\\ Home Page : Articolo : Stampa
CALCIOPOLI ATTI FINALI?
Di videonewstv (del 29/11/2009 @ 20:38:36, in CALCIOPOLI, linkato 2193 volte)

NOVEMBRE 2009: CALCIOPOLI ATTI FINALI ?

Editoriale del Direttore Gianni Zei.

Calciopoli: cerchiamo di fare il punto della situazione ad oggi. Precisiamo.I filoni dell’inchiesta che riguarda il più grave scandalo dello sport italiano,sono due. Due dibattimenti ancora aperti e che cercano fra mille difficoltà di procedere speditamente per evitare possibili prescrizioni oltre che certissimi buonismi dovuti al naturale trascorrere del tempo,direbbero gli amanti dei girotondi…. Il filone del rito abbreviato richiesto come noto da Giraudo che è l’imputato principale, poi anche da Lanese,Gabriele,Dondarini,Cassarà,Pieri,Rocchi,Baglioni, Messina,Griselli e Foschetti, 11 persone in totale,è arrivato alla penultima udienza.Si avvicina quindi al dunque ,alla sentenza .La prossima udienza è stata fissata per il 14 dicembre ove si ascolteranno le repliche dei pm ed anche delle parti civili.Poi la camera di consiglio per la sentenza.Ricordiamo che per questi imputati l’accusa a suo tempo, era l’11 maggio, formulò richieste pesanti che andavano da un minimo di un anno ai 5 anni richiesti per Giraudo.Ricordiamo anche che il rito abbreviato prevede in caso di condanna lo sconto di un terzo della pena.Questo dibattimento ha subito un leggero ritardo essendo prevista la camera di consiglio in un primo momento per metà Novembre.Comunque al massimo si andrà a gennaio 2010 per conoscere le decisioni del gip Eduardo De Gregorio decisioni che potrebbero dare importanti indicazioni per l’altro filone quello del processo principale contro Moggi e gli altri 23 imputati , processo in avanzata fase dibattimentale di fronte al Collegio tutto al femminile presieduto da Maria Teresa Casoria. E qui cominciano i problemi.Perchè tutto il lavoro finora svolto potrebbe andare a monte ed addirittura si potrebbe ripartire da zero.Che cosa è accaduto?Un fatto assai inconsueto a dire il vero.Una richiesta di ricusazione da parte dei pubblici ministeri contro il collegio giudicante diretto dalla Casoria.Un fatto raro.E perché è accaduto questo? Diversi segnali a dire il vero c’èrano già stati.E pensare che all’inizio del processo si gridava da più parti alla novità assoluta, alla imparzialità che ne sarebbe derivata dal fatto che a guidare un processo così importante e seguito-uhei si parla di calcio eh, fossero delle donne e per di più estranee del tutto all’ambiente , al mondo del calcio .Altro che imparzialità,invece, hanno detto i pm.In diverse occasioni del dibattimento infatti dalla voce del Presidente Casoria erano uscite delle frasi di insofferenza del tipo…..si perde tempo…ci sono processi più importanti che attendono…insomma sembrava quasi che –hanno rilevato i pm- che si fosse in aula per perdere tempo.Da qui la richiesta di ricusazione del collegio giudicante una richiesta che dovrà essere valutata a giorni ,il prossimo 21 dicembre, dalla settima sezione penale della Corte di Appello di Napoli.Insomma quelle frasi del tipo “ inutile che perdiamo tempo” hanno indotto i pubblici ministeri a credere che la Casoria si prevenuta circa l’argomento Calciopoli,e possa essere parziale nelle decisioni.Un fatto come detto, raro .I due PM Giuseppe Narducci e Stefano Cautano si sono convinti che vi sia un totale disinteresse della Presidente nei confronti dell’argomento dibattuto e che questo disinteresse possa poi tramutarsi in un giudizio formatosi per partito preso.Non è una cosa da poco.Se le tesi dei PM fossero accolte dalla Corte di Appello, il processo salterebbe in aria e si ricomincierebbe da capo con probabilissima intervenuta prescrizione .Ma non finisce qui, c’è anche un procedimento disciplinare che potrebbe essere preso nei confronti del Collegio presieduto dalla Casoria da parte della Procura generale presso la Cassazione .Ricordiamo infatti che le parti civili vennero in un primo momento escluse dal dibattimento salvo poi essere riammesse dopol’ intervento di una sentenza della Cassazione .Cassazione che definì come abnorme l’esclusione delle parti civili dal procedimento. In dibattimento la Casoria era il 13 ottobre pare abbia detto:” non possiamo non rispettare obtorto collo, la sentenza della Cassazione”. Un obtorto collo di troppo.Un pregiudizio evidente nei confronti dell’accusa per i pm.Una ulteriore conferma di un pregiudizio, così hanno pensato i PM e quindi la richiesta di ricusazione.A breve sapremo. E i dibattimenti ? Vanno avanti ma sussulti eccessivi non ve ne sono stati.Però qualcosa di interessante è uscito,e,figurarsi come deve essere stato accolto dal collegio al femminile Vediamo.Si sono succeduti,fra gli altri, gli interrogatori dei vari Zeman,Enrico Variale,del guardalinee Barbini,diVieri, di Manfredi Martino.. Zeman ha ribadito i suoi concetti..Moggi ha impedito lo sviluppo della mia carriera..le mie denuncie sul caso doping che coinvolse la juventus mi sono costate la carriera, Moggi ha interferito sulle mie panchine e via di questo passo..di rimando Moggi: Zeman non sa allenare e lo denuncio”.. Cristian Vieri: calciopoli fu creata per mandare la Juve in B ho un documento che lo prova..si riferisce ad una clausola che doveva essere firmata dai giocatori dell’Inter che impediva loro di rivelare un piano Moratti-Telecom di eliminare penalizzandole le squadre più forti dalla Serie A per creare un ciclo Inter. Questa tesi ha talmente entusiasmato il suo legale da spingerlo addirittura ad ipotizzare la possibile riapertura del processo disciplinare di fronte alla giustizia sportiva per far ritornare gli scudetti al loro posto. Siamo quasi al delirio paranoico… . Fantasiosa la tesi delle palline ammaccate e riconoscibili tesi espressa da Manfredi Martino fino al 2006 nella segreteria della CAN.Martino ha ribadito in dibattimento che nella stagione 2004/2005 il sorteggio di alcune non meglio precisate gare fu manipolato.Alcuni foglietti che avevano stampato il nome del direttore di gara furono inseriti in palline ammaccate e quindi facilmente riconoscibili.al momento del sorteggio.Lo stesso Martino si è ancora spinto più in là confermando in aula che i designatori Bergamo e Pairetto gli dissero della richiesta formulata loro da Carraio perché vi fosse una particolare attenzione su Lazio e Fiorentina,perché non cadessero in B. Questo è lo stato dell’arte attuale. Tempo che lenisce,collegio giudicante poco attento alle vicende dibattute se non già con pregiudizi,possibilità di ricominciare tutto dall’inizio , addirittura ipotesi fantasiose di documenti segreti, ed attenzione del pubblico francamente ai minimi termini. Che accadrà di questi processi ? Scommettiamo che la pena più dura-ricordiamo che si parla di accuse,le più pesanti, di associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva, non supererà i 10 12 mesi ? In chiusura , mentre un dibattimento quello del rito abbreviato al massimo a Gennaio vedrà la sua conclusione,e l’altro il filone principale rischia seriamente di saltare in aria, ce n’è un terzo che deve ancora iniziare..e riguarda l’arbitro internazionale Massimo De Santis .Il gup Alfredo Guardiano lo ha rinviato a giudizio anche lui per associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva.Prima udienza prevista per il prossimo 22 dicembre. Nel frattempo,altro segnale importante si è concluso con una assoluzione il processo sulle plusvalenze di bilancio per il periodo juventino della triade Moggi Bottega Giraudo.Plusvalenze legate alla compravendita di giocatori.Pensate i legali bianconeri avevano chiesto una pena pecuniaria in risposta alle richieste dei pm 3 anni per Moggi e Giraudo e 2 per Bottega.Invece il giudice Cibinel ha assolto sia i tre che la Juventus.

 E dov’è lo scandalo ? (SIC!)

Il video completo sul tema è  visibile all'interno dell'ultima puntata di SPORT & SPORT , il videomagazine di VideoNewsTV, al link:

http://www.videonewstv.tv/SportAndSport.asp?IDFile=510

Questo video è anche su:

Facebook

RadioRadicale

Twitter

alle pagine di VideoNewsTV