\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere: IL TORINO DOPO 20 ANNI TORNA IN EUROPA! ESCLUSO IL PARMA.COSIí HA DECISO LíALTA CORTE DI GIUSTIZIA CONI
Di Admin (del 30/05/2014 @ 22:46:13, in Calcio nazionale , linkato 855 volte)

IL FAIR PLAY FINANZIARIO IMPOSTO DALL’UEFA HA COLPITO ANCHE IN ITALIA !!

Torino che forse è la squadra che più meritava di accedere all’Europa League per la qualità del gioco espresso durante il campionato, A SPESE DEL PARMA,E’ EFFETTIVAMENTE IN EUROPA LEAGUE!!

Ed i “veri” tifosi del Milan si “mangiano le mani”…

 Così ha deciso ieri sera il massimo organo sportivo giudicante ,l’Alta Corte di Giustizia presso il Coni,presieduta dall’ex Ministro Frattini.

 La licenza UEFA indispensabile per poter accedere alle Coppe Europee è stata negata al Parma confermando le due precedenti decisioni sempre avverse al club emiliano ,emesse dalle Commissioni di primo e secondo grado della F.I.G.C.

 I fatti sono noti e di natura extra sportiva diciamo così.Si tratta di mancati adempimenti finanziario-burocratici.

C’èra una data invalicabile( il 31 marzo scorso ) per dei pagamenti Irpef da parte del Parma data che gli emiliani ritenevano non perentoria e che invece gli esperti ed i fiscalisti chiamati dalla F.I.G.C. hanno invece ritenuta come effettiva.Ed in tutti i tre gradi di giudizio.

 Urla e strepita il Presidente del Parma Ghirardi,dimessosi, circa l’esiguità della cifra rispetto agli impegni onorati per portare a fondo il campionato .

 

 Questa una parte della dichiarazione del Presidente del Parma Ghirardi.

 “…. La sanzione al Parma è stata data per un errore dello 0,60% rispetto alle cifre dovute. Per questo ho perso quanto guadagnato sul campo, quello di una squadra di provincia che si è risollevata dopo il più grande crack europeo. Non siamo rispettati perchè troppo civili e corretti, da un mondo di chi si spara, fa confusione, chi urla, chi tira le bombe carta. Noi stiamo bene a casa nostra. Siete riusciti a farmi andare via dal mondo dello sport e a farmi abbandonare la mia più grande passione, con il calcio e lo sport ho chiuso, voi vergognatevi, io me ne torno al mio paesello"…”

La normativa UEFA sul fair play finanziario impone alle società sportive professionistiche il rispetto del regolamento se vorranno partecipare alla Champions League ed alla Europa League. Occorre ottenere una Licenza Uefa che è condizionata al rispetto di tutti i criteri previsti dal regolamento sportivo.organizzativo,legale,economico-finanziario e infrastrutturale.

 Il ritardato pagamento da parte della Società parma di circa 300 mila euro di ritenute Irpef è stata quindi fatale ai ducali che sul campo avevano ottenuto il sesto posto.

 C’è ancora una possibilità:quella del ricorso al Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS) di Losanna per ottenere la restituzione del pass per l’Europa League

Ma visti alcuni precedenti con scarse possibilità di successo.

 Da ricordare come nella scorsa stagione il Siviglia che poi ha vinto l’Europa League ebbe la possibilità di parteciparvi proprio prendendo il posto del Rayo Vallecano cui fu negata la licenza Uefa!

Beneaugurante per il Torino.

Il Torino manca dall’Europa dalla Coppa delle Coppa del 1994 dove venne battuto nei quarti di finale dall’Arsenal per 0-0   e  0-1

Ha poi partecipato all’Intertoto del 2002 ( manifestazione terminata nel 2008- era una sorta di preliminare alla Coppa Uefa )  ove venne battuto dal Villareal ai rigori al terzo turno preliminare.

 PS: che cosa dovrebbero pensare i tifosi del Milan?

 Loro sicuramente sono infuriati ancor di più.

Nonostante la pessima stagione bastava  vincere con 3 gol di scarto contro il Sassuolo per andare in Europa ( sia pure di serie B ) al posto del Torino.

 Sì,perché se non ve ne foste accorti il Torino ed il Milan hanno terminato il campionato a pari punti ed anche pari negli scontri diretti ( e per di più se fossero valse le regole europee sarebbe passato il Milan perché fece 2-2 a Torino ed 1-1 a Milano,per cui il gol in trasferta valeva doppio…).

Invece essendo pari anche la differenza reti negli scontri diretti ,si è dovuti passare alla differenza reti generale che parla di +10 per il Torino e di +8 per il Milan.

Insomma all’ultima gara al Milan sarebbe bastato vincere per 4-1 e non per 2-1 contro il Sassuolo per superare il Torino nel numero dei gol segnati ,a quel punto dato decisivo, con 59 reti a 58!!

E quella era una gara che non contava nulla… I tifosi sono furiosi,anche se era per la Coppetta, ma in Società siamo sicuri che hanno tirato un sospiro di sollievo.

Un turno preliminare di Europa League a fine luglio non fa certo piacere a che dovrà ristrutturare l’intera rosa e con un nuovo allenatore.!