\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere: DA UNA PARTE LA COMPATTEZZA DELL’ATLETICO MADRID DALL’ALTRA UN REAL CHE ATTENDE LA” DECIMA” DA 12 ANNI
Di Admin (del 23/05/2014 @ 22:46:36, in Champions, linkato 1172 volte)

 

 Simeone ci penserà bene,molto bene.A che cosa? Far giocare i due infortunati eccellenti Diego Costa ed Arda Turan che sembra abbiano recuperato ,oppure non li arrischierà? Siamo sicuri che se non avrà la certezza di poterli mettere in campo al 100% non li farà giocare.

La forza del suo Atletico Madrid è il collettivo, la mentalità.

Un derby che sarà storico.Una finale di Champions League tutta in un derby di Madrid.

L’avversario il favoloso Real Madrid la squadra più potente del mondo,la Società che attende da anni la decima Coppa della sua gloriosa storia e per poterla raggiungere ha speso oltre un miliardo di euro.

Tra le due Società non c’è paragone come fatturato e stipendi.

Eppure l’Atletico Madrid si presenta a questa finale da imbattuto in Champions e viene dall’appena conquistato Campionato Spagnolo ove il Real Madrid è arrivato terzo.

 La sfida più importante per i tifosi di una città, Madrid e più in generale per una Spagna che sarà sicuramente protagonista anche ai prossimi Mondiali.

 Il Real Madrid in questa stagione ha disputato 12 gare in Europa con 10 vittorie 1 pari ed una sola sconfitta ed ha già espresso con Cristiano Ronaldo il recordman assoluto da quando si disputa la manifestazione con ben 16 reti di bottino personale su un totale di 37 segnature.

 L’Atletico invece come già detto si presenta alla finale da imbattuto con 9 vittorie e 3 pareggi.

 

 Ancelotti ha ammesso che il gruppo pensa alla Coppa ormai da mesi e che se i suoi giocheranno come hanno fatto contro il Bayern Monaco,schiantandolo,vinceranno la Champions.

 Già! Ma Simeone mai ha giocato come Guardiola

.Per meglio dire come l’ultimo Guardiola che ha avuto a disposizione è vero,una corazzata,ma con i cannoni scarichi.Ed allora se giochi solo pensando ai fraseggi stretti con in mente solo il possesso palla senza finalizzare perché i tuoi arieti ( Robbe e/o Ribery) sono fuori fase,allora ecco il patatrac.

 Simeone ha un gruppo bello tosto,rognosetto il giusto e dal dinamismo eccellente.Ed anche molto forte in difesa e se riuscirà ad impedire le scorribande dei vari Bale e Ronaldo cosa che Guardiola non ce la fece ad evitare,per Ancelotti saranno dolori.E lui lo sa.

Chi la prevarrà tra chi ha vinto già nove Coppe Campioni/Champions e chi invece non l’ha mai vinta?

Per mille motivi la simpatia nostra va verso “ gli apparentemente “ più deboli…