\\ Home Page : Articolo : Stampa
Clicca per leggere :IN ATTESA DI CAPIRE SE I 2 PROGRAMMI DELLA LEGA E DEI 5 STELLE SIANO INTEGRABILI ATTENTI AI COLPI DI CODA DEL PD DERENZIZZATO E DEI POTERI FORTI
Di Admin (del 26/03/2018 @ 19:25:55, in Critica politica, linkato 252 volte)
                                                                    

In agguato ci sono dei pericoli che rispondono al nome di Gentiloni e di quella parte del PD non renzizzato che ROSICA E ROSICA sui fatti accaduti ,non potendo però negare la BATOSTA ELETTORALE SUBITA.

 Sono elementi da non sottovalutare soprattutto se l’attuale buona intesa tra Di Maio e Salvini dovesse subire degli stop.

In effetti su cosa si basa il piano dei rosicatori?

 Sulla inconciliabilità e tutti i commentatori più o meno in buona fede tendono a sottolinearlo, di quello che rappresenta IL CUORE del progetto leghista e dei 5 Stelle


 Come conciliare reddito di cittadinanza ( SPARITO ULTIMAMENTE dalle parole di Di Maio ) e flat tax padana al 15% . Da una parte ci sono milioni di giovani e di inoccupati soprattutto al sud che ASPETTANO LA RENDITA e dall’altra ci sono centinaia di migliaia di padani INCAZZATI ( e molti suicidatisi ) per scarsa attenzione dello Stato sui problemi delle partite iva, delle medio piccole aziende, insomma di coloro che al mattino quando tirano su la SERRANDA hanno già da pagare tra tasse e balzelli una cinquantina di euro..

COME CONCILIARE QUESTI DUE MONDI?


 Non alimentiamo falsi entusiasmi! 

 Qualcuno dovrà cedere pezzi importanti del proprio programma.

 E già monta la fronda sia da un parte che dall’altra nella base dei due movimenti che PRETENDE VENGA ATTUATO QUANTO VOTATO

 Ed allora? Aspettiamo le mosse

La Meloni magari preferirebbe un centro destra che potesse ,svincolato dal 5 Stelle ,avera una maggioranza variabile magari convincendo a seconda dei provvedimenti richiesti singoli parlamentari volta per volta Centrodestra al 37% come prima forza potrebbe anche riuscirvi.
 In fin dei conti anche Berlusconi aspirerebbe a questo ma con l’aiuto del PDR ( una metà scarsa del PD)



 Ora il proscenio però è tutto per Salvini e Di Maio la cui aspirazione prossima sarebbe quella di un combattimento tra di loro : SOLO LORO DUE tra M5Stelle e Lega una volta che fossero stati svuotati i serbatoi di voti di Forza Italia e del PD.

Per far questo basterebbe un piccolo ritocco alla legge elettorale. Uno sbarramento al 5% e tutti i partitini scomparirebbero.

 E ci sarebbe la scontro finale.

 Ma la prima la seconda la terza Repubblica sono dure a morire..

 I 2 quarantenni ( ed anche meno) devono aspettare probabilmente che si apra loro questo scenario .Ed allora ecco che i colpi di coda della vecchia guardia potrebbero di novo presentarsi a confondere le acque.



 Prova ne siano le ultime parole del sottotitolo della solita “articolessa “ domenica di Eugenio Scalfari su Repubblica. Un Governo ce l’avremmo… e risponde al nome di Paolo Gentiloni!

 Capito cosa volevo dire?

 PS: tengano conto i pentastellati che così come hanno preso il 40% dei voti e fatto il pieno al SUD altrettanto facilmente questi voti soprattutto del sud se ne possono andare… Non così quelli della Lega!