\\ Home Page : Articolo : Stampa
PISTOIESE: MAGIA DI PIERONI: LA PISTOIESE CONTINUA A VOLARE
Di videonewstv (del 24/01/2011 @ 20:17:14, in CALCIO PISTOIESE, linkato 2040 volte)

MAGIA DI PIERONI: LA PISTOIESE CONTINUA A VOLARE.

PRIMO KO CASALINGO PER I LABRONICI.

GLI ARANCIONI SI RIPORTANO A +6

 Campionato di Eccellenza Toscana girone A - 22ª Giornata 23/01/2011

  Livorno: dallo Stadio di Viale Orlando, Edoardo Desideri

 PRO LIVORNO – PISTOIESE 0 - 1

MARCATORI: 51’ Pieroni PRO LIVORNO: Lischi, Castellani (75’ Catola), Rossi, Frediani, Niccolai, Mucci, Beltramme (89’ Citi), Vannucci, Tempini, Filippi, Rinaldi. A disp: Pioli, Tocchi, Zoppi, Gennari, Sgariglia. All. Paolo Tognarelli. PISTOIESE: Flauto, Strufaldi, Elmi, Romeo, Pagani, Calanchi, Pieroni (80’ Gemignani), Balleri (76’ Mennini Righini), Stefanelli, Sabatini (73’ Di Nunzio), Arricca. A disp: Pampaloni, Marrani, Fedi, Allori. All: Riccardo Agostiniani. Arbitro: sig. Francesco Santi di Prato (assistenti Bargagli e Mencagli di Grosseto). NOTE: Giornata fredda, terreno in buone condizioni. Spettatori 400 circa (solo una cinquantina di accreditati da Pistoia, a causa della decisione dal CASMS di vietare la trasferta). Ammoniti: 62’ Balleri e 91’ Di Nunzio per la Pistoiese. Angoli 10 - 4 per la Pro Livorno; Recuperi: 0’+3’.

LIVORNO – La Pistoiese riesce nell’impresa di espugnare il difficile campo della Pro Livorno, fin qui imbattuta fra le mura amiche, riportando a 6 le lunghezze di vantaggio sulla Massese, fermata sul pari agli Oliveti nello scontro diretto col Pisa SC. È Tommaso Pieroni, uomo simbolo della squadra arancione in questo scorcio di 2011, il mattatore della gara grazie al gol partita realizzato in avvio di ripresa con un’esecuzione magistrale dalla distanza.

 PRIMO TEMPO – Agostiniani si trova costretto a rinunciare all’ultimo momento agli influenzati Lisi e Monticciolo, che vanno ad unirsi ai lungodegenti Manfredi e Paolicchi. Il centrocampo è quello di sempre, con gli inseparabili Balleri e Arricca a dettare i tempi, mentre in attacco viene sperimentato il duo Sabatini-Stefanelli. La Pistoiese ci prova subito in avvio con un cross di Pieroni che non trova per un soffio la deviazione di Sabatini, e con una punizione di Arricca su cui Pagani arriva con un attimo di ritardo. Fa sul serio, invece, la Pro Livorno che si dimostra assai pericolosa in contropiede e già al 7’ arriva alla conclusione con bomber Tempini che trova però una grande risposta di Flauto. Due minuti più tardi i padroni di casa protestano per un fallo in area su Frediani non ravvisato dal pratese Santi. Dopo una fase centrale in cui la Pro Livorno si conferma, come già aveva fatto all’andata, una squadra ostica da affrontare, è Romeo a scuotere la retroguardia biancoverde con una punizione al 35’che esce di un soffio. Quindi sono gli arancioni stavolta a reclamare la massima punizione per un atterramento in area ai danni di Stefanelli. La gara si accende in chiusura di frazione: al 40’ Tempini sfiora la marcatura con un gran rasoterra da posizione defilata che esce di poco; al 42’ dalla parte opposta, un cross di Pieroni viene deviato da un difensore locale. Lischi mostra buoni riflessi senza tuttavia riuscire a bloccare il pallone, eppure sulla ribattuta Sabatini non è in grado di approfittarne. All’ultimo minuto, poi, gli arancioni non capitalizzano al meglio una buona opportunità in contropiede, con la difesa locale che si rifugia in angolo.

SECONDO TEMPO – Non demorde la Pro Livorno che in apertura di secondo tempo cerca di imporre spavaldamente il proprio gioco. Eppure, in maniera quasi improvvisa, arriva il vantaggio della Pistoiese. Pieroni aggancia splendidamente un lancio di Romeo e con un gran destro all’incrocio dal vertice sinistro dell’area batte inesorabilmente Lischi. I labronici cercano di scuotersi all’11’ con una punizione di Rinaldi che trova però ancora un attento Flauto a dire di no, quindi è Stefanelli, da parte arancione, a mettere in difficoltà il numero 1 biancoverde con un tiro al quarto d’ora. La Pro Livorno si riversa nella metà campo arancione, mettendo alle strette per lunghi tratti gli uomini di Agostiniani. Tuttavia di occasioni vere e proprie se ne vedono poche, con Flauto chiamato ad interventi perlopiù di ordinaria amministrazione. Il tecnico arancione cerca di coprirsi per difendere l’1 a 0 e sostituisce Sabatini con Di Nunzio, Balleri con Righini, e in chiusura manda in campo addirittura Gemignani al posto del match-winner Pieroni. I padroni di casa si fanno rivedere con un tiro fuori bersaglio di Rinaldi in chiusura, mentre in contropiede la Pistoiese avrebbe la palla buona per il raddoppio, ma in 3 contro1 gli attaccanti arancioni non riescono a concretizzare l’opportunità. Al fischio finale si libera la gioia dei pochi, fortunati, tifosi pistoiesi che erano riusciti ad accaparrarsi un accredito della società, vista la curiosa decisione dell’Osservatorio di riservare la vendita dei tagliandi per la gara ai soli residenti della provincia di Livorno, ritenendo la gara fra gli arancioni e la seconda squadra della cittadina labronica a rischio di incidenti. Con 6 punti di vantaggio sulla Massese, che peraltro domenica è attesa dalla difficile trasferta in Garfagnana sul campo del Castelnuovo, e a 12 giornate dalla fine, il cammino per la serie D sembra farsi sempre più agevole per una Pistoiese forse meno bella rispetto ad altre volte, ma concreta e vincente come sempre dall’inizio del campionato.