\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere:PISTOIESE IN CADUTA LIBERA COME SI TEMEVA AD ASCOLI ARRIVA UN PESANTISSIMO 6-3
Di Admin (del 11/01/2015 @ 18:08:38, in Calcio Pistoiese , linkato 998 volte)

 

 In casa della capolista Ascoli.Così riprende il girone di ritorno per la Pistoiese.Una Pistoiese per la prima volta in questo torneo reduce da due sconfitte consecutive ed intenzionata a fermare questa deriva.Non sarà facile uscire indenni dal Del Duca nonostante l’iniezione di fiducia derivante dal probabile esordio in maglia arancione dell’attaccante Anastasi, arrivato in settimana dal Monza.Tuttavia Lucarelli non potrà disporre della migliore formazione.Ancora assenti questa volta per pubalgia il capitano Di Bari oltre a Falasco che è squalificato .All’andata l’Ascoli vinse a Pistoia per 1-0 grazie ad un rigore di Perez causato da un difettoso intervento del portiere Pazzagli.I padroni di casa hanno anche loro due assenze importanti rispondenti ai nomi di Tripoli ( ex Pistoiese ) e Chiricò.

ASCOLI      PISTOIESE      6-3

Mustacchio (AS) 12’ 1° tempo   Carpani (AS) 19’ 1° tempo   Carpani (AS) 25’ 1° tempo  Berrettoni (AS) 30’ 1° tempo  Piscitella ( PT) 42’ 1° tempo   Altinier ( AS) 5’ 2° tempo  Berrettoni (AS) 13’ 2° tempo   Ciliento (AS) autorete al 36’ 2°  tempo Anastasi (PT) 45’ 2° tempo

ASCOLI: Lanni Pelagatti Cinaglia Mengoni Dell’Orco Gualdi Addae Carpani Mustacchio Berrettoni ( capitano ) Altinier All.tore: Petrone

PISTOIESE : Ricci 1° Celiento Pasini Piana Frascatore Vassallo Ricci 2° Calvano Falzerano Anastasi Piscitella All.tore; Lucarelli

Arbitro: Melidoni di Frattamaggiore

 Mustacchio al tiro dopo soli 15’’ con palla a lato. Al 9’ è Piana che tira alto di destro su sviluppi da angolo. Poi Altinier che tira alto di poco anticipando Piana.

Al 12’ Mustacchio porta in vantaggio i locali ma l’errore in fase di disimpegno dei centrocampisti della Pistoiese è clamoroso.Un retropassaggio avventato consegna una palla d’oro a Mustacchio che controlla e non ha difficoltà a battere Ricci. L’Ascoli dimostra buona corsa ed anche organizzazione di gioco.

 Al 19’ è Carpani servito da Berrettoni che porta l’Ascoli sul 2-0 al termine di una veloce incursione e con un diagonale imprendibile per Ricci. Al 20’ risponde la Pistoiese con un colpo di testa di Calvano che veramente di un soffio termina fuori dallo specchio della porta a portiere ascolano Lanni battuto.

 Ed al 25’ arriva la botta finale per la Pistoiese che subisce il terzo gol grazie alla doppietta di Gianluca Carpani che servito dalla destra senza alcuna opposizione da parte degli arancioni riesce ad indovinare l’angolino alla destra di un Ricci sorpreso.

Quello che veramente sorprende invece è la scarsa attenzione della squadra di Lucarelli in difesa.Di questo passo la temuta e da me spesso annunciata caduta in verticale della squadra in termini generali di rendimento ed attenzione si sta verificando.

 Al 28’ bell’intervento di Ricci che evita il quarto gol respingendo un bel tiro di Pelagatti.

 Nulla può Ricci alla mezz’ora su un colpo di schiena di Berrettoni che deposita in rete al termine di una prolungata azione d’attacco che aveva visto lo stesso Ricci respingere alla disperata una palla di Artiner .Palla che si alza ,arrivano Piana e Berrettoni con quest’ultimo che in un modo o nell’altro segna. Punteggio pesante siamo sul 4-0

 Continua in questa stagione per la Pistoiese la scarsa vena dei portieri succedutisi da Pazzagli ad Olczak a Ricci.

Al 32’ c’è la prima occasione per Anastasi della Pistoiese che tira di pochissimo alto sulla traversa.Si conferma che gli arancioni in definitiva le occasioni in avanti le producono prima Calvano,poi Anastasi ma tutto è vanificato dalla morbida e disattenta difesa.

 Arriva il gol arancione per merito di Piscitella che riesce a finalizzare alle spalle di Lanni una palla proveniente dalla destra di Falzerano.E si va al riposo sul 4-1 per l’Ascoli. La gara ormai è chiusa per la Pistoiese che dovrà cercare se possibile buone giocate per alimentare il buon movimento della punta Anastasi.In fin dei conti la Pistoiese ha battuto 6 calci d’angolo finora ma tutto è stato vanificato da una fase di copertura e di difesa non all’altezza.

 Ma al 6’ è ancora Altinier a bucare Ricci.Prima il portiere riesce a respingere un suo tiro ma la palla si impenna ed Altinier la recupera e segna. E’ il pesante 5-1 per l’Ascoli. Lucarelli effettua tre cambi tutti in una volta.Mungo,Saric e Colulibaly entrano. Escono Piscitella, Falzerano e Vassallo.

 Al 13’ arriva anche il 6-1 al termine di un’azione Gualdi –Altinier-Berrettoni che dialogano di prima intenzione e concludono con Berrettoni in gol.Non c’è molto da aggiungere.L’Ascoli gioca sul velluto e la Pistoiese deve lottare per evitare di ulteriormente aggravare una sconfitta già di per se storica per gli arancioni che da quel sabato 20 di dicembre con la sconfitta in casa per 1-5 contro la Spal hanno inanellato altre due sconfitte quella di Savona per 0-2 e questa di Ascoli per 1-6.

Dire che qualcosa si è rotto è poco.Non si subiscono 13 gol a 2 se qualcosa non si è spezzato!

 Come è possibile che dopo la bella vittoria per 2-0 sul Pisa e lo stretto per gli arancioni 1-1 di Gubbio siano arrivate tre prestazioni del tutto inadeguate ? Lucarelli si deve interrogare su questo.Perchè va bene la fase offensiva ( le palle gol arrivano ) ma quella in copertura è divenuta del tutto insufficiente.Tutti i gol subiti sono frutto di disattenzioni,errori scarsa concentrazione.La cosa si ripete puntuale nelle ultime tre gare.La Società deve intervenire.

 Col nono angolo all’attivo ( 9 angoli all’attivo e 6 gol al passivo ? ) la Pistoiese riesce a segnare il secondo gol .E’ frutto di un autogol di Cinaglia che sulla battuta d’angolo anticipa il possibile intervento di Piana mettendo nella propria porta.

 E nel finale ecco anche il gol di Anastasi per il suo primo gol in maglia arancione e suo sesto in questa stagione. Disimpegno errato dei difensori ascolani e bella botta di prima intenzione del neo acquisto pistoiese.

Il 6-3 rende meno pesante la battuta d’arresto ma non cambia di una virgola il giudizio espresso sulla gara degli arancioni.L’Ascoli è apparsa degna capolista. E dopo 30’ era già sul 4-0

Aggiorniamo. Non si subiscono 13 gol a 4 se qualcosa non si è spezzato!

A fine gara consueta riunione tecnica a bordo campo per Lucarelli ed i giocatori che poi si sono portati ad un conciliabolo non si sa quanto pepato con la ventina di tifosi arancioni giunti in Abruzzo.

Domenica prossima la Pistoiese torna al Melani ad incontrare in un derby la Carrarese alle 14,30 ora umana

Finora 4 vittorie e 3 pareggi nei derby fin qui disputati

.Si spera sia di buon auspicio.