\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere: GIA’ SVANITO L’EFFETTO DEL “PROFESSORE”? L’UDINESE BATTE IL MILAN 2-1 E VA IN SEMIFINALE DI COPPA
Di Admin (del 22/01/2014 @ 23:00:06, in Coppa Italia, linkato 1223 volte)

                                  

 QUARTI DI FINALE DI COPPA ITALIA:

MILAN 1 UDINESE 2 

BALOTELLI (6° 1T)    LOPEZ (33° 2T)    MURIEL (41°1T) (Rig.)

 

"Seedorf caccia alla semifinale" titolava stasera il sito della Repubblica.

 Eccolo lì il giornalismo da odiare e nel profondo.

Titoli ad effetto tanto per emozionare e tanto per rendere più luccicante quello che già luccica. Che cosa vuol dire Seedorf “caccia alla semifinale? Perché mettere sul piedistallo di già dopo nemmeno una settimana un allenatore alla sua prima esperienza?

Forse perché ha vinto contro un Verona esageratamente rinunciatario?

 Perché se Il Milan vincesse contro l’Udinese ed andasse alle semifinali di Coppa Italia il merito sarebbe di Seedorf? Via,siamo seri per una volta!

Se accadrà questo semmai vorrà dire che è stato il calendario ad aiutare il Milan proponendo il Verona in campionato e l’Udinese in crisi in Coppa Italia.

Non mi sembra che il Milan contro il Verona abbia fatto sfracelli…

 L’unica cosa che si è notata è stata la maggiore attenzione al possesso palla in attacco e la maggiore volontà di offendere.Ma contro una squadra che non ha mai tirato in porta come giudicare se la “banda del buco” sia o meno guarita?

 Vediamo la gara: Seedorf utilizza Rami in difesa e lascia a riposo sia Honda che Montolivo.Dentro Birsa e Nocerino.Guidolin che in campionato vede la sua squadra ai margini della zona retrocessione dopo anni ai massimi livelli lascia in panchina sia Pinzi che Di Natale ed utilizza Widmer e Fernandes.

 Al 6’ il Milan passa grazie ad un’azione di rimessa con palla portata in avanti sulla destra da Birsa che crossa in area ove la difesa friulana pasticcia e permette a Robinho e Balotelli di intervenire. Siamo sicuri che Robinho volesse tirare , solo che cicca il pallone che finisce a Balotelli che era appostato subito dietro e che non ha difficoltà a segnare.Rossoneri quindi subito in vantaggio.

 Scambiano molto in attacco i rossoneri,forse anche troppo prima di andare al tiro.Comunque finchè il pallone è nella metà campo avversaria per il Milan è positivo.Occorre vedere quanto sia dispendioso questo modo di giocare

.Il finalizzatore è ovvio è Balotelli con Kakà che dà accelerazioni sulla sinistra e Robinho che rifinisce le azioni in velocità.Gira e rigira il pallone è sempre sui piedi dei rossoneri.Se non altro è un Milan più piacevole a vedersi.Questo è indubbio.

Comincia ad uscire dal guscio l’Udinese che conquista qualche angolo infruttuoso mentre è sempre più aspro il duello tra Domizzi e Balotelli che è spesso trattenuto. Si vede che l’Udinese non attraversa un gran momento di forma .I tentativi offensivi a volte anche con 3-4 giocatori mancano assolutamente di precisione ed il gioco manovrato del Milan ha finora la meglio

. La gara pur essendo viva non è di certo all’altezza di quella di ieri sera tra Roma e Juventus. 32’ primo vero tiro in porta di Badu ma Abbiati mette in angolo.

Poi Muriel ed Abbiati para. Alza i ritmi ora l’Udinese mentre il Milan ripete quanto visto con il Verona.25/30 minuti a buon ritmo poi il calo.

 Esce Zapata ( guaio muscolare? ) ed entra Mexes al 35’ 36’ grossa opportunità sprecata dall’Udinese.Causa un errato passaggio di De Jong a centrocampo parte l’Udinese in contropiede due contro due ma Fernandes preferisce tirare ed Abbiati sventa.

 40’ rigore per l’Udinese che è molto cresciuta. Emanuelson contrasta Widmer dell’Udinese appena dentro l’area e cade lui per primo e nel cadere colpisce Widmer .Rigore ed ammonizione per il rossonero.Va sul dischetto Muriel e batte Abbiati con un forte tiro di cui il portiere  aveva indovinato la direzione.

 Semmai al 46’ nel recupero un contrasto in area del Milan tra Rami e Fernandes è sembrato più rigore di quello di prima ma Guida lascia correre….

 Uno a uno e con questo risultato si va al riposo.

 Buon Milan per mezz’ora poi è venuta fuori l’Udinese che in avanti quando si distende è pericolosa. Gara equilibrata nella ripresa ed aperta a qualunque risultato.

L’Udinese ha perso l’iniziale timore e risponde colpo su colpo al Milan. Lazzari al 13’ con Abbiati impegnato.Poi un paio di tentativi di Balotelli infruttuosi. Poi vengono ammoniti per falli di gioco sia Birsa che De Sciglio. Entra Perejra nell’Udinese ed esce Fernandes.

 27’ bordata su punizione dal limite di Balotelli e Brkic di pugni in angolo !

32’ Colpo di testa di Heurteaux su cross di Silva che termina alto sulla traversa di Abbiati.

 32’ Udinese in vantaggio con un’azione personale di Nicolas Lopez che se ne va in velocità per vie centrali accompagnato da un paio di bianconeri,arrivato nei pressi dell’area di rigore lascia partire un tiro angolatissimo che si infila alla sinistra di Abbiati.Lopez era appena entrato in campo al posto di Muriel !

 Lopez è uruguaiano ed è arrivato all’Udinese dalla Roma nell’ambito dell’affare Benatia.

 L’Udinese sembra ora padrona del campo e dimostra rispetto al Milan che ora è calato ed è molto arruffone,una maggiore personalità e padronanza di schemi d’attacco.

Cerca di correre ai ripari Seedorf inserendo Honda al 37’.Esce Nocerino. Esce anche Emanuelson al suo posto Abate che è abile nei cross in area se se ne presenterà l’occasione.Il fatto è che mancano solo 3’ alla fine più recupero. Milan che è anche nervoso.Per falli di gioco vengono ammoniti Honda e Mexes. Balotelli al tiro centrale che Brkic para senza problemi. A 10 secondi dal 93’ Guidolin per cercar tempo mette dentro Pinzi per Lazzari. La gara si chiude con un tiro di Honda altissimo.

 Vince l’Udinese e va a sfidare in semifinale la vincente di Fiorentina-Siena che si giocherà domani sera. Avevamo visto giusto.Il Verona non aveva giocato la partita.Il Milan doveva essere messo alla prova nella sua “sezione” peggiore:la difesa E l’Udinese abilissima nel contropiede ha dimostrato ( anche senza la bestia nera Di Natale che segna spesso e volentieri al Milan ) di poterlo mettere in difficoltà.

 Gara modesta e modesto Milan.Già svanito l’effetto “Professore “ ?