\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere: NAZIONALE STORIA DI UN FALLIMENTO SONO FATTI NON PAROLE ORA VOLTI NUOVI !
Di Admin (del 25/06/2014 @ 15:26:59, in Calcio Mondiali 2014, linkato 690 volte)

 

 LE PAROLE DI PRANDELLI:

“…..nel momento in cui ho rinnovato è cambiato qualcosa Non so perché, ma siamo stati considerati come un partito politico, quando sappiamo che la federazione non prende esclusivamente i soldi dallo stato. Io non rubo i soldi dei contribuenti, mi prendo però le responsabilità tecniche di quanto è successo qui. Mi dimetto perché non è stato un progetto tecnico vincente

"Il Mondiale l'abbiamo perso col Costarica. A certi livelli diventa importante non solo la tecnica, ma anche la fisicità. E il nostro calcio non produce giocatori veloci". ''Abbiamo un problema di qualità: sapevamo che avremmo avuto difficoltà con certe squadre, quelle che non abbiamo avuto contro l'Inghilterra: il nostro calcio non produce più certi tipi di giocatori, e su questi dobbiamo tutti riflettere. Balotelli? Fa parte del progetto, quello in cui mi prendo le responsabilità del fallimento''…”.

 VOTO 10 per la coerenza.E questo è quello che conta in una persona.

 Il resto è sotto gli occhi di tutti.Errori,errori ed errori.Confusione e scelte errate.Ovvio che una persona corretta ne tragga le conseguenze.

Che avrebbe dovuto fare un allenatore che nelle ULTIME 10 GARE disputate dalla Nazionale tra amichevoli e gare ufficiali ne ha VINTA UNA SOLA ( grazie alla dabbenaggine tattica di Hogdson) ,NE HA PAREGGIATE 6 e PERSE 3 ( delle quali 2 in un Mondiale ? ) Che cosa avrebbe dovuto fare se non dimettersi ?

11/10/2013 Qualificazioni Mondiali Danimarca-Italia 2-2

 15/10/2013 Qualificazioni Mondiali Italia-Armenia 2-2

15/11/2013 Amichevole Italia-Germania 1-1

18/11/2013 Amichevole Italia-Nigeria 2-2

5/3/2014 Amichevole Spagna-Italia 1-0

31/5/2014 Amichevole Italia-Irlanda 0-0

4/6/2014 Amichevole Italia-Lussemburgo 1-1

14/6/2014 Mondiale Inghilterra-Italia 1-2

20/6/2014 Mondiale Italia-Costa Rica 0-1

24/6/2014 Mondiale Italia-Uruguay 0-1

 Solo in un’altra occasione in tempi lontanissimi ( 1910/1912 ) intercorsero 7 gare tra una vittoria e l’altra della nostra Nazionale.

Tra il 15/5/1910 ( prima gara della nostra Nazionale vittoria contro la Francia 6-2 ) e il 1/7/1912 ( vittoria contro la Svezia per 1-0 alle Olimpiadi ), vi furono 7 partite senza vittoria con 2 pareggi e 5 sconfitte per lo più in amichevoli.

 E’ stato quindi solo sfiorato ( ma il periodo odierno aveva ben altro peso con un Mondiale di mezzo…) il record negativo di assenza di vittorie per la nostra Nazionale che va dal15/1/1958 (sconfitta nelle qualificazioni Mondiali contro l’Irlanda del Nord per 2-1 al 29/11/1959 con l’1-1 di Italia-Ungheria nella Coppa Internazionale ) 8 gare con 5 pareggi e 3 sconfitte. Un’analisi impietosa ma reale che mette con le spalle al muro il nostro staff tecnico!

 

Confusione tattica. La Nazionale di Prandelli aveva iniziato un buon cammino culminato con la Confederations Cup.

 Poi i cambiamenti tattici in corso d’opera tra un tempo e l’altro ,l’assurda tattica del tiki-taka a metà campo (?!!),le scelte insistite sugli oriundi e di scarsa brillantezza come Thiago Motta e Paletta ed il puntare tutto su Balotelli come unico finalizzatore.

 Lasciamo poi perdere per carità di patria gli esperimenti a Coverciano con il box appositamente allestito per ricreare le condizioni climatiche in cui si sarebbe giocato in Brasile ( abbiamo fatto ridere… l’Italia e l’Uruguay sono state le Nazionali più lente viste finora al Mondiale ) oppure la massa di dati e le telemetrie circa i Km percorsi da ogni giocatore in campo

Qualcun altro FAREBBE BENE A DIMETTERSI.

 ERRORE BALOTELLI: lo avevamo sempre e costantemente detto.Balotelli come giocatore è meglio perderlo che trovarlo!Alla lunga fa danni.Quando al Milan ci sarà qualcuno che rinsavirà e guarderà meno all’aspetto “gossip” e lo liquiderà a qualche club straniero ,ne guadagneranno tutti.

Resta un giocatore fisicamente dotato ,caratterialmente irrecuperabile,al massimo da definirsi un “discreto” giocatore.Mai un campione.

 La PROVA DEL 9 : andate a rivedervi i voti che i giornalisti al seguito della Nazionale ( molti dei quali “aziendalisti spinti “ ) gli hanno dato al termine delle tre gare disputate.( meglio due gare e mezzo..). La media non arriva al 5 stiracchiato.E questo è il giocatore che doveva far fare alla Nazionale il salto di qualità? VIA,PER FAVORE.E FINIAMOLA QUI.

 Ora il nuovo allenatore: Spalletti…Mancini….Allegri…..Zaccheroni…. e che meno ne ha più ne metta.

PS : qualcuno,per favore, mi saprebbe dire il numero dei tiri fatti verso la porta avversaria dall’Italia sia contro la Costa Rica che contro l’Uruguay ?