\\ Home Page : Articolo : Stampa
PISTOIESE-FORCOLI: ANCORA UNA X. UN SOLO TEMPO (IL PRIMO) NON BASTA
Di Admin (del 09/10/2011 @ 21:27:20, in CALCIO PISTOIESE, linkato 1616 volte)

PISTOIESE-FORCOLI: ANCORA UNA X. UN SOLO TEMPO NON BASTA

CAMPIONATO NAZIONALE di SERIE D Girone D, 7Ş Giornata

Stadio "Marcello Melani” di Pistoia

  Da Pistoia Edoardo Desideri

 09/10/2011PISTOIESE – FORCOLI 1 - 1    

PISTOIESE: Gaffino, Arzeo, Ceccherini, Braiati (77' Ceciarini), Pagani(VC), Calanchi (C), Stamilla, Reccolani, Scandurra (67' De Gori),Colombo (34' Pieroni), Paolicchi. A disp: Lorenzi, Cantoni, Maresca,Elmi.

 All. ALESSANDRO BIRINDELLI.

FORCOLI: Ceccherini, Saitta, Baldini, Tarantino, Balde, Galluzzi (VC),Fiorentini (80' Costa), Moriani (C), Falchini, Galli (53' Taccola),Arricca (25' Pardossi) A disp: Frongillo, Marianelli, Vanni, Antonio

.All. MARCO BRACHI.

Arbitro: sig. LOMBARDI di Brescia, 1° assistente sig. PERAINO diTreviglio, 2° assistente sig. DONVITO di Monza.

Note: giornata serena, campo in buone condizioni. Spettatori 900 circa.

Ammoniti: 53' Fiorentini (F), 69' Ceccherini (P).

Angoli: 11 a 1 per laPistoiese.

 Recperi 3'+4'.

PISTOIA – La Pistoiese inforca il terzo pari consecutivo e restainvischiata nelle proprie paure, oltre che in una situazione diclassifica decisamente allarmante. Non basta un primo tempo giocato aritmi alti, in cui si sono viste buone triangolazioni e una rinata venaoffensiva, a permettere agli arancioni di accaparrarsi il primo successoin questo campionato.

 PRIMO TEMPO – Birindelli schiera la squadra secondo un assetto più dinamico, trasformando il consolidato 4-4-2 in una sorta di 4-2-4: il più generoso appare Colombo, che fino al 34', quand'è costretto ad uscire per infortunio, a dispetto della propria stazza funge quasi da trequartista, giocando a ridosso del centrocampo per tentare di mandare a rete il compagno di reparto Scandurra e i due esterni offensivi. Per45' non si vedono più lanci lunghi, ma veloci triangolazioni e tanta palla a terra. Praticamente non pervenuto il Forcoli del quale appare chiaro l'intento di portare a casa lo 0 a 0, e che si affaccia dalle parti di Gaffino al 20' grazie a un'incursione di Falchini con palla sopra la traversa, per poi sparire del tutto dopo il 25' quando il suo regista, l'ex arancioneA rricca, è costretto ad uscire per infortunio.La Pistoiese sciupa troppo, e nonostante 10 minuti di fuoco tra il 13' eil 24', non riesce a sbloccare il risultato a fronte delle numerose occasioni da rete create. Dapprima è Paolicchi, imbeccato magnificamented a Colombo, a colpire il palo con un rasoterra da posizione defilata.Dal seguente angolo Arzeo raccoglie dal limite, ma calcia in bocca al portiere amaranto. Al 17' ancora Paolicchi non trova lo specchio,complice un rimpallo della difesa ospite, nel tentativo di risolvere un'azione confusa da corner. La Pistoiese continua ad attaccare e a conquistare calci d'angolo, al triplice fischio se ne conteranno ben 11 battuti dagli arancioni, che impensieriscono ogni volta l'incerto Ceccherini. Al 24' una sortita offensiva del pistoiese Ceccherini crea scompiglio, e il giovane terzino libera al tiro Colombo, il cui rasoterra sfiora il palo. Alla mezz'ora il centravanti viene toccato duro da Pardossi, ed è costretto ad uscire dal campo: al suo posto entra Pieroni. Passano alcuni minuti e Scandurra impensierisce Ceccherini con un colpo di testa velenoso, quindi è il turno di Arzeo che costringe il numero uno ospite a rifugiarsi nuovamente in angolo.Al 41', quando ormai lo 0 a 0 sembra insormontabile, da una bella triangolazione sull'out sinistro Scandurra serve di prima Stamilla che solo da centro area fredda Ceccherini con un preciso rasoterra. Si va al riposo sull'1 a 0, e la Pistoiese appare finalmente sbocciata.

SECONDO TEMPO – Ma è solo un'illusione, e nella ripresa a ripiombare gli arancioni nel baratro dell'incertezza ci pensa il numero 10 amaranto Falchi, che lasciato colpevolmente solo sul vertice sinistro dell'area,non ci pensa due volte a battere Gaffino dopo appena 24 secondi di gioco. La Pistoiese accusa il colpo e torna ad essere quella delle prime giornate: gli arancioni manovrano solo con lanci lunghi dalla difesa,c'è poca convinzione soprattutto in attacco, e rischiano di cedere il fianco al contropiede di un Forcoli apparso però più che mai rinunciatario e assai pago del pari conquistato grazie all'unico tiro in porta dei 90'.Solo nel finale la Pistoiese ricomincia a crederci, ma è più una spinta d'orgoglio che altro. A nulla servono gli ingressi di De Gori per Scandurra e di Ceciarini per Reccolani, né il forcing nei minuti di recupero, tanto impetuoso quanto confusionario. La partita finisce così, ed è dura nel dopogara la contestazione da parte dei tifosi, sconcertati per la situazione della squadra. A 3 mesi dai proclami di vittoria, sugli spalti c'è già chi consiglia di pensare alla salvezza, e d'altra parte questo è quello che dice la classifica,con gli arancioni e i loro miseri 5 punti in 7 gare relegati in piena zona play-out. Musi lunghi anche in sala stampa dove questo pari viene percepito da tutti gli arancioni come un imperdonabile passo falso. La Pistoiese non ha perso, questo no... ma è certo che la squadra appare ancora come inceppata sulla rampa di lancio, incapace di decollare. E il risultato per ora sono i 14 punti di distacco dalla vetta, che ad onor del vero rappresentano una preoccupazione solo per chi spera di poterla ancora raggiungere. E intanto sul tam tam telematico è già circolata la notizia dell'allontanamento di Tommaso Pieroni, confermata dallo stesso ma non ancora comunicata in via ufficiale dalla società (è giusto dirlo pe rcorrettezza). Dopo Agostiniani è dunque un'altra bandiera dello scorso anno a pagare dazio per questa difficile situazione, e sarà un allontanamento difficile da digerire da parte della tifoseria arancione,dato che la stessa riconosce a Pieroni una parte fondamentale di merito nella vittoria dello scorso torneo, per quanto  le sue prestazioni in questa stagione fossero state, l'ultima quest'oggi, piuttosto deludenti.

...A titolo personale oltre a fare a Tommaso un grande in bocca al lupo per  la carriera futura, mi sento di esprimergli un grazie per le grandi giocate che mi ha permesso di commentare, e per la simpatia dimostrata più volte nel dopogara.

EDOARDO DESIDERI