\\ Home Page : Articolo : Stampa
A FIRENZE TAGLIAVENTO SI INVENTA ESPULSIONI E RIGORI FINISCE 2-2 CON POLEMICHE
Di Admin (del 07/04/2013 @ 17:23:42, in campionato, linkato 910 volte)

                                            

 

GROSSA INGENUITA’ MILAN IN VANTAGGIO DI DUE RETI E DI UN UOMO  SI FA RAGGIUNGERE !

CARATTERE CHAMPIONS DEI VIOLA CHE RESTANO PERO’ A 6 PUNTI DAI ROSSONERI

ALLEGRI FURIOSO ! buttati 2 punti importantissimi!

 

Show dell'arbitro Tagliavento al Franchi di Firenze.

Una direzione di gara che ha destato critiche sia da parte della Fiorentina che da parte del Milan. La gara essendo terminata sul 2-2 potrebbe anche non essere stata troppo influenzata dall'operato arbitrale ma così non è stato. Di certo il bicchiere del Milan è mezzo vuoto mentre quello della Fiorentina è di certo mezzo pieno.

Galliani plenipotenziario milanista temeva molto la trasferta di Firenze sia per l'indubbio bel gioco espresso dai viola in quasi tutto il campionato.sia per l'oggettiva forza aggiuntiva data ai giocatori dal caldissimo ambiente viola. Ed in effetti come solitamente in certi statdi avviene anche a Firenze non sono mancate aggressioni verbali varie verso Galliani ed anche tentativi di aggressione... 

Così come sin dall'inizio gara è capitato all'ex Montolivo per anni faro del centrocampo viola ora punto di forza dei milanisti.Fischi dagli spalti ad ogni tocco di pallone del milanista che essendo in questo periodo in uno splendido stato di forma ha avuto la forza e la bravura una volta strappato un pallone dai piedi di Pizarro di freddare il portiere viola Viviano con un precisissimo ed imparabile tiro.Una bella dimostrazione di forza caratteriale.Zittiti i suoi ex tifosi e portati in vantaggio i suoi in uno scontro molto importante per un posto Champions.

Il Milan fino a quel punto non aveva combinato granchè a parte di un'iniziativa di Flamini ma non è che i viola tranne un gran possesso palla avessero creato pericoli ad Abbiati a parte una bella iniziativasu punizione di Pasqual con palla molto pericolosa.

Poi due occasioni una per il Milan con El Shaarawy pericoloso di testa ed una con Jovetic con un tiro respinto in tre tempi da Abbiati . A fine tempo Tagliavento espelle il centrale difensivo viola Tomovic per un fallo considerato da ultimo uomo su El Shaarawy.Bolgia nello stadio e proteste a non finire.E' vero che El Shaarawy è molto veloce ed aveva spazio libero davanti comunque la decisione è sembrata eccessiva così come non aveva convinto l'operato arbitrale circa parecchi falli da una parte e dall'altra anche da ammonizione,lasciati correre.

 Tra l'altro nei viola usciva anche dal campo Jovetic che evidentemente lo staff tecnico viola ha troppo presto recuperato dopo un infortunio muscolare avuto nella scorsa partita ed evidentemente non del tutto superato. Milan quindi al riposo in vantaggio di un gol e di un uomo ed anche con gli avversari spuntati in attacco.

Addirittura doppio vantaggio rossonero al 18' della  ripresa con un tiro vincente del francese Flamini al suo primo gol in campionato quest'anno.Flamini in gol per il Milan rappresenta una specie di miracolo. Un bel cross teso di Montolivo con tiro al volo di destro vincente,questa l'azione.

Opaca finora la prova sia di Balotelli che di El Shaharawy,ma la forza del centrocampo muscolare milanista ha la meglio sull'elegante e leggerino reparto centrale degli avversari.

A quel punto nessuno avrebbe scommesso un centesimo sulle possibililtà della Fiorentina di recuperare.Invece ancora il protagonismo di Tagliavennto o per meglio dire la sua cattiva giornata cambia tutto.

Addirittura due rigori contro il Milan ambedue realizzati uno da Ljajic l'altro da Pizarro portano i viola sul pareggio. Diciamo subito che il primo rigore per fallo di Nocerino su Ljajic è apparso assai generoso ,il secondo per fallo di De Sciglio su Cuadrado invece era più evidente. A quel punto il Milan non ha combinato più nulla nonostante Allegri abbia messo in campo anche Njang e Pazzini al rientro dopo l'infortunio contro il Bologna. Il perchè di questo atteggiamento dovrà essere Allegri a ricercarlo!

Il primo rigore al 20' quando un intervento di Nocerino su Ljajic in area ( trattenuta? ) è punito con la massima punizione trasformata dallo stesso serbo.

Poi una buona occasione su punizione di Balotelli con palla che dà quasi l'impressione del gol e al 24' il secondo rigore ( questo apparso più evidente) per intervento di De Sciglio sul dribbling in area di Cuadrado. Pizarro trasforma con qualche brivido..Abbiati era in traiettoria.

Mai una volta le quattro punte sono servite a qualcosa nei finali di gara.Anzi c'è anche stata l'ammonizione a Balotelli che priverà il Milan del suo apporto nello scontro diretto contro il Napoli.

 Milan beffato dunque?Mah! Più che beffato i rossoneri devono recitare il mea culpa.In vantaggio di due reti su campo esterno, in superiorità numerica,con gli avversari senza vere punte non  ci si può far recuperare.NO! Occasionissima persa quindi dal Milan di mettere fuori gioco la Fiorentina dalla corsa Champions.

Milan arrabbiatissimo anche per il fallo di mani in area di rigore viola di Roncaglia al 48 ' fallo che Tagliavento ha deciso di non considerare.Dopo una direzione di quel tipo francamente ed in quell'ambiente non se la deve essere proprio sentita di dare un rigore decisivo a Balotelli a tempo scaduto.

Figuriamoci al Franchi!

I rossoneri continuano a non vincere gli scontri diretti pur perdurando l'ottima serie di risultati positivi.Allegri ha detto che a volte al Milan fa difetto l'esperienza ed in effetti lo si è constatato al Franchi dove Montella ha ancora una volta dimostrato che partire dal gioco paga sempre.La sua Fiorentina sta facendo bene ed in attesa di Rossi ha buone possibilità di centrare un posto che conta per l'Europa.Che sia di Champions o di Europa League dipenderà molto anche dal finale di campionato del Milan che nelle prossime due gare affronterà Napoli e Juventus, squadre che dovranno essere affrontate con ben altra grinta e consapevolezza.

Da ricordare: Tagliavento è l'arbitro che lo scorso campionato non convalidò una rete di Muntari in Milan-Juventus con il pallone che aveva oltrepassato la linea bianca di almeno 45 centimetri ,rovinando così il campionato del Milan che poi ci mise del suo nel prosieguo di stagione !