\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere:IL GOVERNO DOPO LUNGHE ELUCUBRAZIONI E PROBABILI LITI VARA IL DECRETO CURA ITALIA SUL FRONTE CONTAGI PROSEGUE LA BATTAGLIA DI MEDICI E INFERMIERI
Di Admin (del 16/03/2020 @ 21:16:02, in critica politica, linkato 52 volte)

                                                   

L’emergenza sanitaria vissuta in questi giorni dal Paese forse può aver fatto scordare a qualcuno che chi è al Governo non è altro che una accozzaglia litigiosa di partiti che in caso prima o poi si tornasse a votare VERREBBE SPAZZATA VIA DALLA SCENA POLITICA.

L’esempio che abbiamo avuto in questi giorni di sospensione democratica col Parlamento di fatto esautorato dalla sue funzioni,con un profluvio di decreti del Presidente del Consiglio ,con continui incontri rinvio indicantii
LA LITIGIOSITA’ all’interno dell’esecutivo, è li a dimostrare che ogni provvedimento emanato non può che essere pasticciato ed inconcludente

.Si dà in sostanza ai soliti noti,come ha giustamente ricordato ieri sui social Borghi,responsabile economico della Lega



 Misure a pioggia,insufficienti,alcune ingiuste,nascondendosi dietro le solite parole vuote del tipo “L’Italia ce la farà” magari con UNA BELLA CANTATA ALLA FINESTRA!


 Circa il decreto CURA ITALIA
che ha stanziato 25 miliardi di euro e la cui elucubrazione è durata parecchio e si dice anche con il contorno dei furiose liti,aspettiamo la pubblicazione ufficiale per qualche commento.

 Per ora rileviamo solo che per il settore degli autonomi il contributo una tantum di 600 euro appare come una presa in giro e per di più limitato ad un mese.. Anche sul fatto che per i prossimi due mesi le aziende non potranno licenziare sulla base del giustificato motivo oggettivo come ad esempio un crollo degli ordini per chiusura di reparti per casi di contagio,ci sarebbe molto da dire.



 Sul fronte dei dati giornalieri forniti dalla Protezione Civile ci sono poche variazioni,sono sempre pessimi. I decessi sono arrivati a 2.158 con un aumento solo nell’ultimo giorno di 349.I guariti sono 2.749. Le persone in terapia intensiva sono 1.851.

 Non dimentichiamo il grande impegno dei medici e degli infermieri in quegli ospedali del nord al limite del collasso.Si raccontano scene strazianti,scelte strazianti e conflitti interiori devastanti.