\\ Home Page : Articolo : Stampa
MILAN: PROSEGUE SEPPUR IN RITARDO L’OPERA DI PULIZIA E RICOSTRUZIONE
Di Admin (del 13/01/2014 @ 21:32:03, in Calcio Milan, linkato 977 volte)

                                      

 

 Diciamo subito che la misura era colma da tempo. Ma diciamo anche subito che crediamo fermamente come il peso di un allenatore in una squadra di calcio non superi il 20-25%

Sono i giocatori ,quando ci si mettono di buzzo buono, i veri lavativi.A parte che non siano dei brocchi come purtroppo è apparso evidente in troppi elementi della attuale rosa del Milan.

 Non saremo di certo tra quelli che si dolgono dell’esonero di Allegri. Allegri lo abbiamo scritto più volte e da molto tempo ed il nostro pensiero può facilmente essere ritrovato andando a ritroso in questo blog,non doveva neppure restare al Milan in questa stagione

E’ stato un errore della società la riconferma ed è stato un suo errore accettare. Già da tempo l’allenatore era poco difendibile per il pessimo gioco mostrato dalla squadra che vive uno dei momenti più bui della sua storia recente di certo il più brutto con la proprietà Berlusconi.

Ieri sera poi a Reggio Emilia contro il Sassuolo si è veramente raggiunto il fondo.Altra gara che rimarrà nella storia di questo campionato ( l’altra è Fiorentina-Juventus 4-1) ed in negativo nella storia del Milan.Irripetibile!

In casa di una certa candidata alla retrocessione esordiente in A farsi raggiungere e superare dopo un 2-0 di vantaggio è cosa dell’altro mondo. Squadra allo sbando,difesa dilettantesca ed allenatore assolutamente indifendibile.

 La misura era colma ed ha pagato l’allenatore che nei suoi anni in rossonero è andato come risultati in campo come un gambero.Scudetto al primo anno con in squadra campioni del calibro di Tiago Silva ed Ibrahimovic, beffa al secondo anno con uno scudetto regalato alla Juventus ( anche con il contributo dell’episodio Muntari-Buffon) .difesa del terzo posto buono per la Champions ( beffata la Fiorentina ) al terzo anno ma con evidenti limiti di gioco.

 Quest’anno il disastro in termini di gioco e di risultati.

Occorre sempre ricordarsi che il Milan ha un organico considerato di ottimo livello ( non si sa da chi….) e un budget di spesa come stipendi a livello delle prime squadre europee. Ha pagato Allegri ed ha pagato anche Braida che ha avuto il buon senso di dimettersi dopo un sodalizio durato decenni ma ci sarebbero anche altri che dovrebbero pagare…

 Ora si parla di Seedorf in panchina cioè di un giocatore ancora in attività che cercherà di imparare il mestiere in un momento difficilissimo per la squadra più vicina alla zona retrocessione che alla zona buona per le Coppe Europee.Auguri.

 Che il fallimento sia avvenuto di fronte ad un centinaio di giornalisti giapponesi accorsi in Italia per l’esordio di Honda aggiunge un pizzico di sapore in più alla beffa.

Ricordo un altro anno brutto come questo in campionato nel lontano 1957/58 quando un Milan piccolo come risultati in campionato ( arrivò con soli 4 punti di vantaggio sulla retrocessione ) riuscì a spaventare in finale di Coppa Campioni il grande Real Madrid di Di Stefano-Puskas e Gento soccombendo per 2-3 ai tempi supplementari a Bruxelles.

Già,il Milan è negli ottavi di Champions League quest’anno,unica squadra italiana, ma quel lontano Milan aveva nelle proprie fila gente del calibro di Schiaffino,Liedholm,Grillo,Cucchiaroni,Radice,Maldini senior, non personaggi come Zapata,Robinho,Balotelli. Altra storia,altra corsa.