\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere:OCCASIONE PERSA DAI VIOLA UNA TRIPLETTA DI AQUILANI NON BASTA A BATTERE IL GENOA FINISCE 3-3
Di Admin (del 26/01/2014 @ 22:54:07, in Calcio Campionato, linkato 1136 volte)

                 

 

Sport & Sport, il blog di Gianni Zei.

GROSSA OCCASIONE PERSA DAI VIOLA ! IL NAPOLI RESTA A + 3

UNA TRIPLETTA DI AQUILANI NON E' SUFFICIENTE A BATTERE UN GENOA CHE NON VINCE AL FRANCHI DAL 1977!

FIORENTINA- GENOA 3-3   GILARDINO (27°1T) (Rig.)  AQUILANI (33°1T) (Rig.) ANTONINI (34° 1T)

AQUILANI ( 43' 1T )  AQUILANI ( 12' 2T ) DE MAIO ( 33' 2T ) 

E’ chiaro che il progetto Fiorentina intrapreso con l’assunzione di Montella sulla panchina viola abbia buone possibilità di raggiungere già da quest’anno l’obiettivo prefissato  dallo scorso campionato e vanificato nei minuti finali di Siena-Milan.Vale a dire il terzo posto valido per i preliminari di Champions.

 Ingoiata la delusione feroce ,il popolo viola torna all’attacco e non si può neppure dire che la fortuna almeno finora sia stata dalla parte della Società. Una serie impressionante di infortuni ha privato e priva tuttora Montella della possibilità di poter utilizzare l’attacco titolare ma tant’è, vista la assoluta mediocrità della gran parte delle squadre che partecipano al nostro declassato campionato ( tranne ovviamente Juventus, Roma e forse Napoli ) c’è concreta l’opportunità di riuscire a raggiungere anche quest’anno un posto Champions.

Prima di Fiorentina-Genoa gara che chiude la giornata di campionato N°21 la classifica dice che il terzo posto occupato dal Napoli dista solo 4 punti. Ma c’è da battere il Genoa che tra l’altro non vince al Franchi dal lontano 1977! Vince,quindi, vorrebbe dire quasi agganciare gli azzurri di Benitez che continuano a perdere colpi in casa.

 Montella non ha a disposizione Gonzalo Rodriguez che è squalificato,e neppure gli infortunati Gomez ( da lungo tempo) Rossi e Borja Valero.Disponibili invece sia Matri già andato in doppia segnatura appena arrivato a Firenze ed Ilicic.

 Il Genoa rigenerato da Gasperini arriva a Firenze gasato dalla vittoria contro l’Inter e mette in campo i neo acquisti Burdisso e De Ceglie mentre le sorti dell’attacco sono tutte nei piedi del bomber Gilardino.

Dopo un bel salvataggio di Compper su Kanotè si fa vivo Matri ben lanciato in verticale ,l’ex milanista salta Perin ma una scivolata di De Maio riesce ad evitare guai. Al 12’ si mette in luce Cuadrado che fa il giocoliere sulla linea di fondo e da solo crea il panico tra i genoani ma l’azione non si concretizza, poi è Giladino ad essere stoppato in corner all’ultimo istante da un tempestivo intervento di Roncaglia. Gara tutto sommato equilibrata. 24’ ben lanciato Matri ancora una volta in profondità.E’ abile tra due avversari ma il tiro immediato è fuori.Comunque Matri è un altro rispetto a quello statico visto nel Milan. Montella lo sfrutta al meglio.

Al 26 ‘ il Genoa passa in vantaggio su calcio di rigore che l’arbitro Tommasi accorda ai liguri per un presunto fallo di Neto su Antonelli Ho detto presunto perché francamente l’intervento non è sembrato da rigore. Mentre Antonelli era quasi a terra il suo piede destro tocca il corpo di Neto ..ma francamente il rigore è molto generoso.Tommasi si è fatto ingannare dalla caduta di Antonelli .

 Sul dischetto come al solito Gilardino ( ex viola con 48 reti in 118 incontri ) è infallibile e porta in vantaggio il Genoa. Ed intanto Cuadrado è ammonito per proteste.

 Al 31’ ancora un rigore questa volta per la Fiorentina.E Aquilani lo mette al segno. La trattenuta di De Maio sull’esperto Ambrosini c’è e l’ex milanista va giù di brutto con esperienza. E De Maio viene ammonito. Passano solo pochi secondi che il Genoa mette a segno con Antonini il 2-1. L’azione parte da Matuzalem che ha un rimpallo fortunato ai 30 metri,la palla arriva all’ex milanista che è bravo in velocità a superare Neto con un tiro imparabile

. Le difese non stanno facendo una bella figura. Ed infatti un pasticcio difensivo genoano permette a Aquilani di arrivare alla doppietta ed al 2-2 per i viola.E’ il 43’ ed in piena area di rigore ligure una palla è recuperata da Ambrosini che serve Aquilani il cui tiro passa rasoterra in mezzo ad una selva di gambe e Perin non può far nulla.E’ il 2-2 con cui le squadre vanno al riposo.

Non una gran gara con una Fiorentina un po’ disattenta in difesa ed un Genoa che quando attacca fa sempre male mentre in difesa c’è molto da rivedere. Parte con volontà la Fiorentina e con un Cuadrado pimpante poi al 6’ Tommasi annula un gol di Aquilani per fuorigioco dopo un calcio d’angolo battuto dalla destra dell’attacco viola.Anche questa decisione ha fatto discutere. Gara come nel primo tempo molto vivace e a fasi alterne.Tocca al Genoa a farsi pericoloso con Antonini che serve Konatè il cui colpo di testa colpisce in pieno il palo alla destra di un Neto battutissimo.

Montella inserisce Mati Fernardez al posto di Ambrosini che esce applaudito.

 Al 12’ tripletta di Aquilani e Fiorentina in vantaggio! Jaoquin conquista una sfera ai 20 metri e serve Aquilani che riesce a metter dentro con un tiro di destro forse leggermente deviato da Burdisso. Il Genoa come già il primo tempo aveva evidenziato pare migliore nella fase offensiva piuttosto che in quella difensiva. Gasperini cerca le ultime mosse inserendo a distanza di qualche minuto prima Feftatzidis al posto di Marchese,poi Stoian al posto di De Ceglie. Stadio Franchi unito nell’applauso verso Aquilani al momento della sua uscita dal campo al 28’.Entra Anderson che fa il suo esordio in maglia viola.

Ancora Genoa al 33’Ed è il pareggio per 3-3 Corner da destra battuto da Feftatzidis con palla appena toccata da Antonelli di testa.La sfera arriva a De Maio appostato nelle vicinanze del secondo palo che la tocca in rete ! Tutto da rifare per i viola!

Arrivano anche gli ultimi cambi.Esce Cuadrado,al suo posto Matos.Mentre Gasperini fa uscire Konatè ed inserisce Cofie. Mancano pochi minuti alla fine. Non accade più nulla se non proprio sul fischio di chiusura un gran tiro di Roncaglia che fa di un nulla fuori dallo specchi dei pali di Perin.

 Finisce 3-3 con la Fiorentina che spreca un’enorme occasione per riportarsi addosso al Napoli nella lotta per il terzo posto.Il Genoa rischia e balla in difesa ma Gasperini gli ha ridato vigore e convinzione.