\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere: L’ITALIA ( 9° POSTO RANKING ) PARTE PER IL BRASILE DOPO UN PARI CONTRO IL LUSSEMBURGO ( 112° POSTO RANKING ) OTTIMO CASSANO
Di Admin (del 04/06/2014 @ 22:46:58, in Nazionale Italiana, linkato 990 volte)

 Ranking internazionale Fifa dell’Italia : nono posto

Ranking internazionale Fifa del Lussemburgo : centododicesimo posto

Cosa c’è di meglio quindi per prendere una bella boccata d’ossigeno?

 Per cercare di mettere nel dimenticatoio le polemiche a seguito dell’esclusione di Giuseppe Rossi dalla partecipazione ai Mondiali?

Continuiamo a ritenere che l’esclusione di Rossi sia un errore,un grave errore di cui qualcuno potrebbe pentirsi.

 Intanto meglio avvicinarsi alla gara di apertura contro l’Inghilterra tornando a vincere qualche gara visto che la Nazionale ultimamente non fa che pareggiare ed anche a stento.

Il senso di questa amichevole,quindi,dal punto di vista tecnico sfugge ai più.

 Prendiamola come un allenamento,una sgambata,una passerella per i molti tifosi che hanno riempito lo stadio di Perugia.

 Prandelli giunto alla sua 53ma panchina azzurra ha quindi scelto

Balotelli sarà la punta di diamante della Nazionale. Auguri!

Non possiamo che fare gli auguri.

Perchè mettere le mani della nazionale in un giocatore capace di “spaccare il mondo” ( molto di rado) o di “ciondolare per il campo” ( molto di frequente ) è un azzardo.

 Come lo è stato anche lasciare a casa Destro.

Saremo anche troppo critici nei confronti del C.T. ma siamo convinti che le scelte fatte si prestino a parecchi dubbi.Certamente uno di questi è sull’utilità di Thiago Motta mentre azzeccatissima invece è la scelta di Verratti.

 Prandelli quindi nella speciale graduatoria degli allenatori azzurri raggiunge al sesto posto Arrigo Sacchi con una percentuale di vittorie però nettamente inferiore rispetto all’ex allenatore del Milan ed autore a suo tempo di una vera rivoluzione tattica nel calcio mondiale.

 Con 54 presenze,quindi ad una sola lunghezza dalla coppia Sacchi-Prandelli c’è Azeglio Vicini e con solo 3 gare in più al quarto posto Marcello Lippi.

 

ITALIA-LUSSEMBURGO 1-1  Marchisio 9' 1° tempo Chanot 40' 2° tempo

 

 RISULTATO STORICO PER IL LUSSEMBURGO A PERUGIA !

 Dopo 8 sconfitte con l’Italia riesce ad uscire imbattuto contro la Nazionale Italiana. L’ eroe per il Lussemburgo è CHANOT

 La formazione messa in campo da Prandelli all’inizio è stata questa:

Buffon Abate Bonucci Chiellini De Sciglio Candreva Verratti De Rossi Pirlo Marchisio Balotelli

 Barzagli è assente perché colpito da attacco influenzale. Interessante sarà vedere giocare assieme Verratti e Pirlo. Questa formazione è quella che probabilmente ( col rientro di Barzagli ) il C.T. ha in mente di proporre contro gli Inglesi all’apertura dei Mondiali.

Centrocampo folto ed unica punta. L’importante è che venga scelto un modulo certo.

Nelle ultime uscite della Nazionale ci pare che le idee del tecnico non siano state molto lineari.. Il primo tempo non ha detto molto.E’ una vera amichevole senza intensità alcuna.

Qualcosa di buono si è visto.Ma il giudizio deve tener conto dell’avversario e della sua indubbia modestia. L’Italia è passata in vantaggio in pratica al primo tiro in porta grazie ad una discesa sulla destra di Balotelli e cross in area con colpo di testa vincente di Marchisio.

Poi altri tiri di Balotelli che viene cercato in profondità.Due tiri fuori ed uno parato dal portiere lussemburghese Moris. Solo nel finale di tempo una bella punizione battuta dal solito Pirlo impegna Moris in una bella deviazione in angolo.

Prima della pausa è Candreva che sfiora l’incrocio dei pali con un tiro dal limite.

L’inizio di ripresa con l’ingresso di Cassano al posto di Verratti fa vedere buone cose.Non ci sono dei dubbi sulle qualità tecniche di Cassano che sarà anche poco veloce ma con la palla al piede riesce a leggere velocemente l’azione e mette Balotelli in condizione di segnare.

Ma il rossonero colpisce la traversa a porta spalancata! Poi è lo stesso Balotelli che serve Candreva il cui colpo di testa centra di nuovo la traversa.Fiammata azzurra fra il 12’ed il 13’.

 Un’occasione anche per gli ospiti con Joachim che non riesce a tu per tu con Buffon a spingere in rete un passaggio di Mutsch.

Da qui in avanti l’Italia cerca di perfezionare differenti moduli di gioco lasciando anche spazio per qualche discesa dei lussemburghesi. Possiamo dire che Cassano è molto concentrato ed anche utilissimo così come in difesa se la sta cavando bene e con personalità il rossonero De Sciglio.

 Nel finale Prandelli fa uscire Candreva e Balotelli che voleva segnare ed è apparso abbastanza nerovosetto mentre entrano Insigne e Cerci.Mentre anche Pirlo lascia il posto ad Aquilani.

Al 37’ ottimo Cerci con un gran sinistro da fuori area deviato in angolo da Moris.

Poi il patatrac della difesa azzurra a seguito di calcio d’angolo battuto alla destra di Buffon da Mutsch.Arriva Chanot che di testa anticipa Aquilani e batte Buffon ! E’ il 41’

Tentano poi Abate e Parolo nel finale ma senza successo.

 Ci sembra del tutto inutile esagerare in critiche per un risultato come questo che è STORICO solo per il Lussemburgo. In precedenza solo sconfitte in 8 gare con 1 gol all'attivo e ben 24 al passivo!

 L’Italia ha giocato con tre-quattro moduli differenti ed è apparsa incapace nel finale di riportarsi in vantaggio.Auguriamoci che sia solo imballata per il gran lavoro fatto a Coverciano e che in Brasile le cose cambino.

Intanto si sta avvicinando al record negativo di gare senza vittorie…