\\ Home Page : Articolo : Stampa
VIDEONEWSTV , 10 anni di web .Grazie a tutti voi.
Di videonewstv (del 22/02/2017 @ 13:35:11, in MEDIA, linkato 689 volte)
VIDEONEWSTV , 10 anni di web . Grazie a tutti voi.....




GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE A TUTTI VOI !


E’ il vostro interesse che ci ha aiutato a far vivere il nostro giornalismo indipendente.

SI’, 10 ANNI DI WEB TV INDIPENDENTE .
UN PICCOLO MIRACOLO IN UN MESTIERE QUASI DISTRUTTO DA INTERNET, DOVE CHIUNQUE PUO’ FARE IL “GIORNALISTA” ANCHE SEMPLICEMENTE PER DIFFONDERE NOTIZIE IMPRECISE O ADDIRITTURA FASULLE. MA NOI NON MOLLIAMO, NE ABBIAMO VISTE TROPPE E SIAMO IN GRADO DI CAPIRE LE DIFFERENZE, CERCANDO SEMPRE LA VERITA’ E DANDO LE NOSTRE OPINIONI.


In 36 anni di giornalismo, 10 anni di web TV indipendente sono stati una faticaccia. Non da poco! Con la consapevolezza chiarissima, che il mestiere del giornalista è stato devastato, letteralmente disintegrato da Internet e dalle nuove tecnologie. Ma le abbiamo cavalcate, anche grazie a validi collaboratori, e ringraziamo Gionata Aladino Canova, David Mancini, Michele Bufalino, Edoardo Desideri ,Claudio Cavalsani, Antonio Innocenti, e tutti gli altri che ci hanno aiutato nell’impresa . Grazie di cuore.

VideoNewsTV








E ora parlo in prima persona.

Per chi come me ha vissuto TUTTA l’epoca della TV private (  private di tutto, per chi vuol capire .. ) sempre da indipendente e LIBERO con migliaia di servizi e inchieste da me prodotte assieme ad collaboratori free lance come me, non è difficile paragonare le due epoche.
Un breve periodo da dipendente di una tv locale, poi dal 1980 tutta l’avventura libera ed indipendente svolta in tutta Italia. Migliaia di km percorsi ogni mese.
Accendi  i motori, vai, interviste a Milano,Roma,Genova.. torni in redazione, monti i servizi, li fai arrivare alla redazione centrale ed eccoli in onda.

Ed ora? In questi 10 anni di Web? I tre quarti del tempo ed oltre davanti al desk. Montaggi al desk.  Spedizione al server e via, e via ...
Un progresso ? No! La fine del giornalismo per come lo vedo io! Si devono ringraziare i (pochi ) committenti illuminati che ci hanno permesso di poter proseguire.. se poi ci mettiamo anche lo scellerato contratto di lavoro giornalistico in atto con un equo compenso miserevole - che non può rendere il giornalista non ricattabile - ( 20,80 euro a pezzo per i quotidiani con media di 12 articoli al mese) ..

Leggete: dal sito dell' ODG

" Alcune riflessioni sugli accordi sottoscritti nelle ultime settimane. Innanzitutto le critiche sull'entità dell'equo compenso previsto dall'intesa tra Fnsi e Fieg, il sindacato dei giornalisti e gli editori: 250 euro lordi al mese, o tremila euro l'anno, per una collaborazione con un quotidiano nazionale. Stessa somma per quaranta “segnalazioni/informazioni” pubblicate su testate on line o consegnate alle agenzie. Fanno 6 euro e 25 centesimi a notizia, sempre lordi; “laddove la segnalazione sia corredata da foto o video” il compenso base sarà maggiorato del 30 per cento per le foto e 50 per cento per “il video grezzo”. "


Che dire? E' ancora una professione ?????


Questo certifica di fatto la fine del giornalismo, ed è capibile non solo la realtà dei fatti ma anche l’amarezza con cui vengono scritte queste note.

Delusione che non abbatte, anzi dà ancora più forza di combattere. Non si molla! Mai!
Risultati? Direi accettabili in questo mondo di “siamo tutti giornalisti “ Quasi 12 milioni di visitatori!

Tutti giornalisti vuol dire nessun giornalista. Servizi gratis o quasi vuol dire non dare verità e dignità al lavoro.

Ad maiora.

 
Gianni Zei – Direttore di VideoNewsTV