\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere: OMBRA LUNGA DI ANCELOTTI SUL MILAN CHE VINCE AL 94 SUL FIUME MA DI CERTO NON CONVINCE OTTIMA ATALANTA 1-1 COL LIONE LAZIO VINCE 2-0 SUL WAREGEM
Di Admin (del 29/09/2017 @ 00:17:51, in Calcio Europa League, linkato 497 volte)



EUROPA LEAGUE 2017/2018

Fase a gironi

GRUPPO D   Classifica:  MILAN 6 punti  AEK ATENE  4  punti  AUSTRIA VIENNA 1 punto RIJEKA 0 punti




 Essere salvati da un “baby” al 94’. Questo è accaduto al Milan vittorioso per 3-2 sul Fiume dopo essere passato senza convincere dal 2-0 al 2-2 ! Montella in crisi? Manovre che inizieranno da subito per portare Ancelotti a Milano? Dipenderà molto dalle prossime due gare di campionato con Roma e Inter.I cinesi vogliono la Champions ( se riusciranno a saldare il debito americano ) ma con quanto visto finora questo Milan in Champions non ci arriva.

San Siro in Milano

MILAN   RIJEKA   3-2

 14′ pt André Silva (M) 8′ st Musacchio (M) 39′ st Acosty ( R) 45′ st rig. Elez ( R) 48′ st Cutrone ( M )


MILAN: Donnarumma Musacchio Bonucci Romagnoli Abate Kessié (25′ st José Mauri ) Locatelli Çalhanoglu (1′ st Bonaventura ) Borini Cutrone André Silva (37′ st Suso )

All.tore:: Montella

RIJEKA
Sluga Vesovic Zuparic Elez Zuta Misic Bradaric Kvrzic (13′ st Acosty ) Pavicic (26′ st Males ) Heber Puljic (34′ st Crnic )

 All.tore: Kek

Arbitro: Grinfeld (ISR)

 Gara di una bella modestia. In gol alla prima occasione i rossoneri con Silva che dalla sinistra supera Zuparic e batte dalla parte opposta Sluga. E’ il 14’ Nella ripresa all’ 8’ arriva il raddoppio quando sugli esiti di un angolo Cutrone colpisce di testa con Bonucci che aveva seguito l’azione che tocca per Musacchio che raddoppia.

 Sembra fatta per il Milan sia pure in una gara brutta assai. Invece il sale è nella coda.

 Acosty entrato al 13’ approfitta di una scivolata di Bonucci per andarsene verso Donanrumma che da par suo ha un’uscita infelice con palla che carambola in rete! Ma non finisce qui. Ci si mette anche Romagnoli a 2’ dal termine a farsi portar via la palla quasi sulla linea di fondo da Crnic che poi prosegue e cade in area. L’israeliano Grinfeld dà il rigore che Elez trasforma

.In un San Siro gelato ci pensa il giovane Cutrone al 3’ del recupero ad approfittare di un passaggio di Borini sorprendendo il portiere croato Sluga. I 3 punti ci sono ancora ma il gioco no. 7 tifosi esagitati croati sono stati fermati dalla polizia.
 
GRUPPO E 

Classifica : ATALANTA 4 punti APOLLON  NICOSIA  E LIONE 2 punti  EVERTON 1 punto


A LIONE

LIONE     ATALANTA   1-1


Traore (L) al 45’ del 1° tempo Gomez (A) su punizione al 12’ del 2° tempo


LIONE: Lopes Tete Marcelo Morel Mendy Tousart Ndombele Traore' (40'st Cornet) Fekir Aouar (25'st Depay Mariano Diaz (25'st Maolida)

 Allenatore: Genesio

 ATALANTA : Berisha Masiello Caldara Palomino Hateboer Cristante (1'st Castagne) De Roon Freuler Spinazzola Petagna (16'st Ilicic) Gomez

 Allenatore: Gasperini

 Arbitro: Siebert (Germania)

In settimana i francesi che come si sa sono assai sciovinisti aveva candidamente affermato di non conoscere il “Papu” Gomez. Ebbene da stasera lo conoscono.



 Infatti al 12’ della ripresa è stato proprio lui a pareggiare su calcio di punizione un gol che il Lione aveva messo a segno in una fase delicata della gara subito prima del riposo al 45’ con Traorè

 Fekir crossa dal fondo con Traorè che di tacco impegna severamente Berisha ma il lionese riesce a superare l’intervento di Palomino e ribadisce a rete. Primo tempo con netta prevalenza francese ma anche grossa occasione per l’Atalanta quando al 23’ Spinazzola centra per la testa di Hateboer che da ottima posizione spreca.

 Nella ripresa con l’ingresso di Castagne per Cristante e lo spostamento in attacco di Hateboer l’Atalanta copre meglio il campo ed al 12’ dopo che Caldara si era conquistato una punizione dal limite battuta da Gomez, pareggia. Cosi anche Fekir che aveva detto di non conoscere Gomez ha avuto modo di rendersi conto. Finale difficile con Masiello e Berisha protagonisti ma il risultato non cambia e l’Atalanta è prima nel suo girone.

GRUPPO K

 Classifica:  NIZZA  E LAZIO 6 punti  VITESSE E WAREGEM 0 punti


 Roma Olimpico a porte chiuse

LAZIO    ZULTE WAREGEM   2-0 

LAZIO:
Strakosha Patric Luiz Felipe Radu Marusic Parolo Di Gennaro (53' Immobile Murgia Lukaku (77' Lulic ) Luis Alberto (53' Milinkovic) Caicedo

All.tore. Inzaghi.

 ZULTE WAREGEM Leali Baudry (84' Saponjic )Derijck Heylen De Fauw Kastanos (46' Kaya ) Coopman Doumbia Hamalainen De Pauw (Olayinka ) Leya Iseka .

 All.tore: Dury.

Arbitro: Lechner ( Austria )

La Lazio vince anche la sua seconda sfida in questa sua Europa League. 2-0 all’Olimpico sul Waregem con reti di Caicedo al 18’ del 1° tempo e di Immobile al 90’



Al 18' Caicedo fa 1 a 0. Cross di Lukaku dalla sinistra che dal lato opposto serve Marusic, sponda dell'esterno di testa e in tuffo arriva Caicedo:che porta in vantaggio la Lazio. Al 90' Immobile chiude la pratica: Murgia mette una bella palla in mezzo per Immobile che con un tiro a girare batte Leali.. 2-0