\\ Home Page : Articolo : Stampa
PISTOIESE SPECIALISTA IN CAPOLISTE, ESPUGNA ANCHE VERONA: 4 a 2 ALLA VIRTUS. E' IL QUINTO SUCCESSO CONSECUTIVO!
Di Admin (del 29/01/2012 @ 21:02:32, in us pistoiese calcio, linkato 1862 volte)

 

Da Verona Edoardo Desideri:

CAMPIONATO NAZIONALE di SERIE D Girone D, 24ª Giornata

Stadio "Gavagnin" di Verona, 29/01/2012

VIRTUS VECOMP VERONA - PISTOIESE 2 - 4

MARCATORI: 10' Bigoni (P), 12' Lallo (V), 46' Taddeucci (P), 54' Odogwu (V), 77' Hemmy (P), 88' Nencioli (P).

 VIRTUS VERONA: Esposito, Rizzi, Bolcato, Pizzini, Allegrini, Albertini, Santuari (46' Taddeo), Bortignon, Roveretto (76' Nalini), Lallo (56' Pavan), Odogwu. A disp: Bertacco, Peroni, Mensah, Gusella. All. LUIGI FRESCO.

 PISTOIESE:Gaffino, Paolicchi, Nencioli, Arzeo (81' Firenze), Varoli, Ceccherini, Bigoni (74' Hemmy), Reccolani, Taddeucci, Ceciarini, Bischeri (81' Macelloni). A disp: Lorenzi, Cortese, Elmi, Mariotti. All. PAOLO INDIANI.

 Arbitro:sig. GUIDIdi Imola, 1° assistentesig. MAINENTIdi Forlì, 2° assistentesig KAZAdi Modena.

 Note: giornata fredda, campo in buone condizioni. Spettatori 400 circa, con buona rappresentanza dalla Toscana

.Ammoniti: 24' Allegrini, 27' Bortignon per la Virtus; 31' Ceciarini, 66' Bischeri, 78' Nencioli.

Angoli:12-4 per la Pistoiese;

 Recuperi:1'+4'.

VERONA : la Pistoiese si impone per la seconda domenica consecutiva in casa di una capolista, portando a 5 la serie di vittorie infilate dall'inizio dell'anno solare. Stavolta a fare le spese della ritrovata verve arancione è stata la Virtus Vecomp di Verona che pur capace di rimontare lo svantaggio per due volte, ha dovuto inchinarsi nel finale ad una Pistoiese famelica e determinata a riportare a casa i tre punti. 4 a 2 il risultato in favore degli uomini di Indiani.

 PRIMO TEMPO - Arzeo rientra dalla squalifica tornando al proprio posto sulla linea dei centrali: viene confermata dunque la retroguardia vincente di sette giorni fa ad Este. In avanti il solito Taddeucci viene supportato dai guizzi di Bigoni e Bischeri, mentre Reccolani funge da regista lavorando basso davanti alla difesa. L'avvio della Pistoiese è scoppiettante: dieci minuti di dominio assoluto con la Virtus semplice spettatrice. Al 1' una girata da centro area di Bigoni impegna severamente Esposito; al 6' Taddeucci calcia debolmente verso la porta sugli sviluppi di un corner di Bischeri. Passa un minuto e Bigoni serve un pallone rasoterra su cui Taddeucci arriva con un attimo di ritardo con la palla che scivola via lungo la linea di porta. Gli sforzi della Pistoiese vengono premiati comunque al 10': Taddeucci tiene viva l'azione su un cross di Bischeri, Ceciarini appoggia la sfera a Bigoni che da pochi passi la scaglia in rete portando in vantaggio i suoi. Tuttavia i veronesi trovano il pari dopo appena due minuti, praticamente alla prima sortita offensiva: uno strano tiro cross di Lallo mette fuori tempo difesa e portiere arancioni con la palla che va a depositarsi in fondo al sacco subendo forse una deviazione da parte di Nencioli. Il gol riequilibra il match, anche se la Pistoiese si procura altre buone occasioni con Bischeri poco dopo il 20', che prima gira sopra la traversa un lancio di Reccolani, quindi impegna Esposito direttamente da calcio di punizione. I padroni di casa si fanno vedere attorno alla mezz'ora con un tiro di Bortignon, sporcato, che non impensierisce Gaffino; e con una conclusione di Lallo abbondantemente fuori bersaglio, mentre la Pistoiese riprende lentamente il predominio sulla gara senza procurarsi però altre occasioni prima dell'intervallo.

 SECONDO TEMPO - Nella ripresa gli arancioni rientrano in campo con grande determinazione e già dopo un minuto Taddeucci spreca una buona opportunità appoggiando debolmente fra le braccia del portiere. L'attaccante rimedia tuttavia una manciata di secondi dopo quando sfruttando un altro assist di Ceciarini batte Esposito sull'uscita. La gioia per il vantaggio dura appena 8 minuti, che i veneti ristabiliscono la parità: un cross di Roveretto rimpalla sulla schiena di Reccolani e la traiettoria favorisce Odogwu che è comunque bravo a battere Gaffino con bella girata. La Pistoiese si ributta in avanti a testa bassa cercando il nuovo vantaggio prima con un rasoterra fuori bersaglio di Bigoni, quindi con un colpo di testa di Ceciarini su cross di Bischeri, entrambi entro il 20'. Un minuto più tardi Bischeri s'infila fra due marcatori e cade in area: l'arbitro punisce l'esterno arancione per simulazione. Si rivede il Vecomp con un tiro alto del nuovo entrato Taddeo, quindi Indiani rivitalizza il reparto offensivo mandando dentro Hemmy in luogo dell'affaticato Bigoni. Mossa più che azzeccata dato che dopo un tiro-cross di Nencioli che mette i brividi alla retroguardia rossoblu, al 32' è proprio il nuovo entrato a calciare di prima intenzione sfruttando un cross di Reccolani e battere Esposito per il 3 a 2. La Pistoiese deve fare attenzione alla mai doma Virtus che dopo un paio di minuti trova ancora la forza di cercare il pari, ma stavolta a sventare sul sinistro di Taddeo interviene impeccabilmente Gaffino, che pochi secondi dopo controllerà senza affanni un'altra conclusione di Bortignon. Indiani si affida all'esperienza del recuperato Macelloni per gli ultimi 10 minuti, richiamando dentro Arzeo e Bischeri, mentre il proprio ingresso anche il giovanissimo Firenze. La mossa annulla l'attacco dei veronesi, che restano anche in dieci a causa dell'infortunio subito da Taddeo con i tre cambi già esauriti, quindi al 43' la Pistoiese legittima il successo siglando il 4 a 2 finale grazie ad un sinistro da centro area di Nencioli, che fa esplodere la gioia degli oltre 50 tifosi arancioni al seguito della squadra.

 Il salto in avanti compiuto dalla Pistoiese nelle ultime giornate ha del miracoloso, e oltre al grande merito di aver messo un bel margine sulle posizioni più basse della classifica, c'è quello di aver restituito entusiasmo all'ambiente e alla tifoseria. In un campionato dominato dal grande equilibrio la Pistoiese sta dimostrando di potersela giocare con chiunque, con l'obiettivo annunciato di arrivare quanto più in alto possibile senza porsi paletti o traguardi assoluti. Certo è che se oggi avessero chiesto ad un passante quale delle due squadre in campo fosse stata la capolista, per l'intensità e la qualità del gioco espresse, senza dubbio questo avrebbe indicato la squadra in maglia arancione

                                  

 

  

 

Fotoservizio di Irene Pieraccini :