\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere: BUFFON SALVA SU DROGBA MA NULLA PUO’ SU SNEIJDER JUVENTUS FUORI DALLA CHAMPIONS
Di Admin (del 11/12/2013 @ 15:41:04, in Champions, linkato 962 volte)

                                          

 

 E rieccoci. Sul solito campo quasi interamente coperto da neve al 32’ del primo tempo riparte la sfida decisiva tra Galatasaray e Juventus per il passaggio agli ottavi di Champions League.

 Tutto come ieri sera tranne la sicurezza già acquisita dai turchi di non finire fuori totalmente dall’Europa calcistica avendo ieri sera il Real Madrid battuto i danesi del Copenhagen dando al Galatasaray almeno la certezza di finire in Europa League.

 Si è ripreso il gioco alle 14 in un’atmosfera che promette di nuovo la possibilità di neve.Comunque il campo sembra ai limiti della praticabilità in particolare in un settore.Si va al riposo sullo zero a zero con la netta impressione che la Juventus sia molto più pericolosa ,cosciente della propria forza ed il Galatasaray punti ad arrivare a fine gara sul pari per poi tentare il tutto per tutto nei 5’ finali ove spesso anche storicamente parlando sono arrivati successi decisivi.

 Riprende il gioco e riprende anche a nevicare.Ma il pallone è rosso e la tv in funzione.Questo solo conta per i “parrucconi” dell’Uefa.Lo spettacolo deve andare avanti per forza anche se è impossibile gestire al meglio il pallone.

All’8’ della ripresa ci prova da lontano Snejider ma il tiro non è felice.Tra l’altro l’olandese ha strappato il pallone dai piedi di Drogba.In questa gara i tiri sono rarissimi.

 Al 10’ occasione Galatasary che comincia davvero a spingere.

Miracolo di Buffon! Un tiro di Drogba dal limite sembrava davvero destinato al gol ma la deviazione in angolo del portiere bianconero è stata decisiva.

Poi è ammonito Tevez per aver toccato palla con il braccio a seguito di un calcio di punizione.Momento favorevole ai turchi che spingono più decisi. Juventus che non riesce a ripartire come si deve e che rischia qualcosa in difesa

Il ritmo turco è aumentato.Muslera per ora non ha toccato palla.

 Al 33’ primo pallone parato da Muslera su tiro dalla distanza di Marchisio.Poi subito dopo deve intervenire sull’accorrere di Llorente.Sembra essere finito il mini forcing turco.Mancano solo 10’ alla fine.Tiro di Vidal ribattuto in angolo e tiro fuori di Chiellini.La Juventus c’è ancora.

Dopo un tiraccio alle stelle di Snejider è proprio l’ex interista a colpire a morte Buffon al 40’ con un tiro in diagonale dalla destra.Ora se ne vedranno delle belle.Il gol è nato da un lancio sulla destra di Bulut con Drogba che prolunga di testa per l’accorrere di Sneijder il cui diagonale non dà scampo a Buffon.Ora è durissima perché la Turk Arena è una vera bolgia e la Juventus è fuori.Deve pareggiare.

Conte mette dentro Quagliarella al posto di Marchisio.C’è una interessante punizione quasi al limite per i bianconeri.La batte Tevez ma va sulla barriera. Altra grossa occasione per il Galatasary al 45’ con Sneijder che se ne fa sul fondo mette in mezzo all’area ove Yilmaz è stoppato da Asamoah.Conte fa entrare anche Giovinco al posto di Bonucci mentre esce Sneijder l’autore del gol.Ammonito Muslera per perdita di tempo nei rinvii.3’ di recupero.

Il Galatasaray getta al vento il secondo gol quando Drogba proprio dal fondo campo a due passi dai pali di Buffon mette una palla per Yilmaz che si fa anticipare da Chiellini.

Finisce con la vittoria del Galatasaray che va agli ottavi di Champions mentre la Juventus retrocede in Europa League.

 Che dire? Nel corso dell’intera fase del Gruppo B di qualificazione la Juventus ha fatto poco. Ha vinto una sola gara.E con il Galatasaray ha pareggiato a Torino e perso ad Istanbul.Basta questo per legittimare il passaggio dei turchi agli ottavi.

Per carità,nulla di trascendentale ma la squadra di Mancini tra andata e ritorno ha legittimato il passaggio del turno. Anche in questo prosieguo di partita Buffon ha fatto un miracolo su Drogba e la Juventus in pratica ha fatto solo un tiro in porta. D’altra parte avevamo previsto quale sarebbe stata la tattica di Mancini.Tenere il pari fino a 10’ dalla fine e cercare la botta vincente.Così è stato.

 Va a finire che in Champions resterà solo il Milan cioè la squadra con più problemi ma anche quella con maggiore esperienza internazionale.Vedremo.