprecare troppe occasioni da gol.Fosse squadra più concreta potrebbe superare il Real ( come visto l’ha già fatto in autunno ) altrimenti la bravura del “Pavone” Cristiano Ronaldo potrebbe essere fatale.

 Spetta soprattutto a Robert Lewandowski 6 gol finora in Champions aggiustare la mira per portare i giallo neri alla finalissima di Wembley.

 

 

 

 

 

 

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

                                                                  

 

Una Lazio obbligata a vincere con tre gol di scarto contro i turchi del Fenerbache oppure dare l’addio all’Europa League che vede già negli ex campioni d’Europa del Chelsea i primi semifinalisti.

 Il finale della gara d’andata per i laziali è stato pesante così come lo sarà l’assenza del pubblico di fede laziale dovendo la squadra di Pektovic finire di scontare la squalifica Uefa di due giornate  da disputarsi a porte chiuse .

 Pesante l’assenza di Mauri.Klose si accomoda in panchina.

Bella occasione laziale al 12’quando una punizione dal limite battuta da Harnanes viene bloccata proprio nei pressi della linea di porta dal portiere Demirel che quasi gigioneggia con la sfera che non viene toccata in rete dall’accorrente Kozak.

 Altro tiro di Ederson al 18’ controllato da Demirel. Lazio che tenta più volte il tiro dalla distanza ma con scarsa precisione.I turchi per ora reggono bene. Turchi che non solo tendono a perdere tempo ma anche a picchiare e si beccano due ammonizioni a Ziegler e Cristian.

 Ottima opportunità al 41’ per Ederson liberato al tiro da Hernanes.Ma il suo diagonale è deviato in angolo.

In finale di tempo è ammonito Kozak per interveto falloso sul portiere Demirel.La Lazio come era ovvio ha sempre attaccato ma con scarsa lucidità. Al 3’ della ripresa ottima inzuccata di Kozak con pallone di poco alto. Intanto si sta scaldando Miro Klose che in effetti entra in campo al 13’ al posto di Biava.

 Aumenta la spinta dei laziali che per poco non segnano a seguito di un violento tiro di Radu malamente respinto da Demirel con Kozak che non controlla la sfera.

 Lazio in vantaggio un minuto dopo con una incornata vincente di Lulic che non dà scampo a Demirel.a seguito di un cross di Candreva.Lo stesso Lulic è ammonito per un fallo di gioco su Yobo.

 Pektovic tenta il tutto per tutto e allestisce per il finale,alla ricerca del secondo gol che porterebbe ai supplementari,un assetto tutto avanti con l’ingresso di Floccari al posto di Ederson.

Intanto è ammonito anche Klose per fallo su Ziegler.

 Patratac per la Lazio qualche secondo dopo.Al 28’ azione turca d’attacco manovrata, in pratica la prima della serata,con il camerunense Webò che in area serve Erkin .Una finta del giocatore turco N°88 disorienta Ciani,riprende Erkin che scaraventa sotto la traversa.E’ il pareggio.

Per la Lazio servono ora 3 gol per approdare alle semifinali. Tre gol in poco più di un quarto d’ora.Una vera impresa!

 E non è che i laziali non tentino.Radu e Floccari il primo con tiro da lontano, il secondo con un colpo di testa sfiorano il vantaggio. Vantaggio che poteva essere per il Fenerbache solo se al 33’ Webò avesse colpito il pallone invece dell’aria mentre era nei pressi di Marchetti! Ma il tempo passa e la semifinale è sempre più un miraggio. 37’ ottimo intervento di Demirel su un colpo di testa di Cana su bel cross di Candreva. Ma non c’è più nulla da fare.

Il Fenerbache per la prima volta nella sua storia raggiunge una semifinale europea Il miglior risultato in campo europeo l’aveva raggiunto nel 2008 quando si qualificò per i quarti di finale della Champions League battendo ai rigori nella doppia sfida il Siviglia..La Lazio l’ha lasciata in Turchia e stasera non poteva fare di più.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

                                                                      QUALI SARANNO LE DUE SOCIETA'  CHE APPRODERANNO ALLE SEMIFINALI DI CHAMPIONS?

Serata delle grandi occasioni allo Juventus Stadium tutto esaurito e con il record di incassi. Come previsto Conte schiera Vucinic-Quagliarella in avanti con Padoin ed Asamoah a centrocampo al posto degli squalificati Lichsteiner e Vidal .Nel Bayern rientra Javi Martinez mentre Heynkes ripropone il trio Mandzukic,Robben,Ribery.

Grande partenza con ritmo folle della Juventus alla ricerca di un gol nei primi minuti di gioco che potrebbe aprire nuovi scenari.Si cerca di impedire che i tedeschi comincino a mulinare gioco forti della loro organizzazione ed esperienza internazionale sicuramente superiori a quelle dei bianconeri.

 Vucinic va subito al tiro al 1’.Si notano già aspri duelli tra Chiellini e Mandzukic.In uno di questi l’attaccante del Bayern si becca il giallo. 8vo un pallone che Marchisio poteva meglio gestire viene immediatamente scaraventato alto sulla porta di Neuer. Al 9 prima occasione per gli ospiti dopo una bella discesa di Ribery ed una conclusione di Mandzukic a tu per tu con Buffon con palla in angolo.

La Juventus continua ad aggredire di più ma il Bayern comincia a manovrare molto bene. Ammonito anche Bonucci per fallo su Muller.

 Dopo il quarto d’ora il Bayern comincia a prendere in mano le redini dell’incontro ed a fare la gara.

 18’ bella punizione dal limite di Pirlo con Neuer che mette in angolo

 Heynckes ha messo molto bene in campo i suoi e la Juventus preoccupata di tenere lontano dall’area i due furetti Robben e Ribery non riesce a liberare al tiro nessuno.

 26’ si mette in luce il giovane Pogba che se ne va veloce con cross forte e basso in area su cui Asamoah arriva in ritardo.

 La gara non è bella.C’è troppa tensione.

Da qui in poi il Bayern è padrone del campo e si mette a giocare come il Barcellona con continui passaggi ma addirittura ad un ritmo maggiore rispetto agli spagnoli e variando anche il fronte del gioco.Il pubblico juventino che secondo un brutto costume fischiava ogni volta che la palla era manovrata dai bavaresi ora assiste in silenzio ai bei fraseggi del Bayern.E’ un momentaccio per la squadra di Conte che non riesce a pungere.

 Al 34’ esce Van Buyten per infortunio ed entra Boateng. 35’ Pogba ritarda il tiro.Era al limite e poteva colpire con forza. 38’ tiro di Alaba parato da Buffon dopo prolungata azione. Insistono i bavaresi con bei fraseggi in uno di questo il solito Robben spreca tutto con un tiraccio.

 Ormai gioca solo il Bayern,la Juventus ha capito che non può farcela.Certo che Conte aveva chiesto di dare l’anima,ma l’organizzazione di gioco dei neo campioni di Germania ( titolo conquistato in anticipo di 6 turni sabato scorso)  è davvero ammirevole.

Al 46’ anche Ribery si cimenta al tiro. Secondo tempo Sembra quasi di rivedere un film già visto.Parte forte la Juventus e dopo 40 secondi Vucinic conquista una punizione dal limite che Pirlo tira con palla quasi fermata dalla barriera che arriva molle a Neuer.

Al 2’ la più bella occasione per la Juventus con un bel tiro di Quagliarella deviato in angolo.

Riprende fiato il tifo dei bianconeri.

 Ma è ancora un fuoco di paglia.Il Bayern inizia di nuovo a macinare gioco manovrato senza neppure troppo dannarsi l’anima alla ricerca del gol.

All’11mo Juventus fortunata.Un tiro a girare di sinistro dal limite di Robben si infrange sul palo alla destra di Buffon che era battutissimo.Sarebbe stata la fine della contesa. La Juventus appare di nuovo impotente. La mazzata definitiva è nell’aria ed arriva al 18’ quando una punizione nella tre quarti bianconera battuta con forza e tagliata da Schweinsteiner viene toccata in area da Martinez.Buffon miracolosamente respinge ma nei pressi è il croato Mandzukic che di testa in tuffo basso insacca.

E’ il gol della qualificazione alla semifinale di Champions per il Bayern.Questo è certo! Non è ipotizzabile un ribaltone come quello di ieri sera a Dortmund. A questo punto per passare la Juventus dovrebbe segnare 4 gol a questo Bayern.Impossibile!

 Conte mette Matri,esce Quagliarella-

A confermare l’indole sprecona delle squadre tedesche ( il Dortmund sprecò moltissimo a Malaga) basterebbe analizzare l’azione del Bayern al 20’ condotta da 5 giocatori contro 3 difensori bianconeri.Servito in area a tu per tu con la porta Muller riesce a tirare altissimo! Comunque la gara è in pratica finita. Al 27’ buona occasione per Vucinic che si allunga la sfera consentendo al portiere tedesco di intervenire Al 32’ è ancora Muller che lanciato da Mandzukic tira verso Buffon con mira imprecisa,però.La palla va fuori di un metro. 35’ esce Ribery come sempre uno dei migliori.Giocatore completo che partecipa anche ai rientri a centrocampo.Non segna molto ma è senz’altro da preferirsi a Robben come qualità generale al servizio della squadra.

42’ proprio Robben al tiro di sinistro appena entrato in area.Buffon è bravo a deviare in angolo.Ma Robben avrebbe potuto far meglio a conferma di quanto detto…

 Il pubblico bianconero canta ringraziando i propri giocatori autori di un’ottima Champions.Incolpevoli se hanno trovato nel Bayern una squadra non raggiungibile come qualità complessiva al momento.

 La distanza tra le due squadre in termini generali è apparsa netta ed evidente a tutti. Al solito la conferma che i tedeschi non mollano mai è data anche in questa occasione dal secondo gol messo a segno dal Bayern con Pizarro che era entrato in campo da soli 8’ al posto di Mandzukic.

Il 35enne Peruviano Pizzarro fa sempre il suo dovere di goleador.Viene lanciato a rete da un perfetto pallone di Schweinsteiger e batte Buffon con perfetto diagonale che passa sotto il corpo del portiere per il 2-0 finale per i tedeschi.

 Niente altro da aggiungere.

Nel doppio confronto con il Bayern i campioni d’Italia della Juventus tra breve al secondo titolo consecutivo hanno ceduto rispetto ai campioni di Germania 2012/2013 con un pesante 4-0 complessivo che onestamente ci sta tutto considerando le occasioni prodotte. Il Bayern è sicuramente una delle squadre semifinaliste meglio attrezzate per la vittoria finale.Non ha Messi,però e neppure Cristiano Ronaldo.

 Venerdi il sorteggio tra le 4 semifinaliste. 2 tedesche il Bayern ed il Dortmund e due Spagnole il Real Madrid ed il Barcellona

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

 

Allora come la mettiamo? Abbiamo avuto anche ieri sera conferme su conferme che nel calcio tutto è possibile! Quello che è successo al Westfalen Stadion di Dortmund rimarrà nella storia del calcio.

Ma come deve essere letta l’impresa dei tedeschi? Rimonta sportiva incredibile otruffa sportiva dovuta ad erroracci voluti ed in malafede dell’arbitro scozzese Thomson per eliminare una Società,il Malaga, già sanzionata per il fair play finanziario non rispettato dalla Uefa?

  Il Foglio.it

 

 Il dubbio rimane.Ed è un dubbio che rovina i 3 minuti più intensi di calcio visti negli ultimi anni. Abbiamo avuto conferme che ogni tipo di impresa calcistica è possibile. Ogni tipo di rimonta.Basta crederci e poi magari l’aiuto in un modo o nell’altro arriva…eccome se arriva.

Parole grosse da parte del tecnico del Malaga Pellegrini e del proprietario della Società, lo sceicco Al Thani :

mondopallone.it

 

«Quello che è accaduto stasera non è calcio ma razzismo. Speriamo che venga avviata un'indagine per fare luce su una gara che ha alterato lo spirito dello sport. L'eliminazione di stasera è stata ingiusta e razzista».

In effetti la rete della vittoria di Santana la rete qualificazione è arrivata al 3° dei quattro minuti di recupero ma in netto fuorigioco.La successione dei gol è stata emozionante ma francamente irrealizzabile se le regole del calcio fossero state rispettate.La bolgia umana dello stadio ( 65.829 spettatori di cui almeno 10 mila spagnoli )

guardian.co.uk 

 ha assistito quasi incredula al dramma sportivo del Malaga che era qualificato anche sul 2-2 ad un minuto e mezzo dalla fine ed è impazzita letteralmente al gol del sorpasso di Santana.Gol fasullo e da annullare ma tale era il trasporto emotivo che aleggiava sul campo che nessuno ci ha pensato.

 Il Borussia Dortmund è una squadra giovane e valida.Rimane imbattuta in questa edizione della Champions e poteva mettere al sicuro la qualificazione già a Malaga ove avrebbe meritato di vincere per 3-0.E’ una squadra che produce molte occasioni e molte occasioni spreca.Ma non è mai doma ed è riuscita vincendo a quel modo a confermare una delle regole marchiate a fuoco sulla pietra: nel calcio tutto è possibile.Nel bene e nel male.

Intanto l’altra spagnola il grande e potente Real Madrid

pur uscito sconfitto da Istanbul per 3-2 è approdato alla sua 24ma   semifinale nella storia delle sue 43 partecipazioni alla  Champions!!! ( 16 semifinali nelle 37 e dizioni della vecchia Coppa Campioni e 8 semifinali nelle 21 della nuova formula) Ed il tutto con 9 Trofei Champions vinti !.

Il suo ariete Cristiano Ronaldo( il Pavone )  continua imperterrito a segnare ed ha raggiunto le 11 segnature in questa Champions e i 50 gol totali nella stessa manifestazione raggiungendo Inzaghi nella classifica generale storica dei marcatori Champions che è guidata dallo spagnolo Raul anche lui ex Real con 71 gol ( Messi che lo insegue è già a 59 gol )

 

 

 

 

 

 

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Admin (del 09/04/2013 @ 22:30:13, in champions, linkato 854 volte)

 

CHAMPIONS: ECCO LE PRIME SEMIFINALISTE

SONO BORUSSIA DORTMUND E REAL MADRID               

INCREDIBILE A DORTMUND ! Il Borussia al primo dei quattro minuti di recupero era eliminato perdendo 1-2 col Malaga. In due minuti segna due gol e si qualifica per la semifinale e da imbattuto!

Beffa atroce per il Malaga di Pellegrini! Quattro minuti di recupero che resteranno nella storia del calcio !

IN SEMIFINALE ANCHE  IL REAL MADRID ( sia pure sconfitto per 3-2 )

CHAMPIONS: LA JUVENTUS SI PREPARA ALLA MISSIONE IMPOSSIBILE AFFONDARE LA CORAZZATA BAYERN

 Missione impossibile per i bianconeri? No,solo molto improbabile.Di impossibile nel calcio non c’è niente.La palla come si dice è tonda e non solo quella..a volte i danni vengono anche dalle teste pensanti e fischianti in campo:gli arbitri.

Vi sono esempi a non finire per ricordarci che qualsiasi impresa se anche non raggiungibile per gli atleti può essere egualmente portata a casa grazie a nefandezze arbitrali varie ed assortite.La Nazionale Italiana tartassata ai Mondiali del 2002 dall’arbitro Moreno,

il Milan di Maldini (padre) ed Altafini battuti non dal Santos di Pelè, ma dall’arbitro argentino Brozzi( novembre 1963)   

.i primi due esempi che vengono in mente.Ma gli esempi sono decine.Improbabile,certo,ma possibile .A questo livello l’arbitro di Fiorentina-Milan Tagliavento non è ancora arrivato,ma sta imparando in fretta…

A gara regolare come avviene fortunatamente nel 99% dei casi recuperare uno 0-2 ad una squadra forte ed esperta come il Bayern rappresenta un’impresa.

Di certo la Juventus dell’Allianz Arena non è apparsa la vera Juventus vista in questi due ultimi anni.Demeriti propri o meriti tedeschi? Io proprenderei per meriti tedeschi ( ed è anche andata di lusso-i gol potevano essere anche 3 -4 ) esaltati anche da una serata (rarissima) non certo delle migliori da parte di uno dei punti di forza della squadra :il portiere Buffon.

Scontata sarà la spinta del pubblico torinese così come la concentrazione dei bianconeri cui servirà la massima spinta per segnare un gol nei primi minuti e contemporaneamente la massima concentrazione per evitare di subirne,altrimenti i gol da segnare saranno 4 !

 Conoscendo i tedeschi c’è da scommettere che (Juventus permettendo) non cambieranno di una virgola il loro modo di giocare fatto di continui tentativi offensivi con una costanza fisica preponderante che a Monaco ha costituito la vera differenza tra i due club.

                                                               

 Le squalifiche di Vidal e Lichsteiner da questo punto di vista sono pesanti ma l’utilizzo sin dal primo minuto di gioco del francesino Pogba dotato di un tiro violento e preciso potrebbe anche risultare un vantaggio E’ molto probabile che Conte si affidi al duo d’attacco Vucinic-Quagliarella ( Giovinco ed Anelka?! Sono fuori per infortunio)

Nel ricordare la forza oggettiva del Bayern occorre anche precisare che la squadra bavarese è riuscita anche a perdere le due finali in cui è arrivata negli ultimi tre anni ( e l’ultima nel proprio stadio come avvenne alla Roma contro il Liverpool con la sceneggiata del portiere Grobbelaar rimasta nella storia del calcio).

Questo per dire che a volte i tedeschi sono sì dei panzer ma che perdono anche i cingoli…

E’ su questo anche che contano i bianconeri e magari anche sugli eccessivi ed eventuali festeggiamenti con libagioni dopo la conquista anticipata dello scudetto avvenuta sabato scorso con 6 giornate di anticipo. ( record)

 Noi non ci conteremmo troppo.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

 Come era ovvio e scontato ai danni provocati dalla pessima giornata professionale dell’arbitro Tagliavento si sono pure aggiunte le beffe per il Milan che oltre ad aver pagato in termini di risultato ( e questo anche per propri gravi demeriti caratteriali) causa rigori inventati e rigori non dati, ora si vede appioppare a Balotelli ( che come al solito ci ha messo del suo ed anche lui è gravemente colpevole ) ben tre giornate di squalifica .

 

 E guarda caso da scontare proprio nei due big match contro Napoli e Juventus. Io credo che a Milanello siano furiosi.

 D’altra parte che cosa doveva fare il giudice Tosel di fronte ad un referto arbitrale ( quello dell’arbitro d’area Doveri ) che riportava la frase rivoltagli da Balotelli già alle prese con una discussione col portiere Viviano ? Quel “ che cazzo guardi..” è stato considerato un’ingiuria costata due giornate in aggiunta a quella rimediata per somma di ammonizioni.

 Ingenuo e stupido l’atteggiamento avuto da Balotelli quando ritardava la battuta di una punizione da parte di un giocatore viola ed anche imperdonabile il nervosismo a fine gara anche se come attenuante occorre ricordare i due calci di rigore che il Milan avrebbe meritato per i falli subiti da Abate e per il lampante fallo di mano di Roncaglia.

 E’ quindi destino che a fine torneo il Milan venga tarpato da questo arbitro Tagliavento che dovrebbe essere messo a riposo per un bel pezzo.Sicuramente non avverrà.

 Balotelli cui (forse) verrà abbonata una giornata se il Milan ricorrerà in giudizio non potrà disputare le due gare clou ,spetterà a Pazzini ed El Shaarawy farsi valere per mantenere quel terzo posto preziosissimo valido per la Champions.

Balotelli era sulla buona strada sia in termini di comportamento che di prove sul campo 7 gol in 8 gare di campionato ma i fatti ( in tutti i sensi ) di Firenze potrebbero riportarlo indietro nel tempo.

Siccome ad ogni azione corrisponde una reazione ( checché ne dicano i benpensanti) chi è che ha cominciato a commettere errori?

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3
Ci sono 41 persone collegate

< settembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           

Cerca per parola chiave
 

Titolo
A.C. Fiorentina (1)
EUROPEI FRANCIA 2016 (1)
EUROPEO FRANCIA 2016 (1)
Qalificazioni Europei di Francia 2016 (1)
US PISTOIESE 1921 (1)
Aberrazioni (1)
AC MILAN CHE ERRORE (1)
acquisti (1)
AGRICOLTURA E FLOROVIVAISMO (1)
AMBIENTE (25)
AMBIENTE MARE (1)
ambiente,mare,ecologia (4)
Ancora la Gazzetta su Balotelli (1)
ANNIVERSARI (2)
ARTE E CULTURA (1)
ARTE E SPETTACOLO (8)
ARTE, CULTURA, CINEMA, MUSICA (8)
arte,cinema,spettacolo (2)
Assurda manifestazione calcistica (1)
ATORN (4)
AUGURI (3)
avvenimenti (6)
BANCHE (1)
BUNDESLIGA (3)
BUON NATALE (1)
calcio (200)
Calcio Commenti (4)
calcio curiosità (1)
Calcio internazionale (2)
CALCIO MILAN (1)
calcio pisa (1)
CALCIO - USSI (1)
calcio balotelli (1)
calcio bayern (1)
Calcio Bundesliga (1)
calcio campionato (117)
Calcio Campionato Serie A (2)
calcio champions (18)
Calcio Champions commenti (1)
Calcio Champions League (41)
Calcio Commenti (163)
Calcio commento (5)
Calcio Coppa America (5)
Calcio Coppa America ed Europei (1)
Calcio Coppa d'Asia e Coppa Italia (1)
calcio coppa italia (18)
Calcio Coppa Italia e Coppa del Re (1)
CALCIO CORROTTO (1)
CALCIO COVERCIANO (1)
Calcio Crisi (1)
Calcio critiche (2)
Calcio critico (27)
CALCIO CURIOSITA' (1)
calcio curioso (1)
CALCIO D'ESTATE (1)
CALCIO DILETTANTI E TORNEI (2)
CALCIO DILETTANTIE TORNEI (2)
Calcio e Politica (1)
Calcio e record (1)
Calcio estero (3)
Calcio Europa League (19)
Calcio Europa League 2017-2018 (1)
calcio europei (17)
Calcio Europei 2016 (1)
Calcio Europei Francia 2016 (3)
Calcio Europeo (2)
Calcio FIGC (2)
Calcio Fiorentina (5)
Calcio Francia 2016 (1)
CALCIO GIOVANILE (10)
CALCIO IN TV (1)
Calcio Inter (1)
calcio internazionale (139)
Calcio Internazionale amichevoli (1)
Calcio internazionale costume (1)
Calcio Italia (13)
Calcio Italiano (2)
calcio juventus (3)
calcio lega pro (75)
Calcio Lega Pro Girone A (1)
Calcio Lega Pro Girone B (8)
Calcio malato e violento (1)
Calcio marcio (5)
Calcio mercato (3)
Calcio Mercato Estivo (1)
calcio milan (36)
Calcio Milan IL RIECCOLO (1)
calcio milan ed internazionale (1)
calcio mondiale (3)
Calcio Mondiale 2014 (1)
CALCIO MONDIALI (14)
Calcio Mondiali 2014 (37)
Calcio Mondiali Russia 2018 (1)
Calcio nazionale (18)
CALCIO NEWS (1)
calcio pisa (100)
calcio pistoia (1)
calcio pistoiese (143)
Calcio Premier League (1)
Calcio Premiere League (1)
Calcio Qualificazioni a Francia 2016 (1)
Calcio qualificazioni mondiali (3)
Calcio Scandali (2)
Calcio scandalo (1)
calcio scommesse (2)
CALCIO SENTENZE (1)
CALCIO SERIE A (75)
Calcio Serie A 2015-2016 (1)
Calcio Serie A 2017-2018 (1)
Calcio Serie A Commenti (1)
Calcio Serie A ed altro (1)
calcio serie c (64)
Calcio Serie C 2017-2018 (8)
Calcio Serie C Girone A (2)
Calcio Serie C Lega Pro (3)
Calcio Statistiche (5)
CALCIO STORICO (1)
calcio supercoppa (1)
calcio tedesco (2)
Calcio Teppismo (1)
calcio trofeo tim (1)
Calcio Uefa (1)
Calcio US Pistoiese (1)
CALCIOPISA (1)
CALCIOPOLI (6)
calciopoli corte dei conti (1)
calcioscommese (1)
calcioscommesse (25)
CALCIOSCOMMESSE - IL BLOG DEL DIRETTORE (2)
calcioscommesse fase due (3)
calcioscommesse fase uno (1)
CALCIO-USSI (1)
Campagna pro balotelli della Gazzetta (1)
campionato (38)
campionato 2012-2013 (1)
campionato 2013-2014 (1)
Campionato Calcio (1)
Campionato Calcio Serie A (2)
campionato commento (2)
campionato Europeo Under 21 (1)
Campionato Serie A (25)
Campionato Serie A 2015-2016 (1)
Campionato Serie A 2016-2017 (9)
Caso Tavecchio (1)
champions (57)
CHAMPIONS LEAGUE (1)
Champions 2015-2016 (1)
Champions 2016-2017 (1)
Champions 2016-2017 ed altro (1)
Champions commenti (1)
Champions ed Europa League (1)
champions league (99)
Champions League 2015/2016 (1)
Champions League 2014/2015 (1)
Champions League 2014-2015 (1)
Champions League 2015/2016 (5)
Champions League 2015-2016 (6)
Champions League 2016-2017 (33)
Champions League commenti (1)
Champions League ed Europa League (2)
Champions Legaue (1)
Champiosn League (1)
cibm (1)
CICLISMO (4)
Commenti (4)
Commenti Calcio (1)
Commenti politici (2)
commento al campionato (1)
Commento Calcio (1)
Commento Campionato (1)
Commento politico (1)
Comune Viareggio (1)
Confederation Cup (2)
confederations cup (13)
COOPERAZIONE INTERNAZIONALE (1)
Coppa Africa 2015 (1)
Coppa America (7)
Coppa America 2016 (3)
Coppa America Centenario (1)
Coppa America del Centenario (1)
Coppa Asia Coppa Africa (1)
Coppa d'Africa (2)
Coppa d'Asia (4)
Coppa d'Asia e d'Africa (2)
Coppa Italia (22)
Coppa Italia 2014/2015 (1)
Coppa Italia 2015/2016 (1)
COPPA ITALIA 2015-2016 (1)
Coppa Italia 2016-2017 (4)
Coppa Italia Coppa Asia Coppa Africa (1)
Coppa Italia d'Asia e d'Africa (2)
coppa libertadores (1)
Coppe europee (1)
CREDITO ALLE IMPRESE (3)
Crisi Parma Fc (1)
Critica politica (477)
Critica politica e sportiva (2)
CRONACA (6)
CULTURA E INTRATTENIMENTO (1)
CULTURA -EVENTI (1)
CULTURA, ARTE, EVENTI (8)
Dal Mondo (11)
DIRITTI E DOVERI (1)
DISASTRI NEL MONDO (5)
DONNE NEL MONDO (6)
economia (4)
EDITORIA (1)
EDITORIA E GIORNALISMO (1)
EDUCAZIONE , GIOVANI (1)
Elezioni 2008 (3)
Elezioni Nicaragua (1)
ENTI PUBBLICI (2)
esperienze,vissuto,storie (3)
ESTERI (1)
Euro 2016 Francia (1)
europa league (48)
Europa League 2014/2015 (2)
EUROPA LEAGUE 2015/2016 (2)
EUROPA LEAGUE 2015-2016 (5)
Europa League 2016-2017 (9)
Europa Legaue (2)
Europei 2016 Francia (1)
EUROPEI CALCIO (12)
Europei Calcio 2016 spareggi (1)
EUROPEI CALCIO FRANCIA 2016 (1)
EUROPEI DI CALCIO (4)
Europei di Francia 2016 (4)
Europei Francia 2016 (37)
EUROPEI FRANCIA 2016 ED ALTRO (1)
Europeo Francia 2016 (3)
EVENTI E CULTURA (1)
EVENTI E FIERE (1)
FESTIVAL DELLA SALUTE (4)
FESTIVAL PUCCINIANO (1)
Fiorentina (1)
FLOROVAISMO (1)
FLOROVIVAISMO (22)
FLOROVIVAISMO NEL MONDO (19)
FOTO DEL GIORNO (3)
FRANCIA 2016 Qualificazioni (1)
FRANCIA 2016 Curiosità (1)
FRANCIA 2016 QUALIFICAZIONI (6)
FRANCIA EUROPEI 2016 (2)
FSRU OLT GASIERA (1)
FSRU TOSCANA (1)
FUMETTI (1)
GEMELLAGGI (1)
GIORNALISMO (2)
Giornalismo paraculo (1)
GIORNALISTI (4)
GRAN CANAL DE NICARAGUA (2)
Grande Torino (1)
Guinness Cup (2)
IDEA ABERRANTE (1)
IL RIECCOLO (1)
INFORMAZIONI (2)
International Cup (1)
INTERNAZIONALE (4)
INTERNET (2)
INTERNET E WEB TV (3)
INTERNET editoria (2)
INTERNET TV (9)
INTERNET TV, WEB TV, EDITORIA SUL WEB (15)
INTERNET WEB TV (1)
Juventus e Borussia Dortmund (1)
Juventus statistiche (1)
LA GASIERA (1)
LAVORO (1)
lega pro (21)
Lega Pro Girone A (5)
Lega Pro Girone B (7)
Lega Pro Pistoiese (4)
lega pro prima divisione (1)
Lega Pro US Pistoiese (1)
LEGA PRO US PISTOIESE 1921 (1)
MEDIA (1)
MEDICINA E SALUTE (1)
MEMORIAL (1)
messaggio pubblicitario (1)
Migrazioni insostenibili (1)
Milan (1)
Milan crisi (1)
MILAN FALLIMENTO ! (1)
Milan notizie (1)
Milan si cambia! (1)
MONDIALE PER CLUB (2)
Mondiale per Clubs (2)
Mondiali Calcio 2014 (1)
Mondiali 2014 Brasile (1)
Mondiali Brasile 2014 (1)
mondiali calcio 2014 (11)
MONDIALI DI CALCIO (13)
MONDIALI DI CALCIO 2010 (2)
Mondiali di Russia 2018 (1)
Mondiali Russia 2018 (1)
Mondiali Russia 2018 qualificazioni (1)
nazionale (2)
nazionale calcio (5)
Nazionale commenti (1)
Nazionale Italiana (3)
Nazionale Italiana calcio (2)
Nazionale Italiana di Calcio (1)
NICARAGUA (1)
notizie dal mondo (2)
NOTIZIE USSI (1)
NUOVA POLITICA (1)
OLT FSRU TOSCANA (2)
pallone sgonfio (1)
PARCHI (1)
PARCHI ambiente (1)
parco m.s.r.m. (2)
Parco MSRM (2)
PARCO SAN ROSSORE (13)
PERSONAGGI (10)
personaggi,giornali,editoria (5)
PISA 1909 (1)
pisa calcio (29)
PISA EVENTI (1)
PISTOIA (2)
PISTOIESE (14)
pistoiese calcio (2)
Play-off per Francia 2016 (1)
politica (153)
Politica e costume (3)
Politica a costume (1)
Politica critica (12)
Politica e costume (11)
Politica e Sociale (4)
Politica e Sport (4)
Politica Internazionale (1)
politica porto (1)
Politica sport costume (1)
premi e trofei (1)
PROPOSTE DI LEGGE (1)
QUALIFICAZIONI A FRANCIA 2016 (4)
Qualificazioni a Russia 2016 (1)
qualificazioni a russia 2018 (1)
Qualificazioni ai mondiali 2018 (3)
Qualificazioni mondiali russi 2018 (1)
RICERCA (1)
RICERCA e SOLIDARIETA' (1)
RICERCA SCIENTIFICA (1)
Riflessioni sui tempi (1)
rigassificatore (1)
RUGBY (1)
SALUTE E MEDICINA (2)
SANITA' E SALUTE (2)
SCANDALO NAZIONALE (1)
SCIENZA E CULTURA (1)
SCIENZA E SALUTE (1)
scienza,medicina (2)
Serie A (1)
Serie C Lega Pro girone A (1)
SICUREZZA (2)
Sirteggi europei (1)
SOLIDARIETA' E SOCIALE (1)
SOLIDARIETA' SOCIALE (2)
Sorteggi Coppe Europee (1)
SORTEGGI UEFA (1)
Spareggi per Francia 2016 (1)
spazio libero (2)
SPETTACOLO (25)
SPORT (10)
SPORT - BASKET (1)
SPORT - BASKET (1)
SPORT - CALCIO (4)
SPORT - CICLISMO (1)
SPORT E SOCIALE (1)
SPORT - NEWS LETTER USSI (1)
SPORT - PALLACANESTRO (1)
SPORT & SPORT (2)
sport calcio (2)
SPORT- CALCIO (3)
SPORT -CALCIO (1)
SPORT- CALCIO - COVERCIANO (1)
SPORT- CALCIO - USSI (3)
Sport critico (1)
sport e critica (1)
Sport e politica (1)
SPORT E SOLIDARIETA' (1)
SPORT -NEWS LETTER USSI (4)
SPORT PARALIMPICO (1)
Sport Serie C (1)
SPORT-CALCIO-USSI (1)
SPORT-CANOTTAGGIO (1)
STORIA (1)
STORIA E CULTURA (1)
Supercoppa Italiana (3)
TEATRO (2)
TEATRO E SPETTACOLO (8)
TEATRO SPETTACOLO (2)
Teatro, arte, spettacolo (3)
TORNEI DI CALCIO (1)
TOSCANA ECONOMIA (1)
TOSCANA IN RETE (4)
TOSCANA IN RETE - ECONOMIA (1)
UEFA CHAMPIONS LEAGUE (1)
us pistoiese 1921 (3)
us pistoiese calcio (1)
ussi (1)
USSI COMUNICATI STAMPA (1)
VANNUCCI PIANTE (1)
vendita (1)
VERSILIANA (19)
Viaggi,curiosità,reportage (1)
viareggio (1)
Viareggio allo sbando (1)
viareggio porto (1)
VIDEONEWS (1)
VIDEONEWS 30 ANNI (1)
videonewstv (6)
vivaismo (6)
VIVAISMO E CULTURA (2)
VIVAISMO E SPORT (1)
VOLLEY (2)
WEB E RICERCA SCIENTIFICA (2)
web tv (9)
web,video,youtube (3)
ZERO NEGATIVO (2)

Catalogati per mese:
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti: