\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere:NEL GIORNO DEL RICORDO DEL TERREMOTO D’ABRUZZO E DELLA RIAPERTURA A TEMPO RECORD (????) DELLA STRADA PER PORTOFINO SALVINI VINCE LA SFIDA CON LA ALAN KURDI CHE VA A MALTA
Di Admin (del 06/04/2019 @ 14:21:45, in critica politica, linkato 232 volte)


Che toni sommessi…lo so che oggi tutti i Tg dovevano parlare della ricorrenza della tragedia del terremoto dell’Aquila,ma la notizia che la nave taxi della ONG Sea Eye,la Alan Kurdi se ne va a Malta con i 64 clandestini a bordo è passata in nettissimo secondo piano ed anche con toni assai dimessi.



 Insomma,ha vinto Salvini e la sua linea della fermezza per una volta almeno.E questo non lo tollerano!

 Pensate che sul TG1 (e dicono che la musica era cambiata) la notizia che la Alan Kurdi aveva deciso nella notte di puntare la prua verso Malta è stata data dopo la consueta dichiaraziona PAPALE a favore dell’accoglienza..

Come dire…vedi Salvini come avresti dovuto fare? A mio avviso è uno scandalo!

Nonostante Salvini avesse concesso lo sbarco a 4 tra donne e bambini,l’arroganza dei consiglieri “crociati” della ONG ha deciso per la linea dura.Si sbarca tutti a Lampedusa. Invece andranno a Malta.
E bene cosi.

Almeno per qualche tempo si spera non sentiremo più parlare della Alan Kurdi.Da noi in Italia non attracca,nonostante ipotetici mari forza 8 ( mai visti…) e emergenze ambientali.

 Ma state pur certi che tornerà all’attacco la ONG Mediterranea con la Mare Jonio battente bandiera italiana.La aspettiamo a breve….



 Comunque i tedeschi hanno capito prima di altri che l’aria qui è cambiata e di questo si deve dare atto al Ministro Salvini ed alla sua politica sulla immigrazione irregolare da contrastare soprattutto con la lotta alle ONG che sono spesso strettamente in vicinanza con chi mette a repentaglio la vita delle persone solo per profitto.


                                                             

SONO SICURO che ai lettori più attenti non sarà sfuggito questo.A quei lettori che hanno avuto l’opportunità di seguire l’edizione delle 13,30 del TG1 ( ma credo che anche per gli altri Tg sia stata la stessa cosa…). Ebbene su 28’ di Tg1, la metà è stata dedicata alla ricorrenza del terremoto dell’Aquila ed anche alla riapertura della strada che porta a Portofino crollata per una mareggiata circa 6 mesi fa. E si devono usare quei toni?

 CI SI RENDE CONTO CHE IL TERREMOTO E’ AVVENUTO 10 ANNI FA? ED ANCORA SIAMO DI FRONTE AD UNA CITTA’ FANTASMA? CI SI RENDE CONTO CHE QUELLA STRADA LITORANEA E’ FRANATA IN MARE CIRCA 6 MESI
FA?



 E si deve gioire perché SIAMO STATI TANTO BRAVI? SIAMO AL RIDICOLO!

 Andate a dirlo ad un coreano,ad un cinese,ad un giapponese come si fanno ed in che tempo le strade,come si ricostruiscono le città terremotate. O più semplicemente ad un friulano!

ALTRO CHE SOLO CULTURA DELLA MEMORIA!!!!
CI VUOLE LA CULTURA DEL FARE!!!!


p.s.  Che dice Scandura?