\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere:IL VENTO E CAMBIATO HA DETTO IL PREMIER CONTE A SALVINI NON RESTA CHE VINCERE IN TUTTE LE REGIONI PER EVITARE CHE LINCIUCIO TRUFFA SI CEMENTI
Di Admin (del 28/09/2019 @ 19:28:06, in Critica politica, linkato 120 volte)




Il vento è cambiato ha detto il Premier Conte… e mi fido del PD e di Renzi.

A parte il fatto che ci vuole un bel coraggio a fare simili affermazioni.Il vento è cambiato? Certo!

Avete fatto un GOLPE definendolo democratico e parlamentare

Ma “la gente” di certo ne terrà conto

.E’ talmente rassicurato il Premier che arriva anche a proporre un Mattarella 2 ovviamente se il diretto interessato ne avrà voglia.E state pur certi che con Mattarella non ci saranno elezioni anticipate…

 SIAMO AL DELIRIO di voler piacere a tutti ed a tutti i costi da parte di Conte



 SALVINI CHE FA?
A lui non resta quello che meglio sa fare.. Andare tra la gente,in tutti i paesi,in tutte le piazze a far comizi.Essere in contatto col popolo.Ne è stato ripagato in termini di consensi e popolarità.La prima battaglia è quella in Umbria.Sarà anche regione piccola ma poterla strappare alle sinistre darebbe spinta significativa per le successive imprese tra le quali importanti quelle dell’Emilia e della Toscana

.Ma prima di arrivarci a quelle elezioni quanti danni avrà fatto il governo truffa?

 Non tanto sul tema dell’IVA ( tanto in un modo o nell’altro finirà per aumentare..) quanto in quella vasta parte di provvedimenti che stanno a cuore alla sinistra sempre sconfitta nelle urne ritrovatasi inopinatamente ed ingiustamente al potere.

 E mi riferisco all’immigrazione dove c’è già il totale SBRACO con in più la presa per i fondelli delle promesse europee e soprattutto al ritorno della richiesta Jus culturae cui seguirà quella dello Jus soli.



 E ci risiamo con le Cirinnà e con le Bonino. Da parte sua la Bonino che pare abbia abbandonato il Tabacci che gli aveva concedendogli il simbolo permesso di creare il gruppo + Europa, evidentemente STIZZITA del fatto che Conte non gli ha concesso nemmeno UNO STRAPUNTINO nel neo governo truffa,decidendo di restare ad operare come singolo senatore E’ GIA’ RITORNATA ALL’ATTACCO SULLA REGOLARIZZAZIONE DI QUEI CIRCA 600 MILA CLANDESTINI A GIRO PER L’ITALIA!

Si sa bene dove si vuole andare a parare…ricerca di consenso politico.VOTI! Solo a questo pensa la sinistra.Altro che immigrazione diffusa.Cooperative diffuse.SOLDI! Altro che ius culturae e ius soli! FUTURI VOTI!

 Intanto la Meloni e ci fa piacere che il suo partito attualmente sia dato sul 9% delle intenzioni di voto,si è già mobilitata contro questo ennesimo tentativo di dare la cittadinanza agli immigrati
.Il prossimo 3 ottobre infatti alla Camera in Commissione Affari costituzionali riparte l’esame della legge sulla cittadinanza che introduce lo ius culturae.

 Con tutti i problemi che ha il Paese ecco che i rossi pensano alla cittadinanza agli stranieri.

 E’ LA SOLITA STORIA! In nome degli AFFARI siano con le cooperative che con I VOTI  RACCATTATI OVUNQUE sono i primi nemici degli italiani!