\\ Home Page : Articolo : Stampa
VERSILIANA: SABATO 3 AGOSTO LA GRANDE NOTTE DI GIUSEPPE VERDI.
Di Admin (del 02/08/2013 @ 14:23:23, in VERSILIANA, linkato 981 volte)

VERSILIANA: SABATO 3 AGOSTO LA GRANDE NOTTE DI GIUSEPPE VERDI

sabato 3 agosto ore 21.30 sul palcoscenico della Versiliana sarà in scena uno straordinario concerto lirico per celebrare il genio di Busseto nel bicentenario della nascita.

 L'orchestra e il coro del Teatro Carlo Felice di Genova accompagneranno sulle note delle celebri arie verdiane un cast di grandi stelle della lirica: Maria Agresta, Francesco Demuro, Gabriele Viviani saranno i protagonisti del “Gran Gala per il bicentenario verdiano” che vedrà sul podio il direttore d'orchestra Piergiorgio Morandi. Marina di Pietrasanta (LU)_Un'antologia delle pagine musicali più belle della storia, le arie più celebri tratte da Nabucco, La Traviata, Il Trovatore, Rigoletto oltre a tante altre melodie dei capolavori di Giuseppe Verdi: da Un ballo in maschera a La Forza del Destino, da Luisa Miller a Otello.

Questo è il ricco programma scelto per il grande concerto di gala in omaggio al genio di Busseto nel bicentenario dalla nascita. Sabato 3 agosto alle 21,30 il Teatro della Versiliana ospiterà il tradizionale concerto lirico di cui sarà protagonista un cast importante per prestigio e fama composto da cantanti tra i più acclamanti nel panorama della lirica, voci tra le più belle attualmente in circolazione: il soprano Maria Agresta, il tenore Francesco Demuro e il baritono Gabriele Viviani, che per l'occasione saranno accompagnati dall' Orchestra e dal Coro di una delle più prestigiose istituzioni musicali italiane, quella del Teatro Carlo Felice di Genova. Sul podio, alla guida dell' Orchestra del Carlo Felice ci sarà la raffinata bacchetta di Piergiorgio Morandi e il Coro sarà diretto da Patrizia Priarone.

 “Con questo concerto – commenta Umberto Guidugli, presidente della Banca della Versilia Lunigiana e Garfagnana uomo di cultura e grande appassionato di lirica - vogliamo celebrare gli alti valori storici e musicali della vita e dell'opera di Giuseppe Verdi, un Italiano vero: nella cultura, nell’ispirazione, nella tecnica, nell’attaccamento alla terra, alla sua terra di origine. Anche quando Verdi mette in musica i drammi di Shakespeare quella musica è italiana in tutto e per tutto. La gente lo capiva molto bene, perché i suoi drammi comunicavano con immediatezza non solo lo spirito della tradizione musicale italiana, ma anche i sentimenti politici di una società il cui pensiero volava sulle “ali dorate” del risorgimento italiano.”

Fondazione La Versiliana - Ufficio Stampa