\\ Home Page : Articolo : Stampa
PAZZA PISTOIESE: AVVIO SHOCK, POI VINCE IN RIMONTA! 3-2 AL SAN PAOLO, E' LA SESTA CONSECUTIVA.
Di Admin (del 12/02/2012 @ 21:55:05, in  US PISTOIESE 1921, linkato 1941 volte)

Dal Melani di Pistoia EDOARDO DESIDERI:

 

CAMPIONATO NAZIONALE di SERIE D Girone D, 25ª Giornata

Stadio "Marcello Melani" di Pistoia, 12/02/2012

PISTOIESE – SAN PAOLO PADOVA 3-2 

MARCATORI: 6' Raffaelli (S), 10' Volpato (S), 39' e 73' Bigoni (P), 90' Firenze (P).

 PISTOIESE:Gaffino, Cantoni (58' Firenze), Nencioli (80' Hemmy), Varoli, Macelloni, Ceccherini, Bigoni, Reccolani, Taddeucci, Ceciarini, Bischeri (58' Paolicchi). A disp: Lorenzi, Cortese, Mariotti, Polvani. All. PAOLO INDIANI.

 SAN PAOLO PADOVA: Cucinato, Masiero, Zanon, Bovo, Bizzarro, Zanetti (75' Milani), Raffaelli (58' Fantin), Lestani, Volpato, Lucchini, Mazzeo (85' Michelotto). A disp: Mellon, Galeazzo, Bertelli, Galderisi. All. GIANFRANCO FONTI

.Arbitro:sig. SCARICA di Castellammare di Stabia, 1° assistente sig. ANNUNZIATAdi Torre Annunziata, 2° assistente sig SCALAdi Torre del Greco.

 Note: giornata fredda, campo in buone condizioni.

 Spettatori 800 circa.

Ammoniti: 24' Ceccherini, 33' Bischeri, 63' Bigoni, 67' Taddeucci per la Pistoiese; 30' Raffaelli, 65' Bovo, 69' Fantin per il San Paolo

Angoli:7-6 per la Pistoiese

Recuperi:2'+5'

 PISTOIA – Vince in rimonta la Pistoiese, contro un San Paolo sceso in Toscana deciso a chiudere la gara già nei primi minuti: è Carlo Bigoni uno dei simboli della vittoria arancione, dato che prima tiene a galla i suoi riaprendo la gara sul finire del primo tempo, poi sigla il pareggio alla mezz'ora della ripresa. Il 3 a 2 finale è invece opera del giovanissimo Firenze che allo scadere batte con eccezionale freddezza il portiere ospite Cucinato, facendo esplodere la gioia del pubblico pistoiese

PRIMO TEMPO - Indiani conferma sostanzialmente l'assetto delle ultime giornate, con Macelloni che torna al centro della difesa a tre e Cantoni, preferito a Firenze come '93, che prende il posto di Arzeo sulla fascia destra. In avanti Bigoni e Bischeri fungono da sostegno alla punta Taddeucci. Dall'altra parte, nonostante alcune assenze ed il fatto di giocare in casa della squadra forse più in forma del momento, mister Fonti schiera i suoi secondo uno spavaldo 4-3-3, puntando molto ad arginare la mole offensiva di Taddeucci, e sfruttando la velocità degli attaccanti nelle ripartenze. I fatti sembrano dare ragione al tecnico veneto: i patavini dimostrano infatti di avere una marcia in più nelle prime battute, e grazie ad una condotta di gioco aggressiva riescono ad avere la superiorità numerica praticamente in tutte le zone del campo per almeno mezz'ora. Il San Paolo trova il vantaggio già al 6': Lestani, il migliore dei suoi, percorre più di metà campo palla al piede con la retroguardia arancione, tutt'altro che impeccabile nella circostanza, che gli permette di liberare al tiro l'accorrente Raffaelli, il quale batte Gaffino con un preciso rasoterra. Taddeucci avrebbe l'opportunità di ristabilire l'equilibrio già dopo un minuto, ma imbeccato da un bel lancio di Reccolani chiude troppo il destro e la palla scivola a lato. La Pistoiese continua a soffrire l'intraprendenza ospite e all'8' Gaffino si rifugia in angolo sulla bella conclusione di Mazzeo. Il raddoppio è nell'aria, e infatti al 10' da un lancio lungo di Bizzarro Volpato scatta bene e supera in velocità Varoli, trovando poi lo spiraglio giusto per superare Gaffino. La Pistoiese, sotto shock, non riesce ad organizzare una reazione per oltre 20 minuti, rischiando di capitolare ancora al 28' quando sugli sviluppi di un angolo calciato da Mazzeo, Raffaelli grazia clamorosamente gli arancioni da pochi passi. Poi dalla mezz'ora gli uomini di Indiani cambiano registro trovando le giuste contromosse, ed è il 39' quando Bigoni s'invola verso l'area ospite sfruttando un gran lancio di Reccolani per accorciare le distanze con un bel tiro di sinistro. La Pistoiese avrebbe dunque l'opportunità di andare al riposo sul 2 a 2 con Bigoni che calcia a botta sicura su cross di Nencioli ma stavolta Cucinato si oppone e gli chiude lo specchio.

 SECONDO TEMPO – La Pistoiese della ripresa segue il trend del quarto d'ora finale del primo tempo: al 1' Bigoni si libera al tiro ma la sua conclusione si stampa sul palo a portiere battuto. Al 4' Bischeri impegna Cucinato su punizione, quindi si rivedono i padovani con un tiro a lato di Zanetti. Al 7' ci pensa Cantoni a dare un brivido alla retroguardia ospite con un rasoterra che esce a fil di palo, tuttavia la pressione offensiva della Pistoiese non sembra davvero trovare soluzione in termini di risultato. Indiani prova a mescolare le carte inserendo Firenze e Paolicchi per Cantoni e un evanescente Bischeri. Al quarto d'ora il portiere ospite para a terra un pallone indirizzato in rete su una mischia da calcio d'angolo, mentre tre minuti più tardi Ceciarini tenta la fortuna con un rasoterra da fuori area. Al 21' avviene un episodio che farà infuriare i tifosi della Pistoiese: Ceccherini lancia un pallone dalla difesa mettendo in affanno la retroguardia ospite. Sulla sfera si avventa Taddeucci in anticipo su Zanetti che sembra strattonarlo facendolo cadere in area. L'arbitro liquida il fatto ammonendo l'attaccante arancione per simulazione. La terna appare in affanno e appena un minuto più tardi non segnala un fuorigioco a Mazzeo il quale per un soffio non chiude il match calciando a lato da pochi passi. Gli sforzi della Pistoiese vengono premiati al 28' quando Bigoni firma un'altra doppietta risolvendo una mischia sugli sviluppi di un corner calciato da Firenze. Il gol fa esplodere la gioa del pubblico del Melani, tuttavia Indiani dimostra di avere le idee chiare e di voler vincere la partita quando all'80' manda dentro Hemmy per Nencioli. La Pistoiese riesce a ribaltare completamente il risultato praticamente allo scadere con Firenze che a dispetto della giovane età dimostra di avere un grande carattere riuscendo prima a far disinteressare dell'azione Taddeucci (in chiara posizione di offside), quindi a battere con maestria il portiere avversario mettendo la parola fine sull'incontro forse più bello visto al Melani quest'anno. Una vittoria di un'importanza enorme: fondamentale in termini di classifica, dato che la Pistoiese allunga il vantaggio sulla zona play-out (anche se diverse partite saranno recuperate il 22, causa neve), cominciando a puntare in maniera più concreta alla griglia dei play-off, in cui l'ultimo posto disponibile resta occupato proprio dal San Paolo distante adesso 5 lunghezze. Ma soprattutto una vittoria che conferma che lo stato di grazia della squadra non si è esaurito nel mese di Gennaio, e anzi fornisce ai tifosi maggiore fiducia in un gruppo che si è dimostrato capace di imporsi anche in una situazione di emergenza assoluta, quale è l'essersi trovati sotto di due reti in casa dopo appena dieci minuti.