\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere: CALCIO E POLITICA... A VOLTE RITORNANO. SUL PONTE SVENTOLA BALENA BIANCA
Di Admin (del 03/02/2015 @ 16:51:53, in Calcio Commenti, linkato 673 volte)

 

                                                                     


E’ proprio vero... quando la crisi morde ( in tutti i sensi ) allora ritornano!

Strane assonanze ... o forse NO. #sulpontesventolaBALENAbianca


Mai come in questi giorni si verifica l’equazione perfetta tra Calcio e Politica ( volutamente scritti con la maiuscola !) A VOLTE RITORNANO!

 Ed è una conferma della crisi,non un progresso.

Politica:


si assiste al ritorno, con tanto di lacrimucce di felicità da parte di Rosy Bindi ,della BALENA BIANCA.

Spazzato via il partito da tangentopoli ,eccoli di nuovo in auge.

 Presidente della Repubblica : Sergio Mattarella 25 anni con la Democrazia Cristiana

Presidente del Consiglio : Matteo Renzi 5 anni con la Democrazia Cristiana

 Ministro dell’Interno: Angelino Alfano 4 anni con la Democrazia Cristiana

Ministro delle Infrastrutture e Trasporti: Maurizio Lupi nel 1993 consigliere Comune Milano Democrazia Cristiana

 E poi e poi…


 Calcio:

chiuso il mercato di riparazione, si è assistito ad un mercato delle “vacche” di ritorno.

.Qui qualcuno o ha sbagliato prima oppure sbaglia ora a riprenderselo, quel giocatore….

Santon, sbolognato dall’Inter , ritorna all’Inter dopo 4 anni trascorsi tra Cesena e Newcastle.

Gilardino, sbolognato dalla Fiorentina vi ritorna con cori e grancassa dopo aver peregrinato tra Genoa,Bologna e soprattutto Guangzhou (Cina) ove per soli 5 gol in 14 gare si è preso una “fortuna”

Borriello, terzo ritorno al Genoa dove nel 2007/2008 ha disputato la stagione migliore con 19 gol in 35 gare. Poi un peregrinare tra Milan, Roma, Juventus , di nuovo Genoa e West Ham con non grandi risultati ( 132 gare e 41 gol) .

 Saponara, torna all’Empoli accolto a braccia aperte dopo la disastrosa esperienza al Milan ove in due anni ha accumulato solo 8 presenze prive di gol.

 Matri torna in prestito dal Milan alla Juventus e dal suo “Mentore” Allegri con cui nel Cagliari si mise in luce.Dopo le poco felici esperienze vissute con Milan,Fiorentina e Genoa ( 46 gare e 12 gol ) torna in bianconero ove nelle stagioni 2011/2013 segnò 27 gol in 69 partite

De Ceglie rientra alla Juventus dopo aver giocato in prestito al Genoa ed al Parma ( Società in completo disfacimento..)

Antonelli torna al Milan ove suo padre vinse lo scudetto della stella nel 1978/79 ( ed io ero presente sugli spalti di San Siro…) e dove era stato capitano della squadra Primavera.

 Evidentemente non credevano in lui sbolognandolo in giro per l’Italia ( Bari. Parma ) e perdendone poi la proprietà a favore del Parma che poi lo girò al Genoa.Ora dopo tre campionati e mezzo con i rossoblu torna all’ovile rossonero firmando un contratto di 3 anni.

 E via e via…

operazioni con prestiti o di rientro da prestiti per la gran parte, a dimostrazione che il problema vero è rappresentato dalla pesantezza degli ingaggi.Ma allora non sarebbe meglio calmierarli di brutto e mantenere il patrimonio societario?

 Una squadra che ha una decina di prestiti o peggio ( in Lega Pro vi sono società che hanno tutti i giocatori o quasi in prestito ) che futuro potrà avere?

 Che ci mette a bilancio alla voce attivo? La proprietà della sala stampa?

A VOLTE RITORNANO…. MA NON E’ UN SEGNALE DI FORZA TUTT’ALTRO.


#sulpontesventolaBALENAbianca