\\ Home Page : Articolo : Stampa
CHAMPIONS : MILAN 1-1 IN OLANDA ABBIATI FA E DISFA GOL DI EL SHAARAWY NEL FINALE POTEVA VINCERE
Di Admin (del 20/08/2013 @ 16:21:58, in champions league, linkato 1033 volte)

  

                                     

 EINDHOVEN:PSV-MILAN 1-1

Milan alla ricerca di un posto nella fase a gironi della Champions League 2013-2014

Come avversario non poteva capitargli di peggio.

 Affronterà in Olanda a Endhoven il PSV squadra giovanissima,veloce, che gioca un buon calcio ed è alla ricerca di una rivincita sin da quella serata del 2005 che la vide prevalere nella gara di ritorno per 3-1 contro i rossoneri che avevano vinto per 2-0 a Milano.

Quei due gol di Cocu l’attuale allenatore del PSV non furono sufficienti però ad eliminare i rossoneri ,qualificatisi, grazie a quel gol di Ambrosini al termine dei minuti regolamentari.

 Perché non poteva capitare squadra peggiore ?

Forse sbagliamo,ma gli olandesi pur avendo perso elementi importanti,sono già molto avanti nella preparazione e nelle cinque gare ufficiali disputate ( tre di campionato e due del terzo turno preliminare  di Champions) hanno sempre vinto.5 gare 5 vittorie.Ed hanno anche convinto come gioco.

 Il Milan carico di gloria internazionale arriva in Olanda al suo primo impegno ufficiale dopo una serie di amichevoli in giro per il mondo. Ha recuperato l’uomo determinante-Balotelli- ma non si sente certamente al top.

Dovrà fare molta attenzione difensiva perché il gioco degli olandesi è velocissimo con continui scambi corti e costanza di spinta.E sappiamo che la difesa rossonera non è proprio il massimo.

La Società dà molta importanza a questa gara decisiva per approdare alla fase a gironi della Champions il che significherebbe milioni di euro certi in entrata ed anche il probabile rafforzamento delle squadra.Una eliminazione vorrebbe dire una stagione buttata già prima di iniziare.

 Alla guida di una terna arbitrale turca ( arbitro Cakir ) le due squadre scenderanno in campo con questo record storico in Champions:

 MILAN: 239 gare giocate con 122 vittorie 60 pareggi e 57 sconfitte

 PSV EINDHOVEN : 151 gare giocate con 58 vittorie 33 pareggi e 60 sconfitte

la gara:

Tutto come avevamo previsto I primi minuti di gioco hanno mostrato un tipo di calcio totale,velocissimo,da applausi da parte del PSV Eindhoven che già al 2’ sfiora il vantaggio con Maher. Il PSV è squadra giovane che può fare errori in difesa.

Al 6’ cerca di approfittarne El Shaarawy lanciato a rete su cui si proietta con tempismo il portiere Zoet che sventa la minaccia.Ricomincia la danza del PSV che si rende pericoloso all’8’ con Wijnaldum con un destro respinto da Abbiati.Milan in difficoltà e PSV che mena le danze.

Al 16’ il Milan passa in vantaggio approfittando di un colossale svarione difensivo olandese che permette ad El Shaarawy solo soletto di colpire la sfera di testa perfezionando in gol un perfetto traversone di Abate lanciato da Boateng.

Beffa per i locali ma gol pesantissimo per i rossoneri.

Il “ Faraone” non segnava un gol pesante da febbraio.

 Lo sbandamento difensivo olandese prosegue e per poco Balotelli pochi secondi dopo non raddoppia con un tiro di destro da fuori area che Zoet alza sulla traversa.

 Poi sale in cattedra Abbiati bravissimo al 23’ su tiro dalla distanza di Maher messo in angolo ed al 32’ ancora sul N°6 olandese che si vede il suo destro respinto

. La migliore occasione per i locali di pareggiare è al 36’ quando un grave errore di Abate lascia libero Matavz che serve il solito Maher il cui tiro colpisce la traversa.

 Poi fino alla fine del tempo i rossoneri avanzano il baricentro e mantengono bene il possesso palla.La gara è più equilibrata ed anche Montolivo al 40’ poteva gestire meglio un pallone in fase di attacco.

Finisce dunque il primo tempo con il vantaggio rossonero di un gol. Il Milan ha ottenuto il massimo con il minimo impegno.

 Basti pensare che il PSV ha tirato a rete la bellezza di 14 volte !

 Ha approfittato di una grossa sbandata difensiva olandese ed ha colpito e poteva anche chiudere la gara con Balotelli.

Per ora sta vincendo l’esperienza ed anche la bravura dei singoli ( vedi Abbiati ).

Il PSV ha fatto quanto previsto.Nettamente superiore al Milan come velocità di gioco e triangolazioni ( almeno fino alla mezz’ora) ma il gol subito l’ha accusato eccome.

Il finale di tempo è stato a tinte rossonere.

Si è corso molto sarà difficile che accada anche nella ripresa.Gara comunque apertissima.

 Al 6’su lancio di Balotelli El Shaarawy spreca sull’uscita di Zoet.La palla esce di poco.Intanto i ritmi sono calati assai e gli olandesi hanno meno birra.Ottima la gara di Emanuelson finora nel Milan.

 Al 16’ improvviso arriva il pareggio degli olandesi.Una legnata da fuori area di Bruma trova Abbiati impacciato nella respinta, un Abbiati fino a quel momento impeccabile. La palla termina a Matavz che di testa mette a fil di palo.

Un fallaccio da dietro di Muntari su Maher è punito con il giallo.Anche Balotelli prende il giallo poco dopo per una trattenuta.

Nel Milan non c’è molta convinzione nella ricerca della vittoria.Abate spreca malamente un contropiede ed anche i tentativi di pungere da parte di Balotelli e El Shaarawy dovrebbero avere più convinzione.Gli olandesi non sono più quelli del primo tempo.Sono molto calati.

Alla mezz’ora il PSV ha la migliore delle occasioni per passare ma un colpo di testa sballato di Rekik a due passi dalla porta non disturba Abbiati.

Quando la gara sembra non dire più niente di interessante arrivano tre opportunità per il Milan di vincere.Tutte fallite per scarsa convinzione e condizione fisica. Al 42’ è Poli che ha da poco preso il posto di De Jong a sprecare con un destro che Zoet alza in angolo, poi al 45’ tocca a Mexes portatosi in area per seguire un angolo di Balotelli a non trovare in acrobazia un pallone ed infine nel recupero con El Shaarawy che su cross di Abate dalla destra calcia malamente a lato.

 Il Milan dopo aver sofferto molto nella prima parte di gara poteva vincere. E piaciuto il finale dei rossoneri che potranno perfezionare il passaggio alla fase a gironi nella gara di ritorno.L’esperienza del Milan è nettamente superiore a quella del PSV squadra molto giovane ed in costruzione ma assolutamente da non sottovalutare.