\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere:DA UN ASSO AD UN ALTRO! IERI L’AGGRESSIONE RAZZISTA ( E NON LO ERA..) ALLA GIOVANE OSAKUE OGGI E’ IL TURNO DI ASSO 28 UN POVERO RIMORCHIATORE ACCUSATO DI AVER RIPORTATO IN LIBIA 108 MIGRANTI
Di Admin (del 31/07/2018 @ 21:02:23, in Critica politica, linkato 123 volte)


Hanno molto tempo da perdere gli sconfitti dalla storia e quindi lo impiegano a dismisura per attaccare,infamare e creare loro sì ,false notizie per di più urlate che spesso e volentieri non corrispondono a verità così come quel tweet di Renzi sul caso dell’uovo sul volto della giovane e così come il titolo di Repubblica.IT sempre sullo stesso argomento.




 Renzi ha scritto su Twitter:
Daisy Osakue è una campionessa italiana. Ieri è stata selvaggiamente picchiata da schifosi razzisti”

E NON E’ VERO!

 La Repubblica.it anche questo visto su Twitter:"ATLETA AZZURRA DI ORIGINE NIGERIANA PESTATA DA RAZZISTI"
 
 E NON E’ VERO! NOTIZIE GRIDATE E FALSE

 Pura strumentalizzazione politica per di più a cacchio di cane.

 Oggi è il turno del “giallo” della ASSO 28   

 La UNHCR accusa l’Italia e minaccia sanzioni per violazione del diritto internazionale per il fatto che il nostro rimorchiatore ASSO 28 che è a supporto delle nostre piattaforne petrolifere davanti alla costa africana,avrebbe riportato in Libia ( considerato porto non sicuro ) 108 migranti recuperati a bordo di un gommone.

 Apriti cielo! Apriti crisi di Governo!

L’armatore della ASSO 28 ha dichiarato che sono stati i libici a richiedere l’intervento che si è svolto sotto il coordinamento della Guardia Costiera della Libia!


E allora che vogliono i vari sceriffi in servizio permanente ed effettivo a bordo delle navi delle ONG che vagano senza costrutto alcuno in quei mari ormai per loro poco pescosi?



Sceriffi come Fratoianni ad esempio? Il deputato di Leu afferma che sono stati i dirigenti della piattaforma ENI a richiedere che i migranti fossero riportati indietro in Libia.

 Tutti negano il fatto
ma lui di LEU ha il dono della verità imperante in quel vascello con tante telecamere pronte all’uso e tanti volontari tra parlamentari e giornalisti.

 Toninelli il Ministro nega che la Guardia Costiera italiana sia stata interessata ai fatti.

Salvini il vice premier nega

L’Eni nega

 L’armatore ( di Napoli ) del rimorchiatore nega.


 4 negazioni contro una affermazione.

 QUALE SARA’ LA VERITA’?

 Eppure tutta LA CANEA ORGANIZZATA di cui parliamo spesso ha abboccato in pieno alla probabile “fregnaccia” ulteriore.

 Tra poco ce ne libereremo per qualche tempo fino alle manifestazioni indette dal PD in settembre ..stanno per partire per le meritate vacanze in qualche luogo radical-chic dove, grazie a Salvini ,non ci sia troppo disturbo di questuanti sulle spiagge.