\\ Home Page : Articolo : Stampa
MONDIALI 2010.FUORI L'ITALIA. EDITORIALE DEL DIRETTORE GIANNI ZEI.
Di videonewstv (del 25/06/2010 @ 01:10:27, in MONDIALI DI CALCIO, linkato 1934 volte)

 

E' stato giusto così.

Nulla da dire sulla clamorosa eliminazione della Nazionale di Calcio Italiana dai Mondiali in svolgimento in Sud Africa.

Siamo sicuri però che ci sarà da qualche parte qualche commentatore che secondo costume italico proverà,sia pure nello sdegno dell'onta subita,come fosse personale, ad attaccarsi alla possibilità-eppur reale,è vero-di un 3-3 finale che avrebbe fatto passare il turno alla Nazionale a scapito della Nuova Zelanda in quel caso a pari punti con gli azzurri ma sconfitti per aver segnato meno reti.

 Se quello sciagurato pallone a tempo ultrascaduto capitato sul destro di Pepe fosse stato colpito in modo giusto ora saremmo qui a sperare in un altro miracolo,del tipo Berlino 2006.Sarebbe stato ingiusto,ma possibile,eccome

.E vado anche più in là

.Quel 3-3 non solo avrebbe proiettato l'Italia agli ottavi ma avrebbe dischiuso un vaso di pandora con conseguenze inimmaginabili nonostante la indubbia modestia della truppa guidata da Lippi in questo mondiale

. Sarebbe stato ingiusto,ma possibile

. E così anche Marcello LIPPI ha avuto la sua Corea e forse peggio

.Io ricordo benissimo quel lontano giorno di Luglio, era il 19 nell'anno 1966 quando la nostra Nazionale venne sconfitta da giocatori della Nord Corea che l'aiutante in panchina di Edmondo Fabbri -Ferruccio Valcareggi-aveva definito "giocatori ridolini" ,tanto bravi nella corsa fine a sé stessa quanto incapaci nella tecnica.

Eppure accadde l'impossibile.

Un 1-0 con gol di Pak Doo Ik subito promosso a sergente dell'esercito e poi rimasto come un incubo , come un buco nero,nelle pagine gloriose della nostra Nazionale.

Ebbene a quella data ne verrà aggiunta un'altra.Il 24 giugno 2010 con Slovacchia 3 Italia 2.Un'altra Corea e forse peggio se consideriamo che nel 66 la squadra rimase in 10 per un infortunio a Bulgarelli e che nel 2010 la nostra Nazionale si fregiava del titolo di Campione del Mondo in carica.

Un'onta non cancellabile.

Troppo facile a posteriori criticare la scelta della Federazione Italiana Gioco calcio di avvalersi del lavoro di un Lippi di ritorno.

Lo stesso Lippi ha cercato di ricreare un gruppo solido psicologicamente e refrattario alle critiche ed alle scelte fatte,ma è caduto perchè non aveva a disposizione dei veri campioni.

Non Buffon subito infortunantosi,non Pirlo anche lui out per un guaio ad un polpaccio,non Totti neppure convocato e con due uomini come Cannavaro e Gattuso alla fine della carriera.

E non è poco,anzi,sono mancanze forti.Il momento di assoluta crisi fisica di Gilardino e la modestia degli altri attaccanti ha fatto il resto.

Non c'è poi stato quel formidabile collante che fu Calciopoli.La Nazionale del 2006 cementò una feroce determinazione al proprio interno proprio per ripararsi dalle critiche provenienti dall'esterno.Alcuni episodi favorevoli poi ,come il rigore contro l'Australia ed il famoso caso Materazzi-Zidane fecero il resto.Il capolavoro fu sconfiggere la Germania padrona di casa nella semifinale.

Tutt'altra storia comunque, nemmeno lontanamente paragonabile con la disgraziata avventura azzurra del 2010.

Invece di raggiungere Pozzo vincitore di due mondiali consecutivi nel 1934 e nel 1938, Marcello Lippi ha rovinato il suo curriculum.Ha vinto molto è vero, ma ha avuto anche feroci fallimenti.E' andato avanti cocciuto per la sua strada credendo di poter ricreare l'ambiente giusto solo che questa volta non aveva a disposizione pedine efficaci.

Tradito dalla coerenza?No! Mai criticare chi è coerente.;essere coerenti è una qualità.

Tradito,quello sì, da alcuni campioni alla frutta ,da attaccanti fuori fase e da un infortunio,quello di Buffon,per noi davvero determinante.Non vogliamo colpevolizzare nessuno ma avete contato i tiri scagliati contro Marchetti ed i gol subiti?Siamo sul 10 al massimo in tre gare...solo che i gol incassati sono stati 4..un pò troppo,non vi pare?

Gianni Zei

Direttore VideoNewsTV