\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere:UNA SPINTA IN PIU' PER LA JUVENTUS DALLE DICHIARAZIONI DI SACCHI A DUE GIORNI DALLA SFIDA DELL'ALLIANZ ARENA COL BAYERN
Di Admin (del 14/03/2016 @ 22:41:22, in Calcio commenti, linkato 381 volte)






Secondo me i pareri di Sacchi vanno sempre rispettati.


Primo perchè vengono dall'allenatore che più di tutti gli altri ha rivoluzionato il gioco del calcio facendo del Milan degli olandesi ( ma anche di molti italiani..) la squadra più bella mai vista sui campi di calcio.


Secondo perchè solo dal pensiero "integralista" specialmente nel calcio possono uscire verità e novità tali da lasciare il segno.

 Ciò che ha detto Sacchi circa la Juventus che sarebbe il Rosenborg d'Italia è un tantino ingeneroso forse nei confronti del dna dei bianconeri a patto però che le sue parole estrapolate da un contesto più ampio siano state ben riportate dagli organi di stampa.

E conoscendo la stampa di oggi allineata ai bisogni del marketing a tutti i costi potrebbe anche non essere accaduto.

 Cosa voleva dire Sacchi?

 Che per essere davvero grandi occorre vincere in Italia ed in campo internazionale così come fece il suo Milan. In Italia poco a dire il vero ( rispetto al valore di quella squadra ma vi furono elementi esterni-vedi monetina di Alemao -ed altre cosucce arbitrali )

molto invece in Europa e nel Mondo.


Cosa che non è accaduta alla Juventus ora,tra due giorni,impegnata in una sfida epocale sul campo del carro armato Bayern Monaco.

Vincere e convincere col bel gioco è sempre stato il dettato di Sacchi mentre storicamente dalle parti di Torino è sempre bastato coniugare il verbo vincere e moltissimo i bianconeri hanno vinto e continuano a fare in Italia.

La dimensione del nostro calcio di vertice negli ultimi anni quando ha affrontato le migliori formazioni europee dagli ottavi di finale delle varie coppe in poi è sempre stata abbastanza , modesta.E' proprio la Juventus che ha cercato di trasferire anche in Europa almeno una parte delle caratteristiche che l'hanno fatta prevalere in Italia.La compattezza della difesa,gli spunti di qualche campione ,la inesauribile fame di vittorie ed un grande carattere.

Queste doti sono ben conosciute da Guardiola che all'andata dopo il 2-2 di Torino si dischiarò contento della prova dei suoi.
Mentendo indubbiamente!
Perchè un allenatore della sua portata e della sua storia MAI e POI MAI si può dichiarare contento di un pareggio dopo aver dominato 3/4 della gara e dopo essersi fatto raggiungere comandando in campo esterno per 2-0!

Guardiola sa che la Juventus può segnare un gol all'Allianz Arena e poi difenderlo con la forza del suo compatto ed esperto settore difensivo.

Per una volta possiamo proprio dire che in campo saranno i due migliori portieri del mondo.Da una parte Buffon,dall'altra Neuer.                   

Guardiola potrebbe pagare a caro prezzo quel 2-2

Diciamo che si può prevedere questo scenario.I tedeschi come al solito partiranno a tutta e se segneranno nei primi minuti spingeranno a fondo per incrementare il vantaggio.Il solito copione che spesso ha portato a risultati tennistici.Se alla mezz'ora si sarà sempre sullo 0-0 potrebbe accadere di tutto.