\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere: LA PICCOLA COSTA RICA SUPERA I GIGANTI URUGUAY E ITALIA COSTRINGENDOLI AD UN DENTRO O FUORI
Di Admin (del 21/06/2014 @ 16:48:59, in Calcio Mondiali 2014, linkato 767 volte)

 

 

 Diciamo subito che la qualificazione agli ottavi della squadra del Costa Rica è pienamente meritata. Sono 6 punti ottenuti contro l’Uruguay ( Campione del Mondo per due volte ) e contro l’Italia ( Campione del Mondo per quattro volte ) che hanno permesso ad un intero piccolo paese ( appena 4.5 milioni di abitanti ) di entrare nella storia di questo amatissimo sport.

 

 La squadra è modesta ( tranne due-tre buoni elementi ) ma unita,determinata,ben condotta e perfettamente abituata alle non facili condizioni climatiche nelle quali si gioca in Brasile.

 Detto questo,occorre anche ricordare come un altro escluso eccellente l’ Inghilterra è vero che ha deluso,è vero che non ha avuto alcun cambio di passo né di fantasia,ma neppure è stata troppo fortunata.

E come valore assoluto non può di certo essere paragonata alla Costa Rica.

Una difesa non all’altezza,una tattica troppo offensivistica,la cattiva stella di Rooney e la cattiva forma di Gerrard sono i motivi dell’addio anticipato degli inglesi.Hodgson l’allenatore ha detto che non si dimette ( a meno che non sia cacciato ) e che guiderà il team anche per le qualificazioni ai prossimi Europei.

 E veniamo all’Italia di Prandelli.L’abbiamo già detto più volte.Il tecnico di Orzinuovi ha deciso per questo Mondiale di attuare come tattica principale quella di un centrocampo di qualità come diga per la difesa,due laterali capaci di proposizioni offensive ed una sola punta (Balotelli ) da rifornire.Una tattica che potrebbe anche funzionare visto che Pirlo che gioca a 5 km l’ora ma non perde un pallone,è già riuscito più volte a metterlo davanti al portiere avversario.Solo che in questo periodo Balotelli prima di fare un gol ne sbaglia due e se la difesa non regge ecco che si prendono i gol.

E la difesa anche con la Costa Rica ha ballato eccome.

E ringrazi l’Italia l’errore clamoroso dell’arbitro cileno Osses che ha negato alla Costa Rica un SOLARE rigore causato da un affannato intervento di Chiellini sulla punta Campbell ! Se quel rigore SOLARE fosse stato fischiato e trasformato è probabile che la vittoria della Costa Rica sarebbe arrivata per 2-0 e quella rete in più avrebbe portato un meno uno nel rapporto gol fatti subiti dall ‘Italia ( 2 fatti 3 subiti )così come l’Uruguay che ha un rapporto anch’esso a meno uno ( 3 fatti e 4 subiti ) ma proprio quel gol in più segnato avrebbe permesso all’Uruguay di poter puntare a due risultati su tre nell’ultimo incontro contro gli azzurri!

A volte i Mondiali si vincono o si perdono anche in questo modo.

 ( Chi si sarebbe potuto immaginare nel 2006 che il miglior giocatore avversario e miglior rigorista,anche , Zinedine Zidane ,nella finalissima Francia-Italia,offeso da Materazzi su una familiare rispondesse con una testata facendosi espellere ? ) Episodi,ma a volte decisivi.

 Ora l’Uruguay a Natal alle ore 13,00 ( locali ) martedi 24 giugno. Si affronteranno due squadre titolate ( 6 Mondiali in due ) e due squadre molto lente.In questo senso per l’Italia potrebbe essere favorita.

Occhio anche a quello che potrà essere il comportamento di quello che io solitamente chiamo “un non portiere…” quel Muslera capace di svarioni giganteschi ma anche di giornate particolari in cui riesce ad esaltarsi.Un vero dilemma.

Poi se quel Suarez sarà della gara saranno probabili dolori.Suarez è un vero cecchino dotato di precisione e velocità ed ha in Cavani un prezioso suggeritore tecnicamente all’apice

.Per il resto si tratta di “onesti pedatori” a volte più o meno rocciosi ( Godin ad esempio sembra spento dopo una stagione feroce nell’Atletico ).

 Riuscirà all’Italia il cambio di passo?Vedremo.

Comunque sarà difficile arrivare alla potenza della Germania,alla freschezza ed efficacia della Francia finora le due Nazionali che più hanno impressionato.