\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere: TUTTO E’ POSSIBILE ANCHE CHE I 5 STELLE DOPO INFINITE CONSULTAZIONI VENGANO A PATTI INTELLIGENTE VIGNETTA DI GIANNELLI SUL CORRIERE
Di Admin (del 29/03/2018 @ 18:14:29, in Critica politica, linkato 231 volte)


Ormai è un gioco a incastro e non sappiamo neppure se questo gioco andrà in porto.Il riferimento è allo stallo evidente nella preparazione del nuovo esecutvo che dovrà giudare il Paese.

 Di Maio e Salvini per differenti motivi ,ma la sostanza è la stessa dicono: dove li trovi i 90 voti che ti mancano  dalla sera alla mattina, in giro ? dice Salvini a Di Maio e di rimando il grillino, e tu i tuoi 50 che ti mancano dove li prendi ? da Renzi in accordo con Berlusconi ?




 Figurarsi quelli del PD già affondati in cabina elettorale dal voto degli italiani, ma tenutari della verità etica e sostenibile come si ritengono,che cosa avrebbero potuto rispondere se non: “ ma guardate signori che noi i nostri voti ( pochi ) non vogliamo darli a nessuno di voi due!”

Mentendo e sapendo di mentire!

 Ormai il giochino di Renzi ,quello del dispettuccio dell’Aventino ha corsa breve,è destinato a durare poco.Solo schermaglie di un “fiorentino” bizzoso ed ancora ( crede lui ) con in mano la maggioranza del PD.



 Ma tra Emiliano che chiede già a gran voce un accordo con i 5 Stelle,e i vari frondisti interni da Franceschini a Orlando,passando per Cuperlo,è già iniziato l’assedio e state pur certi che dopo il primo (?) giro di consultazioni al Quirinale se non dovesse uscire nulla di concreto,l’Aventino di Renzi si sfalderebbe come neve al sole.

 Ed il PD rientrerebbe in gioco in vista del nuovo esecutivo.

 A meno che non prevalga una seconda ipotesi vista la scarsa stima in generale di cui gode sia in Forza Italia che nel PD il Movimento 5 Stelle. Ed è un’ipotesi che personalmente ho sempre detto plausibile prima dell’ABBAGLIO di quel 32% in termini di consensi ottenuto da Di Maio. Che pure è reale.



 Un’ipotesi che anche il vignettista principe del Corriere della Sera –Giannelli-oggi riporta in prima pagina.

 C’è un tavolo dove sono seduti Di Maio e Salvini a fare braccio di ferro e nessuno piega il braccio dell’altro.Alle spalle in piedi c’è Silvio Berlusconi che dice : “la situazione si potrebbe sbloccare a Pasqua con la resurrezione del Nazareno”

 VALE A DIRE UN GOVERNO CON ESCLUSIONE DEI 5 STELLE e a maggioranza centrodestra-PD di Renzi.

                                                                      
 

Possibile, ma solo dopo un mesetto di inutili consultazioni e con la finestra di un voto estivo ormai chiusa.

 E Salvini e il suo programma BEN CHIARO?

 A lui interessa che ci sia un esecutivo che governi per cambiare il Paese. Ma una tale rivoluzione con due centristi come Berlusconi e Renzi non la vedo possibile.

 Giochino bene le loro carte quindi i 2 galletti nel pollaio ( Di Maio e Salvini ) perché cominciano ad essere accerchiati dai nemici della restaurazione e dei cambiamenti.

 Il voto popolare ha già dato un bel segnale.Sbagliare le mosse ora potrebbe essere esiziale per il futuro.



 Singolare la posizione dei vincitori,del Movimento 5 Stelle. Dal loro punto di vista di primo partito slegato dalle vecchie incrostazioni e dai maneggi politici alla Verdini ed alla Letta,sembrerebbe semplice mettere in piedi un esecutivo.

 Ci sono solo 2 ostacoli per loro. Uno è Berlusconi l’altro è Renzi ( Guarda caso il Renzusconi di antica prospettiva ). Cioè a dire: governo possibile sia con la Lega che con il PD derenzizzato.

 Semplice,no? Quasi come un clic sul computer!

PS: inutile dire che quanto detto da Renzi oggi:” opposizione ci farà bene “vale quanto un 2 di picche!

 Ed anche risibili paiono alla luce del pensiero di chi 10 anni fa nemmeno esisteva, le accuse mosse ai 5 Stelle circa comportamenti poco eleganti verso le opposizioni in caso delle votazioni per le vicepresidenze, per i questori e via dicendo

. Loro sono il nuovo che avanza,no?