VideoBlog
Home Mia TV Videoblog Sport & Sport Ambiente Mare Chi Siamo Contatti Credits
Immagine
 VideoNewsTv anche su Twitter... di Admin
 
"
"La legge è fatta esclusivamente per lo sfruttamento di coloro che non la capiscono,o ai quali la brutale necessità non permette di rispettarla".

Bertold Brecht
"
 
\\ Home Page
Benvenuto nel blog di VideoNewsTV, la prima TV digitale su Internet:

LinkLog
 
Nessun link trovato.
WebLog
 


Ogni tanto mi capita di non poter stare zitto.Che ci volete fare..non sono un paraculo! Quando il polpastrello freme c’è da scrivere!
Due argomenti ben differenti oggi.Ma la metto giù breve.



 Partiamo da un argomento sportivo. CI RISIAMO CON BALOTELLI! La “rosea” ( purtroppo il giornale più letto in Italia) ricomincia a dar fiato alle trombe..

 E’ bastato un gol di Balotelli che gioca nel Nizza ( caso mai qualcuno pensasse giochi nel Real Madrid, dico nel Nizza…) ieri sera contro la Lazio per far riprendere UNA CAMPAGNA MEDIATICA per riportare il giovanotto in NAZIONALE


. Ma non in una gara qualsiasi ,ma nelle due gare di spareggio contro la Svezia per la qualificazione a Russia 2018.

 Pazzesco! Non mollano l’osso quelli della Gazzetta

. E si faranno senz’altro forti del fatto che Belotti potrebbe anche non recuperare dall’infortunio occorsogli. E Immobile che ci sta a fare? Per quale motivo Ventura dovrebbe stravolgere equilibri già poco stabili e farsi nemici i senatori della Juventus che sono contrari al ritorno di Balotelli in Nazionale ?

 Solo perché a Milano c’è qualcuno che rimpiange le balotellate? Solo perché qualche sponsor importante soffia sul fuoco? Siamo seri per favore. Balotelli è un calciatore dotato fisicamente ,dal rendimento instabile,su cui NON SI POSSONO FARE PROGETTI a lunga scadenza.

 Ha ottenuto in termini di DANARO molto più di quanto ABBIA DATO. Stia sereno così nonostante le sirene della GAZZETTA!




 Il secondo argomento è ben più serio e riguarda la tragedia avvenuta ieri in Santa Croce di Firenze dove uno sfortunato turista spagnolo è stato ucciso da una pietra di capitello caduta da un’altezza di circa 30 metri.

 “La Repubblica” ha titolato in prima pagina, taglio basso: “ Quel turista morto in Santa Croce e l’arte che dobbiamo proteggere “ di Tomaso Montanari Caspita!

 C’è qualcosa che FA RIBREZZO! Cosa è? La parola “quel turista” messa assieme a quel “dobbiamo” proteggere! Uno svilire l’essere umano ed un innalzare l’arte a supremo valore. Non è acettabile un tipo di giornalismo di questo tipo! E’ questo che pensa l’estensore dell’articolo?

 Oppure il titolo vergognoso è stato stilato da altri?
 



EUROPA LEAGUE 2017/2018

Fase a Gironi

Terza giornata

SOLO ZENIT ARSENAL LAZIO E FCSB A PUNTEGGIO PIENO


GRUPPO A

Classifica: Slavia Praga e Villareal 5 punti Astana 4 punti Maccabi Tel Aviv 1 punto

 Astana- Tel Aviv 4-0 Villareal- Slavia Praga 2-2


GRUPPO B

Classifica: Dinamo Kiev 7 punti Young-Boys 3 punti Partizan e Skenderbeu 2 punti

Dinamo Kiev – Young Boys 2-2 Skenderbeu - Partizan 0-0


 GRUPPO C

 Classifica: Ludogorets 7 punti Braga 6 punti Hoffenheim 3 punti Istambul Basaksehir 1 punto

 Braga- Ludogorets 0-2 Hoffenheim- Istambul Basaksehir 3-1

GRUPPO D

Classifica : Milan 7 punti AEK Atene 5 punti Rijeka 3 punti Austria Vienna 1 punto

Austria Vienna – Rijeka 1-3 Milan – AEK Atene 0-0


GRUPPO E

Classifica: Atalanta 7 punti Lione 5 punti Apollon Limassol 2 punti Everton 1 punto

Atalanta- Apollon 3-1 Everton – Lione 1-2

GRUPPO F

Classifica: Lokomotiv Mosca 5 punti Copenaghen e Sheriff 3 punti Zilina 2 punti

Zilina- Kopenaghen 1-1 Sheriff – Lokomotiv Mosca 1-1


GRUPPO G

Classifica: FCSB 9 punti Lugano, Pilzen e Beer Sheva 3 punti

H.Beer Sheva – FCSB 1-2 Lugano- Pilzen 3-2

 GRUPPO H

Classifica: Arsenal 9 punti Bate Borisov e Crvena Zvezda 4 punti Colonia 0 punti

Crvena Zvezda – Arsenal 0-1 Bate Borisov – Colonia 1-0


GRUPPO I

Classifica: Salisburgo 7 punti Marsiglia 6 punti Konyaspor 3 punti Vitoria Sc 1 punto

Marsiglia- Vitoria SC 2-1 Konyaspor- Salisburgo 0-2

 GRUPPO J

Classifica : Ostersund 7 punti Zorya 6 punti Atletico Bilbao 2 punti Herta Berlino 1 punto

 Zorya – Herta Berlino 2-1 Ostersund – Atletico Bilbao 2-2


GRUPPO K

Classifica: Lazio 9 punti Nizza 6 punti Waregem e Vitesse 1 punto

Nizza- Lazio 1-3 Zulte Waregem Vitesse 1-1

GRUPPO L

 Classifica: Zenit 9 punti Real Sociedad 6 punti Rosenborg 3 punti Vardar 0

punti Zenit – Rosenborg 3-1 Vardar- Real Sociedad 0-6


GRUPPO K



NIZZA   LAZIO  1-3

Balotelli (N) al 4’ del 1° tempo Caicedo (L) al 5’del 1° tempo Milinkovic Savic ( L) al 20’ ed al 44’ del 2° tempo

NIZZA:
Cardinale Dante Marlon Le Marchand Jallet Burner Mendy Snejder Walter Lees-Melou Balotelli
All.tore:Favre

LAZIO
: Strakosha radu Bastos Felipe Patric Milinkovic-Savic Lulic Murgia Di Gennaro Caicedo Nani

 All.tore: S. Inzaghi

Arbitro : Thomson ( Scozia )

Botta e risposta ad inizio gara. Al 4’ da Snejeder in area una palla per l’inzuccata vincente di Balotelli che trafigge Strakosha. Passa un minuto e la Lazio pareggia grazie ad una rete di Caicedo lesto ad approfittare di una bella palla servitagli da Milinkovic-Savic e di un errore difensivo tra cardinale e Dante. Nella ripresa la Lazio fa sua la gara grazie ad una doppietta di Milinkovic-Savic. Questo giocatore sta assumendo sempre più una dimensione internazionale. Al 20’ da Radu a Caicedo che serve in area Milinkovic-Savic che da centro area batte Cardinale. E nel finale di gara il raddoppio di Savic che chiude il discorso . 44’ su palla d’angolo di Luis alberto stacco di testa di Milinkovic –Savic che anticipa Dante e terzo gol sicurezza. Lazio a punteggio pieno 9 punti nel Gruppo K
 
GRUPPO D

A San Siro di Milano  

MILAN   AEK ATENE   0-0


MILAN: Donanrumma Rodriguez Musacchio Bonucci Calabria Locatelli Calhanoglu Bonaventura Silva Suso Cutrone

 All.tore: Montella

AEK ATENE: Anestis Vranjes Rodrigo Galo Tzanetopoulos Helder Lopes Bakakis Andre Simoes Mantalos Johansson Christodoulopoulos Livaja

All.tore: Jimenez

Arbitro:Ekberg ( Svezia )

28’ giallo per Simoes per fallo su Suso 29’ Anestis blocca un colpo di testa di Cutrone 30’ ospiti vicini al gol grazie ad un errore di Musacchio che si fa togliere palla in area da Simoes che tira a rete.Il portiere Donnarumma tocca col piede la sfera che se ne va fuori di poco

37’ giallo a Locatelli per comportamento antisportivo 41’ angolo per l’AEk conTzanetopoulos che impegna severamente Donnarumma che toglie la sfera dall’angolo della porta.

In finale di tempo si vedono i rossoneri con un doppio intervento di Andrè Silva respinto da Anestis poi di Bonaventura che si vede il tiro ribattuto. Al 46’ botta da fuori di Locatelli con palla fuori di un nulla. 6’ ancora AEK pericoloso con un colpo di testa alto di Lopes da breve distanza su palla crossatagli da Galo Poi due azioni milaniste in successione. Prima Locatelli costringe Anestis a salvarsi in angolo poi è Andrè Silva che sull’angolo colpisce di testa ma la palla va alta.

Ci si mette anche con una botta dal limite Calhanoglu ma Anestis respinge con i pugni. Montella al 17’ fa entrare in campo dopo l’infortunio l’ex viola Kalinic.Esce Andrè Silva. Anche l’AEK effettua un cambio. Dentro Araujo per Lazaros.

 24’ Milan vicino al vantaggio con Cutrone che dopo aver ricevuto palla da Kalinic si trova davanti ad Anestis che esce con tempismo e ribatte il tiro del giovane attaccante rossonero. Esce Livaja e subentra Bakasetas mentre tra i rossoneri esce Bonaventura per Kessie.

Nel frattempo ancora sugli scudi il portiere greco Anestis che riesce ad evitare un gol di Suso che se ne era andato in azione personale verso la porta greca. Lo spagnolo tenta un colpo da sotto ma Anestie è bravo a salvare in angolo!

Poi Suso lascia posto a Borini. Il Milan spinge ma l’AEK non resta a guardare ed impegna Donnarumma al 40’ con un forte tiro di Bakasetas. Il finale di gare offre un’occasione per parte. Al 45’ Bonucci portatosi in avanti si vede negare la gioia del gol da Anestis.L’ex bianconero tocca leggermente di testa una palla su punizione di Calhanoglu e in pieno recupero al 50’ è l’AEK a sfiorare la vittoria con un contropiede di Araujo il cui destro è deviato in angolo da Musacchio I

ll Milan quindi non riesce a superare i greci dell’AEK di Atene che pur mettendo in mostra un ottimo portiere hanno pure loro avuto qualche occasione da gol. I fischi del pubblico milanista a fine gara ci stanno tutti. E’ vero che il Milan guida sempre la classifica del gruppo ma 3 sconfitte consecutive in campionato e questo 0-0 casalingo non depongono di certo a favore di un Montella che sembra aver smarrito idee circa una formazione base su cui lavorare.Ogni volta scendono in campo uomini diversi. Squadra cambiata moltissimo in estate con l’obbligo di far risultati dovuto al grosso impegno finanziario A DEBITO dal cinese LI.I risultati non ci sono dal momento che il Milan ha vinto con le squadre dietro ed ha perso con quelle davanti in classifica.Ora il Genoa in campionato poi la trasferta ad Atene in Europa League .Non saranno giorni facili per Montella.


 GRUPPO E
 
A Reggio Emilia 

ATALANTA   APOLLON  3-1

Ilicic ( A ) al 12’ del 1° tempo Schembri ( AP ) al 14’ del 2° tempo Petagna ( A) al 19’ del 2° tempo Freuler ( A ) al 21’ del 2° tempo

ATALANTA
: Berisha Hateboer Palomino Caldara Masiello Spinazzola Freuler Cristante Ilicic Gomez Petagna All.tore: Gasperini

AOLLON LIMASSOL: Bruno Vale Yuste Jander Joao Pedro Allan Pitian Jakolis Alef Sachetti Maglica Schembri All.tore:Augousti

Arbitro: Kabakov ( Bulgaria )

 Atalanta in vantaggio con Ilicic al 12’ . Ma gran merito va a Spinazzola che dopo aver superato sulla sinistra Allan mette palla in mezzo dove Ilicic batte Bruno Vale.

Poi Atalanta sprecona prima com Freuler lanciato da Ilicic poi con Petagna Anche ad inizio ripresa la Dea continua a sprecare gol con occasioni per Petagna e Gomez. Sbaglia sbaglia che segnano gli ospiti sempre a rete in questa edizione di Europa League. Schembri al 14’ di testa supera Berisha e firma il pari.

 Immediata e furiosa reazione neroazzurra con Masiello e Gomez che sfiorano il 2-1 ( l’argentino colpisce la traversa ) e gara chiusa in 3 minuti dal 19’ al 21’ quando Petagna di testa su angolo di Ilicic porta in vantaggio i suoi e quando Freuler chiude a rete una triangolazione tra Gomez e Ilicic con palla addomesticata di petto e botta di sinistro a superare Bruno Vale.
 L’Atalanta è a un passo dalla qualificazione e sicuramente saprà farsi rispettare in questa Europa League.Probabile che molte energie vengano sottratte al campionato, ma non è da folli credere che Gasperini possa portare i suoi almeno ai quarti della manifestazione europea.
 


CHAMPIONS LEAGUE 2017/2018

 Fase a gruppi terza giornata

GRUPPO A

 Classifica: Manchester United 9 punti Basilea 6 punti CSKA Mosca 3 punti Benfica 0 punti

CSKA MOSCA BASILEA 0-2

BENFICA- MANCHESTER UNITED 0-1

GRUPPO B

 Classifica: Paris Saint Germain 9 punti Bayern Monaco 6 punti Celtic 3 punti Anderlecht 0 punti

ANDERLECHT PARIS SAINT GERMAIN 0-4

BAYERN MONACO – CELTIC 3-0

GRUPPO C

Classifica: Chelsea 7 punti Roma 5 punti Atletico Madrid 2 punti Qarabag 1 punti

CHELSEA-ROMA 3-3

QARABAG- ATLETICO MADRID 0-0

GRUPPO D

Classifica: Barcellona 9 punti Juventus 6 punti Sporting CP 3 punti Olympiacos 0 punti

BARCELLONA – OLYMPIACOS 3-1

JUVENTUS- SPORTING CP 2-1

 GRUPPO D

 Allianz Stadium di Torino  

 JUVENTUS   SPORTING CLUB DE PORTUGAL   2-1

 Alex Sandro Autogol al 12’ del 1° tempo Pjanic (J) al 29’ del 1° tempo Mandzukic (J) al 39’ del 2° tempo

JUVENTUS
: Buffon Alex Sandro Benatia Chiellini Pjanic Khedira Cuadrado Sturaro Mandzukic Dybala Higuain

All.tore: Allegri

 SPORTING cp : Rui Patricio Piccini Coentrao Coates Mathieu Battaglia Bruno Fernandes Gelson Martins Carvalho Acuna Dost

All.tore: Jorge Jesus

 Arbitro: Oliver ( Inghilterra)

13’ autogol di Alex Sandro causata da palla persa da Benatia lontano dalla porta di Buffon,palla portata avanti da Gelson Martins che tira a rete colpendo Buffon con carambola sul corpo del brasiliano e palla in rete.

21’ da Dybala un lancio per Mandzukic che viene all’ultimo momento anticipato da Mathieu.

27’ la Juventus con Pjanic si procura una punizione da posizione favorevole.Il fallo è stato di Battaglia. E la Juventus pareggia!Un destro perfetto di Pjanic con palla sopra la barriera ed in rete!


Alla mezz’ora Mandzukic mette a lato di un nulla su cross di Dybala. Nel finale di tempo si infortuna Benatia e poco prima del fischio del riposo la palla da Chiellini a Higuain che sferra una bordata verso Rui Patricio che riesce ad evitare il gol

Dal 1° c’è Barzagli in campo per Benatia. Poi al 23’ esce Khedira ed entra Matuidi Gara più difficile del previsto per la Juventus anche per la buona organizzazione del portoghesi. Le occasioni latitano. Ancora cambi. Coentrao deve uscire.Al suo posto Silva.Poi Palhinha per Gelson Martin.



 Nella Juventus al 38’ entra Douglas Costa per Sturaro.E proprio mentre sembrava impossibile condurre in porto una vittoria proprio dal piede dell’ex Bayern parta la sfera che consente a Mandzukic di insaccare la palla del 2-1! Un gol pesantissimo che consente alla Juventus di vincere la partita e distanziare i lusitani di 3 punti in classifica.
 39’ un bel cross da sinistra per l’inzuccata vincente di Mario Mandzukic e lo Sporting va KO. Il tecnico Jesus manda subito in campo l’attaccante Doumbia al posto di Battaglia e proprio Doumbia al 41’ spreca malamente la palla del 2-2 ciccandola su cross di Fernandes.

 La gara si chiude con una bella parata di Rui Patricio al 47’ su botta in diagonale di Higuain.

Diciamo che la Juventus che è venuta a capo di questa fondamentale vittoria in vista degli ottavi di Champions non è ancora tornata la vera Juventus. Non fortunata nel caso dell’autorete ha però azzeccato e questo è merito di Allegri,il cambio decisivo nel finale.Non semplice da affrontare lo Sporting che dovrà puntare tutto nel ritorno contro la Juventus per sperare di qualificarsi


. GRUPPO C

 LONDRA Stadio Stamford Bridge 

 CHELSEA    ROMA    3-3

David Luiz ( C ) all’11° del primo tempo Hazard ( C ) al 37’ del 1° tempo Kolarov ( R ) al 40’ del 1° tempo Dzeko ( R ) al 19’ ed al 25’ del 2° tempo Hazard ( C ) al 30’ del 2° tempo

CHELSEA
: Courtois Luiz Zappacosta Azpilicueta Christensen Cahill Alonso Fabregas Hazard Bakayoko Morata

All.tore: Conte

ROMA: Alisson Bruno Peres Kolarov Fazio Juan Gerson Nainggolan Strootman Gonalons Perotti Dzeko

All.tore: Di Francesco

Arbitro:Skomina ( Slovacchia )

Partita spettacolo a Londra. Queste le azioni cardine.

5’ Alisson blocca una conclusione centrale di Morata lanciato da Hazard Poi Perotti dopo azione personale in dribbling sferra un destro con palla alta sulla traversa!

 11’ Chelsea in vantaggio con un gol del brasiliano David Luiz grazie ad un tiro da lontano su respinta di Jesus.Palla che finisce alla sinistra di Alisson.


21’ diagonale di Hazard che esce di poco

Al 37’ gli uomini di Conte raddoppiano! Palla persa a centrocampo dai romanisti con fuga di Morata il cui tiro incoccia Fazio con sfera che arriva ad Hazard che mette dentro
.

 Ma la Roma non merita il doppio passivo e poco dopo al 40’ accorcia le distanze con Kolarov che superato Azpilicueta sferra una bordata di sinistro con palla alle spalle di Courtois che si infila sotto alla traversa!

 La Roma comincia a crederci.

 E nella ripresa fino al 25’ è Dzeko show! 

 8’ Perotti,Kolarov con palla in area deviata di poco da Courtois ma Dzeko era li pronto a deviare

 19’ gran gol del bosniaco! Da Fazio una palla in area per Dzeko che di sinistro al volo fulmina Courtois sotto alla traversa! 25’ Roma in vantaggio ! Ancora Dzeko che su palla da sinistra scagliata da Kolarov di testa anticipa tutti e batte di nuovo Courtois!

Ma al 30’ pareggia il Chelsea.Doppietta di Hazard bravo di testa a mettere una palla servitagli da Pedro alle spalle di Alisson
. Gara interessante scoppiettante giocata per vincere sia da una parte che dall’altra. Tenta ancora Dzeko al 36’ di testa su cross di Peres ma questa volta la direzione non è precisa. Gli ingressi di Florenzi e El Shaarawy per Strootman e Perotti non hanno esito.

.Per la Roma punto pesante ed Atletico Madrid che resta a 3 punti di distanza.
 

                                                          


Questi che ci governano ( speriamo ancora per poco..) l’hanno pianificata da tempo l’invasione,la sostituzione etnica nel nostro Paese!
Hanno fatto i loro conti ed hanno visto che tornano ,eccome se tornano.



E ci resta pure qualcosa in saccoccia ( Soros distribuisce con continuità ed abbondanza.. è notizia di oggi che Soros ha finanziato con 18 billion $ la sua società Open Society Foundations!) )

E ci si stupisce con una dose industriale di IPOCRISIA se gli italiani ( giovani ed anziani ) se ne vanno dall’Italia?



Oggi su tutti i quotidiani ,siti e social vari ampio spazio ai dati diffusi dal Centro studi IDOS che indicano nella cifra di ben 285mila gli italiani che nel 2016 hanno lasciato il loro Paese di nascita!E si tratta in prevalenza di laureati la cui formazione è costata miliardi allo Stato ,persone che 2 su 3 non torneranno indietro. Siamo diventati noi i migranti economici!

Ma non ci si chiede il perché è accaduto ,accade ed accadrà ancora di più! Altro che cura Minniti.

Costoro non vedono evidentemente prospettive di vita e lavoro in questa Italia che preferisce destinare risorse enormi ( 5 miliardi ) per l’accoglienza e il mantenimento dei clandestini

Per forza ,come cita oggi un quotidiano, negli ultimi anni è cresciuto di più il reddito degli anziani rispetto ai giovani! I nonni in pensione hanno più mezzi di certo rispetto ai nipoti col Jobs Act! Ovvio!

Già da anni costoro ( Menconi-Bonino ed accoliti vari ) hanno chiuso il loro cervello ad ogni ipotesi dubitativa sul fenomeno immigrazione. Per loro è NECESSARIA ,INDISPENSABILE al bene del Paese.

 E giù balle spaziali del tipo: senza i contributi versati all’Inps non ci sarebbero nemmeno le pensioni per gli italiani.. L’Italia è un paese che invecchia e c’è assoluto bisogno di almeno 150/200 mila immigrati all’anno..Si sono fatti i conti e le cooperative anche improvvisate nascono come funghi.Un affare vero e proprio.

 Mentalità vetero PDS con la cartella sdrucita in mano ma ben ripiena di dati e fascicoli ben studiati emessi dai vari loro uffici studi magari creati ad hoc per lo scopo.



 Brutti tempi si vivono soprattutto per il COMPLETO DISINTERESSE per GLI ITALIANI,

 Questi ceffi si riempiono la bocca di EUROPA ,di ACCOGLIENZA ,di QUOTE ROSA,di GENDER ( ma parla come mangi...)  senza un minimo considerare i motivi per cui un italiano è costretto ad abbandonare il proprio paese.

 La parola vergogna è troppo lieve.

 PS: situazione arrivi: al 6 ottobre 2017 eravamo a 106.479 oggi al 18 ottobre 2017 siamo a 109.281 con altri 2.802 arrivi in 12gg pari a 233 al giorno.
 



CHAMPIONS LEAGUE 2017/2018

Fase a gironi Giornata N°3

GRUPPO E Classifica: Spartak Mosca e Liverpool 5 punti Siviglia 4 punti Maribor 1 punto

MARIBOR LIVERPOOL 0-7

 SPARTAK MOSCA SIVIGLIA 5-1

GRUPPO F Classifica: Manchester City 9 punti Shakthar Donetsk 6 punti Napoli 3 punti Fejenoord 0 punti

FEJENOORD SHAKHTAR DONETSK 1-2

MANCHESTER CITY NAPOLI 2-1

 GRUPPO G Classifica: Besikstas 9 punti Lipsia 4 punti Porto 3 punti Monaco 1 punto

LIPSIA PORTO 3-2

 MONACO BESIKSTAS 1-2

GRUPPO H Classifica:Real Madrid e Tottenham 7 punti Apoel Nicosia e Borussia Dortmund 1 punto

 REAL MADRID TOTTENHAM 1-1

APOEL NICOSIA BORUSSIA DORTMUND 1-1



 GRUPPO F

 MANCHESTER City of Manchester Stadium

MANCHESTER CITY    NAPOLI   2-1

 Sterling (M C) al 9’ del 1° tempo Jesus ( M C ) al 13’ del 1° tempo Diawara (N) su calcio di rigore al 24’ del 2° tempo Al 37’ del 1° tempo Mertens ha fallito un calcio di rigore

MANCHESTER CITY
:Ederson Walker Stones Otamendi Delph de Bruyne Fernandinho Silva Sterling Gabriel Jesus Sanè

All.tore: Guardiola

NAPOLI:Reina Hysaj Albiol Koulibaly Ghoulam Zielinski Diawara Hamsik Mertens Insigne Callejon

 All.tore: Sarri

Arbitro:Antonio Mateu Lahoz ( Spagna )

E’ indubbio che a vedere lo stato di forma delle due contendenti non si può che restare attoniti. Si affrontano due squadre in piena salute.Il Napoli viene da 8 successi consecutivi in campionato e soltanto contro lo Shakhtar ha fallito la gara ( peraltro pericoloso scivolone ). Nelle ultime 5 gare disputate gli inglesi hanno 5 vittorie con 17/3 come gol attivi/passivi ed i napoletani hanno pure 5 vittorie con 14/4.

 Dovrebbe essere un buon spettacolo tra due allenatori che hanno sempre fatto del gioco l’elemento cardine del loro operare.Lasciamo perdere e cataloghiamo come sciocchezze tutte le dichiarazioni di stima e “amore” reciproco che i 2 allenatori si sono fatte.

 Iniziano a tutto ritmo gli inglesi e passano in vantaggio già al 9’ con Sterling al termine di azione ariosa tra Sanè con palla per il tiro di Jesus che viene ribattuto ma sui piedi di Sterling che mette in rete! E 4’ dopo il City raddoppia! Koulibaly effettua una respinta di testa ma la palla finisce a de Bruyne che crossa in area dove Jesus non ha difficoltà a raddoppiare! Inizio molto difficile per il Napoli che assiste ad una manovra inglese di assoluto valore.

23’Azione offensive del City conclusasi con un tiro dal limite di de Bruyne con palla che picchia sulla parte bassa della traversa e rientra in campo! Manchester City ad un passo dal 3-0! Per ora i fraseggi e gli scambi in velocità li ha fatti soprattutto il City. Napoli in difficoltà. 27’ Ancora gli inglesi ad un passo dal chiudere la gara! Salvataggio sulla linea da parte di Koulibaly dopo una difficile parata di Reina su tiro di Jesus. Netta superiorità di ritmo da parte del City.Il Napoli non riesce a recuperare palla a centrocampo dove gli inglesi scambiano palla a piacimento.C’è poco pressing.

33’ finalmente un’azione napoletana con lancio di Insigne in area per il possibile intervento di Callejon ma il portiere Ederson ha ottima scelta di tempo nell’uscita.
 36’ rigore per il Napoli! Walker in area trattiene e cintura Albiol Va battere il rigore Mertens ma la palla è centrale seppur forte e Ederson respinge con i piedi! Occasionissima gettata!
 
Giallo per Walker. Ancora al tiro Mertens dalla distanza con parata del portiere un minuto dopo. Sembra svegliarsi il Napoli. Si va al riposo sul doppio e meritato vantaggio dei padroni di casa che hanno dato grande dimostrazione di calcio con azioni ariose e in grande velocità. Napoli in assoluta soggezione fino all’episodio del rigore che poteva riaprire la gara. Ma se si fosse andati al riposo sul 4-0 chi poteva lamentasi ?

Napoli che rientra in campo con ben altro piglio e decisone
.

11’ deve uscire per risentimento muscolare Insigne. Entra Allan. 19’ a centro campo saltano assieme Silva ed Hysaj che restano a terra.Hysaj deve uscire entra Maggio.

 Poco dopo una grossa occasione per il Napoli! Gli inglesi perdono banalmente palla a centrocampo se ne va Hamsik che tira a botta sicura ma Stones si oppone col corpo e la palla va in angolo! Al 22’ entra in scena Ghoulam con una sontuosa discesa fin dentro l’area di rigore dove Fernandinho lo stende. Di nuovo rigore. E questa volta il giovane Diawara mette la palla alla sinistra di Ederson proprio nell’angolo! Gara riaperta anche perché il City sembra più impreciso del solito ed ha anche speso molto. Il Napoli ha acquisito autostima.

 

Fernandinho è ammonito per il fallo commesso. 26’ entra Gundogan per l’ottimo David Silva. Mentre nel Napoli Hamsik lascia la fascia di capitano a Maggio. 29’ Sanè costringe al fallo da ammonizione Maggio Il Napoli che crede ancora di poter recuperare il risultato ha in Ghoulam senz’altro il suo trascinatore. Continua con le sue discese a proporre palloni in area tenendo in apprensione l’intera difesa inglese.

 Solo al 42’ c’è un brivido in area napoletana quando Diawara perde banalmente una palla e Gundogan impegna Reina. Poi si giocherà fino al 50’ con un Manchester che cerca di tener palla il più possibile lontano dalla propria area di rigore e riuscendovi con l’esperienza di de Bruyne.

 Finisce quindi 2-1 per il Manchester City ed il Napoli dovrà per conquistare almeno il secondo posto nel gruppo far corsa sullo Shakhtar che ha vinto contro il Fejenoord. Così come nessuno avrebbe potuto lamentarsi se il primo tempo fosse terminato sul 4-0 per gli inglesi ( rigore a parte sbagliato ) non ci sarebbe poi stato nulla da dire se le gara fosse finita sul 2-2! Un secondo tempo sontuoso del Napoli ha costretto Guardiola a cautelarsi con cambi protettivi e con tattica perditempo nel recupero.Insomma il Napoli ha dimostrato più della Juventus di avere in questo momento una caratura di livello internazionale in questo frangente aiutato anche dalla assurda tattica del City in fase di impostazione delle azioni con quei ripetuti passaggi corti tra portiere e difensore per far ripartire l’azione.

 Napoli che attende con ansia notizie sull’infortunio di Insigne in vista anche del big match contro l’Inter di sabato prossimo.
 





SPAREGGI PER QUALIFCAZIONE AI MONDIALI DI RUSSIA 2018

10 novembre 2017 gara di andata SVEZIA-ITALIA a SOLNA

13 novembre 2017 gara di ritorno ITALIA-SVEZIA a MILANO


Sorteggio agevole o no? Mah! Io penso che gli svedesi ( calcio atletico e monotono ) siano battibili da una nostra Nazionale appena appena dignitosa.Quella vista ultimamente non lo è stata,questo è certo.

Ritengo che sarebbe stato molto più duro incontrare una delle due Irlande per esempio.Calcio fisico e veloce che non molla mai.

Ma gli svedesi,senza Ibrahimovic,sono dei”polentoni” diesel difficili da battere ma prevedibili assai. La classica “fantasia” tutta italiana dovrebbe ( se verrà espressa ) essere sufficiente per battere la Svezia che della fantasia non conosce nemmeno il significato

. Già sicuri di giocare i Mondiali:

 Belgio, Francia, Germania, Inghilterra, Islanda, Polonia, Portogallo, Russia (paese ospitante), Serbia, Spagna , Arabia Saudita, Argentina, Brasile, Colombia, Corea del Sud, Costa Rica, Egitto, Giappone, Iran, Messico, Nigeria, Panama, Uruguay
.

 Ai play-off Honduras-Australia Nuova Zelanda-Perù Irlanda del Nord- Svizzera Croazia-Grecia Danimarca-Repubblica d’Irlanda
 





Campionato Serie C Lega Pro Giornata N°9

Allo stadio Marcello Melani di Pistoia  

PISTOIESE   LUCCHESE  2-2 

Tartaglione ( Pt ) al 25’ del 1° tempo De Vena (L) al 4’ del 2° tempo Luperini (Pt) al 31’ del 2° tempo Fanucchi (L) al 32’ del 2° tempo


PISTOIESE:Zaccagno Nossa Priola Quaranta Zappa Luperini Tartaglione Minardi Regoli Surraco Ferrari

 All.tore: Indiani

 LUCCHESE:Albertoni Espeche Capuano Baroni Tavanti Arrigoni Damiani Nolè Cecchini De Vena Fanucchi

All.tore:Lopez

Arbitro:Cudini di Fermo

C’è poco da girare intorno al discorso! La Pistoiese se non torna alla vittoria nel derby interno contro la Lucchese la si deve considerare una squadra in crisi. Non c’è verso.. 5 giornate senza i 3 punti sono già segno di disagio evidente anche se queste gare tutto sommato sono state condite da prestazioni accettabili. Ma ora vuoi per qualche occasione gettata al vento,vuoi per errori difensivi evitabili,fatto è che la classifica da ottima pian piano sta diventando deficitaria.


 L’incontro con la Lucchese apre per gli arancioni una lunga serie di ben 5 derby consecutivi ! (Lucchese,Pontedera,Prato,Pisa e Robur Siena )

Rossoneri di Lucca posizionati a quota 11 punti in classifica contro i 9 della Pistoiese.Possibilità quindi di sorpasso purchè si torni al gol perché in effetti di gol su azione gli arancioni ne hanno messi a segno per ora soltanto 2! Fatto è che la rosa attualmente a disposizione di Indiani è limitata vuoi per infortuni recenti (Hamlili) vuoi per quelli già conosciuti e di lunga data seppur in recupero ( De Cenco ,Papini e Rossini )

 Parecchi i precedenti al Melani -10- con dati favorevoli alla Pistoiese che ne ha vinti 3 persi 2 e con 5 pareggi. Segnali incoraggianti circa le presenze allo stadio Melani.Saranno poi in totale 1583 le presenze.

 Tra gli arancioni assente Mulas per squalifica. Inizio con squadre prudenti e senza occasioni da rete.
 Al 23’ su calcio di punizione battuto da Zappa dai 25 metri Albertoni para. Poi ancora Zappa da fuori area costringe Albertoni alla deviazione in angolo.

 La rete del vantaggio arancione arriva al 25’ sul secondo angolo consecutivo quando la palla ,uscita dall’area, giunge a Tartaglione che con un sinistro al volo insacca nell’angolo! Prima rete in carriera per il centrocampista della Pistoiese.
 I rossoneri di Lucca cercano di recuperare il risultato e con De Vena si rendono pericolosi due volte.Prima con un bel sinistro dalla distanza che Zaccagno mette in angolo, poi con un destro sempre di De Vena con palla alta sulla traversa, La Lucchese insiste e al 39’ con un’azione personale di Fanucchi è ancora pericolosa ma Zaccagno non si fa sorprendere. Protestano gli ospiti quando Nolè va a terra in area e l’arbitro fa proseguire.Il giallo va a carico di Tavanti.

 Al 41’ ancora Tavanti al tiro ma Zaccagno respinge. Al riposo quindi con la Pistoiese in vantaggio per 1-0 ma la reazione della Lucchese nel finale di tempo indica che la gara è apertissima.

 Nolè della Lucchese non si ripresenta ad inizio ripresa. Entra Bortolussi.

Ed infatti la Lucchese pareggia già ad inizio ripresa. Al 4’ cross in area arancione con Cecchini che viene fallosamente affrontato da Minardi. E’ rigore che viene trasformato nell’1-1 da De Vena. Il pareggio rende più sicura la Lucchese che insiste in attacco.


 8’ ancora De Vena in azione ma la difesa orange mette in angolo Zaccagno molto impegnato in questa gara al 10’ con i pugni respinge un tiro di Arrigoni Poi Tavanti crossa da destra Cecchini conclude ma la palla esce di poco!

Deve correre a cambiamenti in campo il tecnico Indiani anche perché Priola si è infortunato. Entra Rossini al 13’ poi anche Zullo per Zappa. Al 24’ Indiani richiama Surraco e fa entrare Vrioni. In pratica la Pistoiese è stata in difficoltà dal 26’ del primo tempo al 23’ della ripresa. Ora con Vrioni dovrebbe avere più spinta. E’ proprio Vrioni che colpisce di testa su palla servitagli da Zullo ma conclusione di poco fuori. Lopez effettua il secondo cambio con l’ingresso di Maini per Capuano. 30’ esce Tartaglione ed entra Eleuteri nella Pistoiese.

 31’ Pistoiese in vantaggio ! Al termine di azione confusa e mischia con tiro di Vrioni respinto da Albertoni con la palla che arriva a Luperini che mette dentro. 32’ pareggio della Lucchese ! De Vena da difficile posizione disturbato da Zaccagno riesce a mettere una palla al centro dove c’è Fanucchi che mette dentro a porta sguarnita!


 La Lucchese effettua due cambi. Entrano Russo e Mingazzini per De Vena e Damiani. Un giallo per Eleuteri al 41’ 43’ tiro alto di Arrigoni su calcio di punizione. Saranno 5’ i minuti di recupero ma a parte qualche protesta per una caduta in area di Vrioni al 49’ il risultato non cambia.

 2-2 al Melani quindi tra Pistoiese e Lucchese con gli orange per due volte in vantaggio e per due volte raggiunti. Non sono arrivati i 3 punti e prosegue la striscia negativa senza vittorie arrivata ormai a 6 giornate. Pistoiese dai due volti comunque capace di lottare.Esordio casalingo per Rossini ma altro infortunio questa volta di Priola. Ora il derby col Pontedera.
 

                                
E’ vero che la Juventus nelle ultime due gare ha gettato al vento 2 rigori ed è vero che anche stasera contro la Lazio da una parte e per il Napoli contro la Roma dall’altra ci si è messo il fattore “legni” a dire la sua ( a tutto vantaggio del Napoli ) ma è indubbio che il trend di risultati sul campo tra le due contendenti Juventus e Napoli si sta sbilanciando da tempo a favore della squadra di Sarri.

                                             

E’ nei fatti e nelle cifre:
partiamo dal 14 aprile 2017 Sassuolo-Napoli 2-2 poi dalla giornata successiva la N° 15 il Napoli ha ottenuto questi risultati:

15ma Inter-Napoli 0-1    16ma Napoli-Cagliari 3-1   17ma Torino-Napoli 0-5   18ma Napoli-Fiorentina 4-1   19ma Sampdoria-Napoli 2-4   5 vittorie consecutive con 17/4 tra gol segnati e subiti

Poi quest’anno con altre 8 vittorie consecutive ed il primato solitario.con 26 gol fatti e 5 subiti. Uno straordinario totale si 13 vittorie consecutive con 43 gol all’attivo e 9 subiti con uno straordinario quoziente!

                                                                

I pluriscudettati bianconeri già avevano annusato l’antifona alla fine dello scorso torneo ed in questo ne stanno prendendo atto

Per carità tutto è ancora da scrivere ma il trend è chiaro.

 La Juventus nello stesso periodo in cui il Napoli ha vinto 13 gare su 13 con 43/9 ha ottenuto invece: 8 vittorie 3 pareggi e 2 sconfitte con 30/15 tra gol fatti e subiti.


 Una perdita di ben 12 punti.Un trend che sarà molto difficile che la Juventus possa invertire.
 



Campionato di Serie C Girone A Ottava giornata

A Gorgonzola Stadio Comunale “Città di Gorgonzola “ 

GIANA ERMINIO   PISTOIESE      3-0

Perna al 40’ del 1° tempo Jovine al 45’ del 1° tempo Perna al 26’ del 2° tempo

GIANA ERMINIO:
Sanchez Perico Bonalumi Montesano Foglio Chiarello Pinardi Marotta Jovine Perna Bruno.

All.tore:Albè

PISTOIESE:
Zaccagno Priola Nossa Quaranta Mulas Luperini Tartaglione Minardi Regoli Surraco Ferrari.

All.tore: Indiani

Arbitro: De Remigis di Teramo

Seconda trasferta consecutiva per la Pistoiese questa volta in terra lombarda contro la Giana. Si tratta di un’altra prova di maturità per la formazione di Indiani partita bene in campionato poi via via evidenziando, si proposizione al gioco ma anche scarsa attitudine in fase di conclusioni a rete ,essendo solo 5 le reti realizzate delle quali 3 su rigore.

 A parte questo rispetto agli ultimi sofferti ed incolori campionati ora è lecito aspettarsi qualcosa di più in termini di spettacolo e di posizione finale in classifica sempre alla ricerca del minimo sindacale: la partecipazione ai play-off.

In questa gara Indiani ha anche qualche problema di formazione essendo indisponibile almeno per un paio di gare un cardine del centrocampo: Hamlili.

Al rientro invece tra i pali dopo la parentesi in azzurro:Zaccagno

 La Giana da parte sua non ha ancora vinto in casa e a detta di tutti in classifica ha ottenuto meno punti di quanto meritasse per quanto visto finora sul campo. I biancoazzurri lombardi sono una squadra esperta ma non hanno grande familiarità con il gol nonostante la presenza in attacco del pericoloso Salvatore Bruno,avendo segnato solo 7 reti.

Iniziative dei locali tra il 5’ ed il 6’ di gioco. Prima un tiro fuori lo specchio dei pali da parte di Jovine, poi su corta respinta di Zaccagno arriva Quaranta che spazza. Ancora Giana al 10’ e questa volta più pericolosamente con Chiarello che non riesce a tirare poi su tiro di Marotta è Zaccagno che para. La Giana fa la gara ed insiste. Ammonizione a carico di Mulas per fallo su Chiarello.

Una punizione battuta da Bruno sulla barriera al 16’ mentre al 21’ arancioni in avanti con Surraco che dà a Regoli poi a Minardi ma Sanchez portiere della Giana è bravo nell’uscita ad anticipare.Grossa occasione sprecata.
 Poi la migliore occasione per gli arancioni 3’ dopo quando è Ferrari a colpire di testa su un cross di Mulas ma la sfera va alta sulla traversa. Altra grossa occasione.

 E dal possibile 0-2 si passa in pochi minuti al 2-0! Sul finire del tempo la Giana Erminio ipoteca la gara.

 Al 40’ passa in vantaggio con una rete di Perna abile a finalizzare una respinta del portiere Zaccagno di pugni su iniziativa dalla sinistra di Pinardi , ma prima del fischio finale di tempo arriva il raddoppio di Jovine su azione confusa con l’attaccante che mette dentro anche in questo caso dopo respinta difettosa di Nossa con arancioni che protestano per qualche irregolarità non segnalata dall’arbitro De Remigis.( probabile fuori gioco su passaggio a Bruno ) Espulso dalla panchina per proteste Pucciarelli team manager

Insomma un paio di svarioni difensivi sono stati decisivi per indirizzare il risultato a favore dei padroni di casa.


Secondo tempo con stessi uomini in campo ma al 5’ un secondo giallo comminato a carico di Mulas per fallo su Chiarello lascia gli arancioni in 10 e sotto di due reti.

 Indiani cambia due uomini mandando min campo Zappa per Surraco e Vrioni per Ferrari. Ma francamente la gara sembra segnata. Ammonizione anche a carico di Jovine della Giana. Al 18’ su bella botta di Foglio in azione personale Zaccagno respinge in angolo con un bell’intervento.

I locali al 26’ chiudono i giochi col terzo gol doppietta personale di Perna. Che mette in rete una palla toccatagli di tacco da Bruno su cross di Chiarello.

Indiani fa altri due cambi: Rossini e Eleuteri in campo per Minardi e Tartaglione. Mentre lo storico allenatore della Giana Albè effettua 3 cambi in una volta. Escono Pinardi,Perna e Jovine e vanno in campo Pinto,Greselin e Bardelloni Un giallo per Luperini prima dell’ingresso di Zullo per Regoli al 41’

 Si chiude quindi la gara in terra lombarda con una pesante sconfitta per la Pistoiese. La Giana Erminio quindi fa suo il risultato anche andando oltre quanto visto sul campo .

Si era detto in sede di presentazione gara che i lombardi avevano ottenuto meno di quanto avessero meritato fino a questo punto in campo ma oggi si sono rifatti a spese della Pistoiese,evidentemente.

 Arancioni che possiamo considerare in mini crisi avendo ottenuto nelle ultime 5 gare solo 3 pareggi e 2 sconfitte con 5 gol a zero. Dopo questo mini tour de force tra Sardegna e Lombardia occorre lavorare bene in settimana in previsione della gara con Lucchese di domenica prossima.Era evidente che si sarebbe sentita l’assenza di Hamlili.
 

                                                        

Aggiorniamo i dati relativi agli arrivi di migranti in Italia ( il 90% ed oltre di loro come clandestini ).


 Eravamo fermi al totale di 102.887 arrivi censiti al 22 settembre scorso.

 Ebbene a ieri 6 ottobre la cifra si è assestata a 106.479 con un aumento di ben 3.592 arrivi vale a dire 256 persone al giorno sbarcate sulle nostre coste!

Con un totale proiettato all’anno di circa 94 mila arrivi! E TUTTO CIO’ IN PRESENZA DI UN ACCORDO ITALIA-LIBIA! Figurarsi se non ci fosse!

 Lo so che per i Manconi, Boeri e compagnia cantante ( Bonino) per non far precipitare l’Italia nel baratro ( a loro dire) ci vorrebbero almeno 150 mila arrivi-accoglienza all’anno ma a parte queste BALLE che ci vengono raccontate ad uso e consumo dell’AFFARE COOPERATIVE , si tratta pur sempre di cifre importanti A CARICO NOSTRO.

 Ci preme nel contempo rilevare: di questi 106.479 sbarcati la gran parte ben il 72% ,proviene da Nigeria,Guinea,Siria, Costa d’Avorio,Bangladesh,Gambia, Mali, Senegal,Eritrea,Marocco in ordine di importanza.


 NON VEDIAMO provenienze dal Sudan dove è in atto una vera guerra civile con persecuzioni a carico dei cristiani.

                                                      

 Lo stato del Sud Sudan dopo un paio di sanguinose guerre civili è diventato indipendente dal Sudan nel 2011 ma più di recente a fine 2013 è scoppiato un altro conflitto etnico che ha fatto piombare la zona in una guerra civile che sta causando milioni di profughi.

 Fame, carestia e vessazioni verso quel milione e 900 mila sfollati di religione cristiana questi si veri rifugiati in un paese controllato da un governo islamista,in pratica una dittatura militare.

                                             

 Perché da noi se ne parla poco ? Un paese dove 17 chiese cristiane sono state distrutte e dove si è costretti a fuggire causa guerre e careste in Uganda mentre si calcola che entra la fine dell’anno potrebbero essere 2 milioni ( in soli 2 anni ) i rifugiati fuggiti nei Paesi vicini dall’Uganda all’Etiopia.

 Perché invece accogliamo a braccia aperte quelle decine di migliaia di nigeriani,maliani, senegalesi….? Forse perché essendo islamici sono più adatti all’Italia e a quegli italiani che vogliono farsi islamizzare ?

 Quelli che arrivano da noi non sono rifugiati ma la grandissima parte di loro soltanto alla ricerca del “miracolo europeo” allettati dai “santini del Papa” loro mostrati in vista del viaggio che dovrebbe portarli in Italia dove usufruiranno non senza protestare ,di vitto,alloggio pocket money,trasporti e sanità gratis e via dicendo.

Ed anche di molte panchine a disposizione ove stendersi al sole per la pennichella.

Biroldoni di 20/25 anni in piena salute mantenuti a far nulla togliendo spazi e risorse per gli italiani.Sono dei clandestini e basta.Non rifugiati che fuggono da guerre e carestie.

 Questa è la mentalità del politicamente corretto!

 Non sarebbe meglio accogliere quei veri disperati sudanesi che muoiono letteralmente di fame?
 





La scuola italiana impegnata politicamente! Assurdo ed OSCENO!

“Rete Insegnanti per la cittadinanza
” tra maestri e professori  di diverse scuole italiane , pare oltre 900 ieri, in occasione della giornata in memoria delle vittime delle migrazioni, hanno aderito ad uno sciopero della fame per chiedere l’approvazione della legge sullo jus soli visto che ci sarebbero anche i tempi –una quindicina di giorni- prima  che il Parlamento passi adi occuparsi della legge di stabilità.



 Lo sapevo ed era ovvio che le tentassero tutte fino in fondo!
Chi? Non solo i docenti ma anche tutti gli altri CROCIATI dello JUS SOLI a tutti i costi!

 Ora nel ridicolo generale si sono inventati lo sciopero della fame a staffetta come arma di ricatto morale.credo che ridicolo sia una parola troppo blanda per definire la mossa.

 Chi in testa al gruppetto? Il solito Manconi seguito a ruota dal “cattolico” dissidente con suo Governo Del Rio quello dei 9 figli, ed ultima ma con peso specifico notevole anche la Rosy Bindi.

                                                                   

Il tempo c’è squittiscono tutti questi benpensanti crociati,ed occorre approvarla questa sacrosanta legge gridano all’unisono con la fronte leggermente aggrottata ed il sopracciglio mobile alla Ancelotti tanto per capirci.


Pannella che di scioperi della fame veri se ne intendeva vede così dopo la sua scomparsa svilire e rendere patetica una forma di lotta ( da apprezzarsi o no ) che qualcosa di positivo aveva pur prodotto negli anni.

 Ma questo gruppo di parlamentari che non se ne vuole andare nel luogo più a loro consono, cioè a casa, non molla e vuol far danni fino in fondo.

Dice Manconi il CROCIATO capo:" abbiamo 70 parlamentari che hanno aderito allo sciopero a staffetta ed il tempo perché il provvedimento venga approvato subito dal Parlamento c’è ancora.!

E non poteva mancare anche il RICHIAMINO del benpensante:
  "Spero che si veda con rispetto quello che si sta facendo e che quindi anche gli avversari politici come Sallusti usino un linguaggio adeguato a quello che è un confronto delle idee. Non vedo proprio il motivo di insultare e offendere chi sceglie l'arma più pacifica che si possa inventare per portare avanti un ragionamento"

Rispetto, confronto di idee,arma pacifica… che belle parole ma a supporto di che?

Ovviamente il 13 ottobre prossimo si prosegue: tutti ( tutti chi? ) davanti a Montecitorio per il Cittadinanza Day!

Ma la Bonino lo sa ?  
 


SERIE C Girone A

SETTIMA GIORNAT
A Infrasettimanale Mercoledi 4 ottobre 2017 ore 16,30

Ad OLBIA

 Stadio Bruno Nespoli  

OLBIA   PISTOIESE     0-0

 OLBIA:
Aresti Pinna Dametto Cotali Muroni Feola Murgia Ragatzu Geroni Arras Pisano

 All.tore: Mereo

 PISTOIESE:
Biagini Quaranta Nossa Luperini Regoli Minardi Hamlili Tartaglione Zullo Vrioni Ferrari

 All.tore: Indiani

 Arbitro: Miele di Torino

I sardi dopo la scoppola per 3-0 subita a Carrara hanno ingranato una bella marcia con due vittorie di seguito che hanno proiettato la squadra allenata da Mereu al terzo posto della classifica con 13 punti.

 La Pistoiese da parte sua dopo un brillante inizio di torneo con due vittorie consecutive cosa che non le accadeva da decenni e decenni ha un pochino tirato il fiato con due pari casalinghi in rimonta e con la dura sconfitta –solo nel risultato- di Livorno.

 Non molto favorevoli agli arancioni i precedenti allo stadio Nespoli di Olbia. 5 vittorie per l’Olbia, 5 pareggi e 1 vittoria della Pistoiese per 3-1 nello scorso dicembre.

 Eccoli tutti: Serie C 1968/69 Olbia-Pistoiese 1-0 Serie C 1969/70 Olbia- Pistoiese 1-0 Serie C 1975/76 Olbia-Pistoiese 2-1 Serie C 1976/77 Olbia-Pistoiese 1-0 Serie C2 1986/87 Olbia-Pistoiese 1-1 Serie C2 1987/88 Olbia-Pistoiese 2-1 2016/2017 Serie C Olbia-Pistoiese 1-3

Nella Pistoiese per impegni con la Nazionale Under 20 contro l’Inghilterra non c’è in porta Zaccagno.Tra i pali va Biagini che è al debutto tra i professionisti. Al debutto anche Tartaglione.

 Padroni di casa subito in avanti con Arras che serve Muroni il cui tiro va alto Pistoiese pericolosa al 10’ con un colpo di testa di Vrioni su palla di Luperini e mira errata Ancora Vrioni al 17’ ma la sua conclusione è respinta dal portiere Aresti Pistoiese che ha preso in mano la gara.

 Tiro di Ferrari che Aresti in tuffo blocca. 22’ colpo di testa di Luperini con palla fuori su angolo di Zullo.E di poco anche. La Pistoiese le sue occasioni le ha avute

. Al 29’ nell’Olbia deve uscire per infortunio Geroni sostituito da Pennington che proviene dalla Primavera del Cagliari. Anche lui al debutto tra i Pro.

 E questo giocatore al debutto si mete subito più volte in luce prima costringendo ad un difficile intervento Biagini alla mezz’ora,poi con un colpo di testa deviato in angolo,infine al 34’ con un altro tiro parato da Biagini.

 Ammonizione a carico di Vrioni al 38’per fallo su Muroni

 40’ da Pennington una bella palla smarcante ad Arras che però non ne approfitta al massimo calciando sulla traversa!
La gara è cambiata dopo il cambio dei sardi.

 Si va al riposo aullo 0-0 dopo minuti equilibrati e occasioni per ambedue le squadre.

Di certo più pericoloso l’Olbia con la traversa.

 Nella Pistoiese c’è Mulas per Tartaglione. Ancora Pennington al 3’ con palla fuori. Al 6 ‘ la Pistoiese va in rete ma l’arbitro annulla la segnatura a Nossa che su angolo procurato da Vrioni aveva commesso fallo. Deve uscire Zullo per crampi ed entra Priola al 7’

 11’ il bomber dell’Olbia Ragatzu si trova in buona posizione davanti al portiere Biagini che si salva di piede in angolo. I locali cominciano a spingere di più

                                                                      

. Entra al 19’ Ogunseye per Arras 23’ ottima risposta del portiere Biagini su doppia conclusione a rete prima su colpo di testa di Ogunseye respinto poi sulla botta di Murgia con palla in angolo! Il debutto di Biagini è stato quindi ottimo !

25’ negli arancioni entra Zappa ed esce Vrioni.

 Buona occasione arancione al 26’ con un angolo battuto da Zappa , tocco di Regoli e tiro di Ferrari con palla che esce di poco.

 Nell’Olbia esce Pisano ed entra Oliveira. Gara sempre viva 35’ Indiani manda in campo Boggian per Ferrari. Tiri di Regoli da una parte poi di Cotali dall’altra prima di un colpodi testa di Ogunseye al 40’ con palla fuori di poco.

 Ci saranno 4’ di recupero. Ammonizione a carico di Hamlili

 Finisce una gara difficile sul risultato di 0-0 ma per una volta uno 0-0 non noioso.

Arancioni quindi che salgono a quota 9 in classifica dopo le 6 gare giocate.Si conferma una certa qual difficoltà per la Pistoiese ad andare a rete. In 6 partite solo 5 gol all’attivo ( 4 di Ferrari ) d’altra parte sono 5 anche le reti subite.Non c’è che da attendere di avere la rosa al completo.
 





Che il Napoli non scherzasse ormai lo si era capito da tempo. Ha schiantato anche il Cagliari col solito 3-0 ed è arrivato alla settima vittoria consecutiva in campionato ed alla 12ma considerando anche le ultime dello scorso torneo.


 Il Napoli non stecca più contro le medio piccole ed attende a piede fermo di affrontare le big.Potrebbe essere l’anno giusto.Quello dello scudetto dopo decenni.

 Intanto Hamsik col suo gol ha raggiunto a 115 segnature il mito Maradona. ( dopo 10 giornate di astinenza ). Quello che spaventa è che la squadra di Sarri gioca uno spartito a memoria ed ha segnato in queste prime 7 gare ben 25 reti subendone solo 5 allo spettacolare quoziente di 5 tra gol fatti e subiti!



Sono cifre che se proseguite batterebbero ogni record !

Acclarato che la Roma è superiore al Milan e non vi era alcun dubbio su questo e che l’Inter ha trovato un suo rendimento costante da confermare negli scontri diretti ,spetta alla Juventus impegnata a Bergamo campo dove vince spesso e volentieri,rispondere al Napoli.

 Bergamo    

ATALANTA   JUVENTUS    2-2

 Bernardeschi ( J ) al 21’ del 1° tempo Higuain ( J ) al 23’ del 1° tempo Caldara ( A ) al 31’ del 1° tempo Cristante ( A ) al 21’ del 2° tempo

ATALANTA
: Berisha Palomino Hateboer Caldara Masiello Freuler Cristante Spinazzola Kurtic Gomez Cornelius

 All.tore: Gasperini

JUVENTUS:
Buffon Chiellini Lichsteiner Benatia Matuidi Asamoah Bernardeschi Bentancur Dybala Higuain Mandzukic

 All.tore: Allegri

 Arbitro:Damato di Barletta

 In campo Spinazzola e Caldara promessi Juventini. La Juventus parte forte. Già al 3’ Bernardeschi impegna Berisha. Al 17’ ancora pericoli per la porta bergamasca quando un sinistro di Higuain servito da Mandzukic impegna Berisha.

 Al 21’ passa la Juventus con Bernardeschi che riprende una respinta di Berisha su tiro dalla distanza di Matuidi.Di certo non felice e reattiva la parata dell’albanese! Bernardeschi è al primo gol in bianconero


. Al 24’ si può considerare quasi chiusa la gara. Higuain raddoppia! Passaggio filtrante di Bernardeschi in area per l’argentino che si libera di Spinazzola e fulmina alle spalle di Berisha!Sembra tornato sui suoi livelli Higuain. La Juventus ha capito che con una partenza autoritaria contro un’Atalanta che non può non risentire delle fatiche di giovedi nella gara pareggiata a Lione per 2-2


 Riapre la gara l’Atalanta al 31’ grazie ad una punizione battuta da Gomez con un tiro forte e centrale con palla che Buffon non trattiene, arriva Caldara e batte Buffon!


 Gasperini manda in campo Ilicic per Cornelius. Atalanta vicina al pareggio due minuti dopo! Ilicic effettua un bel cross teso in area con palla che supera tutti i difensori arriva a Kurtic che la manda alta sulla traversa!

Gara che ora ha preso un’altra piega. L’Atalanta è molto brava nel proporre palloni in area dalle fasce ed ovviamente sfrutta al meglio i calci di punizione di Gomez. Finale di tempo tutto atalantino con pressione costante ma non vi sono tiri in porta. Va al riposo in vantaggio la Juventus ma per quanto visto l’Atalanta ci crede eccome se ci crede ed avrebbe anche potuto pareggiare.

 Di sicuro Allegri chederà subito il terzo gol che chiuderebbe i giochi.

 5’ Benatia va di testa ma debole su una palla da punizione battuta da Dybala. Poteva essere buona occasione per la Juventus. La gara attende il momento della svolta. 9’ botta di Higuain dal limite ben servito da Dybala ma la palla è alta. Gasperini manda in campo Petagna per Kurtic. Siamo al 10’

11’ Il solito Mandzukic chiude quasi sicuramente la gara segnando il terzo gol su colpo di testa sul secondo palo ma dopo che Gomez era stato colpito da un braccio largo di Lichsteiner,anzi da una gomitata. Così infatto dice la VAR. Gol annullato! E giallo a Lichsteiner. Ancora speranze per l’Atalanta.

 Di certo però anche in questo caso non irreprensibile la difesa bergamasca ed anche il portiere. Comunque ora l’Atalanta sta subendo.

 18’ giallo a carico di Gomez per gioco pericoloso su Lichsteiner Allegri fa uscire Lichsteiner per Barzagli. Evita ulteriori problemi per lo svizzero che è fumantino.

21’ l’Atalanta pareggia! Gran colpo di testa di Cristante su grande palla da sinistra inviatagli da Gomez che deve essere considerato il migliore in campo !

Allegri manda in campo Cuadrado per Bernardeschi. 26’ da Petagna a Cristante poi tiro di Freuler però sbilenco! Una buona Atalanta quando attacca.Gasperini vorrebbe vincerla questa gara interrompendo una lunghissima sequenza negativa contro la Juventus.L’Atalanta non batte la Juventus da tanto tempo.16 anni!

La Juventus invece vuole assolutamente agganciare il Napoli in vetta alla classifica.Probabilmente chi avrà più fiato la spunterà.

                                        

 30’ altra grandissima azione di Gomez che da solo fa fuori mezza Juventus e serve Spinazzola che non riesce a concludere.Davvero ottimo questo argentino capitano dell’Atalanta. Applausi scroscianti


. Ulteriore cambio di Allegri. 32’ dentro Douglas Costa per Mandzukic. Ilicic-Hateboer- Petagna con intervento di Buffon che evita guai al 33’

34’ giallo per Palomino per fallo su Dybala al limite.Pericolo per Berisha.

Batte Dybala palla sulla barriera e calcio di rigore per la Juventus . Petagna si alza e colpisce con la spalla. Giallo per Petagna. Ancora VAR . Attesa troppo lunga. Confermato il calcio di rigore! Batte Dybala ma floscio alla sinistra di Berisha che devia in tuffo! In effetti un rigore molto ,molto dubbio questo per la Juventus. Ma questa VAR : meglio non parlarne!

Poi al 36’ una botta dalla distanza di Bentancour viene parata alla grande da Berisha che rispetto al primo tempo sembra essersi trasformato in meglio.

 Siamo sempre sul 2-2 e non mancano molti minuti alla fine. L’errore dal dischetto di Dybala potrebbe essere decisivo.E’ il secondo rigore sbagliato in carriera.

 Esce Cristante ed entra De Roon nell’Atalanta. La Juventus spinge ancora

.E saranno ben 6 i minuti di recupero.

All’Atalanta che ha fatto una bella gara ma solo dopo il 20’ il pareggio va bene.

 Meno alla Juventus che è andata a sprazzi in questa partita.

 Finisce con un giusto 2-2 e quello che più conta è che il NAPOLI è PRIMO IN CLASSIFICA!
 

SERIE C girone a 2017-2018    

 SESTA GIORNATA

 Al Melani di Pistoia 

PISTOIESE  CUNEO   1-1

Dell’Agnello ( C ) al 18’ del 2° tempo Ferrari ( PT ) al 28’ del 2° tempo su calcio di rigore

PISTOIESE
:Zaccagno Quaranta Nossa Priola Mulas Luperini Hamlili Zappa Regoli Ferrari Surraco

All.tore: Indiani

CUNEO:Stancampiano Rosso Conrotto Cristini Aperi Boni Pellini Quitadamo Provenzano Dell’Agnello Testoni

All.tore: Gardano

Arbitro:Garofalo di Torre del Greco

Impegno casalingo pomeridiano per gli arancioni contro il Cuneo squadra neopromossa in C. Squadre ambedue a quota 7 punti ma con la Pistoiese che ha una gara in meno. Dopo la sconfitta di Livorno dove peraltro si è dignitosamente comportata la Pistoiese è chiamata ad una prova di qualità che possa riportare i 3 punti anche per rasserenare un ambiente turbato in settimana dalla folle aggressione subita da un dirigente da parte di un genitore scontento sull’utilizzo a o meno del proprio figlio nelle squadre giovanili.

L’avversario, il Cuneo, giunge a Pistoia con un cammino in trasferta eccellente due gare due vittorie rovinato però dall’andamento in casa dove non ha mai vinto. Squadra asfittica solo 3 gol segnati ma solida avendone subiti solo 3.Scorbutico cliente,quindi. Nessun precedente tra le due Società.


Ottima opportunità per la Pistoiese già al 6’ quando a seguito di fallo su Ferrari viene battuta una punizione dallo specialista Zappa.La distanza è notevole ma Zappa con un gran tiro colpisce la traversa ! Poi Surraco non riesce a metter dentro.

11’ altra punizione battuta da Surraco con palla alta. Ospiti abbottonati ma pericolosi nei contropiede. Al 28’ rischia Zaccagno non fermando un cross dalla destra aiutato poi da Priola che ostacola Aperi. Al 39’ giallo a carico di Zappa Infortunio alla testa per Priola al 43’ toccato da una gomitata di Dell’Agnello.Il rientro in campo è con turbante alla testa.

Al riposo sullo zero a zero. Confermate le qualità/difetti del Cuneo. Segna poco,subisce poco. .

Al rientro in campo Surraco lascia il posto a Vrioni

.Pubblico del Melani al 2’ che protesta per una trattenuta su Ferrari su cui l’arbitro Garofalo sorvola .
. La Pistoiese spinge. 6’ il portiere Stancampiano interviene quasi sulla linea ad impedire che una botta di Zappa 8’ Zappa va al tiro alto e subito dopo tocca ad Hamlili ad impegnare il portiere piemontese.

 Ma al 18’ in pratica al primo tiro in porta del Cuneo la squadra di Gardano passa in vantaggio !
Una corta respinta di Zaccagno su tiro di Provenzano non viene controllata da Hamlili,arriva Dell’Agnello che segna!

Indiani corre ai ripari con gli innesti di Minardi e Boggian per Priola e Luperini



 Al 28’ la Pistoiese raggiunge il meritato pareggio! Vrioni ( atterrato da Rosso )si conquista un penalty che battuto da Ferrari permette agli arancioni di impattare nel risultato e di sperare in un sorpasso. Per poco con ci riesce Vrioni al 41’ poco convinto della sua posizione al momento del tiro paratogli da Stancampiano.


 Una ammonizione per simulazione a carico di Boggian che va a terra al limite dell’area al 43’ Saranno 5 i minuti di recupero con la Pistoiese che insiste alla ricerca dei 3 punti. 48’ Ferrari ancora giù al limite ma l’arbitro fa proseguire.

Nonostante l’intenzione di vincere la squadra di Indiani non va oltre l’1-1 casalingo che di certo premia molto gli ospiti.D’altra parte e Indiani lo aveva chiaramente detto la squadra segna meno di quanto produca in campo e di certo vi sono assenze pesanti.Papini ha avuto una ricaduta e De Cenco è ancora lontano dal recupero completo.Fatto è che per la seconda volta consecutiva gli arancioni recuperano il risultato dopo essere passati in svantaggio in questo caso grazie al primo tiro in porta subito. L’impianto di gioco c’è ,la volontà pure ma la squadra cosi come è sembra non possa dare. Comunque risultato quello di oggi che va stretto alla Pistoiese. Tutto o quasi il peso del’attacco è sulle spalle di Ferrari e tra l’altro ora vi saranno anche impegni infrasettimanali.

Mercoledi a Olbia contro la terza in classifica e domenica a Gorgonzola contra la Giana Erminio.Ambedue gli impegni alle 16,30

Il Cuneo intanto dopo 3 trasferte è sempre imbattuto.
 



EUROPA LEAGUE 2017/2018

Fase a gironi

GRUPPO D   Classifica:  MILAN 6 punti  AEK ATENE  4  punti  AUSTRIA VIENNA 1 punto RIJEKA 0 punti




 Essere salvati da un “baby” al 94’. Questo è accaduto al Milan vittorioso per 3-2 sul Fiume dopo essere passato senza convincere dal 2-0 al 2-2 ! Montella in crisi? Manovre che inizieranno da subito per portare Ancelotti a Milano? Dipenderà molto dalle prossime due gare di campionato con Roma e Inter.I cinesi vogliono la Champions ( se riusciranno a saldare il debito americano ) ma con quanto visto finora questo Milan in Champions non ci arriva.

San Siro in Milano

MILAN   RIJEKA   3-2

 14′ pt André Silva (M) 8′ st Musacchio (M) 39′ st Acosty ( R) 45′ st rig. Elez ( R) 48′ st Cutrone ( M )


MILAN: Donnarumma Musacchio Bonucci Romagnoli Abate Kessié (25′ st José Mauri ) Locatelli Çalhanoglu (1′ st Bonaventura ) Borini Cutrone André Silva (37′ st Suso )

All.tore:: Montella

RIJEKA
Sluga Vesovic Zuparic Elez Zuta Misic Bradaric Kvrzic (13′ st Acosty ) Pavicic (26′ st Males ) Heber Puljic (34′ st Crnic )

 All.tore: Kek

Arbitro: Grinfeld (ISR)

 Gara di una bella modestia. In gol alla prima occasione i rossoneri con Silva che dalla sinistra supera Zuparic e batte dalla parte opposta Sluga. E’ il 14’ Nella ripresa all’ 8’ arriva il raddoppio quando sugli esiti di un angolo Cutrone colpisce di testa con Bonucci che aveva seguito l’azione che tocca per Musacchio che raddoppia.

 Sembra fatta per il Milan sia pure in una gara brutta assai. Invece il sale è nella coda.

 Acosty entrato al 13’ approfitta di una scivolata di Bonucci per andarsene verso Donanrumma che da par suo ha un’uscita infelice con palla che carambola in rete! Ma non finisce qui. Ci si mette anche Romagnoli a 2’ dal termine a farsi portar via la palla quasi sulla linea di fondo da Crnic che poi prosegue e cade in area. L’israeliano Grinfeld dà il rigore che Elez trasforma

.In un San Siro gelato ci pensa il giovane Cutrone al 3’ del recupero ad approfittare di un passaggio di Borini sorprendendo il portiere croato Sluga. I 3 punti ci sono ancora ma il gioco no. 7 tifosi esagitati croati sono stati fermati dalla polizia.
 
GRUPPO E 

Classifica : ATALANTA 4 punti APOLLON  NICOSIA  E LIONE 2 punti  EVERTON 1 punto


A LIONE

LIONE     ATALANTA   1-1


Traore (L) al 45’ del 1° tempo Gomez (A) su punizione al 12’ del 2° tempo


LIONE: Lopes Tete Marcelo Morel Mendy Tousart Ndombele Traore' (40'st Cornet) Fekir Aouar (25'st Depay Mariano Diaz (25'st Maolida)

 Allenatore: Genesio

 ATALANTA : Berisha Masiello Caldara Palomino Hateboer Cristante (1'st Castagne) De Roon Freuler Spinazzola Petagna (16'st Ilicic) Gomez

 Allenatore: Gasperini

 Arbitro: Siebert (Germania)

In settimana i francesi che come si sa sono assai sciovinisti aveva candidamente affermato di non conoscere il “Papu” Gomez. Ebbene da stasera lo conoscono.



 Infatti al 12’ della ripresa è stato proprio lui a pareggiare su calcio di punizione un gol che il Lione aveva messo a segno in una fase delicata della gara subito prima del riposo al 45’ con Traorè

 Fekir crossa dal fondo con Traorè che di tacco impegna severamente Berisha ma il lionese riesce a superare l’intervento di Palomino e ribadisce a rete. Primo tempo con netta prevalenza francese ma anche grossa occasione per l’Atalanta quando al 23’ Spinazzola centra per la testa di Hateboer che da ottima posizione spreca.

 Nella ripresa con l’ingresso di Castagne per Cristante e lo spostamento in attacco di Hateboer l’Atalanta copre meglio il campo ed al 12’ dopo che Caldara si era conquistato una punizione dal limite battuta da Gomez, pareggia. Cosi anche Fekir che aveva detto di non conoscere Gomez ha avuto modo di rendersi conto. Finale difficile con Masiello e Berisha protagonisti ma il risultato non cambia e l’Atalanta è prima nel suo girone.

GRUPPO K

 Classifica:  NIZZA  E LAZIO 6 punti  VITESSE E WAREGEM 0 punti


 Roma Olimpico a porte chiuse

LAZIO    ZULTE WAREGEM   2-0 

LAZIO:
Strakosha Patric Luiz Felipe Radu Marusic Parolo Di Gennaro (53' Immobile Murgia Lukaku (77' Lulic ) Luis Alberto (53' Milinkovic) Caicedo

All.tore. Inzaghi.

 ZULTE WAREGEM Leali Baudry (84' Saponjic )Derijck Heylen De Fauw Kastanos (46' Kaya ) Coopman Doumbia Hamalainen De Pauw (Olayinka ) Leya Iseka .

 All.tore: Dury.

Arbitro: Lechner ( Austria )

La Lazio vince anche la sua seconda sfida in questa sua Europa League. 2-0 all’Olimpico sul Waregem con reti di Caicedo al 18’ del 1° tempo e di Immobile al 90’



Al 18' Caicedo fa 1 a 0. Cross di Lukaku dalla sinistra che dal lato opposto serve Marusic, sponda dell'esterno di testa e in tuffo arriva Caicedo:che porta in vantaggio la Lazio. Al 90' Immobile chiude la pratica: Murgia mette una bella palla in mezzo per Immobile che con un tiro a girare batte Leali.. 2-0
 
Ci sono 96 persone collegate

< ottobre 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
16
19
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Cerca per parola chiave
 

Titolo
A.C. Fiorentina (1)
EUROPEI FRANCIA 2016 (1)
EUROPEO FRANCIA 2016 (1)
Qalificazioni Europei di Francia 2016 (1)
US PISTOIESE 1921 (1)
Aberrazioni (1)
AC MILAN CHE ERRORE (1)
acquisti (1)
AGRICOLTURA E FLOROVIVAISMO (1)
AMBIENTE (25)
AMBIENTE MARE (1)
ambiente,mare,ecologia (4)
Ancora la Gazzetta su Balotelli (1)
ANNIVERSARI (2)
ARTE E CULTURA (1)
ARTE E SPETTACOLO (8)
ARTE, CULTURA, CINEMA, MUSICA (8)
arte,cinema,spettacolo (2)
Assurda manifestazione calcistica (1)
ATORN (4)
AUGURI (3)
avvenimenti (6)
BANCHE (1)
BUNDESLIGA (3)
BUON NATALE (1)
calcio (200)
Calcio Commenti (4)
calcio curiosità (1)
Calcio internazionale (2)
CALCIO MILAN (1)
calcio pisa (1)
CALCIO - USSI (1)
calcio balotelli (1)
calcio bayern (1)
Calcio Bundesliga (1)
calcio campionato (117)
Calcio Campionato Serie A (2)
calcio champions (18)
Calcio Champions commenti (1)
Calcio Champions League (25)
Calcio Commenti (137)
Calcio commento (5)
Calcio Coppa America (5)
Calcio Coppa America ed Europei (1)
Calcio Coppa d'Asia e Coppa Italia (1)
calcio coppa italia (16)
Calcio Coppa Italia e Coppa del Re (1)
CALCIO CORROTTO (1)
CALCIO COVERCIANO (1)
Calcio Crisi (1)
Calcio critiche (2)
Calcio critico (15)
CALCIO CURIOSITA' (1)
calcio curioso (1)
CALCIO D'ESTATE (1)
CALCIO DILETTANTI E TORNEI (2)
CALCIO DILETTANTIE TORNEI (2)
Calcio e Politica (1)
Calcio e record (1)
Calcio estero (3)
Calcio Europa League (13)
Calcio Europa League 2017-2018 (1)
calcio europei (17)
Calcio Europei 2016 (1)
Calcio Europei Francia 2016 (3)
Calcio Europeo (2)
Calcio FIGC (2)
Calcio Fiorentina (5)
Calcio Francia 2016 (1)
CALCIO GIOVANILE (10)
CALCIO IN TV (1)
Calcio Inter (1)
calcio internazionale (139)
Calcio Internazionale amichevoli (1)
Calcio internazionale costume (1)
Calcio Italia (13)
Calcio Italiano (2)
calcio juventus (3)
calcio lega pro (74)
Calcio Lega Pro Girone A (1)
Calcio Lega Pro Girone B (8)
Calcio malato e violento (1)
Calcio marcio (5)
Calcio mercato (3)
Calcio Mercato Estivo (1)
calcio milan (36)
Calcio Milan IL RIECCOLO (1)
calcio milan ed internazionale (1)
calcio mondiale (3)
Calcio Mondiale 2014 (1)
CALCIO MONDIALI (14)
Calcio Mondiali 2014 (37)
Calcio Mondiali Russia 2018 (1)
Calcio nazionale (16)
CALCIO NEWS (1)
calcio pisa (100)
calcio pistoia (1)
calcio pistoiese (143)
Calcio Premier League (1)
Calcio Premiere League (1)
Calcio Qualificazioni a Francia 2016 (1)
Calcio qualificazioni mondiali (3)
Calcio Scandali (2)
Calcio scandalo (1)
calcio scommesse (2)
CALCIO SENTENZE (1)
CALCIO SERIE A (72)
Calcio Serie A 2015-2016 (1)
Calcio Serie A 2017-2018 (1)
Calcio Serie A Commenti (1)
Calcio Serie A ed altro (1)
calcio serie c (3)
Calcio Serie C 2017-2018 (2)
Calcio Serie C Girone A (2)
Calcio Serie C Lega Pro (2)
Calcio Statistiche (5)
CALCIO STORICO (1)
calcio supercoppa (1)
calcio tedesco (2)
Calcio Teppismo (1)
calcio trofeo tim (1)
Calcio Uefa (1)
Calcio US Pistoiese (1)
CALCIOPISA (1)
CALCIOPOLI (6)
calciopoli corte dei conti (1)
calcioscommese (1)
calcioscommesse (25)
CALCIOSCOMMESSE - IL BLOG DEL DIRETTORE (2)
calcioscommesse fase due (3)
calcioscommesse fase uno (1)
CALCIO-USSI (1)
Campagna pro balotelli della Gazzetta (1)
campionato (38)
campionato 2012-2013 (1)
campionato 2013-2014 (1)
Campionato Calcio (1)
Campionato Calcio Serie A (2)
campionato commento (2)
campionato Europeo Under 21 (1)
Campionato Serie A (25)
Campionato Serie A 2015-2016 (1)
Campionato Serie A 2016-2017 (9)
Caso Tavecchio (1)
champions (57)
CHAMPIONS LEAGUE (1)
Champions 2015-2016 (1)
Champions 2016-2017 (1)
Champions 2016-2017 ed altro (1)
Champions commenti (1)
Champions ed Europa League (1)
champions league (99)
Champions League 2015/2016 (1)
Champions League 2014/2015 (1)
Champions League 2014-2015 (1)
Champions League 2015/2016 (5)
Champions League 2015-2016 (6)
Champions League 2016-2017 (33)
Champions League commenti (1)
Champions League ed Europa League (2)
Champions Legaue (1)
Champiosn League (1)
cibm (1)
CICLISMO (4)
Commenti (2)
Commenti Calcio (1)
commento al campionato (1)
Commento Calcio (1)
Commento Campionato (1)
Commento politico (1)
Comune Viareggio (1)
Confederation Cup (2)
confederations cup (13)
COOPERAZIONE INTERNAZIONALE (1)
Coppa Africa 2015 (1)
Coppa America (7)
Coppa America 2016 (3)
Coppa America Centenario (1)
Coppa America del Centenario (1)
Coppa Asia Coppa Africa (1)
Coppa d'Africa (2)
Coppa d'Asia (4)
Coppa d'Asia e d'Africa (2)
Coppa Italia (22)
Coppa Italia 2014/2015 (1)
Coppa Italia 2015/2016 (1)
COPPA ITALIA 2015-2016 (1)
Coppa Italia 2016-2017 (4)
Coppa Italia Coppa Asia Coppa Africa (1)
Coppa Italia d'Asia e d'Africa (2)
coppa libertadores (1)
Coppe europee (1)
CREDITO ALLE IMPRESE (3)
Crisi Parma Fc (1)
Critica politica (3)
CRONACA (3)
CULTURA E INTRATTENIMENTO (1)
CULTURA -EVENTI (1)
CULTURA, ARTE, EVENTI (8)
Dal Mondo (11)
DIRITTI E DOVERI (1)
DISASTRI NEL MONDO (5)
DONNE NEL MONDO (6)
economia (4)
EDITORIA (1)
EDITORIA E GIORNALISMO (1)
EDUCAZIONE , GIOVANI (1)
Elezioni 2008 (3)
Elezioni Nicaragua (1)
ENTI PUBBLICI (2)
esperienze,vissuto,storie (3)
ESTERI (1)
Euro 2016 Francia (1)
europa league (48)
Europa League 2014/2015 (2)
EUROPA LEAGUE 2015/2016 (2)
EUROPA LEAGUE 2015-2016 (5)
Europa League 2016-2017 (9)
Europa Legaue (2)
Europei 2016 Francia (1)
EUROPEI CALCIO (12)
Europei Calcio 2016 spareggi (1)
EUROPEI CALCIO FRANCIA 2016 (1)
EUROPEI DI CALCIO (4)
Europei di Francia 2016 (4)
Europei Francia 2016 (37)
EUROPEI FRANCIA 2016 ED ALTRO (1)
Europeo Francia 2016 (3)
EVENTI E CULTURA (1)
EVENTI E FIERE (1)
FESTIVAL DELLA SALUTE (4)
FESTIVAL PUCCINIANO (1)
Fiorentina (1)
FLOROVAISMO (1)
FLOROVIVAISMO (22)
FLOROVIVAISMO NEL MONDO (19)
FOTO DEL GIORNO (3)
FRANCIA 2016 Qualificazioni (1)
FRANCIA 2016 Curiosità (1)
FRANCIA 2016 QUALIFICAZIONI (6)
FRANCIA EUROPEI 2016 (2)
FSRU OLT GASIERA (1)
FSRU TOSCANA (1)
FUMETTI (1)
GEMELLAGGI (1)
GIORNALISMO (1)
GIORNALISTI (4)
GRAN CANAL DE NICARAGUA (2)
Grande Torino (1)
Guinness Cup (2)
IDEA ABERRANTE (1)
IL RIECCOLO (1)
INFORMAZIONI (2)
International Cup (1)
INTERNAZIONALE (4)
INTERNET (2)
INTERNET E WEB TV (3)
INTERNET editoria (2)
INTERNET TV (9)
INTERNET TV, WEB TV, EDITORIA SUL WEB (15)
INTERNET WEB TV (1)
Juventus e Borussia Dortmund (1)
Juventus statistiche (1)
LA GASIERA (1)
LAVORO (1)
lega pro (21)
Lega Pro Girone A (5)
Lega Pro Girone B (7)
Lega Pro Pistoiese (4)
lega pro prima divisione (1)
Lega Pro US Pistoiese (1)
LEGA PRO US PISTOIESE 1921 (1)
MEDIA (1)
MEDICINA E SALUTE (1)
MEMORIAL (1)
messaggio pubblicitario (1)
Migrazioni insostenibili (1)
Milan (1)
Milan crisi (1)
MILAN FALLIMENTO ! (1)
Milan notizie (1)
Milan si cambia! (1)
MONDIALE PER CLUB (2)
Mondiale per Clubs (2)
Mondiali Calcio 2014 (1)
Mondiali 2014 Brasile (1)
Mondiali Brasile 2014 (1)
mondiali calcio 2014 (11)
MONDIALI DI CALCIO (13)
MONDIALI DI CALCIO 2010 (2)
Mondiali di Russia 2018 (1)
Mondiali Russia 2018 (1)
Mondiali Russia 2018 qualificazioni (1)
nazionale (2)
nazionale calcio (5)
Nazionale commenti (1)
Nazionale Italiana (3)
Nazionale Italiana calcio (2)
Nazionale Italiana di Calcio (1)
NICARAGUA (1)
notizie dal mondo (2)
NOTIZIE USSI (1)
NUOVA POLITICA (1)
OLT FSRU TOSCANA (2)
pallone sgonfio (1)
PARCHI (1)
PARCHI ambiente (1)
parco m.s.r.m. (2)
Parco MSRM (2)
PARCO SAN ROSSORE (13)
PERSONAGGI (10)
personaggi,giornali,editoria (5)
PISA 1909 (1)
pisa calcio (29)
PISA EVENTI (1)
PISTOIA (2)
PISTOIESE (14)
pistoiese calcio (2)
Play-off per Francia 2016 (1)
politica (126)
Politica e costume (1)
Politica a costume (1)
Politica critica (1)
Politica e costume (8)
Politica e Sociale (4)
Politica e Sport (3)
Politica Internazionale (1)
politica porto (1)
Politica sport costume (1)
premi e trofei (1)
PROPOSTE DI LEGGE (1)
QUALIFICAZIONI A FRANCIA 2016 (4)
Qualificazioni a Russia 2016 (1)
qualificazioni a russia 2018 (1)
Qualificazioni ai mondiali 2018 (3)
Qualificazioni mondiali russi 2018 (1)
RICERCA (1)
RICERCA e SOLIDARIETA' (1)
RICERCA SCIENTIFICA (1)
Riflessioni sui tempi (1)
rigassificatore (1)
RUGBY (1)
SALUTE E MEDICINA (2)
SANITA' E SALUTE (2)
SCANDALO NAZIONALE (1)
SCIENZA E CULTURA (1)
SCIENZA E SALUTE (1)
scienza,medicina (2)
Serie A (1)
Serie C Lega Pro girone A (1)
SICUREZZA (2)
Sirteggi europei (1)
SOLIDARIETA' E SOCIALE (1)
SOLIDARIETA' SOCIALE (2)
Sorteggi Coppe Europee (1)
SORTEGGI UEFA (1)
Spareggi per Francia 2016 (1)
spazio libero (2)
SPETTACOLO (25)
SPORT (9)
SPORT - BASKET (1)
SPORT - BASKET (1)
SPORT - CALCIO (4)
SPORT - CICLISMO (1)
SPORT E SOCIALE (1)
SPORT - NEWS LETTER USSI (1)
SPORT - PALLACANESTRO (1)
SPORT & SPORT (2)
sport calcio (2)
SPORT- CALCIO (3)
SPORT -CALCIO (1)
SPORT- CALCIO - COVERCIANO (1)
SPORT- CALCIO - USSI (3)
Sport critico (1)
Sport e politica (1)
SPORT E SOLIDARIETA' (1)
SPORT -NEWS LETTER USSI (4)
SPORT PARALIMPICO (1)
SPORT-CALCIO-USSI (1)
SPORT-CANOTTAGGIO (1)
STORIA (1)
STORIA E CULTURA (1)
Supercoppa Italiana (3)
TEATRO (2)
TEATRO E SPETTACOLO (8)
TEATRO SPETTACOLO (2)
Teatro, arte, spettacolo (3)
TORNEI DI CALCIO (1)
TOSCANA ECONOMIA (1)
TOSCANA IN RETE (4)
TOSCANA IN RETE - ECONOMIA (1)
UEFA CHAMPIONS LEAGUE (1)
us pistoiese 1921 (3)
us pistoiese calcio (1)
ussi (1)
USSI COMUNICATI STAMPA (1)
VANNUCCI PIANTE (1)
vendita (1)
VERSILIANA (19)
Viaggi,curiosità,reportage (1)
viareggio (1)
Viareggio allo sbando (1)
viareggio porto (1)
VIDEONEWS (1)
VIDEONEWS 30 ANNI (1)
videonewstv (4)
vivaismo (6)
VIVAISMO E CULTURA (2)
VIVAISMO E SPORT (1)
VOLLEY (2)
WEB E RICERCA SCIENTIFICA (2)
web tv (9)
web,video,youtube (3)
ZERO NEGATIVO (2)

Catalogati per mese:
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti: