\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere: Analisi del campionato di A dopo la 14 giornata.Juventus ad un ritmo record!
Di Admin (del 02/12/2013 @ 23:01:32, in Calcio campionato, linkato 867 volte)

 Allora che cosa ha detto al “dotto ed all’inclito” questa 14° giornata del massimo campionato di Serie A?Molte cose e forse anche definitive.

 La prima: la Juventus è forte e fortunata.Ma la fortuna se la chiama e risponde in questo caso alla bravura collaudata del portiere della Nazionale Buffon che con due prodigiosi interventi ha impedito il gol all’amico Di Natale ( Certo che Di Natale gli ha proprio voluto bene tirandogli addosso …)

.Negli unanimi giudizi dei commentatori l’Udinese ha meritato voti ampiamente positivi e ben si comprende la grande amarezza dell’allenatore Guidolin.Quando una squadra vince una siffatta difficile gara al 92’ vuol dire una sola cosa: “HA LE PALLE!”

Ed è in prima linea per il terzo scudetto consecutivo.

Pensate: dopo la irripetibile per 100 anni scoppola di Firenze-4 gol in pochi minuti- la Juventus non fa che vincere.2-0 al Genoa,4-0 al Catania,1-0 a Parma al Parma, 4-0 al Napoli,2-0 a Livorno al Livorno ed ieri 1-0 all’Udinese. 6 vittorie consecutive con 14 gol a zero e Buffon col suo personale record di imbattibilità. Alla faccia di quei 4 gol di Firenze!

La seconda: la Roma sta subendo il rovescio della medaglia.10 vittorie consecutive –record assoluto in fase iniziale dei campionati- con episodi a volte favorevoli,poi 4 pareggi di fila con altrettanti episodi poco chiari e poco fortunati.

Ha trovato un’avversaria ,la Juventus,che viaggia a ritmo altissimo ed è già tre punti sotto e coll’approssimarsi del rientro di Totti potrà veramente capire se aspirare al titolo o lottare per la Champions,avendo tra l’altro tre importanti scontri con Fiorentina,Milan e Juventus quasi nell’ordine

Da ricordare ancora che la Roma vanta la difesa migliore d’Europa e che la squadra è ancora imbattuta.

                                                    

 La terza: crediamo che la lotta per la terza posizione sia destinata a tre squadre.Napoli,Inter e Fiorentina.Ed azzardiamo anche un pronostico.Vediamo favorita la squadra di Montella che viaggia sulla scia di un gioco piacevole,manovrato anche a volte sbarazzino ma con attori degni di attenzione.

Su tutti quel Cuadrado appetito da mezza europa,I viola hanno saputo far fronte nel migliore dei modi al pesante infortunio capitato a Mario Gomez e sebbene vi siano frequenti segnali di sbandamenti difensivi, la voglia di vincere e soprattutto la piena consapevolezza che l’intera rosa ha delle proprie forze alla lunga potrebbe premiare con l’ingresso in Champions una città intera.

( Comunque sono straconvinto che Montella dentro di sé pensa allo scudetto…)

Il Napoli dopo un buon inizio sta già pagando le fatiche di un girone di Champions terribile ove rischia di uscire addirittura arrivando a 12 punti,cosa credo mai accaduta.Non ha un rendimento costante e sembra non poter fare a meno di un Hamsik al massimo della condizione.Anche se la vittoria sul non facile campo della Lazio con il ritorno al gol di Higuain ridesta entusiasmi e classifica.

L’Inter di Mazzarri ha molte ambizioni ,molte frecce in avanti ,scarso gioco ,grande combattività ma una difesa perforabile.Andrà a sprazzi tanto per far capire al nuovo proprietario ed ai suoi due soci di minoranza dove poter intervenire sul mercato per rendere la rosa competitiva e non solo per diffondere maggiormente il marchio Inter nel sud est asiatico con i media del maggiore azionista.

Insomma sull’Inter c’è da capire quale sia il vero scopo dell’operazione Thohir.Solo business,o anche attenzione alle speranze dei tifosi?

 La quarta: il Milan e la situazione creatasi

Era chiaro che l’intervento”salvifico” del Padrone mettesse le cose a posto.Per chi è disposto a crederci,però. Resto convinto che piazza pulita doveva esser fatta in estate,con nuovi volti soprattutto tra i giocatori ed in particolare in difesa.

Non è stato fatto,si è sbagliata la campagna di rafforzamento della squadra ( Matri 12 milioni è una autentica oscenità!),si sono tenuti allenatore (sempre partenze ad handicap) e negli ultimi mesi si è scatenata una battaglia semi-mediatica tra la volontà “rinnovatrice” rappresentata da Barbara Berlusconi che ha già pronto un suo staff ( Paolo Maldini area tecnica e Demetrio Albertini stanza dei bottoni ) e l’amministratore delegato storico del Milan Adriano Galliani.

Fino allo strappo della scorsa settimana ricucito dal “Padrone” con la democristiana idea del doppio amministratore delegato.

Area sportiva Galliani,area marketing Barbara Berlusconi. Si parla ora di pace ritrovata ,di clima sereno e di un contratto valido per 4 anni del tipo “prematrimoniale” .. Mah! Boh!

Intanto si sprecano gli elogi al limite del “prezzolato” circa le due vittorie consecutive in trasferta del Milan.

Una in Champions a Glasgow contro una squadra che ha del calcio un’idea del tipo: usciamo dal pub…dai..andiamo a giocare contro il Milan… e l’altra in casa del Catania che è ultimo in classifica.Capirai…..

Prima di dire Milan uscito dalla crisi credo ce ne voglia.Ora a Livorno contro un’altra squadra in caduta libera.Poi i tre scogli ove si vedrà se il Milan è guarito e se potrà nel girone di ritorno abbozzare una rimonta.E tutti e tre a San Siro. Ajax in Champions ove basta un pari e Roma ed Inter in campionato.Ecco,la sera del 22 dicembre sapremo se sarà l’inizio della auspicata piazza pulita.