\\ Home Page : Articolo : Stampa
CAMPIONATO 14 GIORNATA: ALTRO TONFO INTER.SOLO NAPOLI RIDE
Di Admin (del 26/11/2012 @ 23:22:23, in campionato, linkato 1003 volte)

 

 

Che cosa ha detto questa giornata di campionato spalmata in parecchi orari di gioco secondo pessimo costume degli ultimi anni?

Primo: la Juventus imbattuta per 49 turni e fermata dall’Inter qualche settinana fa è caduta nuovamente di fronte all’altra depressa milanese,il Milan. Non è un bel segnale.Dimostra che la Champions pesa eccome.Lo scorso anno la Juventus si preoccupava solo del campionato quest’anno ha doppio impegno di rilievo essendo la Coppa Italia l’ultimo dei pensieri.Le fatiche contro il Chelsea si sono sentite al cospetto dei rossoneri rigenerati alquanto in diversi elementi ed aiutati anche dal rigore che non era rigore.

Comunque la vittoria rossonera è stata giusta.

Una volta superato l’ostacolo qualificazione agli ottavi (sarà” biscotto” per il pari a Donetsk oppure la Juventus vorrà vincere per arrivare prima nel girone? Lucescu vorrà vincere per vendicare quel pareggio strettissimo in termini di gioco subito a Torino ? ) i bianconeri potranno dedicarsi nuovamente con ferocia a far punti in classifica. E dal momento che indubbiamente sono i più forti ( come squadra ed amalgama ) potranno di nuovo fare il vuoto.

 Sono considerazioni ancor più valide dal momento che solo il Napoli di Mazzarri è riuscito e non senza rischi a battere il Cagliari e portarsi a soli due punti dai bianconeri.Che sia il Napoli l’anti Juventus? E’ ancora presto per dirlo.Una cosa è certa.Rispetto allo scorso anno la squadra è più matura e viaggia a ritmo più spedito.

L’Inter perdendo a Parma ha buttato al vento un’altra grossa opportunità per scalare la classifica.D’altra parte il Parma ha ben giocato ed ha avuto a parte il gran gol di Sansone,altre opportunità.Vuol dire che il lavoro di Donadoni tecnico poco apprezzato è di gran qualità

Deve far riflettere questo calo di risultati da parte dell’Inter dopo l’impresa di Torino.Vi sono stati è vero evidenti errori arbitrali ma nelle tre gare seguenti il match di Torino con tre provinciali vale a dire Atalanta ,Cagliari e Parma,fare solo un punto sui 9 a disposizione vuol dire non essere da scudetto.A cose normali i punti dovevano essere almeno 7 e questo voleva dire essere da soli in testa alla classifica !

Solo la Fiorentina un 2-2 a Torino stretto sul piano del gioco e con due infortunati di peso come Aquilani e Toni ed ancora senza Jovetic mantiene tesa la corda dei risultati :ben 16 punti fatti sui 18 possibili.

L’entusiasmo a Firenze cresce consci come sono i tifosi viola che di squadre “mostro” non ce ne sono ed è lecito sognare. La continuità di risultati e la crescita evidente in autostima potrebbero anche supplire ad una serie di infortuni pesanti ed ad una mancanza di punte di peso a parte Toni.

Per il resto è un torneo modesto con le romane a fasi alterne e che non sembrano attrezzate per la lotta al vertice ma più adatte alla ricerca di un posto Europeo.

Per il Milan si è già detto sarà anno di transizione,di rifondazione lenta ma decisa.Puntare sui giovani e già due sono di ottimo livello ( De Sciglio e El Shaarawy ) e risalire in classifica.Il campionato è modesto ed anche un modesto Milan può aspirare a qualcosa di meglio del 10° posto che occupa in graduatoria.

 Se poi con coraggio a gennaio verranno tagliati rami secchi ( Pato-Robinho-Boateng ) e magari fatti innesti intelligenti ed in prospettiva può anche darsi che la rifondazione avvenga assieme a risultati importanti.

Per la Champions è un’altra storia.Per tradizione e dna appartiene di più al Milan che alla Juventus e il prosieguo del cammino dipenderà molto anche dall’avversario che uscirà dal sorteggio. ( proibitivi sia per Milan e Juventus appaiono attualmente Barcellona,Real Madrid,Borussia Dortmund ed anche Shakhtar Donetsk…)