\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere:A 318 GIORNI DAL PRIMO COLPEVOLE CROLLO CON 43 VITTIME IL MORANDI VIENE ABBATTUTO E IL CAPITANO DELLA SEA WATCH 3 RACKETE VIENE INDAGATO…CHE LENTEZZE…
Di Admin (del 28/06/2019 @ 15:19:31, in critica politica, linkato 93 volte)


Che lentezza, che lentezza.

                                                      

MENTRE DA PIU’ PARTI SI ESULTA OVVIAMENTE ANCHE CON GLI APPLAUSI PER IL SECONDO CROLLO DEL PONTE MORANDI QUESTA VOLTA VOLUTO E PROCURATO A DISTANZA DI BEN 318 GIORNI DAL PRIMO COLPEVOLE CROLLO PER MANCANZA DI MANUTENZIONE CROLLO CHE CAUSO’ BEN 43 VITTIME, sulla vicenda ormai pesante della nave taxi Sea Watch 3 ancora ferma davanti al porto di Lampedusa si registrano pochi passi in avanti.

 Anche qui lentezze.

UN PRIMO TIMIDO PASSO: l’iscrizione nel registro degli indagati da parte della Procura di Agrigento del comandante Carola Rachete.



 L’evidenza dei fatti E’ SOLARE!

Le leggi pare che non siano state cancellate ed era atto dovuto.

 E la nave? Che ne facciamo una volta che i 40 rimasti a bordo saranno sbarcati? ( altri 2 sono stati fatti scendere ) Gli si donano carburante e cibarie assortite affinchè riprenda il mare per tornare a breve con un altro comandante?


Si diceva del comandante indagato.

La relazione della Guardia di Finanza alla Procura di Agrigento non poteva non portare all’iscrizione nel registro degli indagati per FAVOREGGIAMENTO DELL’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA E PER RIFIUTO DI OBBEDIENZA A NAVE DA GUERRA, DELLA CAROLA RACKETE.


 Ma non c’è da preoccuparsi: è atto dovuto si affrettano a precisare….

 Intanto i 5 deputati sinistrorsi che hanno passato la notte sulla Sea Watch 3 descrivono situazioni al limite della tragedia ( che vedono solo loro…) Io vedo invece solo 5 parlamentari andati a far passerella . Dicono che non scenderanno fino a quando tutti non saranno sbarcati.

 E RILASCIANO ANCHE DICHIARAZIONI come questa: l’inutile accanimento di Salvini che non mostra alcuna pietà per i più deboli. È intollerabile che ignori le leggi e si accanisca con chi ha più bisogno di aiuto. Noi resteremo a bordo finché tutti i profughi non saranno a terra”,Parole di Del Rio

Nessuna Ong che fa salvataggio in mare è mai stata condannata, ci sono state solo archiviazioni e assoluzioni” parole ben più “sottili” da parte di Riccardo Magi

E’ tutto molto semplice come ha ricordato il MINISTRO SALVINI:




 SI SCENDE SUBITO SE I 40 VERRANNO REDISTRIBUITI SE L’EQUIPAGGIO VIENE ARRESTATO E SE LA NAVE VIENE SEQUESTRATA.