\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere: PISTOIESE PIU’ TRANQUILLA IN VISTA DI ASCOLI : E’ ARRIVATO L’ATTACCANTE ANASTASI
Di Admin (del 08/01/2015 @ 22:23:26, in Calcio Pistoiese, linkato 965 volte)

Segnali poco piacevoli avevamo detto provenivano dall’ambiente della US Pistoiese 1921. Due sconfitte consecutive con un gol all’attivo e ben 7 al passivo,due partenze di giocatori importanti,una certa qual situazione di disagio dell’allenatore Lucarelli.

Ma, nonostante tutto una classifica più che dignitosa con 26 punti che non sono pochi per una squadra del tutto nuova allestita in estate dal DS Nelso Ricci.

 Prima dell’ardua trasferta di Ascoli ci voleva ,però,una buona notizia . Ed è arrivata quest’oggi con un ingaggio importante ed inseguito. E’ arrivato in prestito a Pistoia l’attaccante Valerio Anastasi di proprietà del Chievo Verona e quest’anno punta centrale del Monza ,Società che versa in cattive condizioni economiche e che potrebbe anche sparire dal calcio che conta.

              

 Non male il rendimento di Anastasi nelle ultime tre stagioni e mezzo avendo messo a segno nella quattro società in cui ha militato ( Chieti e Santarcangelo in C2 e Reggiana e Monza in C1 ) 36 reti in 100 incontri. Insomma la punta che ci voleva alla Pistoiese rimasta orfana di attaccanti di peso dopo l’infortunio subito da Romeo che è ancora in fase di recupero.

 Valerio Anastasi non ha ancora compiuto 25 anni, è dotato di ottimo fisico,(1,90x82kg) ed esordirà ad Ascoli sul campo della capolista del Girone B di Lega Pro affiancato dagli altri due attaccanti Piscitella e Falzerano.

 Per l’occasione Lucarelli potrà contare sui rientri difensivi di capitan Di Bari e di Piana per puntellare una difesa abbastanza sbadata in quel di Savona.

Se non altro l’arrivo di Anastasi renderà più tranquillo l’allenatore Lucarelli apparso piuttosto indispettito nelle sue ultime esternazioni con la stampa.

Lucarelli ai tempi del Livorno... 

Squadra giovanissima,allenatore giovane ed equilibri non facili da trovare.Possono essere capibili certe belle prove seguite da gare incolori ma sono da evitare assolutamente “rotture prolungate” dalla quali difficilmente ,con una squadra inesperta,ci si potrà risollevare.

E’ il bello ed il brutto nel gestire una rosa tutta nuova,inesperta e senza legami solidi con il territorio.

D’altra parte le risorse sono quelle che sono e già la Società con il Presidente Ferrari ed il Ds Ricci hanno fatto miracoli.