\\ Home Page : Articolo : Stampa
IL PM AYALA DEBUTTA AL FESTIVAL DELLA VERSILIANA
Di videonewstv (del 22/03/2010 @ 15:27:29, in CULTURA, ARTE, EVENTI, linkato 1968 volte)

XXX° edizione Festival La Versiliana di Marina di Pietrasanta (Lu).

 Apertura programmazione teatrale 23 luglio con recital in PRIMA NAZIONALE del pm Giuseppe Ayala “Chi ha paura muore ogni giorno”.

 Da Andrea Berti dell' Ufficio Stampa redazione Festival La Versiliana riceviamo e pubblichiamo:

...." Cosa Nostra e il maxi processo raccontati dal recital del pm Giuseppe Ayala,Aladin, il Musical” con Manuel Frattini con le musiche dei Pooh, e la commedia edoardiana “Non Ti Pago!”: i tre debutti della XXXI° edizione. In cartellone i balletti “Il Lago dei Cigni” e “Giselle”, lo spettacolo ispirato a “Ballando sotto le stelle” con Natalia Titova e Samuel Peron, e il Premio Franco Martini. Prosa: il 23 luglio l’apertura teatrale. Il 4 luglio tocca al Caffè. Massimiliano Simoni, Presidente Fondazione La Versiliana: “Stagione sorprendente. Presto il cartellone completo”. Il recital-spettacolo sul maxi processo a Cosa Nostra con il pm Giuseppe Ayala, il nuovo musical “Aladin” con Manuel Frattini e le musiche dei Pooh, e la commedia napoletana “Non ti pago! con Geppy Gleijeses in prima nazionale nel cartellone teatrale del Festival La Versiliana di Marina di Pietrasanta(Lu) che si aprirà il prossimo luglio. E ancora lo show di “Ballando sotto le Stelle” con Natalia Titova e Samuel Peron, gli intramontabili classici, per gli amanti del balletto, “Il Lago dei Cigni” e “Giselle” con la prestigiosa compagnia Rousse State Ballet e la conferma della terza edizione del Premio Martini legata al Gran Gala Pucciniano. Ecco i primi “colpi” del XXXI° Festival La Versiliana. Ad annunciarli è il Presidente della Fondazione La Versiliana, Massimiliano Simoni insieme al Direttore Artistico, Simone Martini e alla Vice Presidente della Fondazione, Marta Tonelli, dalle stanze della Villa, all’interno del Parco, che ospitò, agli inizi del ‘900, Gabriele D’Annunzio e che sarà riaperta, in tutta la sua bellezza, alla vigilia dell’inaugurazione del Festival.

“Il cartellone della XXXI° edizione – conferma Simoni – sarà presentato nella sua interezza nel mese di maggio come da tradizione insieme a tutte le altre iniziative collegate alle attività del Festival. Mai come oggi, in tempi di difficoltà, serve una politica di attacco per affrontare di petto la crisi. Noi lo facciamo anticipando il palinsesto e investendo sulla prosa di qualità e su una programmazione che fa dell’integrazione culturale e della varietà il suo punto di forza”. In tutto saranno cinque le prime nazionali. Poco più di trenta gli spettacoli. Confermato, per la stagione 2010, l’accordo con la Fondazione Festival Pucciniano – sarà firmato nei prossimi giorni - con appuntamenti, il giovedì, del Caffè della Versiliana a Torre del Lago, ed eventi musicali negli spazi degli Incontri a Marina di Pietrasanta. Confermati anche gli eventi musicali con “due date zero – conferma Simoni - già a giugno in anticipazione della stagione di prosa”. Confermato il blocco dei conduttori “storici” – come li ha definiti il Presidente della Fondazione, Massimiliano Simoni – “e il format a rubrica che permette di fidelizzare il pubblico. Partenza sabato 4 luglio”. Dopo aver archiviato il grande successo del trentennale, impreziosito da una pubblicazione e da numeri importanti sul fronte del riscontro da parte del pubblico e degli incassi (110 mila presenze complessive, 60 mila presenze al Caffè e 30 mila spettatori a teatro per un incasso complessivo di circa 800 mila euro) il cantiere sempre aperto della Fondazione La Versiliana promette di regalare una stagione sorprendente, variegata come è nel suo stile da un decennio ormai, popolare e allo stesso tempo, ricercata nella proposta degli spettacoli.

Le prime indiscrezioni lo confermano. Destinata a far discutere la prima nazionale “Chi ha paura muore ogni giorno” che aprirà il cartellone il 23 luglio sul rapporto e l’amicizia tra il pm Giuseppe Ayala con Giovanni Falcone e Paolo Borsellino tratto dall’omonimo libro pubblicato da Mondadori. Il titolo della pubblicazione-recital rimanda ad una delle più celebri dichiarazioni di Paolo Borsellino diventata, dopo la sua morte, slogan simbolo della lotta alla Mafia. “Una prima nazionale destinata ad impattare sul pubblico – spiega ancora Simoni – e a far discutere l’opinione pubblica, che ci racconta un pezzo di quell’Italia che la giustizia, con tutte le sue forze, ha tentato di correggere e combattere. Ayala, allora pm insieme a Borsellino e Falcone, è stato un protagonista di questo pezzo di storia italiana; dell’Italia del maxi processo a Cosa Nostra, delle stragi, del dolore e della lotta contro l’illegalità. Sullo sfondo c’è la Sicilia, una terra martoriata dalla Mafia. C’è l’Italia degli anni ’90. Ha tradotto il suo libro di successo in un recital-incontro-spettacolo che debutterà al Festival il 23 luglio. Per noi è un onore poter ospitare un grandissimo personaggio come lui”. ...omissis

 Andrea Berti Ufficio Stampa 338 41 47 298 Le nostre notizie su www.redazionevirtuale.it

LE IMMAGINI DELLA CONFERENZA STAMPA: